Torino, la ripresa si avvicina: aumenta l’intensità e Longo si fa sentire

Torino, la ripresa si avvicina: aumenta l’intensità e Longo si fa sentire

Toro News / A meno di una settimana dal match contro il Parma, il tecnico granata alza l’asticella in allenamento: obiettivo arrivare pronti alla ripresa

di Redazione Toro News

Mancano meno di sei giorni a Torino-Parma: ora non si scherza più. La ripresa del campionato è ormai alle porte e il tecnico granata Moreno Longo è tornato ad alzare i toni e l’intensità del lavoro durante gli allenamenti settimanali. L’obiettivo principale è quello di mantenere alto il livello di tensione all’interno dello spogliatoio, con il Torino che si giocherà una fetta importante di salvezza nelle prime tre partite in calendario: quelle contro Parma, Udinese e Cagliari.

INTENSITÀ – La parola d’ordine delle sedute di allenamento che il Torino sosterrà da qui al prossimo sabato (20 giugno ndr) sarà per l’appunto “intensità”. Per i granata sarà fondamentale cominciare al meglio e per farlo occorrerà presentarsi ai blocchi di partenza con una condizione psico-fisica favorevole. Un obiettivo non scontato, specie dopo i recenti infortuni di Baselli e Verdi (LEGGI QUI) che hanno complicato e non poco i piani di Longo.

PROVE – Anche per questa ragione, il tecnico granata è tornato a farsi sentire durante gli ultimi allenamenti sostenuti al Filadelfia. Viste le tante defezioni, sarà fondamentale per il mister poter contare al 100% su tutti gli elementi a disposizione: da Belotti all’ultimo calciatore aggregato alla Primavera. Nonostante il crescente carico di intensità durante gli allenamenti, Longo terrà ovviamente conto anche delle singole necessità fisiche: in primis quelle di Ansaldi, che il Torino ha scelto di preservare dal punto di vista fisico in vista del rush finale.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 3 mesi fa

    Ieri ho visto Juve-Milan:
    prendere atto dei ricambi a disposizione delle due squadre, e delle 5 sostituzioni, mi ha fatto capire ancora di più perché il Toro si trova in zona retrocessione!
    E perché i nostri, quei pochi buoni, ante covid, non ne potevano più, e hanno mollato di brutto!
    Ormai non si gioca quasi più x 90/100 minuti: mezza squadra gioca part-time, e in quel breve periodo, dà il tutto per tutto.
    Come faranno i nostri a giocare per intere patite, ogni 3 giorni, sempre al massimo, e senza farsi male??
    Oltre ad aver “alleggerito” oltre misura l’organico con cessioni scellerate, fa rabbia pensare a quanti giovani validi il Toro ha spedito a “farsi le ossa” altrove: ci fossimo almeno tenuti alcuni di quelli, ad allenarsi e fare esperienza con la prima squadra: ora verrebbero sicuramente “a taji”!
    La primavera di questo anno, dove Longo può pescare, è la più “scarsa” dell’ultimo lustro, sicuramente!
    Magari avere ancora con noi Rauti, Segre, Butic, Candellone, Fiordaliso, Gemello, Kone, ecc..
    E non è certo x non spendere x gli ingaggi: lo stipendio di tutti questi ragazzi messi insieme non vale quello di un top-player!
    Che rabbia: politica autolesionistica, rivelatasi totalmente sbagliata!

    Questo il commento che ho ripreso, e che riporto, da un altro giornale: non c’è nulla di mio!
    “Moreno Longo ha ereditato un Toro in condizioni fisiche, ancora più che psicologiche disastrose e una rosa già ridotta all’osso che ora gli sta presentando il conto”! 
    Se fa il miracolo, e ci tiene in serie A, diventa il nostro “Guardiola”, il nostro “Mourinho”!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 3 mesi fa

      Madama Granata, condivido quasi tutto il tuo pensiero tranne quello sui giovani. Quelli che hai nominato non credo sarebbero serviti alla causa,l’unico cui mi sento di concedere il beneficio del dubbio è Segre, il resto ,con il massimo rispetto ,può rimanere dov’è. Purtroppo sula rosa ristretta e sulle probabili difficoltà nel giocare una partita ogni 3 giorni ho paura che le tue preoccupazioni possano diventare presto foschi presagi e su questo condivido ogni tuo punto di vista…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy