Torino, le ultime dal Fila: ancora terapie per Iago Falque

Torino, le ultime dal Fila: ancora terapie per Iago Falque

Report / Ecco cosa è successo durante il doppio allenamento di oggi

di Redazione Toro News

Si è da poco conclusa la doppia seduta di allenamento del Torino al Filadelfia. Al mattino Mazzarri ha posto l’accento sulla preparazione atletica, alternando il lavoro dei giocatori tra palestra e campo, per preparare al meglio i ragazzi alla sfida di ritorno di giovedì contro il Debrecen. Dopo aver concesso qualche ora ai ragazzi per pranzare e riposare, il tecnico ha poi, nella seduta pomeridiana, ripreso sul terreno di gioco principale con un allenamento in grado di vertere sull’attività tecnico-tattica dei giocatori. La giornata si è infine conclusa con una partita a ranghi misti e tempo ridotto. L’unico assente, tra coloro che hanno giocato il match di andata contro gli ungheresi, è stato Iago Falque: dall’infermeria non giungono infatti buone notizie e lo spagnolo è stato trattenuto per terapie specifiche; visto il trauma contusivo alla caviglia è però difficile dire se giocherà contro il Debrecen (qui l’articolo). Domani è prevista una seduta di allenamento pomeridiana: dalle 18:15 nel cortile dello stadio Filadelfia le porte saranno inoltre aperte ai tifosi per una sessione di foto e autografi con i calciatori.

IL COMUNICATO DEL TORINO FC:

“Domenica con doppio allenamento per il Torino al Filadelfia. Questa mattina lavoro prevalentemente sulla parte atletica, tra palestra e campo. A metà pomeriggio, dopo il pranzo e qualche ora di riposo, attività tecnico-tattica – sul terreno di gioco principale- che poi si è chiusa con una partita a ranghi misti e tempo ridotto. Terapie per Iago Falque, post trauma alla caviglia sinistra contro il Debrecen. Il programma di domani prevede una seduta pomeridiana. Dalle 18.15 porte aperte per i tifosi, nel cortile dello stadio Filadelfia, per una sessione di foto e autografi con i calciatori”.

Sara Russo

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

    Il malessere di Iago ha radici profonde che risalgono a novembre 2018, mese in cui ha firmato il rinnovo contrattuale fino al 2022 con adeguamento stipendiale.
    Da lì in poi, rendimento altalenante e per lo più scadente, infortuni e assenze dal campo. Neanche la medicina della maglia numero 10 sembra avergli giovato.
    Il medico del reparto, tal Mazzarri, non sa più su che cosa fare leva per guarire il paziente.
    … forse un cambiamento d’aria…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy