Parma, certezze tattiche e preparazione anticipata: i vantaggi rispetto al Toro

Parma, certezze tattiche e preparazione anticipata: i vantaggi rispetto al Toro

L’avversaria / La squadra di D’Aversa parte con un sistema di gioco rodato e l’inizio degli allenamenti a inizio maggio potrebbe essere un vantaggio

di Marco De Rito, @marcoderito

“È normale che chi ha iniziato prima può avere qualche vantaggio, ma il fatto che non ci siano amichevoli per nessuno porta tutti allo stesso livello”, ha dichiarato Moreno Longo a Torino Channel qualche settimana fa (LEGGI QUI). Ma qual è la situazione al Filadelfia? I granata hanno ricominciato la preparazione post lockdown qualche giorno dopo il Parma e, come rimarcato dal tecnico del Toro, la squadra di D’Aversa potrebbe trarne vantaggio. Gli emiliani, infatti, hanno iniziato gli allenamenti individuali già a inizio maggio; quasi una settimana prima di Belotti e compagni.

Toro senza Ansaldi? Dal 4-4-2 al 3-4-3: le alternative al vaglio di Longo

FORMA FISICA – I Crociati si stanno preparando per il rientro nella migliore delle condizioni. E’ rientrato parzialmente in gruppo Roberto Inglese ma sarà difficile vederlo in campo sabato all’ombra della Mole, visto che ha subito un’operazione per lesione miotendinea ai flessori e ci vuole un po’ di tempo prima che ritorni in forma. Da segnalare anche che nella giornata di ieri hanno svolto una seduta differenziata: Gervinho, Alberto Grassi, Giuseppe Pezzella e Luca Siligardi (LEGGI QUI). I Ducali hanno iniziato prima la preparazione, ma dal punto di vista fisico devono ancora recuperare diversi calciatori, che sono pedine fondamentale nello scacchiere di D’Aversa. Uno scacchiere che il tecnico del Parma ha saputo costruire negli anni, visto che è dal 2016 che siede sulla panchina emiliana.

TATTICA – L’allenatore del Torino è consapevole della caratura del prossimo avversario: “È una squadra con un’identità ben precisa costruita negli anni, ma che nell’ultimo campionato ha saputo evolversi”, ha rimarcato sempre Longo a Torino ChannelSe inizialmente D’Aversa si basava molto sulle ripartenze, avendo giocatori abili in questa fase come Gervinho, adesso il Parma costruisce gioco e può mettere in difficoltà anche squadre ben strutturate. Un avversario per nulla semplice per un Torino che riparte tra mille difficoltà, sia dal punto di vista degli infortuni (Verdi e Baselli out) che dei risultati. L’allenatore granata sembra però consapevole della situazione e sta studiando le contromisure necessarie.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CUORE GRANATA 44 - 3 mesi fa

    A meno di “sorprese”da Sabato inizierà a parlare il campo con tutte le incognite ad esso connesse e correlate.Per quanto ci riguarda,a mio parere,sarà fondamentale il livello di determinazione che verrà dimostrato.Sempre FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy