Torino-Inter 0-3, le statistiche: granata possesso sterile, l’Inter concretizza

Torino-Inter 0-3, le statistiche: granata possesso sterile, l’Inter concretizza

L’analisi / Granata poco solidi e i nerazzurri ne approfittano

di Marco De Rito, @marcoderito
torino-inter

“Abbiamo perso per errori che non si possono fare. Ma non paragoniamo questa partita a quella con la Lazio. A Roma non eravamo scesi in campo. Stasera è stato diverso”. Così ha commentato Walter Mazzarri Torino-Inter, terminata con la sconfitta subita dalla sua squadra nell’anticipo della tredicesima giornata. Se si analizzano i dati, i numeri sembrano dare ragione al Toro. Baselli e compagni sono riusciti a effettuare più possesso palla rispetto agli avversari: 58,4%, rispetto al 41,6% della squadra di Antonio Conte. Ma non è l’unico dato che sorride al Toro: 12 corner guadagnati contro i 4 dell’Inter, 41 cross effettuati (esclusi i calci d’angolo) contro i 6 dei nerazzurri, 720 palloni giocati rispetto ai 552 degli ospiti.

SOLIDITA’ – Un Toro molto corto (la lunghezza della squadra è stata di 29,9 m, rispetto ai 33,9 m dell’Inter) ma che si è dimostrato meno solido a differenza dell’Inter (163 le palle perse dal Torino, 132 dal Toro). I granata hanno giocato con un baricentro alto: 56,4 m, 13,6 m in più dell’Inter e non sono riusciti a coprirsi bene in difesa. Nkoulou e compagni hanno recuperato 59 palle a differenza delle 64 dell’Inter. Hanno fatto solo 8 contrasti: 16 in meno rispetto a quelli effettuati della formazione allenata da Conte. Gli interventi positivi in area sono stati 34, l’Inter ne ha fatti 51.

CONCRETEZZA – Il campo pesante ha condizionato il match e ha favorito l’atteggiamento dell’Inter. I granata hanno effettuato più dribbling (22 positivi contro 5 dei nerazzurri) ma i lanci verso Lautaro e Lukaku sono stati 55, 48 quelli fatti dai granata. Il Toro nonostante avesse un baricentro alto è stato molto corto. L’Inter ha sfruttato i lanci giocando con una squadra più lunga e cercando di servire le due torri davanti che danno maggior peso in avanti rispetto a Belotti e Verdi. Con l’ingresso di Zaza la situazione non è cambiata. Un’altra differenza in Torino-Inter è stata la differenza tra le due squadre nella fase di realizzazione. Il Torino ha effettuato 6 tiri fuori, 4 respinti e solo 2 nello specchio. La formazione meneghina si è vista respingere 5 tiri e ne ha tirati fuori solo 2, mentre quelli nello specchio sono stati ben 5 e i gol sono stati 3.

statistiche Opta

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. paviagranata - 10 mesi fa

    I numeri che contano sono: 13 partite e 14 punti, 7 sconfitte, 12mo posto in classifica 5 punti dalla zona B per ora un fallimento totale. Cairo vattene e porta con te le tue bugie che hai raccontato vin qs 15 anni. GAME OVER

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 10 mesi fa

    ha dominato lo schifo quello si

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawda - 10 mesi fa

    Come si fa a parlare di partita dominata? Sulla base di quali fantasiosi dati? Non certo quelli che emergono dal match report, dove a fronte di un equilibrio nei tiri, anche se in porta il Torino ne ha fatto uno solo, al massimo si potrebbe parlare di partita piu’ equilibrata di quanto non si direbbe guardando solo il risultato finale. Se pero’ si prendono le occasioni da goal, che ovviamente TN evita di pubblicare probabilmente per tentare di far credere ad una partita equilibrata, il dato e’ 6 occasioni per l’Inter contro 1 del Torino; dato peraltro evidente a chiunque avesse guardato la partita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. NEss - 10 mesi fa

      Scusa ma come fa ad essere una sola occasione per il Torino?
      Izzo di testa solo e palla a lato (su punizione mi pare); gran parata di Handanovic su non ricordo chi, tiro da 2-3 passi dalla porta, in mezzo all’area. Poi volendo anche il tiro di NKoulu dopo il rimpallo su DeSilvestri e la punizione di Verdi, ma non so se questa siano considerate occasioni.

      Non concordo sul “dominato”, ma neanche sullo zero tiri (scritto sotto) o 1 occasione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 10 mesi fa

        Le sei occasioni ad una sono nel rapporto sulla partita che si puo’ leggere sul sito della Lega serie a e da cui credo siano tratte anche le statistiche sopra riportate, tranne quella sulle occasioni, forse non faceva comodo. Numeri a parte, la partita di ieri ha mostrato da una parte una squadra, l’Inter, che pur non giocando certo un gran calcio dava la sensazione di poter fare male ogni volta decidesse di spingere, mentre dall’altra il Torino faceva uno sterile possesso palla senza avere nessuna idea su come impensierire gli avversari. Ecco perche’ scrivere che il Torino avrebbe dominato e’ una castroneria colossole; possiamo discutere se il Torino abbia avuto una o due occasioni ma in ogni caso non cambierebbe il giudizio, decisamente negativo, su partita e prestazione.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Mimmo75 - 10 mesi fa

    Chi ironizzava perché dicevo che ieri abbiamo dominato ma perso da polli è servito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 10 mesi fa

      mimmo pero’ il possesso palla sterile non e’ dominio, l’altra squadra ti lascia giocare e poi quando hanno voluto sono partiti e ci hanno infilato.

      per carita’ sono giudizi sogettivi ma dominare per me sarebbe aver fatto venti tiri in porta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 10 mesi fa

        Leggili tutti i numeri, non solo il possesso palla. Ieri abbiamo dominato ma ci è mancato il Gallo in fase offensiva e abbiamo regalato due gol a una squadra che rispetto a noi è stata spietata e cinica. E sia chiaro che non è mica un merito dominare e perdere di brutto, tutt’altro. Ma se si parla di un Toro che non gioca, non corre e non segue il mister si dice una cosa non vera. Ieri, anche ieri, han tradito i singoli mentre la sfiga (Belotti subito out) c’ha messo il carico. Ripeto: il problema non è Mazzarri.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Pedro - 10 mesi fa

          Ciao sciamano delle praterie, quelle grazie alle quali avremmo dovuto schiantare il Bologna di Sinisa. Ricordi?
          Allora spiegami maestro
          Come mai i brocchi restano brocchi,
          Gli scazzati rimangono scazzati,
          Gli infortunati si infortunano di più
          E di correre manco a parlarne?
          Non parlo di gioco perché sappiamo che a uolli non interessa.
          Tutto accade nonostante in panca ci sia e soprattutto ci rimanga il tuo eroe.
          Abbiamo 14 punti alla 13. Persino Sinisa aveva fatto meglio con Castan e Rossettini. Peggio – 12 pts – solo nel 2008/9
          Ti prego maestro Mimmo dammi una risposta.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. prawn - 10 mesi fa

    Mi pare che sia sempre così. Possesso sterile, zero tiri eccetera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Nero77 - 10 mesi fa

    Non avrei mai creduto di rimpiangere Sinisa come allenatore,niente gioco,squadra senza anima,mister in confusione,società assente.La B non è cosi lontana

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy