Gabriele Stoppino, chi è il preparatore atletico di Nicola: dalle giovanili fino al legame col mister

Focus On / Il preparatore atletico fedelissimo di Nicola, partito dalle giovanili della Sampdoria fino alla salvezza col Genoa in Serie A

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Gabriele Stoppino è il preparatore atletico dello staff di Davide Nicola, nuovo allenatore del Torino. La storia di Stoppino parte da quando era ancora molto giovane, nella fase conclusiva del suo percorso di studi. Ha cominciato subito nel calcio, approcciandosi nel mondo dei settori giovanili: la prima società con cui ha lavorato è stata la Sampdoria, nella quale è rimasto poi solo un anno prima di trasferirsi dall’altra “parte” di Genova, al Genoa, seguendo una delle bandiere rossoblu Sidio Corradi.

LEGGI ANCHEManuele Cacicia, chi è il vice di Nicola: dai dilettanti alla Serie A

ECCELLENZA – La carriera di Stoppino è poi continuata con i calciatori più grandi, partendo dall’Eccellenza per fare la consueta gavetta. Sempre nel territorio ligure ha lavorato un anno con la Lavagnese, spostandosi al Novi Ligure per altri 12 mesi per poi tornare a Lavagna. Il suo salto in questa categoria è stato correlato al rapporto con Claudio Maselli, allenatore che lo scelse in quegli anni. Un’esperienza formativa per Stoppino, che dopo l’eccellenza è arrivato ai palcoscenici del calcio professionistico grazie al “suo” ex calciatore Luca Cavallo, anche lui ex Genoa.

NICOLA – Cavallo è stato il collante tra Stoppino e Nicola. L’attuale tecnico del Torino era alla ricerca di un preparatore atletico, e gli è stato fatto il nome proprio di Stoppino. Dopo una telefonata, è cominciato il rapporto lavorativo e di fiducia tra i due. Il loro percorso è cominciato al Lumezzane, durato due anni dal 2010 al 2012, continuato al Livorno per altre due stagioni, per poi arrivare al Bari. Dopo l’esperienza pugliese, è stata la volta del Crotone, in cui sia Nicola che Stoppino si sono ritrovati in Serie A, protagonisti di una salvezza incredibile. Dopo la Calabria c’è stato il trasferimento a Udine, per l’avventura in bianconero con l’Udinese, finendo poi al suo amato Genoa, tornando quasi alle origini.

ROSSOBLU – Per Stoppino tornare al Genoa è stato come tornare a casa. Di fede genoana fin da bambino, fu lui stesso a ricordare l’amore per quei colori con un post sui social: “Ora son qua, a casa (in tutti i sensi), la parola giusta per descrivere un emozione così grande non l’hanno ancora inventata… E aspetto che finisca tutto questo casino non vedendo l’ora di tornare ad abbracciarci per un gol del nostro Genoa”. Una sorta di sogno che si avvera, per Stoppino: essere il preparatore atletico della sua squadra del cuore, in Serie A, portando anche i propri colori alla salvezza nel massimo campionato italiano. Ora ha cominciato un percorso con il Torino, sempre alla corte di Davide Nicola, essendo uno dei uomini cardine, con la speranza di ottenere lo stesso risultato trovato in rossoblu.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Toro71 - 2 settimane fa

    Ma è identico a Roberto Pruzzo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy