Torino-Napoli: i granata vogliono rialzarsi, ma il compito è dei più difficili

Torino-Napoli: i granata vogliono rialzarsi, ma il compito è dei più difficili

Verso il match / Belotti e compagni arrivano alla sfida con i partenopei senza Mazzarri e Frustalupi, ma con la voglia di riscattarsi

di Roberto Ugliono

Se con il Parma il Torino è caduto anche quest’anno, anche se con modalità differenti rispetto a un anno fa, con il Napoli sarà la contro-prova di una delle caratteristiche principali della squadra di Mazzarri. I granata, infatti, hanno dimostrato di saper fare bene soprattutto con le big del campionato. Un atteggiamento, per dirla alla Rampanti, “tipico di tutti gli italiani, che si danno da fare solo quando sono nella melma” (QUI per l’intervista completa).

DIFFICOLTA’ – Se la tesi, quindi, è che il Torino riesce sempre a dare il meglio contro le squadre più blasonate o nei match più complicati, ora serve la conferma di quanto si è sempre detto. Il Napoli negli ultimi anni è stata la squadra che più ha messo in difficoltà i granata, ma da quando c’è Mazzarri sulla panchina granata lo score parla di due pareggi e una sconfitta per il Torino. Da considerare c’è l’assenza del duo Mazzarri-Frustalupi, che non può non essere considerata pesante. Chiunque prenderà il loro posto conoscerà sicuramente dettami tattici e idee del Torino, ma presentarsi a un match così delicato senza allenatore e vice è sicuramente un fattore di difficoltà.

RISCATTO – A tutto ciò va aggiunto il risultato di Parma, che ha fatto perdere terreno in classifica ai granata, raggiunti proprio dai ducali. Spesso il Torino ha saputo reagire dopo una sconfitta e ha sempre messo in mostra tutta la voglia di riscatto del gruppo. C’è da aspettarsi, quindi, una partita in cui Belotti e compagni vogliano rispondere alla trasferta parmigiana con una prestazione di spessore. Inoltre, Lecce a parte, il Torino ha ultimamente ritrovato il giusto feeling con lo stadio Olimpico Grande Torino, soprattutto in occasione delle partite più impegnative (basta pensare alla recente vittoria sul Milan o al successo con la Lazio all’ultima di campionato della passata stagione).

SENZA KOULIBALY – Se c’è un aspetto che può incoraggiare il Torino è l’assenza sicura di Kalidou Koulibaly. Il difensore senegalese è stato espulso contro il Cagliari per aver protestato con toni troppo accesi ed è poi stato squalificato per due giornate. Sia ben chiaro, il Napoli rimane una squadra molto forte, ma senza il proprio perno difensivo, potrebbe essere più perforabile. A maggior ragione considerando che Kostas Manolas non è al top ed è stato recuperato in extremis per il Genk e che mancherà anche Nikola Maksimovic, fermo per un infortunio che lo costringerà a rientrare dopo la sosta di ottobre. Il Napoli, comunque, scenderà in campo a tutti i costi per i tre punti: la coincidenza con Inter-Juventus è una ghiotta occasione per recuperare punti ad almeno una delle due squadre di vertice.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ForzaToro - 2 settimane fa

    Sicuramente faranno una bella partita, il problema sono le squadre minori, bisogna cambiare mentalità,forse è arrivato il momento di ingaggiare qualche mental coach.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. portapila41 - 2 settimane fa

      Forse il mental coach servirebbe ma dal mister in su. Riassumo (buttando l’occhio solo negli ultimi anni): Ventura poi Sinisa poi Mazzarri ,il tutto condito con qualche vagonata di giocatori in entrata /uscita e siamo sempre al palo a parte i bilanci. Io deduco che non è un problema di allenatore o di giocatori ed inviterei il mental coach a dedicarsi al vertice della piramide .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. suoladicane - 2 settimane fa

    mmhh la vedo male, molto male, noi patiamo tantissimo il gioco in velocità con la palla a terra; è pur vero che con le squadre che ci attaccano di solito facciamo bene;
    mi aspetto che il mister giochi con il 4-3-3 più solidità difensiva e più peso in attacco, poi le squadre di ancelotti fanno giocare, quindi è bene avere in campo gente con i piedi buoni: con Jago Gallo e Verdi davanti in centro baselli rincon lukic ed indietro ansaldi, Izzo, Nkoulo, laxalt, Sirigu ovviamente
    SFT

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giacki - 2 settimane fa

    Gallo e verdi davanti .in mezzo fuori meite e dentro lukic e anche ansaldi a centrocampo dietro direi la difesa dello scorso anno …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. LeoJunior - 2 settimane fa

    Koulibaly squalificato. Se oggi Manolas si stirasse un poco poco, Gallo avrebbe qualche spazio in più. Noi due allenatori in meno e loro due centrali in meno. Equo vero?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. FORZA TORO - 2 settimane fa

    nel calcio può succedre di tutto,ma ora come ora,anche solo pareggiarla la vedo dura

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Forvecuor87 - 2 settimane fa

    Se non si cambia mentalità e non si migliora abbiamo visto molto bene che basta un Lecce in casa nostra a mandarci K.O!
    Perciò Mister mi auguro davvero che abbia in serbo qualche soluzione perché così non va!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Guevara2019 - 2 settimane fa

    Basta andare in campo convinti e mettercela tutta, la maratona e lo stadio sapranno riconoscerlo, a prescindere dal risultato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Gingipooh - 2 settimane fa

      Seguire le indicazioni del buon Sirigu – allenatore in campo. E magari anche quelle del buon Emiliano, dalla pseudo-panchina

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Guevara2019 - 2 settimane fa

        Il Napoli ha l’emergenza difesa,domenica abbiamo buone speranze

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Cerutti_Gino - 2 settimane fa

    Sù ragazzi, con il Napoli è riuscito a vincere il Cagliari eh.. sicuramente sono una squadra molto forte, ma “lunatica”. Speriamo di trovarli in una giornata un po’ storta. Dal canto nostro: arriviamo belli incazzati e non siamo “obbligati” a fare la partita. Condizioni per noi ottimali. Speriamo in bene. Sicuramente dobbiamo ridurre a zero le disattenzioni in difesa! E poi sperare nel cuore del Gallo e nel gol dell’ex di Verdi 😉

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 2 settimane fa

      appunto speriamo di trovarli in una giornata storta come li ha trovati il cagliari,che deve prenderne tre e con un tiro ha vinto

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy