Torino, con Vagnati c’è Specchia: braccio destro e coordinatore dello scouting

Torino, con Vagnati c’è Specchia: braccio destro e coordinatore dello scouting

Focus / Dal Portogruaro alla SPAL, passando da Venezia e Chievo Verona sempre a capo della squadra osservatori

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Quando l’arrivo di Vagnati sarà ufficializzato, con lui dovrebbe entrare nello staff societario anche Gianmario Specchia. Quest’ultimo è stato il braccio destro del ds spallino a Ferrara e coordinatore dell’area scouting, ruoli che potrebbe mantenere anche in granata.

Torino, con Vagnati si interromperà il processo di “granatizzazione”? Ecco chi potrebbe seguirlo

CARRIERA – Terminata la propria carriera da calciatore al Portogruaro nel 2011, ha iniziato la sua nuova vita da dirigente proprio nella società veneta come Direttore Generale. Nel 2014, poi, passò al Venezia per un anno e dal 2015 al 2017 ha gestito l’area scouting del Chievo Verona. Tra i clivensi si afferma tra i professionisti in questo ruolo e nel 2017 inizia la sua avventura alla SPAL grazie anche ai rapporti che lo legavano con il dg ferrarese Gazzoli, che lo portò a Ferrara dopo averci lavorato insieme al Venezia. Tra gli spallini comincia anche la sua collaborazione con Vagnati, divenendone uomo di fiducia.

Cairo-Bava, l’altro 4 maggio: al Filadelfia un faccia a faccia di due ore

SPAL – L’approdo in Emilia-Romagna non fu dei più felici. Quando fu ufficializzato dalla società ferrarese, la notizia fu accolta dal malumore della piazza spallina, in virtù di vecchi attriti. Specchia, infatti, fu protagonista in negativo di una finale playoff persa dalla SPAL contro il Portogruaro a causa anche di un suo autogol. Nel corso delle tre stagioni da coordinatore dell’area scouting ha saputo convincere i tifosi ferraresi, grazie al buon lavoro svolto insieme a Vagnati.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy