Verdi: il pentimento dopo la brutta reazione. Ma la multa arriverà

Verdi: il pentimento dopo la brutta reazione. Ma la multa arriverà

Il punto / Qualche polemica di troppo al momento della sostituzione, Mazzarri: “L’ho sostenuto a lungo, ma adesso…”. Multa in arrivo?

di Nicolò Muggianu

È il 16′ della ripresa quando Mazzarri richiama in panchina Verdi, al suo posto entra in campo Laxalt. L’ex Napoli, incredulo nel vedere il proprio numero segnalato sulla lavagna luminosa a bordo campo, lascia il terreno di gioco visibilmente contrariato. Un atteggiamento, quello del numero 24, che non è passato inosservato al tecnico del Torino, che nel post partita è stato molto duro nei suoi confronti: “Adesso basta, ci vuole rispetto. Sarà multato“.

REAZIONE – In effetti non è la prima volta che Verdi ha una reazione del genere. Già contro il Genoa il trequartista ex Napoli aveva mostrato evidenti segni di insofferenza al momento dell’uscita dal campo. Un caso che in quel caso però rientrò immediatamente, con l’abbraccio a Mazzarri e le parole nel post partita del tecnico del Torino che sminuì la gravità del gesto. Ecco dunque perché la polemica vista ieri assume un significato ancor più grave ed ecco perché Mazzarri, dopo tanta carota, adesso ha deciso che è arrivato il momento di tirare fuori il bastone.

LEGGI ANCHE: Torino-Bologna 1-0, Mazzarri: “Verdi sia multato. Contestazione? Non c’entra il calcio”

LA SCENA – Una prestazione tutto sommato positiva quella del numero 24: un primo tempo da grande protagonista, con lampi di grande calcio ed un palo colpito al 40′ che grida ancora vendetta. Poi il calo della ripresa, con qualche pallone perso di troppo e la scelta di Mazzarri di sostituirlo. Poi la brutta reazione e qualche parolina di troppo nei confronti di Mazzarri, che nel post partita ha duramente condannato il gesto: “Non deve fare questi gesti, stava entrando un compagno che deve essere rispettato. Io l’ho sostenuto a lungo, ma ora deve allenarsi e stare zitto, se lo meriterà giocherà altrimenti starà fuori. Deve avere rispetto e sarà multato probabilmente”.

PENTIMENTO – Dopo la brutta reazione a caldo, Verdi ha affidato ai social nettwork un pensiero che sa – almeno parzialmente – di pentimento. “Vittoria molto importante – ha scritto l’ex Napoli su Instagram – Orgoglioso di questo gruppo“. Un messaggio che, di fatto, trasmette il concetto che Mazzarri da mesi sta cercando di inculcare all’interno dello spogliatoio: prima viene la squadra. Basterà per evitare la multa annunciata da Mazzarri? Probabilmente no.

26 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. TOROPERDUTO - 3 mesi fa

    Che abbia protestato mi frega più o meno zero, ha protestato meite ha protestato baselli protesta lui…. Mi frega invece che non ci farà mai fare il salto di qualità come era ampiamente preventiva ile già ad agosto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Kieft - 3 mesi fa

    Dovrebbero fargli vedere come è uscito dal campo orsolini, il migliore di ieri….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. robert - 3 mesi fa

    Per me Verdi è un bravo giocatore e ha bisogno di amalgamarsi bene nel gioco casinaro di Mazzarri , del resto chi gioca bene col calcio Mazzariano ?Nessuno.Ha i piedi buoni e con queste doti può fare quello che vuole .Ho visto un tiro di sinistro a rientrare bellissimo che soltanto bravi giocatori sanno fare.A questo proposito assomiglia molto a Millico altro bravo giocatore che ha bisogno di giocare e quindi perfezionarsi,La differenza fra questi due è che uno è di sinistro e l’altro è di destro ma tutte e due se fossero sotto le grinfie di allenatori più capaci farebbero la differenza.Per quanto riguarda il gesto è da perdonare perchè spetta anche a l’allenatore istruirli come comportarsi in campo.E’ solo una stupida inquisizione di Mazzarri per far credere di essere un sergente di ferro e insegnante di educazione civica quando lui stesso è l’allenatore più espulso d’Europa.Se quindi multano Verdi va multato anche Mazzarri per tutte le continue espulsioni che danneggiano la squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

      Allora Robert , tu dici che se Verdi e Millico fossero nelle mani di allenatori più capaci farebbero la differenza… Su Millico ti ricordo che la differenza l’ha fatta nel campionato Primavera che non è esattamente la serie A ,tuttavia voglio concedere il beneficio del dubbio. Capitolo Verdi : Mi sembra di ricordare che la passata stagione fosse nelle mani di un certo Carlo Ancelotti , che mi risulta qualcosa in carriera abbia vinto…., sai dirmi quante volte Verdi ha fatto la differenza nella passata stagione…??? Perché mi risulta che gli sia venuto il culo a forma di poltrona a forza di guardare gli altri giocare dalla panchina…Anche Ancelotti è un incapace….?????

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Athletic - 3 mesi fa

    “Lampi di grande calcio” mi fa sorridere. Di Berenguer allora cosa dovremmo dire, che è un fenomeno? E del nostro miglior Iago ? Che è meglio di Messi? Verdi ha giocato un buon primo tempo, ha fatto un bel tiro, un bel dribbling, e ha difeso bene palla ottenendo una rimessa da fondo campo, per cui è stato applaudito dal pubblico, me compreso. Ma siamo seri, lo abbiano applaudito per una rimessa da fondo campo, rendiamoci conto. Per il resto ha giocato una partita normale, mentre nel secondo tempo ha perso tre palle che sarebbero potute costare dei gol. Nel complesso per me non è stata una prestazione sufficiente e ribadisco che gioca solo perché è costato venticinque milioni. Detto questo, ovviamente spero che sul serio ci faccia vedere “grande calcio”, e continuerò a sostenerlo, lo faccio persino con Aina e Meite, ma non deve permettersi di avere reazioni simili, dopo un secondo tempo come quello di ieri, invece di mancare di rispetto ai suoi compagni, è meglio che rifletta su cosa può fare per migliorare, che lavori il doppio, che si alterni il doppio se serve, perché mi pare che siamo tutti a credito con lui, società e tifosi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. GranaSiempre - 3 mesi fa

    Ennesima dimostrazione della coerenza che, parere più o parere meno, sta portando avanti Mazzarri e che sta dando i suoi frutti: conta solo il bene della squadra e in campo vige la meritocrazia.
    Ci sono pochissimi giocatori indispensabili in questa squadra (Sirigu e Belotti su tutti), ma lo sono perchè oltre allo spessore tecnico mettono sempre in campo quel qualcosa in più che fa la differenza.
    Sulla carta era uno dei più freschi, ma la presunzione di poter stare in campo trotterellando e perdendo palloni in serie come stava facendo Verdi nella ripresa (il primo tempo ha oggettivamente giocato bene e anche il Mister l’ha detto) era deleterio in quel momento della partita, poteva essere Verdi o chiunque altro. Giusto il cambio e stop.
    Così come sbagliata è stata la reazione di Verdi: Mazzarri ha usato la carota con lui quando era in difficoltà e tutti gli andavano contro, ora giusto il bastone da parte della società ed un bagno di umiltà che lo porti a giocare sempre come il primo tempo di ieri, altrimenti che vada in campo chi ne ha di più: prendere esempio da Berenguer, che nonostante gli oltre 300 minuti in una settimana, andava il doppio di Verdi nel secondo tempo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. christian85 - 3 mesi fa

    concordo completamente con @Gallochecanta

    non ha scuse e Mazzarri ha fatto bene a toglierlo anche a rischio di perderla.
    Il rispetto prima di tutto verso tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Madama_granata - 3 mesi fa

    Sono reazioni che spesso i calciatori hanno.
    Un errore, certo, ma anche la dimostrazione che Verdi ci tiene a giocare, e a ben figurare.
    È da quando è arrivato che spesso fa solo uno spezzone di partita, perché x Mazzarri “non è pronto”…
    Ieri, x me, Verdi stava giocando bene. Normale un “calo lieve” nel secondo tempo.
    Da noi solo il Capitano è al di sopra degli altri, di tutti gli altri, come grinta, tenuta e resistenza. Soprattutto come costanza di rendimento, giocando al “top” in tutte le partite!!
    Sirigu come Belotti, ma il suo è un altro mestiere: sta in porta. Meno fatica fisica, più capacità di concentrazione e reattività.
    Quando poi gente come Aina e Meité giocano un’intera partita, per me Verdi è da comprendere (lui, o chiunque altro nostro calciatore).
    Non so se sia giusto multare Verdi.
    Certo il gesto può essere mortificante, ma finanziariamente parlando, né lui, né nessun altro giocatore di serie A o B, avrà mai dei problemi a pagare.
    Preoccupiamoci per la gente comune, che deve controllare persino l’euro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Gallochecanta - 3 mesi fa

    Caro Simone, mi pare che tu ti stia approfittando eccessivamente della nostra necessità di continuare a credere in te, in considerazione dell’ingente investimento effettuato dalla Società.
    Siamo così costretti a farlo da doverci autoconvincere di miglioramenti nel gioco e corbellerie varie, sostenuto da una stampa che non vuole mettere il dito nella piaga. Visto con freddezza è evidente che i 25 milioni spesi sono un investimento non ripagato, e che il tuo rendimento non è nemmeno lontanamente all’altezza di quello di un Rosina scarso.
    Sullo stesso piano metto il tuo omonimo, sedicente attaccante, anche per lui faccio un paragone, non è nemmeno al livello di un Meggiorini qualsiasi.
    Arrivo persino a dire, mi correggeranno duramente gli utenti se è una totale sciocchezza, che gran parte del pessimo clima che si respira intorno al Toro è di fatto imputabile a voi due e i vostri pessimi rendimenti sportivi; con 40 milioni spesi (e con resa) normale il Toro sarebbe almeno a livello Atalanta con soddisfazione, credo, di presidenzialisti, maicuntent, hooligans, subcomandanti, etc.
    Ora, non essendo un disfattista, ed essendo obbligato a credere ancora in te e nell’altro perchè purtroppo altri investimenti la Società non se li può permettere, mi auguro che il tuo girone di ritorno sia quello che tutti si attendono, e che la tua strada non sia quella, che mi pare un po’ avviata, del calciocheconta del tuo illustre predecessore (scemo).
    Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 3 mesi fa

      Applausi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. TOROPERDUTO - 3 mesi fa

      Problemino:
      Ci sono 40 milioni come giustamente detto da te ad oggi buttati nel cesso.
      La domanda è sono buttati nel cesso perché non stanno rendendo secondo quello che è il loro valore e quindi è colpa loro o modulo e quindi allenatore, oppure è dovuta al fatto che non sappiamo fare le campagne acquisti con i giocatori che servono?
      Io opto per la seconda

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Il_Principe_della_Zolla - 3 mesi fa

      Da per me, non penso proprio che “gran parte del pessimo clima che si respira intorno al Toro è di fatto imputabile a voi due e i vostri pessimi rendimenti sportivi”. Verdi e Zaza sono due delusioni, non c’è dubbio. Ma il “pessimo clima” è tale in primis in virtù di una società inesistente, che per soprammercato si dà agli “esperimenti sociali”, incapace persino di garantire un degno terreno di gioco. A cui si associano altre varie, e non eventuali, ragioni: il Filadelfia chiuso, i passi falsi contro formazioni decisamente inferiori, il pessimo gioco espresso per quasi tutta la gestione Mazzarri, la fragilità caratteriale della sqaudra, …
      Cosi’ la penso io, e sono in buona e numerosa compagnia. Pensare che bastino le prestazioni di due giocatori a risanare l’ambiente mi pare quanto meno ingenuo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. suoladicane - 3 mesi fa

        ingenuo ed ingiusto
        in più aggiungo che Verdi è un’ala o come si dice oggi esterno alto, quante volte ha giocato nel suo ruolo?
        MAZZARRI VATTENE

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

          Suoladicane, rispetto il tuo punto di vista ma permettimi di non condividerlo.
          La storia che siccome gioca fuori ruolo può essere ammessa come causa di un rendimento non al massimo ma non può essere una scusa per perdere palloni a cazzo o sbagliare stop o ,peggio ancora trotterellare in mezzo al campo mentre gli altri si fanno un culo tanto . Perché se è vero che ha disputato un buon primo tempo (sempre nella medesima posizione, quindi fuori ruolo….)è altrettanto vero che nel secondo tempo ha avuto un calo evidente ,tra l’altro meno giustificabile dato che in coppa non aveva giocato, che ha messo seriamente in difficoltà la squadra tanto è vero che quando è entrato Laxalt la squadra ha sofferto meno. Chi sa giocare a Calcio sa adattarsi a più ruoli ,Ansaldi insegna …..

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. marco.nicolett_2553516 - 3 mesi fa

    senza dubbio le qualità di crescere e dare soddisfazioni a squadra e tifosi ci sono, il mister gli da l’opportunità. Spero ingrani in fretta..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Ciccio Graziani - 3 mesi fa

    Fino a questo momento ci ha dato poco Verdi, ma qualcosa sono convinto possa fare nel girone di ritorno. Il rispetto deve esserci soprattutto perché un compagno sta entrando in campo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. drino-san - 3 mesi fa

    Quando inizierà a segnare gli passerà anche il cattivo umore, è normale. Pane per i giornalisti e nient’altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granata63 - 3 mesi fa

    È un malcostume protestare dopo la sostituzione. Non è corretto ed è irriguardoso anche nei confronti di chi subentra. Una cosa è certa, dire che è stato sostituito perché ha sbagliato passaggi è ridicolo. E allora ad Aina e a Meite’ cosa avrebbe dovuto fare?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. FORZA TORO - 3 mesi fa

    così non si fa,ora deve essere multato e chiedere scusa al mister,un peccato perchè non avevamo certo bisogno di un’altra polemica e nonostante tutto mi sembra in lenta crescita,confido nel suo buon senso,e sono certo che le sue giocate faranno la differenza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Veyser - 3 mesi fa

    Ancora che si parla di Millico, di Edera, di Parigini…. Ma se fossero all’altezza secondo voi starebbero in panchina… volete capire che giovani del Filadelfia non significa per forza i nuovi Lentini e Cravero… Verdi farà un gran girone di ritorno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Sentenza - 3 mesi fa

    Poverino, colpa dei fischi e del campo…o le lagne valgono solo per le Star della squadretta?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Thor - 3 mesi fa

    Verdi conferma quello che ha sempre dimostrato: un brutto carattere. Si può migliorare un atleta, ma non la sua attitudine di fondo: quella è la sua natura. Senza fare paragoni con Cassano e Cassanate varie, direi che soggetti inquieti non apportano positività alla squadra. Il Toro è forte quando è umile e sicuro. I cavalli imbizzarriti fanno anche sensazione, ma non sono adatti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. maxx72 - 3 mesi fa

    E se la paga la multa. E si dia anche una regolata!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. eurotoro - 3 mesi fa

    io sono uno di quelli che ai tempi di Ventura scrivevo di riscattarlo!..il tiro di sinistro a giro finito sul palo grida vendetta!..piano piano sta prendendo le misure alla porta e presto ci farà godere..io credo in lui..acquisto che rifarei!!! FORZA SIMO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. menkheperra - 3 mesi fa

    Fuori dalle palle e dentro Millico che non ha nulla da invidiare a ‘sto presuntuoso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. drino-san - 3 mesi fa

      Millico non gioca in quel ruolo

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy