Torino, l’ultima stagione? No, il futuro di Moretti è ancora un punto di domanda

Torino, l’ultima stagione? No, il futuro di Moretti è ancora un punto di domanda

Focus On / Il difensore si è detto aperto a tutte le possibilità, ma nel frattempo studia da allenatore

di Marco De Rito, @marcoderito

Se dovesse arrivare l’Europa? “Valuteremo per bene… Prima però voglio arrivarci”. Emiliano Moretti non si è sbilanciato sul suo futuro nell’intervista che ha rilasciato ai nostri microfoni a a margine del Trofeo Ugi&Forma (leggi qui). La prossima stagione, per il difensore, è ancora un punto interrogativo. E questa è già una piccola notizia. L’ultimo rinnovo era arrivato con la convinzione che fosse l’ultimo e, invece, Moretti si ritrova ad essere ancora importante per il Torino. A Firenze, infatti, molto probabilmente giocherà dal primo minuto: “Sono partito ad inizio sapendo che avrebbe potuto essere il mio ultimo anno”. Ma adesso niente è definito: “A fine anno prenderò, anzi, prenderemo le decisioni in serenità. Non cambio idea perché per ora non ne ho una fissa” .

Torino: per De Silvestri prove di rinnovo senza fretta

BUONA FORMA FISICA – Moretti si lascia aperti tutti gli spiragli. E’ significativo il fatto che continui a dire che abbia ancora dei dubbi, l’idea di giocare anche la prossima stagione con la maglia granata non l’ha abbandonata del tutto. All’età di 37 anni fisicamente sta dimostrando di star ancora bene, tra campionato e Coppa Italia ha collezionato 15 presenze e 1472′, facendo la sua parte nel reparto arretrato granata, che si è dimostrato uno dei migliori della Serie A. Dal match con la Spal, sino a quello con il Frosinone, in sei gare con lui in campo i granata hanno subito solamente un gol. In difesa può sicuramente ancora dire la sua, anche se, vista l’età, non può essere un giocatore su cui puntare come prima scelta per il Torino.

STIMOLO EUROPA L’Europa potrebbe essere per lui un ulteriore stimolo personale che lo può convincere a continuare. Con il Toro ha già calcato quei palcoscenici – è l’ultimo dei reduci dall’impresa di Bilbao ancora in granata – ma l’idea di tornarci lo alletterebbe e non poco. Emiliano utilizza sempre il “noi”, perché la sua permanenza è una decisione che dovrà prendere di comune accordo con la società. Ma in caso di Europa League anche il Torino avrebbe bisogno di un’alternativa in più nel reparto arretrato e quindi potrebbe essere più propenso a farlo restare in rosa. Mazzarri lo stima e non poco, il club di Via dell’Arcivescovado però deve ancora decidere se continuare a puntare su di lui o investire in altre alternative di prospettiva. Nel frattempo Moretti ha iniziato a studiare da allenatore, prendendo il primo patentino (UEFA B). Meglio portarsi avanti coi lavori. Ma, se il Moretti calciatore è quello che si è visto di recente, è un elemento che ha ancora qualcosa da dare.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Calogero - 7 mesi fa

    Professionista esemplare, bravo ragazzo, intelligente e sensibile, spero che rimanga ad allenare le giovanili del Torino, come calciatore spero proprio che questo sia il suo ultimo campionato, perché voglio conservare un bel ricordo… Grazie Emiliano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Madama_granata - 7 mesi fa

    Concordo completamente con Garnet Bull: Moretti
    potrebbe diventare l’Uomo Simbolo del Toro!
    Ancora un anno o due, perché no, come calciatore, e poi la dirigenza o, visti i suoi recenti studi, la possibilità di iniziare la carriera da allenatore nelle giovanili del Torino.
    Se si facesse il Torino/2, o Torino B, Toronews ha detto che sarebbe Coppitelli ad allenarlo. Ci sarebbe così un posto vacante nell’organigramma degli allenatori delle nuove leve.
    E poi..
    Vecchio a 37 anni, come difensore? Con un fisico integro e ancora tanta voglia di giocare,di vincere e di andare in Europa?
    Con ineguagliabili serietà, impegno, modestia, capacità ed esperienza?
    Ronaldo, che è un attaccante, di anni ne ha solo 3 in neno, ed è tuttora considerato uno dei primi giocatori al mondo!
    Cerchiamo di tenerci stretti Moretti e le sue preziose prestazioni, quali che siano oggi o che saranno domani: con lui siamo sicuri di non sbagliare mai!
    Quanto ci ha messo Gattuso, una volta smesso il calcio giocato, a diventare allenatore del Milan?
    Io l’ho buttata lì… Chissà… Non si sa mai!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Garnet Bull - 7 mesi fa

    Proponiamogli un contratto a vita, prima in campo e poi in dirigenza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14171750 - 7 mesi fa

    Emiliano sei grande

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy