Il Torino 2020/2021 e quelle analogie preoccupanti con la stagione 2002/2003

Il dato / Per punti raccolti e gare in casa senza vittoria il Toro di Giampaolo eguaglia il parziale della stagione conclusa all’ultimo posto in A, per reti subite lo supera addirittura

di Luca Sardo

Ennesima sconfitta dei granata in questa stagione: il Toro non sa più vincere. La squadra di Giampaolo ieri allo stadio Olimpico Grande Torino è stata sconfitta 3-2 dall’Udinese di Luca Gotti. Per il Torino ora la situazione in classifica è sempre più critica: in attesa della gara del Genoa (che affronterà la Juventus), Belotti e compagni si trovano al penultimo posto a pari punti proprio contro i liguri. Dopo 11 giornate di campionato sono solamente 6 i punti raccolti dai granata: è record negativo della storia granata, eguagliato il dato della stagione 2002/2003. Al termine di quella stagione il Torino retrocesse in Serie B, posizionandosi al 18°posto con 21 punti in 34 partite.

TURIN, ITALY – DECEMBER 12: Rodrigo De Paul of Udinese Calcio celebrates after scoring their team’s second goal during the Serie A match between Torino FC and Udinese Calcio at Stadio Olimpico di Torino on December 12, 2020 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

IL CONFRONTO – Migliore è la fase offensiva che svolge il Torino di oggi con 19 gol fatti contro i soli 6 del Toro 2002/2003, che però non aveva davanti uno dei migliori attaccanti italiani come Andrea Belotti. Il dato veramente preoccupante i gol subiti: mentre tredici anni fa i granata subivano 22 gol dopo undici partite, in questo campionato Sirigu ha già toccato quota 27 reti subite: il Torino è la squadra più perforata del campionato, con una media di quasi 2.5 gol subiti a partita. Da sottolineare c’è un altro che dato che accosta il Torino 2020/2021 a quello della stagione 2002/2003, probabilmente la peggiore di tutti i tempi in casa Toro: con la sconfitta contro l’Udinese sono diventate otto le gare casalinghe consecutive senza vittoria. Il Torino era “riuscito” a far segnare questo dato solo nel 2003 e nel 1959. La prossima sfida a Torino contro il Bologna dovrà servire a evitare un primato negativo assoluto.

LEGGI ANCHELe pagelle di Torino-Udinese 2-3: la fase difensiva granata non esiste

19 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Ciroa974 - 1 mese fa

    Largo ai giovani, fuori chi non ha motivazione a cominciare dal portiere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Il Giaguaro - 1 mese fa

    Cari compagni di sventura @pandaniel @paulin Giampaolo, come chiunque altro al suo posto, ha bisogno di una dirigenza che abbia il coraggio di mettere fuori rosa (e al minimo di stipendio) qualcuno fino a Gennaio, momento in cui bisognerà sbarazzarsene… Io ricordo Sirigu (che considero per due anni il miglior portiere visto a Torino dopo Castellini) prendere a calci il palo e bestemmiare ad ogni gol subito negli anni scorsi, non ridere dopo essersi fatto uccellare 3 volte su 3 tiri in porta nientpopodimenoche dall’Udinese!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. fabrizio - 1 mese fa

      bravo. il problema sta tutto li’. La dirigenza (haha) non vuole di certo svalutare (ancora) questi “individui” per cui giocheranno sino al mercato di gennaio. CErto che ancora una volta il rifiuto urbano da’ la colpa ai giocatori che LUI e quel poveraccio del suo DS hanno comprato spacciandoli per fenomeni..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. pandaniels - 1 mese fa

      Convengo con te @Il Giaguaro
      FVCG!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bela Bartok - 1 mese fa

    Ho paura che il finale sarà proprio quello. L’unica soluzione sarebbe pulizia dello spogiatoio e innesti a gennaio ma sappiamo benissimo che non succederà. Mi sa che anche la conferma di Giampaolo sia solo un segnale di risparmio a tutti i costi sperando nel miracolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Nero77 - 1 mese fa

    I presupposti ci sono tutti per fare meglio della stagione 2003!Grazie al trio Sciagura!Falliti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Boss Granata - 1 mese fa

    Un altro record dell’era Cairo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. mamaluk - 1 mese fa

    Se l’Udinese avesse giocato con la casacca bianconera, Segre si sarebbe fatto un selfie con la maglia numero 10 di Rodrigo de Paul da inviare a un bis-cugino in argentina?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Cuore granata 69 - 1 mese fa

    Per avere delle speranze devi girare a fine andata tra i 15 e i 20 punti…3 partite non le calcolo neanche roma napoli milan..ci sarebbero bologna parma verona spezia e benevento…se qui fai una decina di punti..giri sui 16 poi soerare in un girone di ritorno da 25 punti non sarebbe certo un impresa titanica..ma poi mi dico sta squadra che ogni volta che si parla di svolta perde..e aggiungo ma star qui a fare sti conti fa una stristezza immane..quindi vada come vada….27 partite mancano..lo spezia che ha già giocato ed ad oggi sarebbe salvo sta sopra 4 punti non 40..si potrebbe con 81 punti a disposizione si potrebbe…ma 11 partite 1 vittoria dura essere fiduciosi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. pieffe6_12241756 - 1 mese fa

      Concordo con te che se non giriamo almeno a 15/16 punti siamo spacciati! Secondo me prima dobbiamo perdere malamente a Roma! Così almeno si deciderà a cambiare rotta e ci sarà qualche speranza

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. pandaniels - 1 mese fa

    @paulinStantum i segnali che cogli tu sono gli stessi che vedo io
    Squadra completamente allo sbando, ieri sicuramente son volati stracci tra giocatori e fra mister e qualcuno dei giocatori.
    Giampaolo è in confusione e (parere mio) non è in grado di gestire situazioni come queste.
    E’ da sostituire con un tecnico “alla Raniieri” (che si adatti ai giocatori, pragmatico e che li faccia rigare e correre)
    La fiducia dichiarata da cairo conferma la sua inettitudine e arroganza: non ammette l’errore fatto scgliendo un tecnico coem Giampaolo (pur stimabile) ma non adatto al contesto (sia ambientale, sia per il peridodo storico che stiamo attraversando) e a cui soprattutto non ha fornito giocatori adeguati.
    Ennesima decisone sbagliata di un pseudo presidente che arroga decisioni pur nella sua comompleta incompetenza calcistica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. pieffe6_12241756 - 1 mese fa

    Abbiamo ancora 12 punti a disposizione da Spezia e Benevento, dobbiamo prenderli tutti! Poi ripagare con la stessa moneta Cagliari e Udinese andando a vincere in casa loro! Poi ancora fare tre punti a Crotone. Poi mancherebbero ancora 12/13 punti ovvero un paio di vittorie (in casa con Genoa e Fiorentina) e 6/7 pareggi.
    Con un drastico giro di vite si potrebbe ancora fare! Io ci credo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mamaluk - 1 mese fa

      Se le vinciamo tutte fino alla fine abbiamo ancora 81 punti a disposizione e ci qualifichiamo per la Champions… Certo, certo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Boss Granata - 1 mese fa

        No, stiamo cercando di vincere la Coppa Italia, così da poter andare in Europa il prossimo anno (giocando in Serie B)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. fabrizio - 1 mese fa

      e poi ci svegliamo tutti sudati…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. leggendagranata - 1 mese fa

    Aggiungo un’ altra analogia: il Torino del 1999-2000 retrocesse nonostante i 18 gol segnati da Ferrante. Dunque, è evidente che non possiamo aggrapparci al solo Belotti per pensare di rimanere a galla…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. paulinStantun - 1 mese fa

    Fino a ieri alle 18.00 ero preoccupato ma possibista… ora sono più sul disperato andante…
    Troppi segnali inquietanti ieri: il casino che c’è stato negli spogliatoi (allenatore che rientra molto prima della squadra, strano “huddle” tipo football americano chiamato da Belotti ad inizio del secondo tempo, mai successo), sempre Belotti che in un paio di occasioni è stato inquadrato o mentre apriva le braccia o guardava i compagni con uno sguardo : “ma c…o stai facendo???”.
    La vedo veramente dura, con o senza GP. La squadra mi sembra che si sia squagliata, pochissimi che hanno ancora veramente voglia di provarci.
    Ora 3 partite in pochissimi giorni (dove si rischia di fare pochissimi -o nessun- punti e di arrivare a gennaio ultimi in classifica con 6-7 punti) e poi lo strazio del calciomercato di gennaio, dove forse si cercherà di far fuori i ribelli ma con enormi difficoltà a comprare qualcuno anche solo passabile (quale giocatore “decente” si legherebbe per più anni ad una squadra in una quindicina di giornate ha raccolto 6-7 punti quindi ad estremo rischio di retrocedere???).
    La vedo dura, molto dura (e io sono un inguaribile ottimista)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fb - 1 mese fa

      Serve una epurazione, come la prima che fece Petrachi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. pieffe6_12241756 - 1 mese fa

    Che tristezza!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy