Milan, Meité: “Con Giampaolo le cose andavano male, mentalmente non è stato facile”

Le parole / “Voglio un posto da titolare, Milan grande occasione”

di Redazione Toro News

Sono bastate poche ore di allenamento ed un esordio vittorioso con il Milan per far capire a  Soualiho Meitè l’importanza della scelta di approdare alla corte di Stefano Pioli“È un’occasione importante che può cambiare la mia carriera – ammette il francese, che oggi si è presentato ufficialmente alla stampa -. Il Milan è una grande squadra e se faccio bene qui cambio la mia persona e il mio modo d’essere, saranno 4 mesi importanti. C’erano altre squadre che mi volevano ma appena ho sentito il Milan non ho pensato ad altre squadre”. Non sono mancati gli apprezzamenti per il suo nuovo tecnico Pioli: “Mi piace molto il suo modo di giocare. Vuole che giochiamo sempre in avanti, è importante per un centrocampista come me. Sono qui per provare ad essere titolare”.

TURIN, ITALY – NOVEMBER 26: Soualiho Meite (R) of Torino FC is challenged by Marco Crimi of Virtus Entella during the Coppa Italia match between Torino FC and Virtus Entella at Stadio Olimpico di Torino on November 26, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

PASSATO – Meité ha parlato anche della complessa situazione vissuta a Torino, lanciando qualche frecciatina a Giampaolo: “Lui e Pioli sono allenatori diversi, allenano in maniera diversa e hanno visioni diverse, le cose con Pioli vanno bene mentre con Giampaolo male. Al Torino – continua – le cose non andavano bene, vincevamo poco. Dal punto di vista mentale non è stato facile”. Per quanto riguarda la scelta del numero 18, infine, dice: “Non l’ho scelto a caso. È stato il mio primo numero quando sono arrivato in prima squadra, così l’ho ripreso”.

43 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. TORO Morris - 1 mese fa

    Ho visto qualcosa della partita col milan. Gran gira gira ma non ha fatto nulla di bello esattamente come quando giocava con il toro. Poi se si trova meglio col Milan probabilmente crescerà ma il toro penso che abbia perso ben poco…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Askorbato - 1 mese fa

    Con Mazzarri ha fatto buone prestazioni con il maestro di esoneri un vero BIDONE. Vai vai

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Greektoro - 1 mese fa

    He is very disrespectful for his old club.His mind is over his head.If torino didn’t buy him,now he would play for Monaco.Meite made me very angry with his statement.
    Greece-Italy
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. marcelmusi_14075351 - 1 mese fa

    Meglio perderlo che trovarlo… Anche se devo dire che mi fido sempre meno di questi scribacchini che mettono insieme due righe due e creano confusione e disagio. Qui ci sarebbe tutto da rivedere, ma proprio tutto. Sembra che invece di provare a raddrizzare la barca la si voglia continuare a bucherellare, con un certo sadismo. Se non si ha niente da dire, e questo articolo che prende una frase qua e una la dice questo, è meglio tacere. Il Toro, e la sua letteratura, merita altro. Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Sfvcg - 1 mese fa

    Meite da noi sei stato come un palo in mezzo al campo, ti rubava palla anche l’arbitro, vinci e diventa un’altra persona che ti serve, spero che ti tengano

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. SIMOLINCE - 1 mese fa

    Ma per criticare tutto e tutti, compreso questo sito, non è meglio prendere e andarsene da qui sopra? Niente click a gazzetta e si parla di toro altrove.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. maxx72 - 1 mese fa

    Caro Meite puoi dire qualsiasi cosa ma tu tranne due partite sei stato il re assoluto dei pippardi quindi sei pregato di stare zitto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. eurotoro - 1 mese fa

    finalmente andato nel calcio che conta…fijiuuuu! fuori 1!…avanti!…ancora un’altro! presto che il mercato chiude!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. abedinpele - 1 mese fa

    Personalmente mi ha attirato l’attenzione la frase “Pioli vuole che giochiamo in avanti”, anche se non mi piace chi sputa sul piatto dove ha appena mangiato è innegabile che questa affermazione trova ampio riscontro nel modo di interpretare il calcio dei due allenatori. E’ assolutamente vero, basta guardare le partite delle due squadre, non è questione di giocatori ma di mentalità. Il possesso palla non può diventare lo scopo del gioco ma deve essere il mezzo per arrivare alla porta avversaria, mi sembra che al maestro questo non sia molto chiaro… basta con gli ex, forza Nicola, contiamo sulle tue capacità… FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. NEss - 1 mese fa

      Se non gli e’ chiaro, come mai finche’ si giocava come voleva lui il Toro segnava un paio di goal ogni partita?
      Purtroppo ne prendeva anche tanti, piu’ d’uno per colpa del portiere; altri nei minuti finali dove non sembra il problema fosse lo schema usato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Ciccio Graziani - 1 mese fa

      Ora non esageriamo, a Pioli sta andando bene, ma prima che arrivasse Ibra aveva media punti inferiore a Giampaolo. Pioli esonerato al Modena, Parma, Palermo,Bologna, Lazio, Inter, Fiorentina e forse ne ho dimenticata qualcuna, quindi non stiamo parlando di Guardiola

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. FORZA TORO - 1 mese fa

    le solite storture di qualsiasi giornale sportivo parole distorte,frasi travisate per attirare lettori e clic,basterebbe potere e avere sempre voglia di seguire le interviste in video per rendersene conto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. miele - 1 mese fa

    Eh si, Pioli e Giampaolo sono molto diversi: il primo guida la classifica, il nostro ex ci ha portati all’ultimo posto. Non è differenza da poco, anche tenendo conto delle diverse potenzialità delle due squadre, Ma non dimentichiamo che i nuovi elementi che più hanno deluso, li ha chiesti o accettati lui stesso e dopo un intero girone non è riuscito a dare uno straccio di gioco né a motivare la squadra, anzi. Meitè ci ha sicuramente messo del suo per peggiorare le cose ed ora cerca di farsi in parte giustificare, ma l’elemento determinante è stato l’allenatore sbagliato assunto nel momento peggiore e penso che sarebbe istruttivo sentire il parere di tanti altri ex compagni di Meitè.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Guevara2019 - 1 mese fa

    Si va bene,ora a Milano è un paradiso vero?
    Peccato che con superciuk siete andati in crisi,con Longo avete continuato,con Gp punto e a capo e chissà con Nicola cosa succederà.

    Poverini,guadagnate così poco e naturale la vostra fragilità.

    Un piccone e una vanga sarebbe il miglior antidoto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. lake - 1 mese fa

      Sulla testa se non si mettono a correre!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Guevara2019 - 1 mese fa

        Mi sarei limitato a portarlo a Milano a pedate nel posteriore, e chissà se accompagniamo così pure il pelato…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Gigiotto - 1 mese fa

    Pioli, Gianpaolo, non mi sembra che ci sia grande differenza nella loro carriera.
    A Pioli sta’ girando tutto bene, tutto qui, magari tra qualche tempo potrebbe capitare anche GP

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. gianTORO - 1 mese fa

    io invece spero faccia bene e che convinca il Milan a prenderlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Rambo Policano - 1 mese fa

    Ora teniamo di nuovo d’occhio Izzo,perché pare che la Lazio possa considerarlo per sostituire Luiz Felipe infortunato…come reagisce un professionista che gioca in una squadra che sta retrocedendo e viene cercato da una da Champions?
    Se la guardi però dal nostro punto di vista potrebbe essere l’unica cessione da cui recuperare soldi e reinvestirli nel mercato…se leggo che proponiamo 18 mln alla Fiorentina per kuamè….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Robertop71 - 1 mese fa

    Ha tutte le attenuanti del mondo per aver giocato in una società allo sbando ma in campo, quello che non correva e faceva colpi di tacco inutili era lui e non Gianpaolo o Cairo…tutti bravi dopo, possibile che mai nessuno si assuma le proprie responsabilità. Era inguardabile
    Troppo facile così.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. luizmuller - 1 mese fa

      Almeno un colpo di tacco è stato utile, oltre che molto bello, quello per liberare Zaza al gol contro l’Inter. Poi è finita come è finita, ma per un’ora il Toro aveva dominato, e Meite aveva giocato la sua miglior partita.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. NEss - 1 mese fa

        Anche il goal con la Juve nasce da un tacco di Meite, tanto per dire

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. maxx72 - 1 mese fa

          Avevamo il nuovo Socrates e non lo sapevamo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. markmail200_96 - 1 mese fa

    Tranquillo Meitè, impareranno a conoscerti anche loro per i tuoi fantastici stop a (ins)seguire ed i palloni persi a centrocampo in maniera dilettantistica!
    Ti apprezzeranno per l’ impegno, la dedizione e la corsa piena di voglia che ci metti in ogni tua brillante azione!!!
    Cambierà presto la musica pippa galattica che non sei altro!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Rambo Policano - 1 mese fa

    Comunque una conferma che l’aria al Toro non sia bellissima…Immobile la seconda volta non ha voluto essere riscattato…primo indizio passato inosservato…poi le cronache si sono riempite di altri esempi…e il risultato è sotto i nostri occhi…ad ammonticchiare malcontento non viene su una scultura d’arte moderna…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. NEss - 1 mese fa

      Immobile aveva detto che sarebbe tornato in Italia solo al Torino, e cosi’ ha fatto.
      Si sentiva in debito perche’ il Toro gli ha fatto partire la carriera e lui lo ha abbandonato un anno prima di quanto era nei programmi.

      Era gia’ previsto che il ritorno, invece, sarebbe stato solo per mezzo torneo.
      Non era questione di un riscatto da 8 milioni e neanche dello stipendio. Era tutto gia’ deciso prima che arrivasse al Torino.
      Cosi’ mi e’ stato raccontato da fonte che considero attendibile, poi io non ero certo li’ a parlare con Immobile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

    Questo articolo è una vigliaccata nei confronti di Giampaolo perché estrapola una frase e ne omette un’altra molto ma molto chiara. Meite ha detto che Giampaolo e Pioli pensano il calcio in modo diverso ma che lui non può dire che Pioli è migliore mentre Giampaolo è zero. Trovatevela in rete.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Robertina - 1 mese fa

      stai tutto il giorno qui…

      stai tutta la notte qui….

      ma l’amore quando lo fai???

      ahahahah ahahahah ahahahah

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Toroperduto - 1 mese fa

    Redazione il virgolettato di usa per riportare le parole del giocatore se invece le volete distorcere a vostro piacimento non mettete il virgolettato.

    Allora meite ha detto :”Sono qui per provare ad essere titolare”.

    Non ha detto “voglio un posto da titolare”.

    È leggermente diverso ma al di là della differenza non siete onesti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gianTORO - 1 mese fa

      questo è il giornalismo sui media. chissenefrega del contenuto…facciamo in titolo che faccia aprire l’articolo, aumentano i click ed i ns guadagni legati sia alle visite e quindi di conseguenza alla pubblicità che arriva in modo automatico.
      tanto ci sono sempre tanti…illusi…che aprono lo stesso e poi commentano. indi tornano a vedere se qualcuno ha commentato il post e magari ricommentano nuovamente e ritornano. moltiplicate questo per un numero ipotetico di 1000 accessi al giorno (decisamente al ribasso) che per una settimana fanno 7000 e che per un mese fanno 210.000. e vai di clck.
      funziona così.
      lo facciamo tuti e siamo sempre qui…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FORZA TORO - 1 mese fa

        tutto nella norma,purtroppo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Toroperduto - 1 mese fa

        Ma non sarebbe più semplice con le donne nude per avere i click?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 1 mese fa

        Beh se apri la Gazzetta è peggio che qui. In silenzio sembra che la cairese sia a ridosso della zona EL.
        D’altra parte anche qui fanno parte del gruppo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      4. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

        Ci sono articoli da 10 righe comodamente suddivise in 5 pagine!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Scott - 1 mese fa

    Tutto più semplice quando non si gioca in una squadra con tanti brocchi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Doc.Falstaff - 1 mese fa

      Invece io incomincio a pensare ( dopo tanti casi di ex nostri calciatori risorti una volta andati via da noi), che c’è un ambiente malsano sia in Società e pseudo struttura ( soprattutto) sia nello spogliatoio.
      Meite’ dovrà ancora dimostrarlo, ma molti dei nostri ceduti in passato hanno fatto molto meglio in seguito.
      Se scorriamo i nomi dei nostri ex che giocano in altre squadre ci renderemo conto di quale sistematica demolizione e provincializzazione ha portato l’era Cairo pur di non investire nel Toro.
      Capisco il voler tenere il bilancio in ordine, ma un minimo di ambizione calcistica da parte di Cairo avrebbe fatto si che oggi non staremo a parlare di serie B, di giocatori che vogliono solo scappare dal Toro e altri che non ci vogliono venire a giocare, infine di una tifoseria talmente mortificata da compiere autolesionismo alla Tafazzi da quanto è frustrata e avvelenata fino a dividersi.
      L’aria attorno al nostro Toro è avvelenata.
      Grazie a Cairo che ha solo speculato sulla nostra Squadra, per di più male buttando nel cesso le plusvalenze con acquisti assurdi e distruzione della struttura societaria.
      Cairo ha dimostrato di non capirci un cxxzo e di essere un mediocre sempre alla ricerca di una attività imprenditoriale a costo zero, pensando solo a spremerla il più possibile.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

        C’è stato un momento, nell’era Ventura-Petrachi, che il rapporto pippa/campione era inverso: da noi splendidi cigni e altrove bidoni colossali.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. gigioscal - 1 mese fa

          vero, ho pensato la stessa cosa

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. luizmuller - 1 mese fa

    La “frecciatina” a Giampaolo ce la vede (anzi, finge di vedercela, per aizzare la truppa) soltanto la redazione. A me sembra che volesse dire che a Pioli sta girando tutto bene, mentre a Giampaolo girava tutto male. D’altronde lo ha spesso impiegato, salvo le ultimissime partite quando si trattava la cessione e non si voleva rischiare che si infortunasse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

      Ma si, un po’ di cacca a Giampaolo, vera o presunta, non puù guastare la salute di questa ritrovata grande squadra (e grande socità naturalmente, da non dimenticare).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 #prexit - 1 mese fa

      C’è il video su youtube. Incredibile come si possa distorcere la realtà così tanto. Ma mi sa che è partita in pompa magna l’ennesimo tentativo, goffo, di riabilitare Urbano Capro facendolo apparire vittima di Giampaolo. Si scaldi Nicola che tra qualche mese toccherà anche a lui…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. FORZA TORO - 1 mese fa

        ahaha ma tu sei fuori ahaha

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. luizmuller - 1 mese fa

        Non c’entra proprio niente Cairo, questi siti vivono di contatti, e articoletti così, soprattutto con certi titoli-esca, ne attirano a centinaia. Ci avevano già provato con gli stralci di un’intervista a Berenguer due giorni fa, opportunamente distorti, sanno che è un gioco facile.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy