Mazzarri, la conferenza in tre punti: “Scontenti in uscita? Vengano a dirlo, la porta è aperta”

Mazzarri, la conferenza in tre punti: “Scontenti in uscita? Vengano a dirlo, la porta è aperta”

Le parole / Tra episodi negativi e dati sul pressing: i temi toccati da Mazzarri in conferenza stampa

di Alberto Giulini, @albigiulini

LE USCITE

Comunque dico che dopo sei mesi di scelte più o meno si capiscono le mie idee, e i miei pensieri. Io non mando via nessuno, ma se i ragazzi non sono contenti del minutaggio vengano a dirlo, la porta è aperta”. È un Mazzarri molto deciso quello che ieri in conferenza si è espresso sul mercato in uscita. Il tecnico, come suo solito, ha ribadito di non avere piacere nel toccare l’argomento, ma al tempo stesso ha fornito una risposta molto precisa. Perché Mazzarri ha ribadito esplicitamente di volere in squadra “persone convinte di fare gruppo, di accettare le scelte e di dimostrare con i fatti di meritare spazio”.

24 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 7 mesi fa

    Ma chi vuole con vincere Mazzarri?
    Cairo? La Dirigenza? Se stesso?
    La maggioranza dei tifosi, ormai, no di certo!

    “Comunque dico che dopo sei mesi di scelte più o meno si capiscono le mie idee, e i miei pensieri. Io non mando via nessuno, ma se i ragazzi non sono contenti del minutaggio vengano a dirlo, la porta è aperta”. 

    1) – Questo a conferma di coloro che dicono che “le scelte” per il mercato le fanno Presidente e D.S.!
    Altrove,forse, funziona così.
    Nel Toro di Mazzarri, NO! Semplicemente:
    Lui “non manda via nessuno”, ma se un giocatore non gli garba, più o meno bravo che sia, non lo fa giocare.
    LO DIMENTICA!
    Quel giocatore sta in panchina, o a casa sua, fino a che:
    – o il giocatore si stufa, e chiede di andarsene.
    – o la Dirigenza lo mette sul mercato perché inutilizzato ed inutilizzabile.
    Punto e basta!
    Altro che meritocrazia!
    Altro che valorizzare i migliori!
    Meglio continuare con gli “incapaci” di suo gradimento, e perdere in casa con le ultime in classifica (sempre, ormai), che non mettere in campo calciatori più validi, ma a lui non graditi.
    2) – “I ragazzi vengano a dirlo,se non sono contenti del minutaggio:
    la porta è aperta”!
    Quale porta?
    Ambigua questa affermazione!
    La sua, di porta?
    Io non credo.
    Credo che si tratti della “porta aperta” a questi ragazzi perché escano e se ne vadano via dal Toro.
    La “porta è aperta”, sì, ma per una cessione, una vendita, mal che vada anche solo ad un prestito!
    Scelte sbagliate, incapacità di discernimento, rifiuto di cambiare.
    Evidentemente l’ “Ego”, per Mazzarri, è più importante del bene del Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. mlando25 - 7 mesi fa

    Noi di Bologna vi dobbiamo molto. Io rivorrei Lyanco che probabilmente con Sinisa sta meglio che con Mazzarri. Mazzarri insopportabile. Non so perchè una squadra come il Toro si deve tenere Mazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. pinco pallino - 7 mesi fa

    Walter, fai caà ogni volta di più,
    Ma un sarà meglio che ti levi di ‘ulo un attimino? Un se ne pole più,
    scendi dal piedistallo che prendi freddo maremma sul campino
    Abbi pietà, manda il Frustalupi in conferenza stampa,
    dai retta
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Maver - 7 mesi fa

    AGONIA mi fai pena..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ardi - 7 mesi fa

    Il tanto contestato miha, mi sembra che sia cresciuto molto, non prende più imbarcate la squadra gioca bene e fa rendere i giocatori, vedi soriano. Quindi mi sembra meglio di mazzarri che ne fa di ogni. A livello umano poi non c’è paragone, il primo è un guerriero il secondo un pavido arranca scuse e yes man di cairo. Proprio nell’ultima intervista ha dichiara che manca l’ultimo passaggio, invece di chiedere rinforzi soprattutto a centrocampo parla di uscite

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 7 mesi fa

      È già, quanto l’ho criticato e quanto me ne pento. Per di più doveva fare il vino spremendo le bucce dell’uva. Ma Mihajilovic è personaggio scomodo e uomo tutto d’un pezzo, al completo opposto del candidato ideale alla guida tecnica di questa squadra e perfettamente in linea, invece, con le caratteristiche di Mazzarri.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. CapatazGF - 7 mesi fa

        Infatti Sinisa è stato cacciato perchè si era stufato di fare il vino spremendo le bucce dell’uva e aveva preso posizione contro Cairo e la cairese.

        Mazzarri, invece, da mediocre mercenario yesman, pensa solo a conservare posto di lavoro e ingaggio.

        Mai visto un inetto incapace prendere due milioni di euro per non saper fare il proprio lavoro e per non raggiungere alcun obiettivo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Scott - 7 mesi fa

    Cairo la mente, Mazzarri il braccio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pinco pallino - 7 mesi fa

      Mazzarri il braccio?
      A me sembra di più Mazzarri la lingua,
      per quanto sparacazzate
      per come le spara,sembra che l’abbia biforcuta (chi non è d’accordo la porta è aperta)
      e per come gli lecca il culo a Cairo.
      Perchè di questo son convintissimo che lecca e alla grande.
      Cmq accetto scommesse, lui il prossimo anno non sarà l’allenatore del TORO
      FVCG

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Pesce - 7 mesi fa

    ma possibile che mentre dice certe cose durante la conferenza stampa (la statistica dice che siamo primi nel pressing, la porta è aperta per gli scontenti….) non c’è un giornalista uno che gli chieda conto tipo:
    “la statistica dice che siete primi nel pressing, ma anche ultimi nei tiri in porta, come mai?”,
    “la juve ha speso 44 milioni per Kulusewski, un 19enne che lo scorso anno giocava nella primavera e non aveva i numeri di Millico, ma Millico non gioca mai, perché? non pensa che sta svalutando un capitale?”
    “Bonifazi lo vuole una squadra che fa la Champions, perché nonostante una difesa colabrodo non lo fa giocare?”
    Potrei andare avanti perché i quesiti sarebbero molto numerosi, oggi non me la prendo con Mazzarri perché tanto è indifendibile, me la prendo con i giornalisti che assistono alle conferenze stampa: ma che cazzo di giornalisti siete? ma provare a fare al meglio il vostro lavoro? ma se vi dicono che il sole gira intorno alla terra vi limitate a riportarle la frase senza chiederne conto? ma che vergogna!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pinco pallino - 7 mesi fa

      perchè oggi ai giornalisti, gli fanno fare i servi ed i lecchini, se no li mandano a casa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. CapatazGF - 7 mesi fa

      Sai cosa significa, per i giornalisti di qualsiasi testata, prendere posizione contro il più potente imprenditore editoriale italiano attuale?

      Licenziamento sicuro.

      Cane non mangia cane.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. marione - 7 mesi fa

    Ancora non glielo hanno detto che Nkolou voleva andare via?
    Quello che “gliela facciamo pagare noi” jajajajaj mi sa che ai vari servi ve l’ha fatta pagare lui.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Granatanero - 7 mesi fa

    VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. CapatazGF - 7 mesi fa

    E se qualcuno aveva ancora dubbi sull’obiettivo di distruzione del vivaio e sulla completa emarginazione ed allontanamento dei nostri giovani da parte del duo Cairo/Mazzarri, è stato servito di tutto punto.

    I bidoni Meitè, Bremer, Aina e Djidji possono dormire sonni tranquilli e continuare costantemente a far danni, sotto la sapiente ed efficace regia di Walter Mazzarri.

    Il piano di cancella zione ed estinzione di quel che resta del Torino Calcio e della Torino Granata prosegue senza soste.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Daniele abbiamo perso l'anima - 7 mesi fa

    I due punti che ho interpretato io di questa conferenza sono :
    1 – Ci sono giocatori come Bonifazi e Millico che non farò mai giocare e se vogliono andarsene la porta è aperta.
    2 – Aspetto episodi favorevoli.

    Ora non so se sia peggio per un allenatore voler cedere uno dei centrali italiani più forti della serie A e il capocannoniere della Primavera, o che si aspetti degli episodi a favore per cambiare ruolino di marcia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Fb - 7 mesi fa

    Forza mister, spero che il mercato di gennaio ti smaltisca la rosa e che tu faccia un buon girone di ritorno mettendo nuove basi per il prossimo anno

    Il momento e difficile e le critiche sono molte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Conterosso - 7 mesi fa

    Un allenatore di serie A prima di guardare gli episodi, dovrebbe mettere sotto la lente d’ingrandimento le prestazioni, e quest’ultime sono state molto spesso penose. Non è certo un caso se hai perso sistematicamente con l’ultima in classifica del momento: Lecce, Samp, Spal… Se aspetti episodi a favore per cambiare marcia, allora siamo davvero nella cacca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Toro75 - 7 mesi fa

    La porta è aperta anche per te

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. pupi - 7 mesi fa

    La gestione del gruppo implica pure che si faccia di tutto per reintegrare “psicologicamente” gli scontenti, non di metterli praticamente alla porta tra l’altro valutandone il cartellino. Dzeko, per Mazzarri, sarebbe stato svenduto visto che voleva andarsene ed invece Fonseca e la società hanno fatto di tutto per convincerlo a restare mettendolo al centro del progetto ed con rinnovo ed aumento del contratto. Dire invece che “la mia porta è sempre aperta” significa incentivare anche chi ha una mezza idea di cambiare aria. Gestione assurda ed infantile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pupi - 7 mesi fa

      *svalutandone….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Fb - 7 mesi fa

      Si Ma tu parli di Dzeko…
      Mica abbiamo gente del genere da noi, forse solo Sirigu e Belotti valgono qualcosa

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pupi - 7 mesi fa

        È una questione concettuale, un comportamento rispetto al gruppo che non è legato solo al valore assoluto del singolo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. magnetic00 - 7 mesi fa

    La porta è aperta anche per i tifosi caro mister, che sono sempre meno, un po’di autocritica non farebbe male.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy