Lukic, gol e digiuno spezzato: anche il centrocampo è tornato a segnare

Lukic, gol e digiuno spezzato: anche il centrocampo è tornato a segnare

Focus on / Il serbo ritrova un gol che mancava dal 26 maggio 2019. Ora si candida per una maglia da titolare contro la Fiorentina

di Nicolò Muggianu

Riecco Sasa Lukic, nuovamente decisivo in zona-gol dopo un digiuno di oltre un anno. Il centrocampista serbo non trovava la via della rete dal 26 maggio 2019, quando i granata di Mazzarri batterono per 3-1 la Lazio nell’ultima giornata del campionato 2018/2019. Un gol che, in quel caso, permise al Torino di portare a casa tre punti agrodolci: utili per blindare il settimo posto in classifica, ma inutili per la qualificazione del Torino alla successiva Europa League (manifestazione alla quale i granata parteciperanno poi ugualmente, in seguito alla squalifica del Milan).

DECISIVO – Da un gol all’altro, ben 417 giorni dopo, quello segnato da Lukic al Genoa potrebbe definirsi il più importante della carriera in granata del centrocampista serbo. Almeno fino a questo momento. Un gol che ha permesso al Toro di andare sul 2-0 in un momento delicato della partita e portare definitivamente l’inerzia del match a favore dei ragazzi di Longo in quello che a tutti gli effetti era uno spareggio salvezza tra Torino e Genoa. Che dire poi del modo in cui è arrivato il gol: un destro a giro potente e preciso, che si è spento sotto l’incrocio dei pali lasciando di sasso Perin al centro della porta.

DIGIUNO – Una rete che spezza anche il digiuno da gol dei centrocampisti, che durava dal 21 dicembre scorso quando Rincon segnò il gol del momentaneo vantaggio granata contro la Spal. La partita si concluse poi 1-2 in favore della formazione di Semplici e nessun centrocampista del Torino è più riuscito a segnare da quella sera. 208 giorni dopo, ecco però arrivare il gol di Lukic: il secondo segnato da un mediano granata quest’anno. E dopo essere stato decisivo nel momento più difficile, adesso per Lukic potrebbero aprirsi le strade della titolarità. All’orizzonte c’è la Fiorentina e il serbo è tra i candidati principali per scendere in campo dal 1′. Una carta in più per Longo, che potrà schierarlo indifferentemente a centrocampo o sulla trequarti alle spalle degli attaccanti.

LEGGI ANCHE: Sirigu-De Silvestri, la presunta lite e la cena con Cairo: ecco cosa è successo

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Rimbaud - 2 mesi fa

    Questo lukic ha delle buone potenzialità, speriamo le riesca a tirare fuori. Anche perchè a 24 anni non sei più un ragazzino per il calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. grup_8223689 - 2 mesi fa

    Del resto cosa si può pretendere se a centrocampo hai Rincon e Meite,che al pallone sanno solo tirare ciabattate….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

    Due soli gol segnati dai centrocampisti quest’anno !!!

    Questo la dice lunga sulla qualità di questa (mini) rosa… che in effetti era difficilmente migliorabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. tric - 2 mesi fa

    Sarebbe ora che Lukic e Millico divenissero titolari fissi: di Verdi e Zaza ne abbiamo le tasche piene.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy