Torino, il pagellone di fine 2020: Segre NG, poco spazio per lui fino ad ora

I voti / Il centrocampista granata ha dimostrato di essere molto attento e ordinato nelle occasioni in cui è stato chiamato in causa da Giampaolo, poi è stato protagonista di uno spiacevole incidente

di Luca Sardo

Sotto le Feste su Toro News torna l’appuntamento con i pagelloni di fine anno: a ogni giocatore assegneremo un voto che riassuma la prima parte della stagione 2020/2021, ossia il periodo che va da settembre a dicembre. Buona lettura.


Arrivati al termine di questo 2020, è tempo di tirare le somme: ora è arrivato il turno di Jacopo Segre. Il numero 6 granata – dopo la passata stagione giocata in prestito in Serie B al Chievo – quest’anno è stato confermato nel Torino, utilizzato da Marco Giampaolo sia come vice Rincon (occupando il ruolo di regista davanti alla difesa) sia nel ruolo di mezz’ala.

TURIN, ITALY – OCTOBER 28: Marco Mancosu (L) of US Lecce in action against Jacopo Segre of Torino FC during the Coppa Italia match between Torino FC and US Lecce at Stadio Olimpico Grande Torino on October 28, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

PARTITA TOP – Utilizzato poco in questo inizio di stagione dal tecnico granata, Segre ha disputato la sua miglior partita fino ad ora in maglia granata in Coppa Italia con la Virtus Entella. Attento e ordinato sia in fase difensiva che ad impostare il gioco nel ruolo di regista davanti alla difesa. Particolarmente significativa è stata questa gara per il centrocampista cuore Toro: Segre infatti – dopo l’uscita dal campo di Meitè – ha indossato per la prima volta la fascia da capitano. Il numero 6 ha dimostrato di essere molto duttile: contro la Virtus Entella si è spostato anche nel ruolo di mezz’ala a seguito dell’ingresso in campo di Rincon.

LEGGI ANCHETorino, il pagellone di fine 2020: Ansaldi 5.5, gli infortuni lo rallentano ancora

VOTO – Difficile assegnare un voto al giocatore considerando i pochi minuti giocati dal ragazzo fino a qui. In generale il centrocampista non ha sfigurato nelle occasioni che Giampaolo gli ha concesso in questa prima parte di stagione, ma non ha ancora ricevuto vera e propria fiducia in ottica campionato. Sono solo 55 i minuti concessi da Giampaolo in campionato a Segre (suddivisi nella cinque gare in cui è stato inserito a partita in corso) e 180 in Coppa Italia. Di Segre, suo malgrado, si è parlato soprattutto per lo spiacevole incidente occorso a ridosso del derby della Mole, quando è circolata sul web una sua foto con la maglia di Dybala. Ora il ragazzo dovrà farsi trovare pronto in vista della seconda parte di stagione, nella speranza che il tecnico granata gli conceda un po’ più di spazio.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. GranataFinchCampo - 3 settimane fa

    Lasciando da parte l’episodio della maglietta che per come la penso è stata una caxxata ma senza malafede, per me Segre è un mistero.

    Voglio dire, non riesco a capire come un giovane che si è fatto le ossa in serie B e ha dimostrato il suo valore non abbia mai goduto della fiducia per essere provato seriamente in campo da quando è rientrato con noi (tralasciamo la partita di Coppa Italia contro una squadra minore).

    Il discorso avrebbe una logica se il nostro centrocampo fosse abbondante in numero, di qualità, con ottimo filtro alla difesa e supporto all’attacco.

    Ma è evidente che non è niente di tutto questo, per cui

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GranataFinchCampo - 3 settimane fa

      ….per cui mi lascia perplesso vedere lui perennemente rilegato in panca e qualche altro centrocampista (non faccio nomi, ognuno avrà i propri beniamini!) perennemente in mischia a creare il nulla se non danni

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. oscarfc - 3 settimane fa

        In questo caso determinante è l’allenatore. Se l’allenatore non ti vede per ragioni valide, difficile capirlo da fuori solo chi partecpa o segue gli allenamenti può dirlo.
        Giampaolo non sembra uno scopritore di talenti, Singo non fà testo ha giocato solo perchè Vojvoda era infortunato e non pare neanche meritocratico, troppe volte abbiamo visto giocatori confermati titolari dopo aver fatto male la domenica precedente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy