Belotti come Shevchenko: gli unici Under24 a segnare 24 reti in Serie A

Belotti come Shevchenko: gli unici Under24 a segnare 24 reti in Serie A

Focus on / L’attaccante granata continua a segnare e a conquistare record. E il ventiquattresimo gol in campionato ha un sapore speciale…

di Nicolò Muggianu

Anche Bleacher Report celebra l’attaccante del Torino dopo gol contro il Cagliari al Sant’Elia. «Futuro e presente sono luminosi per Andrea Belotti», dice su Twitter il noto sito di statistiche ricordando che il Gallo è il primo giocatore under24 a segnare 24 gol in una singola stagione di Serie A dopo che Shevchenko aveva fatto lo stesso nel 1999-2000. Il paragone è di quelli arditi. Il curriculum del bomber ucraino parla chiaro e la Champions League alzata al cielo col Milan nel 2002-2003 e il “Pallone d’Oro” conquistato l’anno successivo sono solo un assaggio del ricchissimo biglietto da visita dell’attaccante. Belotti dunque non può che sperare di ripercorrere le gesta di uno dei giocatori che – ancora oggi – è considerato tra i migliori attaccanti di sempre.

CAGLIARI, ITALY - APRIL 09: Belotti Andrea of Torino scores his goal 1-2 during the Serie A match between Cagliari Calcio and FC Torino at Stadio Sant'Elia on April 9, 2017 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)
CAGLIARI, ITALY – APRIL 09: Belotti Andrea of Torino scores his goal 1-2 during the Serie A match between Cagliari Calcio and FC Torino at Stadio Sant’Elia on April 9, 2017 in Cagliari, Italy. (Photo by Enrico Locci/Getty Images)

Qualche tempo fa anche Gennaro Gattuso era stato – in un certo senso – profetico ai microfoni di Sky paragonando i due giocatori: “Dopo Sheva, in vita mia ho visto solo Belotti tirare quindici ma anche venti volte in porta, centrando sempre lo specchio”. Per poi continuare: “In allenamento non si risparmia mai, ha una costanza incredibile”. Contro il Cagliari – come detto – è arrivato il ventiquattresimo sigillo stagionale del bomber granata che dopo aver driblato gli avversari per 90′, nel post partita, ha provato ad evitare anche le domande riguardanti il suo futuro. Futuro? Io sono un giocatore del Torino sulla carta, il futuro non lo so…” queste le enigmatiche parole del “puntero” granata che, dopo le presunte dichiarazioni d’amore di qualche settimana fa, getta nuovamente un velo di mistero riguardo la sua permanenza al Toro. Nella mattinata odierna ci ha poi pensato il presidente Cairo a provare a rassicurare i tifosiNon credo che qualcuno arrivi con 100 milioni e credo sia meglio per lui e per noi che resti ancora. Leggo che sarebbe felice di rimanere, gli parlerò, credo che debba consolidarsi, fare un’altra grande stagione e arrivare in pompa magna ai mondiali. E poi si vedrà. Io sinceramente lo terrei per sempre…”. 

TURIN, ITALY - MARCH 05: Andrea Belotti of FC Torino celebrates victory at the end of the Serie A match between FC Torino and US Citta di Palermo at Stadio Olimpico di Torino on March 5, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)
TURIN, ITALY – MARCH 05: Andrea Belotti of FC Torino celebrates victory at the end of the Serie A match between FC Torino and US Citta di Palermo at Stadio Olimpico di Torino on March 5, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Al Torino sono dunque tutti pazzi per il “gallo”. I suoi numeri sono certamente altisonanti e di buon auspicio: 24 reti in campionato – scettro di capocannoniere della Serie A condiviso con Dzeko – e record assoluto di dieci gol realizzati su colpo di testa. Quello di ieri è stato infatti il decimo sigillo stagionale su giocata aerea per il ragazzo che ha dimostrato ancora una volta la sua versatilità segnando di testa, colpendo il palo con il destro e rendendosi pericoloso con il sinistro. Qualità più importante e preziosa di Belotti rimane però la sua spiccata propensione ad aiutare i compagni mettendosi a disposizione del gruppo e fungendo da vero e proprio fulcro del Toro. Questo spirito di sacrificio però sembra non intaccare in nessun modo la vena realizzativa dell’attaccante che risulta sempre essere lucido e freddo sotto porta. Il solco tracciato sembra essere quello giusto, ma per raggiungere Shevchenko c’è ancora tanta strada da fare…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy