Torino, la strategia di Mihajlovic: togliere pressione ai giocatori

Verso il match / Quest’oggi i granata ospiti dei capitolini, ieri Mihajlovic determinato: “Niente da perdere, dev’essere un vantaggio”

di Federico Bosio, @fedebosio19

Incontro ostico, sfida complicata tanto più in trasferta e che capita in un momento estremamente delicato, proprio quando servirebbe dare continuità alla vittoria della scorsa settimana contro il Pescara e riprendere davvero confidenza con i tre punti per tornare ad inanellare una serie di successi consecutivi: quella che aspetta il Torino questo pomeriggio, in casa della Roma, si dipinge come una trasferta particolarmente impegnativa e difficoltosa. I granata tuttavia hanno il dovere di scendere in campo per cercare fino in fondo il colpo esterno e credere nelle proprie potenzialità, e proprio per questo motivo ecco che Mihajlovic sembra aver escogitato un’apposita strategia per i propri ragazzi.

QUI LE PAROLE COMPLETE DI MIHAJLOVIC

QUI LE DICHIARAZIONI DI BENASSI

QUI LA CONFERENZA STAMPA DI MORETTI

QUI I CONVOCATI DEL TORINO PER LA ROMA

Ieri, in conferenza stampa, il tecnico serbo è stato cristallino: “Sono convinto che possiamo fare risultato, la Roma è forte ma anche loro devono preoccuparsi di noi. Sicuramente se si perde a Roma è nell’ordine delle cose perchè lì in casa loro hanno perso tutti: in questo senso non è una partita in cui pretendo di fare risultato. Questo dovrebbe essere un vantaggio: andiamo lì sapendo che sono forti, ma non abbiamo nulla da perdere” Parole che lasciano intendere una ben precisa e delineata tattica da parte dell’allenatore granata, che sembra voler in qualche modo sollevare i propri giocatori dall’eventuale pressione naturalmente prevista per un incontro di tale importanza contro un avversario di livello. ‘Perdere contro la Roma in trasferta, in fin dei conti, non è poi questo dramma: non abbiamo niente da perdere, giochiamocela con la testa libera e proviamo a sorprendere’ questo sembra essere il pensiero di fondo, la linea guida di base.

FC Torino v Pescara Calcio - Serie A

Una filosofia volta a ‘deresponsabilizzare’ i giocatori in un certo senso, ovvero finalizzata a far scendere in campo la squadra rilassata e priva di qualsiasi ansia da prestazione: tranquillità e calma, giocarsela a viso aperto dal primo all’ultimo minuto senza pressioni di classifica o di sorta, prendendo quel che viene. Una strategia ben definita che appare in verità come una grossa novità da parte di Mihajlovic stesso, che ha abituato la piazza granata – così come tutte le altre in cui ha allenato precedentemente – a dichiarazioni altisonanti o comunque determinate alla vittoria ad ogni costo. Questo pomeriggio, in trasferta sull’ostico campo della Roma, la linea guida è chiara: giocare senza remore nè preoccupazioni, il Toro non ha niente da perdere e proprio per questo può cercare il colpo grosso, a mente libera.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Djordy64 - 4 anni fa

    Bastava nonnsbagliare il rigore bannatogranata e il tuo commento cambiava ….vuoi crocifiggere Falque ? O Ajeti x la pozza nascosta ? E basta con sti commenti del cazzo….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. BannatoGranata - 4 anni fa

    Vista la Lazio con l’Empoli? Liquidati in pochi minuti dopo essere andati sotto. In quelle partite si fanno i punti. Non in queste.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. WGranata76 - 4 anni fa

      La Lazio ha una rosa molto più equilibrata e forte della nostra.
      Centrocampo con Biglia,Parolo,Milinkovic,Lulic e attacco con Immobile,Anderson sottotono quest’anno,ma compensa Keita che segna di più.
      In difesa Tutta gente esperta come Basta,Radu,De Vrij e Wallace.
      I paragoni sono abbastanza improponibili direi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy