Rampanti: “Cairo e Moretti al Cda della Fondazione Filadelfia: che bella sorpresa”

Rampanti: “Cairo e Moretti al Cda della Fondazione Filadelfia: che bella sorpresa”

Esclusiva TN / Il vice-presidente della Fondazione ai nostri microfoni: “Ora serve accelerare per la realizzazione della sala mensa”

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Appuntamento estivo con Rosario Rampanti, da tempo nostro stimatissimo opinionista: stavolta non si parla di temi di campo, ma l’ex calciatore e allenatore granata- in veste di vice presidente della Fondazione Filadelfia – ci tiene a raccontarci quanto accaduto durante il Consiglio d’Amministrazione della Fondazione tenutosi ieri.

Serino, che appuntamento è stato quello di ieri?

Ho constatato con piacere che il presidente della fondazione, Luca Asvisio, ha avuto la giusta sensibilità di invitare ad un CdA così importante anche il presidente Urbano Cairo, che ha partecipato in compagnia di Emiliano Moretti, recandosi negli uffici del dottor commercialista Asvisio in zona Crocetta. La cosa ci ha fatto molto piacere, non perché Ferrauto – consigliere d’amministrazione del Torino e della Fondazione – sia mancato in qualcosa, anzi è sempre stato bravissimo nel difendere le ragioni del Torino e della Fondazione. Ma il fatto è che abbiamo avuto tutti la certezza che il passaggio attuale che attraversa la Fondazione, cioè lo svolgimento delle procedure per l’inizio dei lavori del secondo lotto, stia molto a cuore al Torino. Quindi la partecipazione di Cairo ha questo significato: ha grande rispetto per la Fondazione. Per questa ragione ci ha fatto molto piacere”.

Di cosa si è parlato?

Si è parlato di affrontare finalmente con decisione il prosieguo dei lavori del secondo lotto, che consistono nella realizzazione di una sala mensa per i giocatori, nonché di altri servizi nei locali sotto la tribuna come sale di assistenza medica o per i massaggi. Cose che possono sembrare secondarie ma non lo sono perché si tratta di particolari che spesso fanno apprezzare una società più di un’altra ad un calciatore”.

Quali sono questi particolari?

Ad esempio nei giorni di doppio allenamento, al Filadelfia in questo momento non c’è una sala relax dove i giocatori possono recuperare le forze tra una seduta e l’altra. Una cosa importante dal punto di vista pratico e logistico se si considera che, come ci auguriamo tutti, il Torino quest’anno dovrà fronteggiare a lungo tre competizioni. Da parte del Torino e della Fondazione c’è la volontà di affrontare questi temi con decisione. Sono cose che la squadra e il tecnico reputano importanti per il loro lavoro quotidiano. Da parte della Fondazione c’è tutto la buona volontà di risolvere la questione il prima possibile”.

Quali sono i prossimi passaggi?

Il Torino e la Fondazione dovranno individuare la via più breve per realizzare questi lavori a norma di legge”.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CUORE GRANATA 44 - 3 settimane fa

    Richiamo un mio precedente commento in merito allo “stato dell’arte” sul completamento lotti 2\3 del Fila.Mi permetto reiterare la domanda:risponde al vero la notizia che Fondazione Filadelfia ha(ovvero intende farlo) stipulato un mutuo con CS. a tale scopo? Non oso sperare una rapida soluzione per il Museo(un sogno che probabilmente per quanto mi riguarda resterà tale stante la mia età diciamo…non più green) ma almeno si realizzi quanto prima il Lotto 2!Mi chiedo e chiedo se il Pres. non prova diciamo un certo “imbarazzo” per le carenze indicate ed una Sede Sociale in pochi mq. in locazione.Si fanno propositi “europei” e questo è positivo e di conseguenza non ho parole per constatare la palese contraddizione circa le carenze indicate che forse sono riscontrabili in Società “dilettantistiche” o poco più. Auspico che Cairo su questo rompa gli indugi anche per una questione d’immagine.FVCG!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 settimane fa

      Il Museo del Toro a Grugliasco è un’ autentica vergogna. Auspico che in tempi brevi, e ti auguro sinceramente di potervi assistere, possa essere inglobato all’interno del Filadelfia e che il Tempio possa diventare la Casa del Toro e, soprattutto, dei suoi tifosi. Io venendo a Torino l’ho addirittura trovato chiuso e, nonostante diverse mail di richiesta e non ci fossero allenamenti in quei giorni, non ho potuto vederlo che dall’esterno. Purtroppo non mi è facile fare 1000 km per venire a Torino.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. CUORE GRANATA 44 - 3 settimane fa

        Grazie Marchese per il tuo augurio!Chissa! Buon proseguimento di giornata ed un fraterno abbraccio!!!FVCG!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. ribaldo - 3 settimane fa

    di conseguenza passeranno inosservate. Ma tali restano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. PrivilegioGranata - 3 settimane fa

    Buone notizie.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy