Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

Focus

Torino, si rivede Izzo ma le gerarchie non cambiano: l’ipotesi Cagliari sullo sfondo

Torino, si rivede Izzo ma le gerarchie non cambiano: l’ipotesi Cagliari sullo sfondo

Il difensore granata ha giocato uno scampolo di partita contro lo Spezia, ma è in fondo alle gerarchie. Possibile la cessione a gennaio: il Cagliari alla finestra

Gualtiero Lasala

Il Torino in questa stagione con l’avvento di Ivan Juric ha modificato molto le gerarchie del gruppo. In base alle scelte tecniche dell’allenatore, alcuni giocatori che sembravano ai margini della squadra si sono ritrovati protagonisti. E altri che nelle gestioni precedenti erano al centro del progetto, sono stati accantonati. È questo il caso di Armando Izzo, difensore granata che è spesso stato protagonista con la maglia granata negli ultimi anni.

 ritiro Santa Cristina 2021 Armando Izzo

SCELTE - Izzo non è più un titolare della difesa del Torino. Nel corso di queste prime 12 partite di campionato, Juric ha fatto le sue scelte. Nel ruolo di braccetto di destra, l’interprete preferito dal tecnico è Djidji, che si è preso il posto nonostante alcuni episodi negativi, come il rigore generato a Venezia. Non solo: il suo primo sostituto è il giovane Zima, che ha giocato anche al posto di Djidji quando il difensore ha dovuto scontare la squalifica. Izzo, anche colpito da infortuni, non è mai riuscito ad entrare nelle rotazioni del nuovo allenatore: ha giocato contro la Fiorentina il 29 agosto (complice l’assenza di Bremer per infortunio) e da lì una lunga serie di esclusioni. Nell’ultimo match contro lo Spezia si è rivisto in campo in una partita nella quale è entrato per gli ultimi attimi della sfida, una fugace apparizione (con una conclusione di testa che è stato l’unico tiro in porta del Torino) che di certo non ha cambiato più di tanto lo scenario che lo riguarda.

MERCATO - Non è quindi un’ipotesi peregrina pensare che Izzo sia uno di quei profili che potrebbe abbandonare la maglia granata già nel mercato di gennaio. Juric ha sottolineato che questa sessione sarà un’opportunità per la società, per rinforzarsi ma anche per trovare un posto anche a quei giocatori che non sono più protagonisti di questo progetto. In questo caso, Izzo potrebbe avere mercato: il Cagliari lo ha cercato già in estate e potrebbe cercare di acquistarlo anche per risollevarsi dalle zone basse della classifica. L’allenatore dei sardi come è noto è Mazzarri, il tecnico con cui al Torino ha prodotto le sue migliori prestazioni; la posizione di Walter a Cagliari non è così solida, ma la stima del ds Capozucca per Izzo esiste a prescindere. Da qui a gennaio ci sono ancora due mesi di tempo, ma tra il Torino e Izzo non è mai stata così forte l’aria di addio.

tutte le notizie di