Giampaolo ferma De Zerbi con “il coraggio delle idee”. E sulla difesa a tre…

Il Confronto / Il Sassuolo partiva favorito contro il Torino, ma alla fine sono i granata ad avere i maggiori rimpianti. L’abruzzese ha messo da parte per una sera i suoi principi di gioco e si è adattato all’avversario

di Andrea Calderoni

La difesa a tre. Un vecchio mantra di Walter Mazzarri è stato rispolverato a sorpresa ieri sera al Mapei Stadium da un tecnico descritto da sempre come integralista. Marco Giampaolo al 74’, togliendo l’evanescente ed inconcludente Simone Verdi, ha inserito Nicolas Nkoulou. Passano pochi minuti e con il nuovo modulo il Torino non soltanto si riporta in vantaggio, ma addirittura va sul più due. La beffa finale e la rimonta neroverde, poi, sono sotto gli occhi di tutti. Ma nel confronto tra Giampaolo e Roberto De Zerbi dobbiamo necessariamente soffermarci sulla decisione del 74’ dell’allenatore granata. Una difesa a tre, un cambio di modulo, un’alternativa al 4-3-1-2, perché, come detto dallo stesso Giampaolo in conferenza stampa, “attualmente il Torino non ha ancora tutte le consapevolezze necessarie e solo quando le avrà, non si cambierà più modulo e modalità di gioco”.

LEGGI ANCHE: La fede sposta le montagne

REGGIO NELL’EMILIA, ITALY – OCTOBER 23: Andrea Belotti of Torino FC in action during the Serie A match between US Sassuolo and Torino FC at Mapei Stadium – Città del Tricolore on October 23, 2020 in Reggio nell’Emilia, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

CORAGGIO DELLE IDEENella settimana in cui Enrico Tardy ha titolato la sua rubrica Zerolandia (celebre album di Renato Zero di fine anni Settanta), prendiamo spunto ancora una volta dal cantautore romano, fresco di settantesimo compleanno, e dal suo brano “Il coraggio delle idee”. Il testo si adatta perfettamente al gioco del calcio e alla serata emiliana di Giampaolo. “Dimmi che può ancora vincere, chi ha il coraggio delle idee” dice la canzone. Giampaolo non ha vinto ma ha portato a casa il suo primo punto in granata con alcune scelte diverse rispetto al suo classico spartito. Il passaggio alla difesa a tre è stato la punta dell’iceberg. Prima, però, aveva richiesto al suo Torino di provare a contenere e a ripartire contro un Sassuolo abile in fase offensiva ma alquanto scoperto dalla cintola in giù. Ha impostato la gara con sagacia, lasciando per una sera da parte i suoi integralismi tattici e i suoi principi di gioco. Non ha voluto dominare il possesso a Reggio Emilia, ma si è adattato all’avversario che aveva di fronte, anche dal 74’ in avanti con il passaggio alla difesa a tre.

REGGIO NELL’EMILIA, ITALY – OCTOBER 23: Marco Giampaolo head coach of Torino FC shankes hands with Roberto De Zerbi head coach of US Sassuolo during the Serie A match between US Sassuolo and Torino FC at Mapei Stadium – Città del Tricolore on October 23, 2020 in Reggio nell’Emilia, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

FORMULA – I limiti del Torino restano dopo Reggio Emilia. Gli 11 gol incassati in quattro partite parlano da soli, così come i 10 nelle ultime tre giornate. Però, il Torino ha messo in difficoltà il Sassuolo, squadra più rodata, formazione che ormai ha imparato a memoria il copione proposto da De Zerbi, nel bene e nel male. Giampaolo sta cercando la formula giusta nel Torino. La conferma arriva, ad esempio, dal reparto difensivo dove nuovamente è cambiata la coppia centrale (da Nkoulou-Bremer a Nkoulou-Lyanco fino a Bremer-Lyanco). Sta lavorando, sta provando a venire a capo di una situazione che si è presentata immediatamente in salita per svariate ragioni, dal Covid ad un calciomercato insufficiente. Giampaolo si sta mettendo in discussione e, consapevole del fatto che sono i risultati l’unico motore del calcio, sta anche studiando qualcosa che vada oltre i suoi principi di gioco, qualcosa che porti punti in cascina in un momento di costruzione dell’identità della squadra. D’altronde in una strofa de “Il coraggio delle idee” si legge: “Per portare in salvo questo amore/ Non sai che m’inventerò”. Cambiate amore con lavoro e troverete il pensiero di Giampaolo di ieri, in attesa della consapevolezza che al cantiere Torino manca ancora.

38 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. olivia - 1 mese fa

    I cambi sono importanti oggi.L ingresso di Singo e’ stato fondamentale per contenere Boga.Ci sono cambi fondamentali che cambiano le partite.Contro la Fiorentina Ansaldi bravissimo era stanco dopo 75 minuti dietro a Chiesa.La sostituzione probabilmente ci lasciava sul pareggio.Giampaolo aveva ragione e richiedere il centrale del Lione da affiancare a Nkoulu.Probabilmente avremmo 5 o 6 punti in più in classifica.Purtroppo Bremer non e’ un centrale.L uscita sul primo goal del Sassuolo con perdita del pallone ci e’ costata cara.Il terzo goal preso da Caputo era evitabilissimo.Non fosse stato attaccato a Caputo probabilmente Sirigu sarebbe uscito.In attesa di Buongiorno al momento Lyanco e il meno peggio sa affianca a Nkoulu.Oltretutto sa fare i lanci per Belotti che ci avevano portato sul 3 a 1.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ghiry7 - 1 mese fa

    Diamo fiducia a Giampaolo, sul piano del gioco abbiamo visto miglioramenti, anche se i cambi non mi hanno convinto appieno.
    Sicuramente durante gli allenamenti vede cose che noi tifosi non vediamo e forse non potremmo neanche interpretare (da ignoranti), ma io resto convinto che seppur bravi Rincon e Lukic non devono giocare fuori ruolo, se non per necessità.
    Abbiamo Segre play e Gojak che può stare dietro le punte, perché non provarli?
    Rimarrà sempre la colpa grave della società nel non dare a Giampaolo un difensore, un play e un 10 di categoria, avremmo visto già altre prestazioni e qualche punto in più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bertu62 - 1 mese fa

    Considerazioni alla spicciolata…
    Dopo 4 partite disputate abbiamo solo 1 punto, verissimo, così com’è altrettanto vero che è figlio di una prestazione sottotono del ns nr.1 esattamente com’è stato per la sconfitta contro il Cagliari in cui il pareggio ci sarebbe stato tutto… Vero è che i risultati derivano QUASI SEMPRE dalle prestazioni ma in alcuni RARI casi arrivano anche per responsabilità oggettive del portiere (come Padelli ci ha mostrato chiaramente in diversi campionati…)…
    L’Atalanta che gioca ed incanta in CL (contro una squadra Danese, mica il Bayern per dire…) ha subito oggi un’altra sconfitta ed altre 3 reti dopo le 4 rimediate dal Napoli per un totale complessivo di ben 12 reti subite…considerando che LORO sono “uno squadrone” e che “giocano a memoria” e che “Gasperini sì che è un Sig. Allenatore” il nostro Toro, che ha un nuovo allenatore e che ha gli stessi centrali abituati a giocare a 3 mentre invece adesso si gioca a 4, avendo subito “SOLO” 11 reti non è che poi sia messo peggio rispetto alla tanto decantata DEA, o no? Inoltre se consideriamo che LORO sono già “al top della crescita” mentre invece noi abbiamo appena iniziato ad “allenarci giocando in campionato” grazie al COVID-19, allora abbiamo davanti un deciso margine di miglioramento…
    Sempre guardando la classifica trovare il Sassuolo addirittura 2° e la Samp che stava retrocedendo un paio di mesi fa 4° non può far altro che confermare quanto sia completamente anomalo e surreale questo campionato: il Napoli che s’è visto rifilare uno 0-3 a tavolino in realtà su 3 partite finora disputate ha incassato solo 1 gol anziché i 4 che gli sono stati attribuiti e a fronte delle 12 reti segnate attualmente ha la miglior media Inglese, dimostrando di essere la squadra che in campionato attualmente ha il miglior assetto…
    L’Inter stasera (adesso) contro il Genoa ancora “incerottato” e la Lazio più tardi contro il Bologna dovranno dimostrare di che pasta sono fatti avendo confermato sia l’allenatore che la formazione migliore dell’anno scorso con alcuni nuovi giocatori per migliorarla, ma se dovessero perdere ulteriori punti e terreno dal Milan capolista a sorpresa partirebbero immediatamente i processi, mediatici e non…
    Per concludere, stiamo sereni e soprattutto SANI, distanziati e vigili, ma fiduciosi sia nell’allenatore che nei giocatori….
    FV♥G!! SEMPRE!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lucabenzoni7_8317634 - 1 mese fa

      Bertu occhio a scrivere ste cose che arrivano quelli della compagnia dell’INETTO è …. FT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Tifoso da Malta - 1 mese fa

    No.
    Non e’ il caso di Giampolo ferma De Zerbi.
    Questa e’ il caso di un altro flop.
    Due punti persi.
    Due gol sfumati da Verdi.
    Meite mai in partita.
    Forsi un partita di sosta per Sirigu.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro_felix - 1 mese fa

      Scusa ma cerchiamo di stare coi piedi per terra arrivavamo da tre sconfitte di seguito e avremmo dovuto vincere 3 a 0 contro la seconda in classifica? secondo me come dicono tutti c’è da leccarsi i baffi per com’è andata ed essere fiduciosi nel futuro ft ft FT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. TOROPERDUTO - 1 mese fa

    Intanto la Samp dopo aver asfaltato la Lazio asfalta anche l’Atalanta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 1 mese fa

      Saranno assicurati con la Vives.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TOROPERDUTO - 1 mese fa

        Ahahahah,
        Dovevamo essere assicurati noi contro le inculate come ieri sera

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 1 mese fa

          La battuta della Vives Assicurazioni (Ciao Peppe sei un grande) mi ha veramente spezzato….ahaha ahahahah

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ciccio76 - 1 mese fa

    Problema: sulla dx Vojvoda portato più a scendere e a crossare latita un pochino nella fase difensiva. Soluzione: e se si inserisse Segre che sicuramente è più mezzala e dinamico nelle 2 fasi attacco difesa di Meité? D’altronde non c’è lo siamo mica sposato sto giocatore. Inoltre rimane la carta Gojak da giocare a centrocampo e non conoscendolo non mi esprimo sulla collocazione ma se , come riportano, ha buoni piedi non risulterà difficile l’inserimento nello scacchiere nevralgico della squadra.FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. maxx72 - 1 mese fa

    Un altra cosa: io davvero pensavo che GP fosse molto più tronfio e superbo invece per me è molto umile, spero ce la faccia con noi perché se lo merita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. luizmuller - 1 mese fa

      Ricordo bene che qualcuno, qui sui forum, lo aveva attaccato per diversi giorni ad alzo zero ancora prima dell’annuncio ufficiale, con la storia dei (presunti) sei esoneri, insistendo a definirlo “il fallito”. Molti conoscevano Giampaolo soltanto superficialmente, e forse si sono fatti condizionare. Magari è vero che non ha (finora) ottenuto grandi risultati, ma non mi era parso proprio mai un presuntuoso, uno che se la tira. E l’appellativo “maestro di calcio” mi sembra glielo abbia affibbiato Sacchi, imitato poi, a pappagallo, da Cairo. Ma sono sicuro che G. non si sia mai definito tale, sarebbe un atteggiamento da pirla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. come un pugno chiuso - 1 mese fa

    a me non è dispiaciuta l’idea di schierare Verdi seconda punta nonostante i clamorosi errori da lui commessi in fase di finalizzazione, finalmente qualcuno si è accorto che non è un trequartista, benissimo Lukic in questo ruolo ma bisogna sperare che si confermi, e non è scontato

    male invece, anzi malissimo, non aver ancora una volta preso almeno un regista/centrocampista di qualità tale da far risalire la squadra con ordine (e non con lanci lunghi) e di evitare che si schiacci quando attaccata, ne abbiamo bisogno da anni e da anni viene bellamente ignorato questo problema

    in difesa siamo deboli a sinistra e i centrali si macchiano a turno di errori da prima elementare, anche se il terzo gol nasce da una palla sanguinosamente persa sulla trequarti (non mi ricordo più da chi)

    insomma, nonostante la buona reazione, le discrete alchimie di ieri e un superGallo, siamo e continuiamo a restare una squadra modesta e sempre incompleta, con alle spalle una società che ha come unico obiettivo la mediocrità ed il fare le nozze coi fichi secchi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toro_felix - 1 mese fa

      Scusa ma in base a quello che scrivi nella prima parte della tua interessante opinione, se prendessimo un regista e Gojak fosse un trequartista saremmo anche un po’ migliori nel tuo giudizio sulla squadra nel complesso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. maxx72 - 1 mese fa

    A me sto De Zerbi non piace neppure un po. Guardate che è un periodo che gli va tutto bene e ieri sera pensava di riempirci di gol. Invece è lui che ha avuto strizza e poi nel dopo partita ha detto un sacco di boiate. Ti aspettiamo a Torino.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Cristiano.123 - 1 mese fa

    “Adesso dobbiamo metterci nell’ottica che le squadre prepareranno le partite guardando quello che facciamo noi”.
    Questo pensiero di De Zerbi, a mio avviso, rappresenta la sintesi del calcio moderno, nessuna squadra puo’ restare uguale a se stessa in tutto l’arco di un campionato, nessuno schema puo’ essere assunto quale perfezione, occorre adattarsi ai pregi ed ai difetti dell’avversario, studiarlo, sorprenderlo, una squadra camaleontica nell’arco di una stessa gara. Dunque dopo tante critiche, un plauso al tecnico che ha avuto il coraggio di smettere l’uniforme del talebano ed un incoraggiamento a proseguire sulla strada dell’innovazione, valorizzando i giovani in primo luogo, il talento, sono sicuto che quando verra’ il momento di Segre, Gojak, Buongiorno ed altri si vedra’ finalmente una squadra libera di rivaleggiare perfino nel derby.
    Avanti con coraggio, siamo il Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

    Dopo aver bestemmiato tutta la notte nel sonno mi sono svegliato con un velato ottimismo. Il bicchiere, questa volta, è mezzo pieno. Sì perchè ieri abbiamo visto più gioco e più occasioni da gol che in tutto il girone di ritorno della scorsa stagione. Questa è una squadra che ha notevoli limiti tecnici, una squadra che doveva esser completata in estate e che invece, in sostanza, è rimasta la stessa, sciagurata, dell’anno scorso. Eppure il lavoro del mister si vede, è innegabile. Giampaolo ha idee chiare di calcio e le sta trasmettendo al gruppo che risponde col sacrificio sul campo. I ragazzi provano cose che negli ultimi due anni erano fantascienza per noi, ed è questo che io vedo e che mi fa ben sperare… ma sarà dura, difficile e sarà compito nostro sostenerli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 1 mese fa

      scusa ma tutti sti notevoli limiti tecnici diminuiscono di molto se lukic linetty fanno gol e assist…vojvoda crossa che è una delizia…verdi i numeri ce li ha e le occasioni le crea…il gallo tecnicamente sta crescendo sempre piu…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

        Ho apprezzato la prestazione di ieri di Lukic ma non è, e non sarà mai, un trequartista, stesso discorso per Rincon. Abbiamo due giocatori in altrettanti ruoli chiave che sono degli adattati e mostrano tutti i nostri limiti tecnici. Poi se Giampaolo riesce a trasformare l’acqua del Po in Champagne ben venga ma i limiti oggi sono oggettivi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. TOROPERDUTO - 1 mese fa

          Scusa Hector quello che dici può essere vero, ma ieri è mancata la testa non i piedi, ieri la devi portare a casa con o senza sostituti migliori di lukic e rincon.
          Quello che manca da tempo al Toro prima ancora di piedi buoni sono cattiveria, fame, agonismo.
          Lo vedi negli occhi che troppi giocatori hanno poca voglia di vincere.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Cuore granata 69 - 1 mese fa

    Giampalo è passato a 3 e lo trovo intelligente…fa di necessità virtù…suvvia sappiamo tutti che voleva altri giocatori..ci prova con quello vhe ha..ed essere passato a 3 nel finale anche se non è servito a portare a casa i 3 punti me lo fa trovare più umano nel senso meno legato solo esclusivamente ad un modulo…alla fine lo sa meglio di tutti noi che le fortune di un mister e di una squadra passano dai punti dai risultati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. ALELUX777 - 1 mese fa

    Giampaolo l’ha preparata molto bene e fino all’ 1 a 1 era il Toro che stava meritando di vincere indiscutibilmente.
    Peccato che il pareggio momentaneo sia venuto d Verdi che perde il pallone invece che spazzare…
    L’entrata di Nkoulu e il passaggio a 3 dietro è un tentativo logico e intelligente di difendere il punticino, il primo punto che era necessario conquistare a Sassuolo.
    La difesa a 3 quando anche ci sarà Izzo in panchina sarà una possibilità a partita in corso che Giampaolo potrà utilizzare in partite dove lo si renda necessario. Il mister prima del pareggio del Sassuolo ha dimostrato che il Toro è suo e i ragazzi stanno facendo notevoli progressi, successivamente passando rapidamente a 3 dietro ha dimostrato anche intelligenza e una flessibilità che nessuno si aspettava. Si sta meritando la fiducia che ha chiesto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. lucabenzoni7_8317634 - 1 mese fa

    Penso che non bisogna stappare bottiglie ma come ho sempre detto (uno dei pochi vs i gufi qua dentro) bisogna dare tempo al mister ed ai ragazzi perchè la squadra tutta è da parte SX della classifica indubitabilmente ….. volevamo un nuovo progetto più da giuoco ed ora ce lo abbiamo molto propositivo …… i due centrali sono giovani e sono FORTI quindi basta con NKL che anche ieri è entrato ed ha fatto solo danni : Lyanco Bremer fino al 2028 ….. terzini buonissimi, manca linearità a centrocampo ma i miglioramenti ci sono partita dopo partita e bisogna oliare i movimenti tutti …. davanti basterà Gallo e Zaza con Gojak …. FT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GranataFinchCampo - 1 mese fa

      Tutto d’accordo, tranne Zaza.
      Basta, voglio vedere altri là davanti insieme al Gallo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Aussie - 1 mese fa

      Zaza vada pure fuori dai coglioni, basta dare chance ad un emerito imbecille…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Aussie - 1 mese fa

    A mente fredda ed analizzando la partita, al di là del rimpianto enorme di non aver portato a casa i tre punti, i miglioramenti ci sono stati e oserei dire anche notevoli, specie a centrocampo. Ieri Meitè è stato meno dannoso del solito, ma soprattutto ottima prova di Lulic, che credo che in questa e con questa rosa, debba essere titolare inamovibile. Vedremo in futuro, i margini di miglioramento ci sono, per lo meno ieri sera siamo sembrati una squadra, diversamente dalle tre precedenti partite dove eravamo stati nulli… Nessuna bottiglia stappata, ma un minimo di speranza per il futuro ci deve essere. Non amo molto Giampaolo, ma se riesce ad uscire da una situazione complicata complice anche il non mercato della società, sarò il primo a dargliene atto. Alla fine contano solo i risultati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. FORZA TORO - 1 mese fa

    il sassuolo gioca e lascia giocare,vediamo se con la lazio i rincuoranti progressi visti ieri saranno confermati,in questo caso avremo speranze per la salvezza SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. wally - 1 mese fa

    ieri Giampaolo in conferenza ha evidenziato più volte lo sforzo che ha dovuto fare per passare a tre (o a cinque) e ha detto che spera di non doverlo mai più fare…
    Secondo me sbaglia perchè cambiare modulo non deve essere un sacrificio ma una opportunità..
    L’integralismo non paga ma lo fa la lungimiranza.
    E’giusto insistere sul proprio credo, ma non, farlo a qualsiasi costo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. NEss - 1 mese fa

      La leggo in modo diverso. “Abbiamo dovuto fare cosi’ perche’ i giocatori ancora non hanno imparato; spero che imparino presto cosi’ andra’ tutto meglio”

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Toro amore mio - 1 mese fa

    Scusate parlavo di Consigli non di Cragno… errore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Toro amore mio - 1 mese fa

    Bhe direi che alla fine erano due squadre speculari ma che per questa volta il nostro Grande Sirigu non ha fatto il Cragno della situazione e che il solito Verdi non ha avuto le palle per giustificare quello che prende…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 1 mese fa

      purtroppo spiace dirlo,ma la colpa maggiore sul terzo gol è di Sirigu,Caputo non salta da fermo a differenza di Bremer

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Toro75 - 1 mese fa

    Ieri sera al termine della partita leggevo l 80%dei commenti che erano tutti “positivi ” all insegna dell ottimismo
    Qualcuno chiedeva dove fossero i vari “gufi” (perche contestare la pochezza di qs societa significa essere gufi ,bisogna acconsentire tutto al nostro signore pres.)
    Sfido chiunque ad essere contenti sul risultato di 3 a 1 finire 3 a 3
    La realta al di la di tutti i commenti che si possono fare è che dopo 4 giornate abbiamo 1 punto e siamo ultimi in classifica e non mi sembra ancora il tempo di “stappare bottiglie” c è ancora molto da dimostrare
    Un saluto a tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianni bui - 1 mese fa

      Diciamo che dopo 5 giornate potenzialmente potremmo essere a 5

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. gianni bui - 1 mese fa

        Pardon 4

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Toro_felix - 1 mese fa

      Carissimo, tu la vedi così perché nell’immediato ragioni da 3 a 1 a 3 a 3 non è possibile tornare a casa felici. Uo anticipando di 24 ore avrei detto… ma ci mettiamo la firma per un tre a tre che oltretutto ci fa vedere più in

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toro_felix - 1 mese fa

        Rosa le prossime partite!

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy