Torino, Bonifazi conteso sul mercato: può partire anche a titolo definitivo

Torino, Bonifazi conteso sul mercato: può partire anche a titolo definitivo

Focus on / Fiorentina, Spal e Bologna pronte a farsi avanti già nel mercato di riparazione: il Torino valuta tutte le possibilità, anche la cessione a titolo definitivo

di Nicolò Muggianu

Kevin Bonifazi è stato sul mercato per tutta la scorsa estate, a un certo punto sembrava poter rientrare da protagonista nei programmi di Mazzarri ma in vista della sessione di gennaio è probabile che torni a essere uomo-mercato. Il centrale difensivo classe 1996 è sparito dai radar di Mazzarri ormai da tempo. Più precisamente da Torino-Lecce del 16 settembre, quando Bonifazi ha disputato i suoi ultimi minuti in maglia granata. Poi il nulla. Una serie di esclusioni consecutive che si spiegano solo in parte con l’infortunio alla mano che lo ha fermato per un mese e che, sommate alla crescita esponenziale di Bremer, spingono sempre più l’ex Primavera lontano da Torino.

AVVIO – E pensare che l’ottimo avvio di Bonifazi aveva fatto pensare a tutt’altro futuro. Una stagione cominciata con 3 presenze nei preliminari di Europa League e 3 in campionato, impreziosite da due gol: il primo contro il Soligorsk ed il secondo nel 2-3 del Tardini contro l’Atalanta. Sei apparizioni complessive, collezionate tutte in concomitanza del caso-Nkoulou e dei problemi fisici di Lyanco. Poi però, con il reintegro dei due compagni di reparto, lo spazio per Bonifazi si è ridotto fino a annullarsi completamente. Basti pensare che da quel Torino-Lecce datato 16 settembre, l’ex Spal non è mai più sceso in campo. In mezzo anche l’infortunio alla mano che lo ha tenuto lontano dai campi per circa un mese, con conseguente discesa nelle gerarchie di Mazzarri.

INTERESSE –  Bonifazi difficilmente accetterà il prolungarsi di questa situazione, anche perchè ha parecchio mercato. Per questo, ad oggi, la pista più probabile sembra essere la separazione; probabilmente già a gennaio. L’interesse nei confronti del classe 1996 non manca: su di lui ci sono Fiorentina, Spal e Bologna, interessate a lui da tempo. Il Torino aspetta e valuta, senza escludere nessuna pista a priori. Nemmeno la cessione a titolo definitivo, che verrebbe presa in considerazione dalla società in caso di un’offerta ritenuta congrua. Per la valutazione del cartellino del giocatore si parte dagli 11 milioni di euro investiti dal Torino nel contro-riscatto esercitato nel luglio scorso per riprenderlo dalla Spal. A quel punto Bonifazi sarebbe una plusvalenza bella e buona essendo arrivato a zero per la Primavera dal fallimento del Siena nel 2014. Ma se ne riparlerà dal 2 gennaio, quando si aprirà ufficialmente il mercato di riparazione.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14003131 - 7 mesi fa

    Mi sembra una pessima idea!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Jerry - 7 mesi fa

    ….. Bonifazi sarebbe una plusvalenza bella e buona essendo arrivato a zero per la Primavera dal fallimento del Siena nel 2014. ….Questo fa’ capire, che tipo di progettualità è in seno alla società!! E poi ci si arrovella il cervello per capire i perché è i per come, il tifoso contesta e si disinnamora…. come lui toccherà a Parigini/ Edera/ Millico…. prodotti mai valorizzati e usati solo esclusivamente come merce di scambio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Carlin - 7 mesi fa

    FERMATE MAZZARRI!!!!! Prima che sfasci la squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giaguaro 66 - 7 mesi fa

    Mazzarri è veramente un allenatore incongruente e incomprensibile, ma la cosa peggiore è Cairo che l’ha scelto e gli permette di delapidare capiatali sociali quali Bonifazi, Edera, Parigini…mah (?) allenatore e presidente senza ne arte ne parte

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. chatamula203_12178705 - 7 mesi fa

    Giovane, bravo, italiano, del vivaio, nazionale under 21, mai fatto cappelle stile Bremer ovviamente incontra l’ostracismo della Cairese. Se ci fosse un progetto rimarrebbe, ma visto che il progetto non c’è meglio mobbizzarlo e sbolognarlo al miglio offerente. Vuoi mettere pagare 6 milioni (non si sa bene a chi siano andati) un giocatore brasiliano senza curriculum che su transermarkt ne valeva 2. Questo è il calcio italiano, quello sporco però.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. pinco pallino - 7 mesi fa

    Io mi sarei incazzato tantissimo con Mazzarri.
    Come? Quando il barbaggianni Nkolou voleva più soldi, o i fatti suoi, non è voluto scendere in campo, allora kevin era bello bravo e buono.
    Poi il magnaccio del Nkoulou si è accordato con la società e il buon Mazzari ha ritenuto che Nicolas Nkoulou aveva creato i meriti per riprendersi la titolarità.
    Ed il calcio in culo glielo ha datto a Bonifazi.
    Certo contro il Lecce aveva fatto pena rincorrendo gli avversari, ma dè, di sicuro non si meritava questo trattamento. Visto anche come hanno giocato tanti alti
    Quando ho rivisto il barbaggianni in campo, titolare, gli ho perso il rispetto al mister Mazzarri. Lui che non perde occasione, di vantarsi di quanto è genuino e puro. La meritocrazia, qui quo qua, quaqquaraqui quaqquarallà.
    Tutto lì.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Simone - 7 mesi fa

    Se deve marcire in panca è giusto per lui che parta.
    In prestito se è intenzione della soc di lasciare partire Nkoulou a giugno (come da sue richieste)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giancarlo - 7 mesi fa

      Sempre che lui voglia restare in questo Toro (leggi Mazzarri). Dopo una buonissima stagione alla Spal se pure facesse bene altrove chi gli garantisce che al ritorno troverebbe comunque un posto da titolare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy