La moviola di Torino-Sampdoria 2-2: Belotti in offside, Quagliarella in linea

Moviola / Passiamo in rassegna gli episodi principali di Toro-Samp

di Silvio Luciani, @Silvio_Luciani

É un punto che lascia la classifica invariata quello che il Torino strappa in casa alla Sampdoria. La squadra di Giampaolo, dopo un ottimo primo tempo, regala due reti ai blucerchiati nel primo quarto d’ora del secondo tempo per poi riaccendere la luce con il pareggio Meité e vedersi negare la vittoria da almeno tre parate di Audero. Toro-Samp è stata una partita viva, piena di colpi di scena: due gol annullati al Toro e una serie di cartellini nel finale dopo che l’arbitro Doveri aveva adottato un metro di giudizio quasi europeo lasciando giocare le squadre.

LEGGI ANCHE: Torino-Sampdoria 2-2, le reazioni social: “Singo MVP”

LA CRONACA – La cronaca degli episodi parte al minuto 7: grande azione del Toro, Linetty imbecca Belotti che batte Audero. I granata esultano ma nel frattempo Doveri, com’è giusto che sia, annulla per offside dopo un consulto con il VAR. Proteste al 25′ perché l’azione del primo gol del Torino parte da un tocco di Singo che evita la rimessa laterale per qualche millimetro e anche qui il VAR conferma la regolarità. Al 43′ poi, manca un giallo a Thorsby che stende Linetty in campo aperto.

TURIN, ITALY – NOVEMBER 30: Fabio Quagliarella of U.C. Sampdoria scores their team’s second goal during the Serie A match between Torino FC and UC Sampdoria at Stadio Olimpico di Torino on November 30, 2020 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

LEGGI ANCHE: Torino-Sampdoria 2-2, Conti: “Ho visto lo spirito Toro dopo l’1-2”

SECONDO TEMPO – Al 47′ Quagliarella va vicino al gol, ma il primo assistente ferma per offside che dal replay non sembra esserci, corrette le sanzioni disciplinari per Tonelli e Lyanco al 59′ e al 61′. Arriviamo all’1-2 della Sampdoria: la sospetta posizione di Quagliarella al momento del lancio di Candreva viene giudicata regolare dopo un lungo silent check, perché Lyanco lo tiene in gioco. Poco dopo Belotti realizza in offside, dopo un controllo di braccio. All’84’ è sempre Belotti ad involarsi in campo aperto: Ferrari lo stende e viene ammonito, rischiando anche qualcosina in più. Rischia terribilmente anche Candreva che al 90′ interviene in tackle su Verdi proprio nei pressi della linea dell’area di rigore: il contatto, però, avviene fuori area.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy