Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

toro

Torino, Vojvoda sorrisi e duttilità: “Posso giocare anche come centrale difensivo”

Focus / Il kosovaro si candida per ricoprire diversi ruoli nella retroguardia di Giampaolo, ma parte come terzino destro titolare

Lorenzo Chiariello

La priorità erano due laterali per la linea di difesa a quattro e, a detta di Davide Vagnati, sono arrivate le prime scelte. Dopo Ricardo Rodriguez, Mergim Vojvoda è il secondo rinforzo portato sotto la Mole da Davide Vagnati per il reparto arretrato del Toro. Il kosovaro è stato presentato nel pomeriggio di ieri allo Stadio Olimpico Grande Torino e l'evento ha dato l'opportunità al classe '95 ex Standard Liegi di descrivere la sua idea su come può rendersi utile alla causa granata. In particolare, Vojvoda – che si è mostrato molto sorridente e con un atteggiamento molto sereno al suo primo approccio coi media italiani - ha chiarito di essere pronto per ricoprire più di un ruolo nella linea difensiva a 4 pensata da Marco Giampaolo.

I RUOLI - Vojvoda si è affermato calcisticamente come terzino destro, come testimoniano le 116 presenze collezionate in carriera in questo ruolo tra le fila di Carl Zeiss Jena, Royal Excel Mouscron e Standard Liegi. Le qualità fisiche del kosovaro però gli hanno consentito di adattarsi a giocare anche in altri panni. Nel corso degli anni infatti ha avuto l'opportunità di ricoprire tutte le posizioni sulla fascia destra, persino l'ala in un tridente d'attacco. Ma il secondo ruolo con cui ha più confidenza è quello del difensore centrale. Insomma, un vero e proprio jolly che, a seconda della necessità, Giampaolo potrà utilizzare anche al di fuori del suo ruolo naturale ed è stato proprio il nuovo acquisto granata a proporsi in questo senso.

CANDIDATURA - “Posso ricoprire diversi ruoli - ha raccontato Vojvoda, durante la presentazione - La mia posizione preferita è quella di laterale destro ma in carriera ho giocato dieci anni come centrale e l’ho fatto recentemente anche con lo Standard. Quindi mi sento in grado di giocare in questi due ruoli”. Sicuramente è anche per la grande duttilità del kosovaro che Davide Vagnati ha fatto un modo di accaparrarsi in fretta il classe '95, che con le dichiarazioni rilasciate ieri ha dimostrato subito grande voglia di mettersi in gioco. La duttilità del difensore ex Standard andrà testata col tempo e con il lavoro quotidiano, visto che il campionato italiano è certamente di un livello superiore rispetto a quello belga. Ma se darà i frutti giusti Giampaolo potrà avere a disposizione un prezioso punto fermo.

tutte le notizie di

Potresti esserti perso