Caso Primavera, Cairo sui social: “Questa è la verità. Deve parlare solo chi dice falsità?”

Caso Primavera, Cairo sui social: “Questa è la verità. Deve parlare solo chi dice falsità?”

Social / Dopo le dichiarazioni di questa mattina, il patron del Torino conferma: “Questi sono i fatti che chi è in buona fede conosce”

di Redazione Toro News

Caso Curva Primavera, Cairo dice la sua. Dopo le dichiarazioni rilasciate questa mattina dal Torino tramite una nota ufficiale (LEGGI QUI), il presidente granata ha dedicato ai social network i suoi pensieri. In particolar modo Instagram, dove pochi minuti fa Cairo ha pubblicato un post facente riferimento proprio alle dichiarazioni da lui rilasciate questa mattina. “Questa è la verità – il commento del patron granata, a cornice di uno screenshot del suddetto comunicato – Questi sono i fatti chi è in buona fede conosce, sapendo quanto è minuziosa l’attività di controllo sulle partite a rischio da parte dell’Osservatorio del Ministero degli Interni insieme alle Questure di tutte le città“. Non si sono fatti attendere i commenti: “Era meglio il silenzio“, gli contesta un tifoso granata. “Deve parlare solo chi dice falsità?” la risposta di Cairo.

Cairo sull’inchiesta della Questura: “Scelta delle autorità, noi abbiamo solo seguito indicazioni”

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-13984311 - 9 mesi fa

    Solo per il fatto che passi alla storia per aver perso 22 derby su 29 dovresti avere almeno la dignità di levarti dai coglioni. De Andrè in una sua canzone diceva che i nani hanno il cuore vicino al buco del culo…. tu ne sei la fedele rappresentazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Andrea63 - 9 mesi fa

    Lei è 15 anni che le dice!!!! Si meraviglia!?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Mimmo75 - 9 mesi fa

    Invece di sorprendersi del fatto che nessuno gli creda dovrebbe riflettere sui motivi, chiedersi perché. Chi da rispetto ottiene rispetto e Cairo raccoglie quel che ha seminato in questi anni,. Ancora pochi mesi fa con i suoi 4 acquisti…3…2…1…game over pres!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. uiltucs.pesar_12159015 - 9 mesi fa

    Chi dice bugie? La questura o Cairo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Daniele abbiamo perso l'anima - 9 mesi fa

    Chatamula,
    Vuoi vedere come si prendono più di 8 voti negativi in 14 minuti ?

    Qui è pieno di Salviniani, di Feltriani e di caproni razzisti, oltre che di Haters sfaccendati e misteriosi adoratori di Cairo.

    Ora guarda 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luciano gem - 9 mesi fa

      Sei un genio!
      Bravò, bravò.
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. chatamula203_12178705 - 9 mesi fa

    Signor Presidente, Lei è dal primo giorno che acquistò a gratis il Toro che dice falsità. Ma una via per uscirne vincendo tutti ci sarebbe: metta ufficialmente in vendita la società e ci aiuti a ricercare un acquirente possibilmente straniero, solido, serio, con intenzione di investire sul futuro e riportarci dove meritiamo. Magari ci vorranno anni ma è l’unica strada per vincere in due. Lei farà l’ennesima plusvalenza e noi se Dio vuole non la vedremo più né, mi auguro, la sentiremo più nominare. E le garantiamo che non ci mancherà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. chatamula203_12178705 - 9 mesi fa

      8 commenti negativi in 14 minuti. Avete una batteria di influencer pronti a difendere Cairo? Ma non vi pare di esagerare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. renato (quello vero) - 9 mesi fa

      Possibilmente straniero? Io direi obbligatoriamente italiano, di stranieri che vengono in Italia a fare shopping e a fare i mercenari ne ho le balle piene, a tutti i livelli e in tutti i campi (non solo nel calcio).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. chatamula203_12178705 - 9 mesi fa

        Caro Renato, il calcio è l’unico settore dove gli stranieri per me sono i benvenuti, negli altri ti riducono a colonia. Guarda l’Inter, co Moratti al massimo 1 italiano in campo, con Suning cercano di costruire una ossatura della squadra italiana. Gli imprenditori italiani non investono più nel pallone, se facessimo “la fine” del City o del Chelsea sarebbe solo da leccarsi i baffi. Pensi che Suning o il fondo del Qatar abbiano paura degli agnelli?

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy