Rampanti: “Toro, il pericolo è dietro l’angolo. E ho un consiglio per Longo”

Parola al Mister / Serino analizza così i temi di casa Toro dopo la sconfitta di San Siro col Milan

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Quinta sconfitta consecutiva e margine dalla zona retrocessione che si assottiglia. Il Torino vive il momento più delicato e difficile degli ultimi anni e allora ci affidiamo ancora una volta al parere di Serino Rampanti per analizzare, nel nuovo appuntamento di “Parola al Mister”, i temi più caldi in casa granata.

Serino, Longo ha detto di aver visto dei passi avanti. Sei d’accordo?

“Il passo avanti è stato quello di aver preso un solo gol. Ma continua la grande sofferenza. E vorrei sottolineare che di fronte non c’era di sicuro un Milan trascendentale. La situazione attuale è sconfortante ma se si valuta la forza dei singoli una sconfitta in casa rossonera ci può anche stare. Il Torino ha pochi giocatori davvero di livello: ma Ansaldi è appena tornato dopo due mesi di stop e non può essere al massimo, Belotti è in fase di involuzione da settimane, Rincon sta anche lui attraversando un periodo di poca continuità. A Milano hanno fatto bene Sirigu e Nkoulou ma non possono fare tutto loro. I risultati sono anche conseguenza del momento dei giocatori chiave della squadra. E in generale non ho visto abbastanza furore agonistico per pensare di poter vincere quella partita”. 

Soprattutto, il Torino non tira mai in porta. 

“Lo sottolineavo da tempo parlando soprattutto dei centrocampisti: c’è poca voglia di prendersi la responsabilità. Vale per tutta la squadra, ora. E’ un problema mentale più che di condizione fisica. A questo proposito so che Longo ha fatto dei riferimenti alla gestione precedente: gli vorrei consigliare, come farebbe un padre con un figlio, di stare molto attento alla comunicazione. Anche perchè il Torino oggi paga diversi errori di gestione, a partire dal caso Nkoulou in poi. Quando una situazione degenera in questo modo c’è una somma di responsabilità da parte di tanti, e tra questi ovviamente ci sono anche i giocatori”. 

Credi che la retrocessione sia un rischio concreto?

“Credo che il Torino abbia qualità superiori rispetto alle squadre che stanno sotto in classifica, ma le deve tirare fuori. Bisogna cambiare registro. Spero che Ansaldi arrivi presto al meglio della condizione perchè può spostare gli equilibri e che Belotti si dia una mossa perchè senza i suoi gol non si va lontano. Tutti i giocatori devono capire che in caso di fallimento sportivo anche loro non ne uscirebbero indenni: serve una presa di coscienza collettiva. E la società deve stare ora più che mai vicina a squadra e allenatore: il pericolo è dietro l’angolo”. 

Ti è piaciuto Edera, per la prima volta titolare a Milano?

“Ha fatto un bellissimo filtrante per De Silvestri, da rifinitore vero, che ha dato il via all’unica azione veramente pericolosa creata dal Toro, quella poi vanificata da Berenguer nel primo tempo. Per il resto, una prestazione da sei in pagella ma nulla più. Ha molta strada da fare se vuole diventare un titolare, ma è anche vero che quest’anno ha giocato pochissimo ed era difficile chiedergli di più. Quello che doveva far fare il salto di qualità era un altro e si chiama Simone Verdi, ma la sua stagione fino ad oggi è stata una delusione”. 

Ti ha stupito sapere che nell’allenamento di ieri mattina al Filadelfia si sono presentati pochissimi tifosi?

“Sì, molto. Mazzarri era stato contestato perchè teneva il Fila chiuso, ora che Longo lo apre non ci va nessuno? Mi pare strano per non dire incomprensibile, ma vedremo se questo accadrà anche nei prossimi allenamenti a porte aperte”. 

Ora c’è il Parma: partita tanto importante quanto difficile. 

“Il Parma è un pessimo cliente, la classifica lo testimonia. La loro arma principale è il contropiede. Ti fanno uscire dal guscio e poi ti colpiscono negli spazi con giocatori velocissimi come Gervinho. Il Torino dovrà stare molto attento a non cadere nella trappola. E’ una partita che diventa determinante, bisogna assolutamente trovare i tre punti e su questo credo ci siano poche discussioni. Longo avrà il vantaggio – salvo novità in settimana – di avere tutti i giocatori disponibili, cosa che non era successa nelle prime due partite. Starà quindi a lui presentare una squadra competitiva secondo quelle che sono le sue convinzioni”. 

 

68 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Calogero - 9 mesi fa

    E’ vero che c’è un concorso di responsabilità, ma il movente principale è stato l’immobilismo sul mercato della società con una squadra sicuramente non completa come sosteneva Cairo. Ora i calciatori vanno motivati e sostenuti, in più hanno aspettato troppo a rimuovere Mazzarri in panchina non ci rimane che sperare in Longo e che l’amor proprio dei calciatori salti fuori o la serie B ci attende a braccia aperte…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fabrizio - 9 mesi fa

    …orino ha pochi giocatori davvero di livello…
    E lo dici adesso?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ALESSANDRO FIENAURI - 9 mesi fa

    Caro Serino dovresti essere sincero e sparare dritto contro Cairo. Su dai lo sappiamo di chi e’ la colpa, perche’ hai paura a criticare la dirigenza che e’ a dir poco sconcertante. Chiunque a Gennaio avrebbe comprato un giocatore invece Cairo e’ stato capace di venderne 3 che ora avrebbero potuto far comodo. Lo sanno anche i bambini che il centrocampo e’ un fantasma, da li nascono i problemi sia in difesa che in attacco…e poi lasciamo tranquillo Longo che speriamo che ci tiri fuori da queste sabbie mobili…di sicuro non e’ colpa sua. Questa dirigenza fallita sarebbe capace di addossare le colpe a Longo se le cose andassero male. Dirigenza fallita fallita fallita dopo anni di puro anonimato ora ci sta pure ridicolizzando. Viaaaaa daTorino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14554814 - 9 mesi fa

    Ecco i personaggini mediocri che saltano tutti fuori con consigli e moniti. Tutti a potete Longo sul banco degli imputati dopo che questo ha ereditato una squadra distrutta da super ciuck e dal presidente milanista . Qui c’è odore di mediocrità e provincialismo . Si amano le situazioni e i discorsi provinciali per sentirsi qualcuno quando in realtà no siamo nessuno . Ah a proposito . I saccenti nerdini pro Mazzarri so tutto io più di una volta non hanno sperso l’occasione di rimarcare le differenze tra noi e altre squadre nei confronti delle quali avremmo solo da imparare tipo Atalanta . Ecco. Quelli che pensano di contare sono qui a giocarsi la serie B dopo essere stati strapazzati nei preliminari . LAtalanta che non vale niente sta rompendo il culo anche al Valencia oltre ad averlo fatto bello tondo anche a noi (per i nerdini so tutto io in panchina c’era seduto il grande grande grande Mazzarri)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Mauri - 9 mesi fa

    Questo sfacelo è troppo clamoroso per derubricarlo a mere questioni tecniche. È successo qualcosa di profondo di cui non siamo a conoscenza fra squadra e società, inoltre Cairo si è fatto terra bruciata in lega e non lo caga più nessuno. Mi fanno ridere quelli che pensano sia colpa di 4 fischi dei tifosi. Stiamo assistendo alla fine della sua presidenza. Speriamo non coincida con la fine del Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Bischero - 9 mesi fa

    Io ritengo che le chiacchiere stanno a 0.parlare del passato non aiuta il futuro. Il cambio in panchina viene fatto perché si pensa che possa portare benefici. Il Torino a detta della maggioranza é una buona squadra che é stata allenata male dalla vecchia gestione. In 21 partite sono stati fatti 27 punti. Mi aspetto da longo che ne faccia almeno 13 o 14 nelle altre 17.é il minimo sindacabile. Se non li farà sarà responsabile della retrocessione. Perché cito molti che scrivono qua:”chiunque farebbe meglio di tavernello con questo toro”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 9 mesi fa

      Va be’ ma quello che molti scrivono non corrisponde a verità per cui se dovessimo retrocedere non darei la responsabilità a Longo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Come un pugno chiuso - 9 mesi fa

      bischero di lascio a metà strada con un catorcio senza gomme, carburante, freni e sedili, e per di più di proprietà di un bischero, che dovresti gentilmente portare a fine corsa senza farti superare da tutti, hai 15 giornate di tempo, pensi di potercela fare ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Granata per convinzione - 9 mesi fa

    Si è scatenata la tempesta perfetta alla quale hanno contribuito tutti, proporzionalmente al proprio ruolo e responsabilità.
    Non si può pensare che Longo da solo possa fare il parafulmine. È una pezza che non cambia la traiettoria e muta poco la situazione, non invertendo il trend.
    A Milano poteva finire 4 a zero se sotto porta fossero stati più spietati e se Sirigu non fosse Salvatore.
    La vedo grigia…. Speriamo nella mediocrità altrui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

      Si ma niente di nuovo, a Genova abbiamo vinto 1 a 0 con un solo tiro in porta, ma potevano vincere loro tranquillamente (2 pali). Sono due anni che, salvo 2/3 partite stagionali, quando vinciamo vinciamo di culo e quando perdiamo, anche di misura, imbarchiamo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Ardi2 - 9 mesi fa

    Ma a nessuno è venuto in mente che per un intero girone il Gallo ha corso e fatto per quattro? Mi sembra normale che sia sulle gambe e che sia pure demoralizzato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Gud_74 - 9 mesi fa

    Sono finiti i soldi, questa è la verità.

    La balla della rosa corta non regge, il caso Laxalt è il più emblematico di turno.

    Speriamo solo di arrivare alla salvezza e che la voce di Delvecchio sia vera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Antoniogranata76 - 9 mesi fa

      Mi spiace ma ha già smentito di essereinteressato, magari uno con quel patrimonio comprasse il Toro

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. NEss - 9 mesi fa

      I bilanci sono pubblici. Guarda l’ultimo, stima le spese/entrate di quest’anno e poi posta qui i numeri, cosi’ potrai dire a ragion veduta che “sono finiti i soldi”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gud_74 - 9 mesi fa

        ci sono i bilanci ( anno2018 = – 12mln arrivato però dopo anni molto positivi intendiamoci) e ci sono le volontà che pesano più dei bilanci.

        Fare un mercato come quello di Gennaio è illogico a meno che non si voglia risparmiare fino all’ultimo sugli ingaggi, non discuto sulla qualità/quantità delle uscite, ma sulla qualità/quantità delle entrate.

        la volontà di spendere è finita, quando pubblicheranno il bilancio 2019 vedremo i conti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. marco.cassian_11922550 - 9 mesi fa

          E tu chi proponi come nuovo presidente? Un vero cuore granata senza una lira come ai bei tempi dj goveani?

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Paul67 - 9 mesi fa

    Continuate pure a credere che sia solo colpa di Mazzarri, é successo anche con Sinisa……
    Probabilmente siete gli stessi che credete alle Ciarlate dell’illustrissimo.
    Anche i giocatori hanno una bella fetta di responsabilità, ma qui sembra che il male era Mazzarri e che la sua gestione stia condizionando ancora il rendimento della squadra. È successo qualcosa di ben più grave di una semplice crisi tecnica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 9 mesi fa

      bravo. Ieri sinisa e mazzarri, tra poco longo….. Intanto il rifiuto urbano ride…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. dattero - 9 mesi fa

    Mimmo 75,dive ho sbagliato? La tua presunzione e la tua saccenza son ragguardevoli. Gia, tu ci insegni a vivere,ma gaute la nata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Toronelcuore - 9 mesi fa

    Il sig. Rampanti è stupito che ieri i tifosi AL Fila erano pochi. Effettivamente con il bel gioco che si vede, il divertimento a vederli giocare e tirare in porta e soprattutto con la grinta e la voglia che mettono credo che tantissimi avrebbero dovuto anche prendere un permesso dal lavoro e lasciare figli a casa da scuola per andare all’allenamento. Qui caro Rampanti bisogna che tutti si facciano in esame di coscienza e se noi tifosi probabilmente non siamo esenti da colpe sinceramente ( e parlo per me stesso in primis) ne abbiamo le palle piene: e se sulla società non ci sono più parole da spendere penso che gli 11 che vanno in campo da ora in poi facciano vedere un po’ di grinta e di amor proprio (sì, perché penso che anche per loro non sia un vantaggio fare così cagare, per eventuali futuri ingaggi o per la prospettiva Europei perché avanti così Izzo e Gallo se li scordano). Spero poi che Longo faccia qualcosa di diverso a livello tattico perché altre squadre con il cambio di mister qualcosa in più hanno fatto (lasciando perdere la SPAL che credo sia già spacciata). Comunque in questo momento FVCG sempre.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Conta7 - 9 mesi fa

    Onestamente sono molto deluso da queste 2 partite (bambola a stadio pieno contro la Sampdoria che poi ne ha presi 5 con la Fiorentina e neanche un tiro in porta contro il Milan con cui non avevamo mai perso negli ultimi 2 anni).
    Con tutti i fattori positivi di ambiente e giocatori ritrovati, con nessuno più “ostaggio” di Mazzarri, mi sarei aspettato un approccio e una voglia maggiori, soprattutto dal punto di vista temperamentale, per 2 ragioni:
    1. Quando c’è un cambio di allenatore almeno questo di solito c’è sempre.
    2. Qualcuno mormorava che fossero contro Mazzarri e che le colpe principali fossero sue, venendo categoricamente smentito.

    Ergo, inizio a temere che la “sintesi” di cui parla Longo in realtà sia una pochezza che sta solo aggiungendo confusione ad una squadra che potrebbe andare avanti a regime, visto il campionato dell’anno scorso.
    E il comportamento non “da Toro” di Longo, che purtroppo si sta arrampicando sugli specchi criticando solo il lavoro degli altri, onestamente mi inquieta molto.

    E a tutto questo si aggiunge il dato di fatto più inquietante: con tutto il bene che il pianeta Toro vuole a Longo, parliamo di un “allenatore” alle prime armi che vanta 18 partite in Serie A, a fronte di 1 sola vittoria!
    #PAURA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

      Si giusto!

      Io richiamerei Mazzarri e lo farei firmare per altri 5 anni… anche come DS!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pinco pallino - 9 mesi fa

        Da richiamare è il miglior DS della storia moderna Giampiero Ventura e come allenatore adesso abbiamo Longo, che ha l’opportunità della vita. Beato lui che se la può giocare.Siamo tutti con Moreno.
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Stufodellamediocrita' - 9 mesi fa

    Lascio perdere l’analisi del mister che non aggiunge nulla che non sapessimo già, quello che mi dà più noia è che ci sia ancora chi giustifica l’operato del presidente, non dico della società perché non esiste…non bastano due bombe carta, per quanto deprecabili, a giustificare lo sfacelo tecnico, tattico e di valori agonistici e sportivi in cui versa la squadra che indossa le maglie di quello che fu il glorioso Toro. Non so se Longo riuscirà nel miracolo, perché alla luce delle prestazioni delle ultime giornate quello ci vuole per evitarci l’onta dell’ennesima retrocessione. Il sostegno ora ce l’ha, che si cerchino soluzioni diverse dal 3-5-2 o 3-4-2-1 che dir si voglia e, soprattutto, che quei pochi giocatori che hanno qualità le tirino fuori. Non se ne può più della pochezza del gioco e dell’assenza di risultati come non se ne può più dell’imprenditore alessandrino che granata non è mai stato e che ha solo speculato sulla nostra storia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. dattero - 9 mesi fa

    scusate,orrori grammaticali colpa del correttore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. abatta68 - 9 mesi fa

    Longo secondo me deve iniziare a provare il 442, per mettere solidità e cercare di portare a casa utilissimi 0-0, avremmo già dovuto iniziare contro la samp, riproviamoci contro il parma, altrimenti non cambia nulla e rischiamo di prendere un’altra imbarcata, altro che samp! Smettiamola con l idea supponente che ci fa sembrare superiori a qualche squadra. Qui longo deve prendersi una sola responsabilita: quella di trovare una soluzione di gioco diversa dalla precedente, per trovare quantomeno i punti salvezza. Con la media di un punto a partita ci salviamo, ne mancano 11… avanti Savoia!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. dattero - 9 mesi fa

    quindi secondo il sig gianluca,i responsabili son i tifosi,non 15 anni di devastazione culturale granata perpetrata da questo amico degli ovini? perfetto!
    il pmo ha creare caos è il proprietario.
    vedrai in che stato ci concera’,tra poco,poi riderai.
    sicuramente quelli come te e i 4 insultatori spariranno.
    ci vuole obiettivita,ammetto di esser contro questa proprieta’,ma argomento sempre il perchè e come,tu attacchi pretestuosamente utenti contrari al pensiero aziendali,la redazione permetti a 4 insultatori di continuare la loro funzione.
    l’unico che,con i suoi comportamenti sta degranatizzando tutto è il proprietario,tu vedi complotti da giovane marmotta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 9 mesi fa

      Ancora parli? Smentito in tutto quel che hai detto (tutta roba negativa ovviamente) e ancora parli dipingendo scenari foschi? Io spero che Cairo si levi davvero dalle balle al più presto ma a te non ti si può proprio leggere e rappresenti in pieno quel che denunciava Gianluca.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Toro Forever - 9 mesi fa

    Scherza coi Fanti ma…VERGOGNATEVI Redazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Andr - 9 mesi fa

    Longo già in croce? Perché non parla di gobbi?
    L’FC é proprio una grande “famiggia”:))
    Addetti ai lavori prima si giustificava l’inverosimile ed adesso lapidazione senza processo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Nero77 - 9 mesi fa

    Caro Serino,i consigli invece di darli a Moreno li doveva dare a quello scarpone toscano che ci ha portato alla fossa con le Sue convinzioni calcististiche del tardo medio-evo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torosempre - 9 mesi fa

      27 punti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Scott - 9 mesi fa

    Siamo passati da mister plusvalenza a mister rosa corta, due modi diversi di concepire l’aziendalismo. Purtroppo per noi, parliamo di una società di calcio e ritengo che l’allenatore debba fare l’allenatore. Come ha fatto Sinisa. Questo è il consiglio per Moreno. Il resto non lo aggiusti oggi, sistematicamente e metodicamente sono stati fatti fuori i maggiori valori tecnici per far posto ai soldatini che però perdono la palla a centrocampo e procurano dolosamente, come con il milan, occasioni per la squadra avversaria. La rosa non è male ma è particamente da serie B nel motore, tra centrocampo e trequarti. Putroppo il presidente pensa che a centrocampo siamo messi bene anche numericamente e dunque pensiamo a salvarci. Perchè dobbiamo farcela. Moreno qualcosa si inventerà, Zaza con Baselli. Lukic e Baselli a centrocampo. Un’alternativa sulla fascia destra a De Silvestri che non ce la fa più, mi sembra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gianluca - 9 mesi fa

      Sinisa ha fatto meno punti di tutti e questo mi pare basti. Ne ha persa anche una 0-5 con il Napoli fermo dal 75′ o giù di lì. Possiamo finirla anche con Sinisa? Ora c’è Longo. Il passato non conta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Andreamax - 9 mesi fa

    BASTA PAROLE E PAROLAI, O SI FANNO 12/15 PUNTI O SI VA IN B, PUNTO E BASTA!!!! FORZAVECCHIOCUOREGRANATA
    NEVERGIVEUP!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Gianluca - 9 mesi fa

    @Patatrack, si può sapere chi ti foraggia? Perché davvero adesso sarebbe il caso di finirla. Avete seriamente rotto. Io l’unico esperimento sociale vero che vedo applicato nel mondo Toro (altro che curva Primavera e affini) è proprio questo esperimento social di creare confusione su tutto e tutti nell’universo Toro. Il Barcellona aveva ingaggiato un’azienda ad hoc, si è scoperto in questi giorni, per monitorare i social. Mi sto seriamente convincendo che la Juventus abbia fatto qualcosa di simile nell’ottica di farci sparire sul serio: perché un club mica sparisce per i debiti, al massimo riparte dalla Serie D, ma se i tifosi si disamorano sì. E ce la state mettendo proprio tutta. Ma tutta. Con me non ci riuscirete, ma devo ammettere che siete bravi. Ora direi che il caso Mazzarri è chiuso con vostra felicità. Non si poteva non esonerarlo, ma avergli creato intorno quello che è stato creato, è vergognoso. E la gente del Toro tifava contro il Toro per mandare via Mazzarri. Come se Mazzarri fosse stato un problema, quando ieri sera tutti ad applaudire Simeone che pratica lo stesso gioco a un livello superiore. Via Mazzarri, ora c’è Longo. Lasciamolo lavorare e speriamo si inventi qualcosa, perché davvero io al momento non vedo via di uscita nonostante nessuna squadra con 27 punti all’andata – mi dicono – sia mai retrocessa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Patatrack - 9 mesi fa

      Con un personaggio come te, che NEGA quanto accaduto in Curva Primavera a causa di due mascalzoni e dei loro “esperimenti sociali” (perchè non ne parli con le centinaia di persone, donne e uomini, che stanno portando in Tribunale la società e, sicuramente, anche qualcun altro legato all’Autorità Giudiziaria?) non ci sarà nessun dialogo.

      Dopodichè la vera domanda è: chi foraggia voialtri mazzarriani/cairoti per continuare a sostenere il mandrogno editore e sfasciare la società, per cancellarla dal mondo del calcio ?

      Ancora pochi mesi e poi Cairo e voialtri tirapiedi sarete soltanto più un bruttissimo ricordo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Gianluca - 9 mesi fa

        Io non NEGO nulla e ho fiducia nella giustizia, come dicono quelli che sanno. Se avranno ragione i daspati, tanto meglio, più tifosi allo stadio. Ho usato il paragone per il termine “social” che creava un link. A me interessa il campo e il contesto globale. A te interessa creare malumore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Dan - 9 mesi fa

      C’è gente che ha fatto certe cose in malafede. E ci sono disagiati che non sanno fare una O con un bicchiere che sono andati dietro. Purtroppo come tutte le inutili minoranze sono parecchio rumorosi. Ma i veri tifosi, quelli con un quoziente intellettivo normale, la maggioranza normale e silenziosa, pero non si faranno condizionare da ste quattro zecche.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. turin - 9 mesi fa

      sostenere che mazzarri faccia lo stesso gioco di Simeone è più di una sciocchezza: è un delirio onirico. ma i problemi non saputi gestire da mazzarri vanno oltre il gioco, e lo stiamo vedendo sin dai tempi del caso nkolou, nonché dall’attuale condizione psicologica dei nostri giocatori. tu dici sia vergognoso ciò che è stato creato intorno a mazzarri,io dico sia vergognoso che un allenatore del toro tenga chiuse le porte del fila. e lo dico proprio perché non voglio che la gente si disamori del toro. punti di vista, ovviamente. chiaro come si debba sostenere longo con tutte le nostre forze, ed è altrettanto chiaro come non sarà una stagione storta a far sparire il toro. nel calcio succede. ti inviterei a non drammatizzare la situazione, anche qui per il bene del toro. poi gli svitati ci sono sempre, anche tra noi, ed ora c’è gente che magari vorrebbe il torino in b, solo per dire che le colpe non erano di mazzarri. esattamente come prima c’era chi voleva vedere il toro perdere solo per mandare via mazzarri. come ho detto, siamo nel campo degli svitati che usano il tifo per manifestare una qualche mania di grandezza o qualche ego ipertrofico. ci sta anche questo, il mondo è vario. io tengo per il toro, e sto male quando perde il toro, e per nessuna ragione al mondo vorrei che il toro perdesse. nemmeno in una partita di allenamento. ma detto questo, se il mazzarri di turno commette sciocchezze in serie, allora mi riservo il diritto di criticarlo, anche ferocemente. perché mazzarri e altri come lui passano, ma il toro resta, ed è una cosa molto simile ad una famiglia. e gli interessi familiari tendo a difenderli. non sempre ci prendo, e magari posso anche prendere in considerazione di aver sbagliato a criticare mazzarri. ma se non posso parlare nemmeno della mia famiglia, mi dici quando posso parlare? un saluto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. borntorun - 9 mesi fa

      Io credo che Simeone in questi anni anni da quando allena i colchoneros, qualcosa ha dimostrato, forse un po piu di Mazzari, che poi il suo gioco non sia spettacolare possiamo essere dàccordo, pero io che vivo in Spagna da 20anni non mi ricordo un Atletico come in questi ultimi anni.Paragonare il gioco di Mazzarri con il Cholo mi sembra riduttivo .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. leggendagranata - 9 mesi fa

    Di fronte al disastro ereditato dalla “gestione precedente” (non vedo perchè non si debba fare questo riferimento) Rampanti si astiene dal dare suggerimenti. Fa bene,, meglio tacere dopo che si è sostenuto in tutti i modi Mazzarri, arrivando anche a indicare i tifosi come colpevoli delle brutte prestazioni della squadra. E allora mi permetto di parlare io. Il Toro di Longo non ha per ora una personalità precisa, qualche abbozzo di manovra diversa, ma anche a San Siro (dove sono andato) ha ricalcato nella formazione iniziale l’ impostazione mazzariana dell’ ultimo periodo, quella con il doppio trequartista che è all’ origine delle cinque sconfitte consecutive (più quella in Coppa Italia). Longo vuole un Belotti più ariete centrale, ma evidentemente non viene ancora ascoltato dalla truppa, perchè il buon Belotti, troppo solo e mancando totalmente di rifornimenti, è andato a spasso per il campo come prima, arretrando un po’ meno il raggio d’ azione. Solo nel secondo tempo, con l’ ingresso di Zaza, la squadra ha assunto un assetto tattico offensivo diverso, passando al 4-4-2 per una ventina di minuti, fino agli ingressi finali di Ola Aina e Millico. Longo doveva cambiare registro tattico sin dal suo arrivo, l’ aver titubato non gli ha fruttato nulla (due sconfitte) e ritarda l’ affiatamento e il ritmo partita in quelli che vengono utilizzati dopo lunghe assenze. E qui veniamo al discorso Edera. Ha fisico, buona tecnica, ma vedendolo da vicino ho notato come avesse ben presto il fiato corto. Vero che con lui si sono viste finalmente (dopo due anni) un paio di efficaci sovrapposizioni sulla fascia destra con De Silvestri (e in una lo sciagurato Berenguer ha sprecato una facile palla gol), poi però è calato vistosamente nella ripresa. Così come il buon De Silvestri, e infatti l’ azione del Toro è passata dalla sua fascia a quella opposta di Ansaldi, che nel primo tempo non si era mai spinto in avanti. E qui mi ha lasciato perplesso il fatto che De Silvestri sia stato lasciato in campo fino alla fine e che l’ ingresso di Ola Aina, abbia invece portato all’ uscita di Lianco. Ma la cosa che si è notata veramente è stata ancora una volta l’ incapacità del centrocampo di costruire gioco che passasse per vie centrali. Berenguer si dà da fare, ma evidentemente la Serie A italiana a certi livelli è per lui troppo ostica. Lukic fa il suo compitino, ma non azzarda mai una giocata difficile o un tiro dal limite. Rincon sgobba per tutti, distribuisce calcioni (alcuni anche provvidenziali) sulle ripartenze degli avversari e fa brutta figura come la fanno le punte, chiunque siano. Insomma, il centrocampo è, come si sa tempo, il tallone d’ achille di questa squadra; è stato impoverito tecnicamente dalle disgraziate scelte mazzarriane (che si è disfatto di Ljajic, Iago Falque, Soriano) e si vede. Longo ha tenuto tutta la partita in panchina Baselli (ma perchè se l’ è portato dietro, forse per fargli respirare il profumo dell’erba di San Siro?) ed è a lui che dobbiamo aggrapparci, dandogli compiti di regia, gli stessi che svolgeva nell’ Atalanta e chiedendogli di prendersi la responsabilità di andare al tiro. Se penso che un certo Iago Falque ha fatto 30 gol in 3 stagioni, spesso con precisi tiri dal limite mi metto le mani nei capelli e non mi si dica che non è colpa di Mazzarri se si è infortunato, perchè è stato proprio Mazzarri, quando l’ ha avuto a disposizione, ad averlo depotenziato utilizzandolo come trequartista e non nel suo ruolo di giocatore di fascia. Per concludere, Longo tiri fuori gli attributi, imponga la sua visione di calcio, passi al 4-4-2 dando una spalla vera (Zaza) a Belotti, rinneghi finalmente gli schemi mazzarriani e…buona fortuna, ne ha bisogno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gianluca - 9 mesi fa

      “e non mi si dica che non è colpa di Mazzarri se si è infortunato”. ??????

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. leggendagranata - 9 mesi fa

        Scusa hai ragione è stato un errore di battitura. Volevo scrivere: “e non mi si dica che non è colpa di Mazzarri perchè si è infortunato…” (e quindi non l’ ha avuto a disposizione)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. torracofabi_13706409 - 9 mesi fa

      Purtroppo, l’analisi da te fatta è impeccabile!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Patatrack - 9 mesi fa

    Ti ha stupito sapere che nell’allenamento di ieri mattina al Filadelfia si sono presentati pochissimi tifosi?

    “Sì, molto. Mazzarri era stato contestato perchè teneva il Fila chiuso, ora che Longo lo apre non ci va nessuno? Mi pare strano per non dire incomprensibile, ma vedremo se questo accadrà anche nei prossimi allenamenti a porte aperte”.

    Siamo alla solite, caro Serino.

    Lo sanno anche i sassi che Mazzarri teneva chiuso perchè, se fossero stati in 20 o in 200 o in 2000, lo avrebbero contestato duramente e lui ha sempre rifiutato il confronto con i tifosi.

    Con Moreno, porte aperte e nessuna contestazione, che siano in 20, 200 o 2000.

    E’ inutile girare la frittata, caro Serino, e cercare di difendere ancora l’indifendibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Nero77 - 9 mesi fa

    Solo adesso il buon Serino ha notato che siamo una squadra senza qualità?Lo scarpone di s.vincenzo ha ridotto all osso l organico,non ha voluto innesti al centrocampo ha fatto fuori tutti i giocatori di qualità dalla cintola in su.1 portiere 9 terzini e il Gallo solo in avanti!!Questo era il calcio voluto dal toscanaccio..Ma un Grande plauso va fatto al Nostro presidente,che ha risparmiato tanti soldini ,pazienza finiremo in B,ma lui avrà il rimborso spese dalla lega.Grazie di cuore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. OldBull - 9 mesi fa

    In tutta questa storia c’è qualcosa che non quadra, aldilà dei discorsi sull’allenatore o tecnico/tattici, mi sembra che ci sia qualcosa che va oltre l’aspetto puramente calcistico. E’ chiaro, nessuno ha le prove per potere dimostrare con certezza che la questione non sia legata ad allenatori, formazioni, preparazione atletica ecc. ma guardando esclusivamente al campo, risulta inspiegabile accettare quello che li sta succedendo. I limiti li conosciamo bene, una squadra di mediocri pallonari con, nei punti chiave, giocatori assolutamente inadatti, però oltre alla mancanza di qualità si è aggiunta l’evidente mancanza di grinta, carattere, voglia di vincere o meglio: mettercela tutta per NON perdere. Il Toro ha negli anni passati avuto molti giocatori scarsi, però non è mai mancata la grinta, la determinazione il rifiuto della sconfitta e questo atteggiamento, spesso c’ha salvato. Oggi pur nell’evidente mediocrità dell’attuale rosa abbiamo giocatori migliori rispetto a quelli degli anni passati, ma dopo un’annata, la scorsa, in cui qualcosa s’è visto, oggi con gli stessi giocatori è calato il buio e questo, non si spiega, o meglio ci sono stati dei tentativi di spiegazione, dall’allenatore alla preparazione atletica ma alla fine, sono giustificazioni inaccettabili, non realistiche. Un allenatore può curare l’aspetto tecnico, la tattica, la preparazione (con tutti i se e i ma del caso) però è chiaro che se i problemi esulano dalla questione calcistica, da quelle che sono le competenze di un allenatore, va da sè che il mister non ci può proprio fare niente, semplicemente perchè, se i problemi sono altri, non è più compito suo risolverli. Se al Filadelfia c’è stata poca gente, è evidente che il popolo qualcosa incomincia a capire, magari non chiaramente, magari sono solo sensazioni ma la gente, i tifosi qualcosa di strano incominciano a percepirlo, e quando avverti che i problemi non sono sul campo ma fuori dal campo, allora capisci che diventa tutto inutile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torosempre - 9 mesi fa

      Tu saresti capace di correre a pieno ritmo una mezzamaratona di 90 minuti (con l’inconscio che ragiona) sapendo che quando ritorni vincitore ti gettano due petardoni sotto il pulman? I bestemmiatori codardi che asseriscono che la contestazione cambia i destini e non hanno il coraggio di dire che è COLPA LORO sono il male del TORO.
      Pochissimi al Fila e 1/3 dei tifosi usuali a Milano testimoniano che i tifosi BUONI hanno capito.
      Ne usciremo,perché noi BUONI siamo più numerosi e forti dei codardi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. ddavide69 - 9 mesi fa

    Dovevamo prendere depaul, sono 2 anni che lo diciamo, costava 35 milioni? Bene. Doveva tirarli fuori. Ne ha spesi 25 per un panchinaro. Questi sono i risultati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torosempre - 9 mesi fa

      È solo una scusante pensare chs un giocatore sposti gli equilibri di una squadra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 9 mesi fa

        Mah , non so … io mi riferisco alle possibilità e alle volontà della nostra presidenza: se quest’anno si poteva o voleva spendere una cifra tre i 20 e i 30 milioni , io avrei preso delpaul , piu’ giovane , piu’ tecnico , con piu’ grinta, piu’ allenato.

        Poi non so’ di quanto avrebbe spostato gli equilibri , ma per fare un parallelo , se la gobba non avesse Ronaldo , oggi avrebbe 10 punti un meno.

        Bene , a livello tecnico , per noi uno come Depaul stà come Ronaldo alla juvemerda.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Athletic - 9 mesi fa

        Non sono d’accordo. Mazzarri si è dimostrato molto poco avveduto, ha avuto a disposizione Soriano e Zaza, che possono starci simpatici oppure no, ma sono giocatori da serie A, eppure non li ha utilizzati. Ci sarebbe stato anche Ljajic, ma non gli piaceva neppure lui. In compenso abbiamo giocato con Verdi e Berenguer, i quali per rendimento sono stati da squadra che lotta per salvarsi, forse nemmeno. E comunque assolutamente non paragonabili a Iago e Ljajic. Ora se ci troviamo in questa condizione il problema sta tutto quì: l’aver voluto Verdi, acquistato ad una cifra notevole, ha costretto Mazzarri a farlo giocare sempre e siccome non ha avuto a disposizione Iago per infortunio, ha dovuto affiancarlo a Berenguer, bravo giovane che sicuramente crescerà, ma non ancora maturo da sobbarcarsi sulle spalle la responsabilità dell’attacco di una squadra da medio alta classifica. Verdi per rendimento è stato di gran lunga inferiore a Berenguer, mai determinante, se non nelle palle perse e quindi nei gol subito. E’ stato una zavorra che ci siamo sobbarcati per tutto il girone di andata e se ci troviamo in questa situazione è anche “colpa” sua. Ovviamente non ce l’ho con lui a livello personale, sicuramente ha cercato di dare tutto, ma i risultati sono stati pressochè nulli. Ora, se hai in rosa Zaza e Belotti, è meglio schierarli insieme e a questo punto investi i soldi in De Paul o chi per lui. Diversamente vendi Zaza e con il ricavato più i 25 milioni compri gente del calibro di Ljajic, non un giocatore che in tutta la sua carriera ha fatto un solo anno ad un buon livello in una squadra come il Bologna, e perdipiù non lo prendi con diritto, no .. lo prendi a titolo definitivo per 25 milioni. Cairo è stato avventato nel fidarsi di Mazzarri, il quale ha sbagliato tutto lo sbagliabile e si è poi ritrovato prigioniero dei suoi stessi errori. Ma tutto questo non sarebbe accaduto se ci fosse stato un diesse con le palle che avesse messo un veto su questa operazione insensata. Ma siccome al Toro decide Cairo, e Cairo non capisce un tubo di calcio, nel momento in cui si fida di Ventura che gli fa fare plusvalenze, va tutto bene, quando si fida di un incapace come Mazzarri va tutto a rotoli. Un diesse con le palle e con pieni poteri avrebbe evitato tutto ciò, e un diesse non costa trentacinque milioni, ma un De Paul gira e rigira te lo porta a casa per molto meno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Kieft+Bresciani - 9 mesi fa

          Parole Sante !!!
          Senza un DS con le palle quadrate non andremo da nessuna parte.
          Altro che circondarsi di “Yes-men” come ha sempre fatto urbano…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Red - 9 mesi fa

      Se prendevamo Depaul per 35 e non rispettava le aspettative eravamo tutti a dire che doveva prendere Verdi per 25 e si risparmiava pure.
      Facile parlare dopo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 9 mesi fa

        Guarda, sono 2 anni che dico che c’era da prendere Depaul e anche kucka per il centrocampo.

        Se non ci credi leggi i miei post di fine agosto scorso e anni prima , quindi con me la considerazione che hai fatto è fuori luogo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

        De Paul non sbagliava… anche solo perchè, banalmente, quello del trquartista è il suo ruolo naturale… mentre Verdi è un altro attaccante esterno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Héctor Belascoarán - 9 mesi fa

      Anche solo Franco Vasquez se si voleva risparmiare, almeno facevamo giocare un trequartista nel ruolo di trequartista.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Andrea63 - 9 mesi fa

    I consigli caro Serino li poteva dare anche qualche mese fa…. Invece ha sostenuto sempre a spada tratta quell’esule che allenava già male in inghilterra e che in Italia aveva chiuso la sua carriera già da anni e i risultati ora sono sotto gli occhi di tutti, per non parlare di Cairo che è ma lei non lo dice mai il nostro male più grande!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 9 mesi fa

      Esatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Torosempre - 9 mesi fa

      27 punti o più per 4 gironi di seguito, come lui solo Maxi Lopez, per una volta. Bestemmiatori codardi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 9 mesi fa

        Vinci lo scudetto con 27 punti ? che cazzo sono 27 punti ?

        A cosa servono ?

        Ma fatti furbo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. FVCG - 9 mesi fa

          Negli ultimi 20 anni chi ha fatto 20 punti al Toro con un squadra definita da tutti di brocchi cotti?

          FVCG

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. ddavide69 - 9 mesi fa

            Sinceramente non capisco cosa vuoi dire : ti riferisci a Mazzarri ?

            Mi piace Non mi piace
          2. ddavide69 - 9 mesi fa

            Se ti riferisci a lui è lo stesso che ha fatto 27 punti con una squadra difficilmente migliorabile

            Mi piace Non mi piace
          3. FVCG - 9 mesi fa

            Mi riferisco alla domanda che hai fatto: che cosa sono 27 punti …..vedremo che cosa sono tra un po’ di tempo (tanti o pochi intendo) tutto é opinabile non i numeri ….e ti chiedo prova a guardare indietro negli anni e a contare quanti allenatori hanno fatto gli stessi punti …tutto qua …senza polemiche ..solo guardando i numeri

            Mi piace Non mi piace
  30. Torello di Romagna - 9 mesi fa

    Finalmente Rampanti si accorge che questa squadra e’ scarsa !
    Purtroppo quello che in molti evidenziamo da sempre (gestione precedente WM)…. il Toro e’ una squadra piatta , molle , senza qualita’ (soprattutto nei singoli) , senza carattere capace , a volte , di fare gare decenti giocando sull’avversario , inesistente sul piano del gioco propositivo e offensivo.
    Tutti i nodi prima o poi vengono al pettine ….. aver rinunciato a quei pochi giocatori tecnici , fantasiosi e con caratteristiche tecniche superiori alla nostra media ci sta condannando ad un campionato anonimo a rischio retrocessione .
    Adem , Iago , Soriano ritenuti inutili dal livornese erano per noi tanta roba e , peggio ancora , non aver cercato di rimediare sul mercato, seppur in ritardo , a queste caxxate.
    Abbiamo un centrocampo che faticherebbe anche in B (2 incontristi di cui uno piantato (Meite) , uno di cartavelina (Baselli) e un buon profilo giovane (Meite) .
    Dove andiamo ?
    Il Gallo avra’ le sue colpe ma chi lo sostiene e supporta nel creare azioni da gol …
    Delusione e pena !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torello di Romagna - 9 mesi fa

      Profilo giovane (Lukic!)

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy