Cairo ci mette la faccia e riconosce i propri errori: “Ma ora inizia un nuovo ciclo”

Cairo ci mette la faccia e riconosce i propri errori: “Ma ora inizia un nuovo ciclo”

Focus on / Non scontate le parole del presidente, che ha ammesso le responsabilità per gli errori che hanno caratterizzato la scorsa stagione

di Silvio Luciani, @silvioluciani_
cairo

È un Urbano Cairo completamente trasformato rispetto ad un anno fa quello che ha presentato Marco Giampaolo nella giornata di ieri. Diverso a livello comunicativo, ovviamente, perché il calciomercato dirà se all’atto pratico i buoni propositi verranno mantenuti. Però non può passare in secondo piano la scelta di presenziare, di metterci la faccia e ammettere gli errori commessi nella stagione appena conclusa: “Quando sbaglio cerco di capire dove ho commesso errori”. Cairo si è fermato con i giornalisti presenti dopo aver terminato la parte di conferenza dedicata a Marco Giampaolo e ha parlato come un fiume in piena per oltre un’ora, togliendosi qualche sassolino ma soprattutto ammettendo i suoi errori.

LA MATITA BLU – E di errori, Cairo, ne ha commessi diversi (li abbiamo elencati nel suo pagellone) e li ha riconosciuti praticamente tutti proprio durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo tecnico. Dall’accentramento delle scelte post-Petrachi, con la scelta di Massimo Bava (Ho voglia di delegare molto di più. Ho preso Vagnati, che è giovane, ha voglia ed è aziendale, è molto ambizioso e si impegna a 360° gradi”), ai paragoni con Ferruccio Novo fino alla gestione sbagliata del caso Nkoulou (“Da questa annata ho capito che serve solo gente motivata, che pensa di essere nel posto migliore del mondo”). Sbagliato non cedere il giocatore se voleva partire, sbagliato metterlo in croce dopo una partita sbagliata, quella col Wolverhampton all’andata.

VOLARE BASSO – Ma soprattutto quello di ieri è un Cairo più low profile rispetto alla scorsa estate. Niente dichiarazioni avventate o imprudenti, fari spenti e testa bassa nonostante gli elogi a Giampaolo, ritenuto un maestro di calcio a cui andrà dato tutto il tempo possibile affinché inizi un nuovo ciclo: “Non gli chiedo niente in particolare, ma di iniziare un ciclo importante valorizzando giocatori e partendo a fari spenti senza fare voli pindarici. Non ha pressioni di alcun tipo”. Dalle parole, ora si deve passare ai fatti: serve imparare una volta per tutte dai propri errori, al presidente come a tutti i suoi collaboratori, per ripartire da zero e preparare un futuro roseo.

54 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. iard68 - 1 mese fa

    Ma dai…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. FVCG80 - 1 mese fa

    Ok. Ha in parte ammesso delle colpe e in parte ha cercato giustificazioni. Detto questo si tratta come al solito di parole, effimere, volatili. Le chiacchiere stanno a zero. Contano i fatti e per ora non ci sono segnali di un cambio di rotta e purtroppo non credo ci saranno. Si è ripulito un po’ l’immagine con una comparsata mediatica, ovviamente senza un giornalista che abbia fatto davvero il suo mestiere. E ora via, altro progetto per le allodole, altro ciclo altro regalo. 15 anni così, a loop, un gigantesco giorno della marmotta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. danilotognarin_306 - 1 mese fa

    trova tu qualcuno che compri il Toro e perda tutti gli anni 30-40 Mln per poter competere. Magari ci riesci…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granata63 - 1 mese fa

      Lui non mette proprio niente. Ancora non hai capito come funzionano le società?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. policano67 - 1 mese fa

      Cairo ci rimette tt sti soldi col toro?fosse stato cosi lo cedeva 10 anni fa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 1 mese fa

        Ma questo non sa assolutamente cosa dice

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. granata63 - 1 mese fa

    Quello che non sopporto, è farsi prendere per il culo per 15 anni da uno che ha costruito il suo personaggio sulle spalle della nostra squadra. E chissà per quanto tempo lo farà ancora. Sei lì perché qualche tifoso ha fatto scappare per i campi chi voleva il Torino al posto tuo. Non dimenticarlo e non gioire troppo di te stesso!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. miele - 1 mese fa

    Retropensiero cairota: ma non è che siamo a posto così? Se Sirigu vuole andarsene, c’è l’affidabile Ujkani che ha appena rinnovato. A destra da terzino, può benissimo giocare Izzo che non vuole più nessuno. Stesso discorso per Nkoulou che con Bremer formerebbe una formidabile coppia di centrali. A sinistra, fiore all’occhiello, il nuovo arrivo Rodriguez, sbolognato dal Milan. Il centrocampo, poi, è sistemato con l’arrivo di Biglia. Sarà un po’ stagionato, soggetto ad infortuni, ma vuoi mettere la classe e l’esperienza?. Poi, nella malaugurata ipotesi, fra 4 mesi rientrerà Baselli ed a loro fianco abbiamo Meite, un po’ svagato, ma potenzialmente fortissimo, Lukich che sa fare il compitino e “piedi da incudine” Rincon, con tutto il suo carisma. Non dimentichiamoci che con questi ci siamo salvati. L’attacco, poi è da sogno: Verdi mr. 25 M.ni, anche se ha fatto pochino. Zaza che 4/5 gol a campionato li può segnare e poi il grande Andrea, sempre che qualche offerta allettante non mi convinca a venderlo. Nel caso, abbiamo giovani che potrebberlo sostituire degnamente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 1 mese fa

      Ieri ho letto un articolo, se cosi si può dire, in cui, riguardo ad Izzo diceva: “Izzo con l’arrivo di Giampy ha la strada chiusa. Come terzino destro non gli va perché ha già fatto brutta figura in nazionale e non è un centrale”
      Quindi io mi chiedo: ma Izzo che cos’è allora?
      Boh.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. mah... - 1 mese fa

    “Ma ora inizia un nuovo ciclo”…Quante volte lo abbiamo sentito in quindici anni?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cuore granata 69 - 1 mese fa

      Troppe pourtropoo..ma ce chi non se li ricorda e dice va tutto bene.e li mi parte un boh forse ho vissuto in un altro mondo in questi 15 anni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. fabrizio - 1 mese fa

      meglio una bugia rassicurnte che una verita’ scomoda….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. filippo67 - 1 mese fa

    Basta con le bugie!Eppure voglio aspettare fino al 5 ottobre.Pronto a chiedere scusa se dovessi essere smentito coi fatti.Di fiumi di parole ne abbiamo le tasche piene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. julian edelman - 1 mese fa

    caro presidente,

    un po’ di sana autocritica è gradita cosi come provare ad evitare a infilarci le solite panzane in materia di mercato. Ma questa rivisitazione dei tuoi 15 anni di presidenza non è accettabile. Il Filadelfia te lo sei ritrovato perchè voluto e pagato da altri, tu hai messo il milione che mancava solo perchè “costretto” pena il rischio di un linciaggio mediatico. con un quarto dei soldi spesi per Verdi si potrebbe finire il lotto 2 e il museo, fondamentali per per avere un vero centro sportivo di livello e poter raccontare la nostra storia. Abbiamo tutti chiaro che tu sia un imprenditore e non un tifoso sentimentale ma proprio da bravo uomo d’azienda dovresti intuire che proprio la nostra storia gloriosa è un brand che si potrebbe esportare e rivendere, invece sarà sempre più difficile convincere i nostri figli a tifare Toro. Sul Robaldo la burocrazia non ti ha dato una mano ma anche perchè le esigenze progettuali sono cambiate più volte. La verità è che Lei non ha nessuna fretta di realizzarlo perchè ci vogliono diversi milioni di euro e state pietosamente mendicando che qualcuno si assuma gli oneri di realizzarlo in cambio merce mentre solo l’anno scorso avete speso 10 milioni per Ola Aina. Parliamo dello stadio? In un’era nella quale tutte le società puntano a strutture moderne e di proprietà, il Torino potrebbe avere lo stadio sul piatto d’argento. Il Comune perde quasi un milione all’anno per la gestione dell’Olimpico e credo non sarebbe difficile trovare il modo di acquisirlo a poca spesa e poi ristrutturarlo come un impianto all’inglese. Ma Lei non ci pensa neppure perchè è più comodo spendere 450k all’anno di affitto senza neanche accollarsi le manutenzioni straordinarie.La società ha un numero di dipendenti inferiori alla pizzeria che c’è dietro casa mia e stendiamo un velo pietoso su quell’ufficio di 4 stanze che chiamiamo sede sociale.
    Probabilmente 15 anni fa ha trovato le macerie e questo è vero (anche se prendere il Toro gratis non penso che le sia dispiaciuto) ma dopo 3 lustri sono tante le cose che si potevano fare non tanto per fare un piacere ai noi incontentabili tifosi ma almeno per crescere il valore della società e del fatturato che tanto le sta a cuore. Mi spiace avere un presidente non appassionato ma almeno potrebbe essere un imprenditore migliore e non accecato dalla propria tirchieria. E non si lavi la faccia con la mensa che costerà il 10% dello stipendio di Biglia e che aveva già promesso l’anno scorso ai giocatori salvo dare la colpa a Petrachi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 1 mese fa

      Grazie.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. mamaluk - 1 mese fa

    Il titolo è incompleto. C’è scritto: “Cairo ci mette la faccia e riconosce i propri errori: Ma ora inizia un nuovo ciclo”

    Il titolo completo dovrebbe essere: “Cairo ci mette la faccia e riconosce i propri errori: Ma ora inizia un nuovo ciclo dove farò errori ancora più grossi”

    Ora sfogate la rabbia con i “non mi piace” cari cairo boys

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. oscarfc - 1 mese fa

      Effettivamente uno che dichiara che servono ancora 3 giocatori, dichiarazioni che dovebbero fare Giampaolo o tuttalpiù Vagnati, fa credere che la tua supposizione abbia solide fondamenta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. filippo67 - 1 mese fa

      Infatti!e come sempre continua a prenderci in giro!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Sentenza.3 - 1 mese fa

    Ha la faccia come il c.ulo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. IlGrandePolicano - 1 mese fa

    Questo omuncolo non ha mai avuto una dignità, sin dai suoi inizi come leccapiedi di Berlusconi, tanto è vero che ha pure patteggiato una condanna grave per i suoi misfatti.
    Detto ciò, dovrebbe già essere chiaro chi sia costui.
    Se a qualcuno restasse qualche dubbio, aver seguito gli ultimi 15 anni e leggere COME LI RACCONTI LUI chiarisce ancora megloo.
    Se dopo tutto ciò avete ancora voglia di farvi prendere in giro da questo tizio e gli date fiducia di nuovo o siete matti o siete in malafede.
    Peggior cancro di Cairo non ci poteva toccare.
    Dopo lo 0-7 con l’Atalanta e le vergogne infinite di questa annata (esperimento sociale in curva soprattutto), prima questa immondizia se ne va e meglio è.
    Punto.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. miele - 1 mese fa

    “Ma ora inizia un nuovo ciclo”. Si, cton Biglia!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. miele - 1 mese fa

    “Ma ora inizia un nuovo ciclo”. Si, con Biglia!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-14554814 - 1 mese fa

    Bravo per la prima volta per l’onestà di ammettere seppur sommessamente i propri errori .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. periodista - 1 mese fa

      …ahahahahahahahahahahahah…!!!

      Questa è la migliore della settimana.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Bischero - 1 mese fa

    Aggiungo ancora una cosa poi mi taccio. Capisco che tutti hanno famiglia e fare domande scomode a uno degli editori più potenti d Italia possa essere controproducente. Ma fossi stato in conferenza stampa avrei fatto un po’ di domande su certe sue affermazioni. 1 visto che Sirigu ora e nkoulou izzo l anno scorso volevano andare via verranno ceduti? 2 se partiranno come si può parlare di soli 3 innesti? 2 visto che si parla del fila perché non lo ha realizzato il toro e non una fondazione per poi prenderlo in affitto? 3 si parla di progetto a lungo termine e in uno dei dei ruoli cardine si prende uno che va per i 35 che non gioca da 2 anni? 4 Il fantasista chi lo farà? 5 Se non si reputava idonea Biella per il ritiro perché si è aspettato l ultimo giorno per abbandonare? 6 se si vuole delegare perché l allenatore lo sceglie il presidente e non il direttore sportivo che é in sella da 4 mesi? 7 che budget ha a disposizione il Ds? 8 come é possibile che nel 2020 sindachiamo sulle condizioni del campo di Biella ma il settore giovanile medica campi qua e là per il settore giovanile? 9 cosa intende vagnati quando dice:”non vogliamo dare alibi ai giocatori riguardo al ritiro? Potrei andare avanti….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. periodista - 1 mese fa

    Ovviamente non poteva mancare l’articolo celebrativo del giornalaio ciaparat e del suo presunto “nuovo corso” (ma quando mai…la solita montagna di balle…!!!) sportivo da parte dell’organo ufficiale della cairese, di proprietà della Cairo Communication.

    …ovviamente sempre sottotraccia e a fari spenti (dove ho già sentito queste paroline…..!!!!)

    Il solito voltastomaco.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. granataLondinese - 1 mese fa

    L’unico ciclo e’ stato (con grossi limiti) quello di ventura, che per lo meno ci ha portato alle serate al mames e fino alla partita con lo zenit.

    Poi doveva fare grossi cicili con miha e mazzarri e non li ha supportati a dovere.

    Ci tengo a ricordare che miha e’ andato avanti con l’inutile boye e con quella punta di cui ora non mi viene manco in mente il nome.
    Mazzarri ha tirato la carretta con mezza squadra che voleva andarsene, un verdi inutile come pochi e gente fondamentalmente mediocre come zaza.

    Ora un altro ciclo, 15 anni di nulla o poco piu’ e un paio di settimane per ricominciare da capo con una squadra che non ha ne la qualita’ ne le pedine giuste per il gioco di gianpaolo.

    un’ignoranza calcistica pazzesca e un’insistenza a prendere gli allenatori ex-milan inspiegabile.

    Gianpaolo sarebbe andato bene alla primavera ad insegnare il calcio ma non sicuramente al toro dove serviva uno che facesse giocare la squadra con un 352 puro, senza tanti fronzoli per conquistare una tranquilla permanenza in serie a.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Bischero - 1 mese fa

    A parole il numero 1.il miglior presidente degli ultimi 100 anni. Poi i fatti perennemente lo smentiscono. Ora che so che ha predicato in confidenza con i giornalisti sono molto più tranquillo. Evidentemente nella conferenza stampa di Giampaolo di 1 ora è più dove ha parlato praticamente solo lui per 2/3, il messaggio non era stato chiaro.ma io dico:chi crede di abbindolare ancora? Ho capito… Ho sbagliato…. Mi scuso…. Sono stato frainteso….delegheró.intanto,sceglie lui l allenatore in barba al contesto tecnico di squadra, parla di 4 acquisti complessivi quando ne servono almeno come minimo altri 3 e interrompe trattative dando lui il valore ai giocatori.parla di motivazioni ma tratta prepensionato. Vuole cedere gli scontenti ammettendo che ci sono ma poi continua a tenerli. Cioé… Stesse zitto almeno. Invece parla e spiattella tutto e poi fa il contrario. Più adatto alla politica che al mondo del calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. maxxx - 1 mese fa

    Ci mette la faccia dopo averla nascosta per una stagione intera. Ammette le proprie colpe (?) ma si prende anche molti meriti ed asserisce che in 15 anni hanno fallito “solo” tre stagioni. Nulla di nuovo. Un’altra occasione persa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. marinelli70 - 1 mese fa

    A parte il metterci la faccia (doveroso) personalmente trovo che abbia detto molte cose condivisibili.
    Ad ogni modo serve a poco guardarsi indietro, per cui nonostante Giampaolo non mi faccia impazzire, credo che a Cairo vada dato atto di aver preso Vagnati con largo anticipo per programmare la nuova stagione e di aver scelto un allenatore con cui (si spera di) aprire un ciclo nuovo, speriamo con qualche soddisfazione.
    Giampaolo avrà preteso garanzie precise di avere una rosa adatta alla sua visione di calcio e la società, ingaggiandolo e dichiarando ieri che si farà di tutto per assecondarlo e che potrà lavorare per un nuovo ciclo senza pressioni, si è assunta una responsabilità precisa.
    Avrebbero potuto confermare Longo (molto più economico e sicuramente benvoluto alla piazza anche in caso di risultati deludenti) e fare una campagna acquisti al risparmio.
    Vediamo che squadra verrà allestita per capire se alle parole seguiranno i fatti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav (CAIRO RESTA CON NOI) - 1 mese fa

      La campagna acquisti è partita coi fuochi artificiali. Ora aspettiamo le bombe e per finire il colpo grosso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. policano67 - 1 mese fa

    Vi e un abisso tra quello ke dice e quello ke fa.eppure ce tanta gente ke ancora pende dalle sue parole.ogni hanno ha capito gli errori fatti e puntualmente nn vi e una linea tracciata.ora ce giampaolo e a detta sua comincia un ciclo e prende un 30enne rodriguez ke e da vedere e un 35enne reduce da infortuni.fatemi capire voi se questo e una linea da seguire.se dopo anni di anonimato e brutte figure a ripetizione questo e l inizio nn uoglio immagina la fine.io la penso cosi e penso sempre ke doveva mettere in vendita il toro ieri e nn oggi.con la mentalita di giampaolo nn puoi gioca con meite rincon lukic berenguer e baselli ke kissa cm sara dopo l infortunio e in piu aggiungi biglia.o ti fai perdona con investimenti veri o vendi.le prese per il culo nn vanno piu bene.almeno per quanto mi riguarda

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. fabrizio - 1 mese fa

    non commenttera’ gli errori del passato, ma siamo passati da “Sqaudra difficilmente migliorabile” a “ci servono solo 3 giocatori” quando e’ evidente che ne servono decisamente di piu’ se vuoi puntare ad una salvezza piu’ tranquilla di quest’anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. eurotoro - 1 mese fa

    presidente abbia pazienza ma dire che deleghera’ di piu subito dopo essersi intromesso nella trattativa linetty?..poi ci sta che linetty vale 7 mil. e non 8 però? …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 1 mese fa

      tipico. E c’e’ gente che gli crede ancora….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Fantomen - 1 mese fa

    Ho talmente voglia di toro che voglio mettere da parte tutto e vedere se fa bene le cose che deve fare il giornalaio e che Vagnati faccia il giusto mercato…….ovvio che se va via sirigu Izzo Nkulu e Belotti……per quanto possa aver ammesso i suoi errori mi sa che è un po’ tardi…….ma non mettiamo il carro d da davanti ai buoi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Cuore granata 69 - 1 mese fa

    Per me anche ieri Cairo e’ caduto in medesimi errori già fatti 8n passato..sup fatto ne mancano 3 e non 6..squadra fatta al 85% ..mi do un 7 per la mia presidenza( esagera sempre).lascia perdere..sul fatto dei giocatori o a che punto siamo poteva tranquillamente non fare numeri ma limitarsi a dire ne parlerò col mister e Vagnati e vedremo a che punto siamo e cosa serve.facendo così poi se non mantieni vome spesso accade le promesse come puoi sperare di avere ancora credito verso i tifosi.fai il presidente e per una benedetta volta fai quello che dici,le cose di campo e mercato lascia fare chi di calcio e’ più preparato di te.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. fabrizio - 1 mese fa

    Quando sbaglio cerco di capire dove ho commesso errori,, E dopo 15 anni commetti sempre gli stessi? A scuola gente cosi’ viene bocciata o ripete per anni…. Visto che purtroppo nessuno puo’ boggiart, e’ evidente che sei un ripetente cronico…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. bergen - 1 mese fa

    Ricorda la Fornero.
    Speriamo le similitudini finiscano li.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. rb27 - 1 mese fa

    Questo personaggio ormai é noto (almeno a tutti coloro che guardano in faccia la realtá): lui se la suona e se la canta come più gli conviene. Certo che sarebbe perfetto nella politica fasulla del mondo di oggi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 1 mese fa

      il bello e’ che c’e’ gente che ci casca ancora

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Mimmo75 - 1 mese fa

    Dalla scorsa estate, da quella gestione incomprensibile del mercato, soprattutto alla luce dell’improvviso ripescaggio in EL, sono diventato molto critico con Cairo. Però quando una persona ci mette la faccia e ammette i propri errori non riesco a non dare un valore positivo al gesto. Detto questo, ritengo che ieri Cairo abbia dimostrato di continuare a capirci poco a livello di gestione sportiva e ancora meno riguardo sul rapporto con i tifosi e con tutto ciò che riguarda l’aspetto sentimentale e sociale del Toro. La sua visione lo porta a ritenere positiva la sua esperienza al Toro riducendo a soli 3 anni le delusioni. Sono d’accordo solo in parte perchè alle tre stagioni negative di cui parla, a mio parere, vanno aggiunti i campionati 2016/17 e 2017/18, quelli con Mihajlovic in panchina (poi sostituito in corsa da Mazzarri). Cairo dice che ci divertimmo perchè la squadra segnava tanto… sarà,ma allora perchè lo ha esonerato? Quando vieni da un lungo ciclo di crescita continua a 360 gradi (con Ventura, dalla B all’EL con contestuale risanamento del bilancio e rilancio del settore giovanile) e improvvisamente ti pianti e inizi a peggiorare nei risultati sportivi e di bilancio… beh, puoi divertirti quanto vuoi ma la stagione non puoi non considerarla negativa, soprattutto se avevi iniziato un nuovo ciclo. Sono ancora d’accordo solo in parte con Cairo quando dice di aver sbagliato a trattenere chi non voleva restare; l’intenzione è stata sicuramente apprezzabile, un tentativo evidente di salire di livello con pochi innesti mirati, ma a questa non sono seguiti i fatti concreti. Nel senso che avrebbe dovuto convincere e non costringere i recalcitranti a restare al Toro. Convincerli con le azioni, intervenendo sul mercato “presto e bene”, come aveva promesso di fare, facendogli percepire nettamente la possibilità di soddisfare le proprie ambizioni a Torino, piuttosto che sbandierare buone intenzioni e promesse e poi abbandonare squadra e mister a giocarsi l’EL con mezza primavera e buona parte dei pochi titolari a disposizione con una forma scadente a causa del rientro dagli impegni con le nazionali. Ovvio che chi ha ambizioni superiori percepisca scarsa volontà di crescere o incapacità di farlo e cerchi di andarsene altrove. Magari con un mercato all’altezza e fatto nei tempi giusti i mal di pancia sarebbero passati, magari non a tutti ma di certo non ci si sarebbe ritrovati con i problemi che poi abbiamo dovuto affrontare. Infine, l’aspetto più importante: Cairo dice di aver sbagliato a provare a emulare il Grande Torino gestendo il mercato come si faceva al tempo: non hai capito proprio niente, presidente, niente! E’ verissimo che a quasi 100 anni di distanza i modelli non sono sovrapponibili, ma il problema non è l’impossibilità a replicare quell’aspetto gestionale bensì la tua voglia di prendere a modello tutto il resto, tutto! Tutto ciò che da anni ignori, tutto ciò che Moreno, nel suo piccolo, ha provato a inculcare nella sua breve, difficile e intensa parentesi sulla panchina del Toro. Quando disse che prima di rinnovare (con la sua squadra del cuore, in serie A, quindi rinunciando aveva tutto da perdere) avresti dovuto ascoltarlo, intendeva mettere al centro del progetto la sua visione di Toro, quella genuina e viscerale che, capisco, mal si sposa con tua visione fredda e aziendale ma rappresenta l’essenza granata. Questo aspetto avresti dovuto emulare del Grande Torino perchè fu questo a renderlo tale e unico. Invece hai lasciato passare il treno, l’ennesimo, scientemente. Sono soddisfatto della scelta di Giampaolo, dell’intenzione di aprire un ciclo basato sul bel gioco e sulla valorizzazione dei talenti (hai ragione, non puoi permetterti di rimetterci 20 milioni l’anno), sperando sia seguito anche da risultati sportivi. Ma prendo atto, ancora una volta, di quanto tu sia distante da tutto ciò che rappresenta il Toro. Moreno meritava la conferma, quello sarebbe stato un segnale molto più convincente della tua dichiarata presa di coscienza degli errori commessi e della voglia di intraprendere “la” strada giusta. Sarebbe stato un segnale (il primo netto e forte) di vera empatia con l’ambiente granata. Niente, non vuoi o non ce la fai. Almeno evita di dire che ci tieni al Toro perchè nei fatti dimostri di tenere al tuo Toro. Che non è il nostro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 1 mese fa

      ..concordo su tutto tranne quando parli della mancata conferma di Moreno dove proprio qui molti lo hanno criticato e giudicato non pronto x la serie A..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 1 mese fa

        Si, probabilmente Moreno deve ancora fare esperienza (ma allora perchè Cairo ha affidato a uno acerbo la salvezza del Toro in un momento di difficoltà assoluta?) ma noi non siamo quelli che va bene tutto a patto che si onori la maglia e certi valori? Moreno voleva mettere proprio questo al centro del suo progetto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. eurotoro - 1 mese fa

          @mimmo nessun allenatore navigato sarebbe venuto x 6 mesi sapendo che era gia pronto giampaolo e soprattutto squadra in caduta libera aveva tutto da perdere…io credo che Moreno abbia fatto un lavoro mostruoso a livello mentale.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. granataLondinese - 1 mese fa

        Sono convinto che per prendere un ossessionato da uno schema solo come Gianpaolo che non ha mai vinto niente e che e’ sempre finito esonerato poteva tenere Longo.

        Almeno Longo avrebbe fatto partire un ciclo fondato sui valori del toro.

        perche’ i risultati ce li scordiamo, ma almeno lasciateci i valori

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. policano67 - 1 mese fa

    gli mancaua solo la lacrimuccia e l ennesima sceneggiata era fatta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Messere Granata - 1 mese fa

    Forse Cairo è tornato a Canossa. Ha ammesso come le critiche siano state, e continueranno ad essere, uno stimolo per cercare di fare meglio. Era tempo che facesse, se non di contrizione, almeno un “atto” di umiltà. Se questo significherà un riavvicinamento all’Universo Granata, non potrà che farmi piacere. Ora sarà importante confermare nei fatti le intenzioni espresse ed i tifosi saranno più che comprensivi verso un sincero ed onesto Conducator, ma molto meno verso un borioso e autoreferenziale “Cuntabale”. Toccherà a lui scegliere. La nostra Storia non si cambia e per farne parte la si deve amare e rispettare. Anche solo pane e salame, ma col Cuore. Non è mai troppo tardi, diceva il maestro Manzi. E ora forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Nero77 - 1 mese fa

    Ci mette la faccia vero,ma non i soldi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Prawda - 1 mese fa

    Non so dove Luciani sia andato a scuola ma un approfondimento della conoscenza della lingua italiana non guasterebbe. Cairo non solo non si è preso nessuna colpa, semmai le ha date ad altri ma quello che è paradossale è che sia riuscito a valutare da sette, i suoi quindici anni di presidenza.
    Quello che in realtà ha detto è che non utilizzerà nemmeno più gli utili accantonati, che significa qualche cessione e riduzione del monte ingaggi. Aspetti facilmente rintracciabili anche dai profili che vengono accostati al Torino. Insomma nessun investimento e target nono, decimo posto come obiettivo societario. Questo secondo Luciani è una assunzione di responsabilità? Questa è semmai la conferma di una gestione penosa e rivolta alla sola redditività che dura da ben quindici anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 1 mese fa

      ma e’ uanto basta a dare il contentino ai suoi fedeli con occhi e orecchie foderate. CAiro e’ il maestro delle supercazzole che a quanto pare funzionano…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. Guevara2019 - 1 mese fa

    Saresti credibile, anziché piangere da coccodrillo, se investissi un gran pacco di soldi cercando di far arrivare una mezza dozzina di giocatori di un certo livello, e con tutto rispetto non sono i Biglia, accetto solo Rodriguez e se arrivasse Barack, ma sono un’inezia rispetto alla rosa che dovresti creare.

    Altrimenti il prossimo campionato ormai alle porte, sarà con tutta probabilità la fotocopia della scorsa stagione.

    Rimango della stessa opinione, tante parole e pochissimi fatti, prima cederà la società meglio è, ovviamente sperando che finalmente arrivi una proprietà seria e facoltosa che sappia cosa sia la programmazione,il Toro dopo più di quarantanni se lo merita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 mese fa

    mah, ieri ha alternato cose vere a visoni volutamente distorte e ottimistiche dei suoi 15 anni di presidenza. Si è dato un bel 7 e ha dichiarato di aver avuto solo 3 brutte stagioni.
    La realtà è che con lui siamo stati 4 anni in siete B, altri 4 ci siamo salvati per il rotto della cuffia, e nei restanti 7 solo in 3 campionati abbiamo lottato per un posto in EL, di cui 2 qualificati ma solo da ripescaggio.
    Dulcis in fondo: 1 solo derby vinto.
    Se per lui sono 15 anni di buon livello allora non coincidono con la mia visione di buono.
    Per quanto riguarda l’aver ammesso le colpe, direi che è stato molto auto indulgente e di fatto ha più che altro incolpato Petrachi e N’Koulou più che se stesso per quanto accaduto.
    Ho visto recitare mea culpa molto piu veri e profondi di questi..
    L’unica cosa lieta, si fa per dire, è che stavolta non ci ha indorato la pillola e ha detto chiaramente che si volerà basso e gli investimenti saranno parsimoniosi.
    Allegria !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. UNICAFEDE - 1 mese fa

    Sei la rovina del Toro, liberaci dalla tua gestione mediocre, dove in 15 anni non hai fatto niente di buono, dove non c’è nessun progetto di crescita, nessuna ambizione se non quella di salvare il bilancio non mettendo a rischio neanche un soldo dei tuoi. Vattene!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy