Calciomercato Torino: la Spal sogna Falque, ma lo spagnolo non è convinto

Calciomercato Torino: la Spal sogna Falque, ma lo spagnolo non è convinto

Calciomercato / Il presidente Mattioli sogna il grande colpo, il Torino riflette sull’ipotesi prestito. E Semplici conferma: “Falque è un grande giocatore ma…”

di Nicolò Muggianu

Non solo Bonifazi, la Spal ci prova anche per Iago Falque. Nelle prossime ore la società del presidente Mattioli si incontrerà con il Torino per definire l’operazione Bonifazi, con il centrale classe 1996 sempre più indirizzato verso il ritorno a Ferrara (LEGGI QUI). Il ds Vagnati però è alla ricerca anche di un attaccante e col Torino si è parlato anche di Iago Falque.

Calciomercato: Falque piace in Italia e all’estero, ma la priorità è il Torino

INTERESSE – Il fantasista spagnolo – per il quale nelle scorse settimane erano arrivati anche i sondaggi di Villareal  e Genoa – però non sembra essere convinto dalla destinazione, con una Spal all’ultimo posto in classifica e tra le probabili candidate alla retrocessione. Anzi, la priorità dello spagnolo rimane la causa granata, essendo lui convinto di poter rientrare presto in corsa per un posto da titolare. Il Torino invece potrebbe valutare una cessione: a causa dei tanti infortuni, Falque ha calcato il terreno di gioco per soli 99′ in campionato e ha bisogno di ritrovare confidenza con il campo. Ma al momento Mazzarri non è in grado di garantirgliela, con un attacco composto da Verdi, Berenguer e Belotti che al momento è difficile da cambiare per svariati motivi.

AMMISSIONE – Intanto il presidente Mattioli sogna il grande colpo nel mercato invernale. Un colpo che darebbe nuova linfa a mister Semplici, alla ricerca di verve offensiva da affiancare a Petagna per rianimare un attacco che – numeri alla mano – è il peggiore della Serie A. E una prima apertura da parte del mister della Spal è già arrivata nella conferenza stampa di presentazione di Milan-Spal, ottavo di finale di Coppa Italia che andrà in scena questa sera: “Iago Falque? Si tratta di un giocatore importante – ha detto Semplici – ma al momento è prematuro parlarne. La società si sta dando da fare comunque per allestire una formazione che sia competitiva“. L’interesse è reale, ora restano da convincere il Torino e soprattutto il giocatore.

16 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. policano1967 - 3 mesi fa

    E possibile ke iago sia diuentato un brocco da cederlo insieme a bonifazi e ci teniamo gente come meite didjji lo stesso bremer ke di stronzate ne fa spesso?ke strategia e questa?rientrare soldi per la felicita del giornalaio o accontentare il professore in pankina fautore della rosa corta?sempre poki i fiski per urbano e il profeta in pankina.vedremo alle prossimet difficolta allora

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. CuoreGranata - 3 mesi fa

    Iago deve rimanere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Cecio - 3 mesi fa

    Duole dirlo (di nuovo) ma Falque andava venduto quest’estate, quando già si sapeva che tatticamente non si adattava al modulo di Mazzarri e che sarebbe stato comprato Verdi.
    Ora abbiamo in casa un giocatore mezzo rotto con il morale sotto i tacchi che è passato da essere uno dei titolari inamovibili ad essere la riserva di Berneguer.
    Ripeto, andava venduto quest’estate per avere i soldi per comprare un centrocampista degno di tale nome.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. christian85 - 3 mesi fa

      Cecio, ma che dici ?
      Verdi era stato acquistato nell’ottica di fare un tridente formato da lui Belotti e lo stesso Iago.
      Poi si è fatto male dal ritiro di Bormio e i progetti sono cambiati.

      Non puoi dire che tatticamente non si adattava al modulo di Mazzarri…. in 3 anni ha sempre giocato facendo grandi cose.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. FORZA TORO - 3 mesi fa

    l’ho già scritto il dubbio che dopo questo infortunio non sia più quella di due stagioni fa (la scorsa non è stata certo esaltante) mi rimane

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. christian85 - 3 mesi fa

      Per fortuna è giovane e può fare almeno altri 3 anni di alto livello, se si ristabilizza del tutto.
      A 30 anni sei in uno spartiacque, se rientra e convince potrebbe rimanere, altrimenti verrà ceduto, considerando che ormai il prezzo del cartellino inizierà a scendere.

      Un giocatore indipendentemente dagli infortuni, se si allena bene e ha la testa, rimane un campione. Vedasi Quagliarella, Ibrahimovic e Pazzini che sono ultra 36enni..
      Falque ha tutto il tempo ancora e molti anni per rimanere ai livelli che conosciamo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. christian85 - 3 mesi fa

    Oggettivamente, Falque insieme a Belotti ha guidato tre anni l’attacco del Toro, risultando spesso decisivo e confermandosi un big di questa squadra.
    Non si capisce cosa sia successo quest’anno dal ritiro estivo e che tipo di infortunio abbia avuto per stare cosi a lungo fuori dal campo..
    Se deve essere ceduto, spero prendano uno ai suoi livelli, visto che Zaza non è all’altezza e visto anche che Verdi è un flop.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 3 mesi fa

      aspetterei a dire che Verdi è un flop

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. christian85 - 3 mesi fa

        mah! Posso anche essere d’accordo eh…
        Ma per quel che mi riguarda, Verdi è il calciatore più pagato nella storia del Toro.

        RIPETO… IL CALCIATORE PIU’ PAGATO NELLA STORIA DEL TORO, non solo nell’era Cairo.
        Un calciatore che viene pagato per quella cifra, 25 milioni, al di là delle valutazioni economiche che oggi come oggi sono fuorvianti, ha il dovere di dare alla squadra quel salto di qualità che ci si aspetta.

        Con Toro-Bologna si è concluso il girone di andata, e statisticamente parlando, Verdi ha rendimento disastroso non solo nei tiri, ma soprattutto nei passaggi.

        Se non vado errato, tra l’altro, al Toro dopo Ljajic serviva uno specialista su calci piazzati; che dovrebbe essere proprio lui.
        Avrà calciato almeno 6 punizioni in maniera non appropriata.

        Detto questo, è da considerarsi un flop perchè già a metà campionato il suo rendimento è pari all’insufficienza.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. TOROPERDUTO - 3 mesi fa

        Per carità possiamo anche aspettare però allora non rompiamo le palle a meite Aina e compagnia bella perché se tu devi aspettare un giocatore costatoti 25 milioni, italiano, che ha sempre giocato in Italia, che ha 27 anni quasi 28, che avrebbe dovuto farti fare il salto di qualità più di 1 girone di andata c’è qualcosa che non quadra.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. christian85 - 3 mesi fa

          Infatti.. esatto TOROPERDUTO. Possiamo anche aspettare, non è quello il problema.. anche perchè ormai ad aspettare siamo più che abituati.
          Ma in 19 partite non è possibile nemmeno che non sia stato in grado fare un solo gol. UNO !!!!
          A Bologna era un fenomeno, specialmente sulle punizioni.. adesso non è in grado nemmeno di fare un passaggio filtrante.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

    Se solo sento il nome spal mi viene un nervoso che spaccherei un muro. Se poi di più leggo anche questa roba, mi triplica!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. granatissimo - 3 mesi fa

      …Hai pienamente ragione, Marchese! Io spero che Iago possa tornare in campo il prima possibile (spero ben prima della chiusura di questa finestra di mercato) per ri-dimostrare tutto il suo valore, la sua utilità alla causa granata e non da ultimo l’attaccamento a questa gloriosa maglia. E’ la gestione quantomeno “mediatica” di giocatori come lui che contesto alla società prima di qualsiasi altra cosa…Stavano pensando di fare giustamente di lui una bandiera qualche mese fa, perchè ad oggi si arrivano a prospettare questi scenari?!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. avvopal_14171626 - 3 mesi fa

        perchè, come viene scritto, iago non è più considerato titolare e perchè in questo momento avrà 20′ di autonomia…e allora mazzarri lo farebbe partire dalla panchina per almeno un paio di mesi e lo farebbe giocare molto poco…lui vorrebbe giustamente giocare di più per raddrizzare la stagione….io spero che resti ma effettivamente, anche se giocasse, lo farebbe a spizzichi e bocconi e rischia di partire dal 1′ a marzo…se va bene…a ferrara, giocherebbe sicuramente di più ma giustamente, non vuole retrocedere…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gianni bui - 3 mesi fa

      Allora cosa devo dire io che abito a Ferrara…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. BACIGALUPO1967 - 3 mesi fa

      Speriamo che almeno sbattano fuori il Milan

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy