Calciomercato Torino: Falque, non c’è ancora il sì alla Spal. E può inserirsi il Genoa

Calciomercato Torino: Falque, non c’è ancora il sì alla Spal. E può inserirsi il Genoa

Calciomercato / Lo spagnolo tentenna, il Genoa prova ad inserirsi. E un indizio potrebbe arrivare da Mazzarri: attesa la lista dei convocati per Reggio Emilia

di Nicolò Muggianu

Falque-Spal: fumata grigia. Non si sblocca la trattativa per portare il numero 10 del Torino alla corte di Semplici: il fantasista spagnolo ha espresso qualche perplessità riguardo la destinazione e, nonostante l’accordo di massima tra le due società ci sia già, ogni scenario resta ancora possibile. In ogni caso, la sensazione è che molto dipenderà dalla volontà del giocatore che si è preso qualche giorno di tempo per riflettere.

Perché il Torino potrebbe salutare Iago Falque

DUBBI – Un accordo di massima tra Torino e Spal c’è già, con i granata che hanno aperto all’ipotesi prestito. Resta però da convincere il giocatore, che – come già raccontato in precedenza – pare avere qualche dubbio riguardo la destinazione e che si è preso qualche giorno di tempo per riflettere. Ancora nessun “sì” dunque da parte di Falque, che nel frattempo ha continuato ad allenarsi regolarmente al Filadelfia. Sullo sfondo la speranza del ragazzo, a cui – secondo quanto raccolto da Toro News – piacerebbe restare al Torino per giocarsi le sue carte.

FUTURO – In attesa di una risposta, intanto, anche il Genoa è pronto a fare un ultimo tentativo con il Torino: i liguri cercano un uomo di fantasia per l’attacco. E la sensazione è che la meta potrebbe stuzzicare maggiormente Falque, che al Ferraris ha già giocato nella stagione 2014-2015. Non solo: l’entourage di Iago, capitanato dal noto agente Gabriele Giuffrida, ha notoriamente un canale preferenziale con la società di Enrico Preziosi, vista la quantità di operazioni concluse negli ultimi anni con il club rossoblù. Intanto qualche indizio sul futuro di Iago potrebbe arrivare già oggi. Nel corso del pomeriggio, infatti, Mazzarri diramerà la lista dei convocati per il prossimo match di campionato contro il Sassuolo: c’è curiosità di capire se Iago, che si allena ormai regolarmente in gruppo da più di una settimana, sarà o meno tra coloro che partiranno per la trasferta di Reggio Emilia. Un’eventuale assenza dello spagnolo dalla lista dei convocati potrebbe essere un segnale di mercato non trascurabile.

29 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pikoz - 1 mese fa

    Buongiorno a tutti,
    Molti qui sul sito storceranno il naso in quanto mi potranno giudicare un non “tifoso” tanto meno “fratello granata” in quanto le ultime partite viste allo stadio sono state Toro / Real e il derby del 2a2 con mar(d)esca che faceva le corna (nn il toro di sicuro) per cui potrei essere tacciato in qualità di lieve simpatizzante.
    Poi viene ciò che sono e che sento, amore per questo stupendo colore (il colore del sangue) e le emozioni che mi regalano le imprese del nostro amato Toro (parlo del campo,dei ragazzi che indossano la nostra magica e straordinaria maglia) la società è solo la proprietà di un marchio, non dei nostri valori sportivi ed umani, soprattutto ora con Cairo alla guida.. ma lasciamo perdere la facile ironia..
    Tornando al campo ed alla squadra forse, per quanto mi piaccia, sarebbe meglio x Iago andare a giocare in prestito da qualsiasi altra parte per fare ciò che gli è più congeniale, quindi l’esterno alto, dato che WM tutto gli fa fare tranne che quello (dici bene,”perché gli altri li fa giocare nel proprio ruolo?”) Forse a parte Sirigu N’Koulu e Rincon tutti gli altri sono adattati, (alcuni anche disadattati, anche qui troppo facile l’ironia..)
    Penso che anche qui stiamo i molteplici problemi riscontrati da alcuni dei nostri, vedi Meite ed Sina che probabilmente non sono così scarsi come ci è parso di vedere, difficilmente sono e saranno mai campioni,anche se probabilmente in un impianto di gioco differente e con compagni di alt(r)o livello potrebbero essere valutati differentemente.
    Per me, l’atteggiamento tattico imposto dal mister castra in maniera inequivocabile molti dei giocatori più giovani, ci sono voluti 2 anni per vedere Berenguer fare quello che secondo me sapeva già fare prima, se avesse sentito davvero la fiducia dell’allenatore.
    Probabilmente Mazzarri potrebbe essere un valido allenatore dei primi calci o delle giovanili dove farebbe giocare anche il dg Comi da fuori quota.
    Per ora mi fermo qui e spero di non avervi tediato troppo con questo lunghissimo commento.
    Alla prossima cercherò di essere meno prolisso.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. pupi - 1 mese fa

    Oltre mezzo mercato è andato. Invano! A che ora finirà venerdì 31 gennaio? Solo per sapere a quale secondo collegarmi su una trasmissione di calciomercato, ovviamente qualche secondo prima della scadenza. Prima sarebbe inutile, solo una perdita di tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. jimmy - 1 mese fa

    Se va via Falque arriva un bidone alla Barrow, ennesima presa in giro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. miele - 1 mese fa

    Iago medita con calma, così Cairo può prendersela comoda sul fronte acquisti/o, proprio come gradisce di più. Tutto secondo copione per arrivare all’all’ultimo giorno di mercato senza dover spendere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. leggendagranata - 1 mese fa

    Caro Iago, fino a quando ci sarà Mazzarri ti conviene star lontano dal Toro. Quando è arrivato lui eri reduce da due stagioni ad alto livello, corredate da molti gol, poi ha cercato di riciclarti da trequartista (visto che nel frattempo aveva silurato Soriano e Ljajic) e ti ha snaturato. Questa è la veriotà, infortuni a parte.Anche Verdi soffre (e si arrabbia) perchè Mazzarri gli vuol far fare il centrocampista. Certo ci mancheranno i tuoi cross e i tuoi gol con tiri precisi e potenti dal limite.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. WGranata76 - 1 mese fa

    Mi piace tantissimo Iago, unico altro coi piedi buoni e tecnica oltre a Berenguer e Verdi (seppur sottotono), ma alla luce delle difficoltà di tenuta fisica deve avere la garanzia di accumulare tanti minuti e rientrare a pieno in forma. Da qui ci sta la valutazione di una cessione, temporanea o definitiva, e la possibilità di monetizzazione ha senso solo a fronte di un re-investimento dell’incasso su profili da serie A e di valore.
    Al momento il mercato stagna come tutti gli anni a Gennaio e ricordo che più si aspetta meno sarà il tempo utile per integrare i giocatori. Da questi segnali si evince che, come al solito, non si vuole investire su risultati sportivi che oggi sono ancora tutti alla portata.
    La società ha responsabilità molto gravi e lacune enormi, che a fine campionato si tradurranno in giocatori che vorranno abbandonare il nostro NON-progetto sportivo per lidi migliori, ahinoi Sirigu e Belotti primi in lista. Contestare ad oltranza questa società, non giocatori e staff, finchè non si cambia rotta. FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. FORZA TORO - 1 mese fa

    in merito altittolo,si diano una mossa in un senso o nell’altro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Pau - 1 mese fa

    Dispiace, ma a oggi giocherebbe da adattato al ruolo e penso che ne abbia abbastanza, mi dispiace molto anche vedere che le uniche squadre interessate a lui siano spal e genoa, si meriterebbe di più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. LexGranataLex - 1 mese fa

    Evidentemente è stagione di saldi e liquidazioni anche per il presiniente.

    Rosa cortissima, con bidoni assortiti confermatissimi dall’allenatore codardo e sempre presenti.

    E a fine stagione seguiranno certamente gli addii del Gallo e di Sirigu: anche loro devoo essersi rotti gli zebedei di dover tirare da soli la carretta e di dover competere per la bassa classifica, senza poter mai avere la benchè mininma soddisfazione di mettere le mani su un obiettivo/trofeo sportivo tangibile.

    Avanti così, verso l’estinzione e l’oblio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 1 mese fa

      …quanto sei agghiaggiande

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Giancarlo - 1 mese fa

    Mi dispiace enormemente vedere Iago ai margini di un progetto che lo doveva vedere protagonista. Purtroppo gli ultimi 6 mesi sono stati segnati da problemi fisici imponderabili. Verdi e Berenguer si sono prese le fasce, uno perchè è costato troppo e l’altro perchè sta diventando davvero bravo. Ora Iago non può certo fare la riserva, deve giocare, quindi, in attesa che il prossimo anno cambi anche la direzione tecnica, può tranquillamente ritagliarsi altrove uno spazio da protagonista per giocarsi le sue carte il prossimo anno. Così via Iago, Bonifazi, Bongiorno, Parigini, Milicco, chiacchierato Djdj, etc., etc. la rosa si sfoltisce come il monte ingaggi. Preoccupa però la mancanza di voci in entrata in due ruoli fondamentali quali il terzino destro ed i piedi buoni a centrocampo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 1 mese fa

      ..fratello quando scrivi che verdi e berenguer si sono presi le fasce capisco che ognuno vede le partite in modo diverso…verdi e berenguer giocano ( si adattano) a centrocampo con compiti difensivi…diciamo che il 3421 è a tutti gli effetti un 361…le ali impiegate da ali si prendono le fasce vanno sul fondo a crossare e rinculano sempre sulla propria fascia..tutto cio nel gioco di mazzarri non l’ho mai visto…se potesse il mister all’istante scambierebbe verdi e berenguer con bonaventura e pereyra!…fidati!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 1 mese fa

        ..basta guardare quante volte vediamo il gallo fare l’ala sulla fascia! (tanto)! (troppo!)..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Giancarlo - 1 mese fa

        Certo Mazzarri predilige la fase difensiva a quella offensiva, però la loro collocazione teorica è sulle fasce. Certo non sono le “ali” di un tempo, compito demandato ai “terzini” Ansaldi e Lollo (Aina non lo sa fare) per una certa confusione tattica, ma se non vogliamo sottolineare ancora una volta certe incongruenze, possiamo dire che Iago, Berenguer e Verdi si giocano due posti sugli esterni, con gli ultimi due “titolari” e Iago “riserva”.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Junior - 1 mese fa

    Mi dispiace se parte. È l’unico vero rimpiazzo di Adem. Siamo zero fantasia ed in partite difficili o contro squadre tecniche ci vuole colui che può risolvere con il guizzo giusto. Partito lui ci rimane forse Baselli quando è in giornata oppure una giocata del Gallo sempre che vada a prendersi la palla da solo a centrocampo. Insomma non sono d’accordo con la cessione di Iago che, nonostante l’infortunio, ha sempre dato il massimo e fatto la differenza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 1 mese fa

      ci sono Verdi e Berenguer per la “fantasia”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Junior - 1 mese fa

        Ne verdi e Berenguer li vedo come teste pensanti a supporto del Gallo in questo momento ma più come comprimari in attacco. Forse tra qualche tempo. Iago secondo me è decisamente più leader in mezzo al campo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Mimmo75 - 1 mese fa

          E insomma… 5 reti e 5 assist in tutto, giocando poco. Ti giro alcuni dati presi da transfermarkt.
          Berenguer: 5 gol e 2 assist in 18 presenze con 1.107 minuti complessivi giocati e quindi vuol dire che è come se avesse giocato 12,3 partite intere (1.107/90). Ne consegue che la sua media gol è di 0.41 a partita mentre quella degli assist è di 0.163.
          Verdi: 3 assist in 17 presenze con 1.079 minuti giocati, cioè 11.9 partite intere giocate. Ne consegue che la media assist è di 0.25 a partita.
          Se andiamo a vedere i numeri della miglior stagione di Iago al Toro (2017/18) troviamo 14 reti e 9 assist in 40 presenze per complessivi 3.079 minuti giocati, cioè 34,21 partite intere. La media reti è quindi di 0.41 a partita, identica a quella di Berenguer, mentre quella assist è di 0.26 a partita, molto meglio di Berenguer, un filino meglio di Verdi. Con la differenza che stiamo paragonando la miglior stagione di Iago con quelle appena iniziate e in deciso crescendo (soprattutto Berenguer) dei suoi attuali sostituti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Bischero - 1 mese fa

            Dai Mimmo. Non si può paragonare Iago a Berenguer. Sono giocatori diversi con qualità diverse e fisici diversi per me. Poi uno ha lo sguardo della tigre. L altro no. E questo non potrà mai averlo.

            Mi piace Non mi piace
          2. Mimmo75 - 1 mese fa

            Bischero ho paragonato il rendimento verso la squadra, non le loro qualità individuali

            Mi piace Non mi piace
        2. Mimmo75 - 1 mese fa

          Per carità…i dati di Berenguer e Verdi sono in divenire e non è detto che miglioreranno, possono anche peggiorare. Però se ci fermiamo ai dati attuali direi che non stanno facendo rimpiangere Iago (che è sempre meglio avere in squadra che contro) più di tanto

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. loik55 - 1 mese fa

      Baselli palla indietro???? ah beh allora siamo a posto!
      Peccato non abbia uno straccio di mercato altrimenti sarebbe il primo da sacrificare.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. eurotoro - 1 mese fa

    io a jago gli voglio bene..x il suo bene meglio una squadra che lo utilizzi nel suo ruolo di ala destra..io a mazzarri gli voglio bene..x il suo bene gli comprerei i 2 centrocampisti offensivi czzuti abili anche in fase difensiva x finalmente attuare il suo sogno:3421 !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. suoladicane - 1 mese fa

    mi hanno fatto questo pettegolezzo, ed in quanto pettegolezzo probabilmente non ha alcun fondo di verità, lo posto perchè vorrei sentire il parere di chi ha maggiori informazioni sui contratti dei giocatori del torino fc:
    Falque pare sia in lite con la società perchè lo scorso hanno al raggiungimento dell’obiettivo di 10 reti segnate avrebbe maturato un premio di 300.000€; orbene una di queste è una autorete che la FGCI secondo le sue regole ha comunque attribuito a Falque (quindi 9+1); la società non eroga il premio perchè secondo lei la regola della FGCI è sbagliata.
    A me sembra una bufalona, messa in giro per alzare polverone, però, però……qualcuno ne sa qualcosa?
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata227 - 1 mese fa

      Transfermarket dice che tra campionato e coppa l’anno scorso ha fatto 6 reti, quindi direi che siamo lontani dalle 9/10 della polemica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. suoladicane - 1 mese fa

        allora è una bufala, grazie

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Marchese del Grillo - 1 mese fa

    Adesso Falque sarebbe diventato addirittura un fantasista! Ma lui lo sa?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13657940 - 1 mese fa

    Diamolo al Genoa e prendiamo Quamé

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. loik55 - 1 mese fa

      magari! ma kuame oltre a essere molto caro, per ora non lo vendono in quanto infortunato. Lo fanno rientrare per vendere a giugno a prezzo pieno

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy