Torino, Belotti mantiene aperta la striscia di gol: tutti aggrappati a lui per la salvezza

Focus on / Belotti a segno per la terza gara consecutiva: non accadeva in Serie A dall’aprile 2017. Il capitano sta bene e Longo se lo tiene stretto

di Nicolò Muggianu

Il Torino fatica, e tanto, ma il Gallo c’è. Tre partite e tre gol consecutivi per Belotti, che nel giro di dieci giorni ha interrotto nel migliore dei modi un’astinenza realizzativa che durava dal 5 gennaio scorso. Certo, i suoi gol hanno portato solo tre punti. Ma il fatto che il capitano stia bene e sia nella condizione giusta è una buona notizia per il Torino di Moreno Longo, che ha ritrovato il suo bomber principe proprio nel momento di maggiore difficoltà. Una piccola-grande nota positiva, nonostante la sconfitta contro la Lazio.

I NUMERI – Quello messo a segno ieri contro la squadra di Simone Inzaghi è il dodicesimo gol stagionale per il “Gallo”, che in un colpo solo ha sfatato il tabù-rigori riemerso dopo il penalty sbagliato contro il Parma e ha eguagliato numeri che non si vedevano da tre anni. Era dall’aprile 2017, infatti, che Belotti non segnava per tre partite consecutive. Ma c’è un “ma”: nonostante il gol del suo capitano, per la seconda volta consecutiva il Torino non è riuscito a portare a casa punti. Longo, almeno, può guardare al futuro con un po’ di ottimismo: ha ritrovato il suo trascinatore nel momento più complicato del campionato.

LE GARE IN CASA – Ora dovrà trovare il modo di creare le condizioni perchè la squadra lo accompagni al meglio: uno dei rebus di questo Toro, visto che nè Zaza nè Verdi hanno fatto molto per essere ritenuti la spalla ideale per Belotti. Che sia il Gallo sia il giocatore più importante di questa squadra non si scopre oggi. Per esempio: in casa, il Gallo ha dato il meglio di sé quest’anno, contribuendo per il 57% dei gol realizzati dal Torino: 8 su 14, con sei reti e due assist. Sempre allo stadio Olimpico-Grande Torino, i granata affronteranno due partite determinanti per il loro destino, conto Brescia e Genoa. E il Torino non potrà fare altro che aggrapparsi al suo capitano per i gol salvezza.

LEGGI ANCHE: Torino-Lazio 1-2, Longo: “Partita di sacrificio. Derby? Giocheremo con il coltello tra i denti”

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ddavide69 - 5 mesi fa

    Aggrappatevi a qualcos altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13657940 - 5 mesi fa

    Belotti……in un’altra squadra sarà l’ennesimo flop che se ne vada pure. Il gioco del Torino è esclusivamente adattato a lui e non il contrario.
    Ogni tanto anche per rifiatare bisognerebbe avere il coraggio di toglierlo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 5 mesi fa

      Ma in che senso? Ti pare che il gioco sua adattato a lui quando si ritrova a recuperare palloni al posto di meitè o quando dallabandierina cercasi crossare per nessuno in mezzo all area? Tu sai che belotti dovrebbe essere il centravanti vero? Nella lazio o nell atalanta avrebbe gua fatto 30 goal e sarebbe titolare in nazionale! Mi sembra che tu abbia una visione un po distorta della realtà

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pedro - 5 mesi fa

        Anche tu hai parecchio bisogno di rifiatare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Emilianozapata - 5 mesi fa

    Belotti è il Capitano che non avevamo da anni. Non ricordo un giocatore del Toro così amato, perché capace di farsi amare, dai bambini, e questo è semore un segnale molto significativo. Che peccato: nel momento in cui troviamo un Capitano, non c’è più la squadra. Proporrei invece qualche licenziamento, a meno che l’art. 18 sia rinasto intatto soltanto per la casta dei miliardari pedatori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. MASSIMO64 - 5 mesi fa

    Magari avessimo 11 Belotti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. pinco pallino - 5 mesi fa

    Andrea, sei il nostro orgoglio, il nostro vanto
    #monuentogallobelottipiazzacastello
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. fabio.tesei6_13657766 - 5 mesi fa

    Il capitano ci porterà alla salvezza,e poi giustamente ci saluterà. Ti chiedo tre vittorie con Brescia Genoa e Spal, e poi con il cuore in mano ti saluto e ti auguro tutto il bene possibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. maxx72 - 5 mesi fa

    E cosa deve ancora fare questo ragazzone in questo campionato? Deve farsi da solo i cross? Si danna l’anima e non salta un minuto! Sarebbe ora che anche qualcun altro facesse almeno finta di avere lo stesso impegno. Ieri nello sconforto ho dato nelle pagelle anche a lui zero…sono pentito quindi al Gallo un bel 10, l’unico assieme a Sirigu che cerca di tenere insieme la baracca. Grazie presidente per tutta la $^%%^ che stiamo mangiando.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

      Un bel 10 anche ad Edera per l’impegno nel non rovinarsi il ciuffo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 5 mesi fa

        Edera e il suo ciuffo mi hanno proprio stufato, un altro che dovrebbe essere preso a scarpate.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

          Attento….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. maxx72 - 5 mesi fa

            Ahahah Ahahah

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy