Toro, al derby una sola parola d’ordine: vincere!

Toro, al derby una sola parola d’ordine: vincere!

L’ editoriale di Gino Strippoli / I granata pronti a lottare su ogni pallone contro i bianconeri

di Gino Strippoli

Mai come quest’anno si sente meno la superiorità tecnica della Juventus sul Toro. Infatti mai come quest’anno, da tempi memorabili, il Toro ha un organico di qualità capace di battersi alla pari contro i bianconeri. Il derby non è una gara qualsiasi, sebbene il risultato nel vincerla sia dei soliti tre punti. La stracittadina per chi indossa o tifa Toro significa lottare contro il potere forte, significa bruciare nella corsa l’erba del campo, significa battaglia vera, significa agonismo forte condito da quella cattiveria vera, significa entrare in campo con coraggio senza paure alcune, significa entrare nei contrasti decisi e fermi, significa che quando è il momento di randellare gli avversari bisogna farlo con intelligenza senza però remore alcune.

Mai come quest’anno da tempi memorabili il Toro è allenato da un tecnico che sa cosa vuol dire un derby e che sa dare alla squadra quella grinta che serve per vincere ed essere vincenti. Mihajilovic è la personificazione di un uomo-derby e così devono esserlo i suoi ragazzi questo pomeriggio. Solo il pensiero di indossare la maglia granata in una stracittadina deve far ribollire il sangue ai giocatori fino a far esplodere il loro agonismo in campo, sfrenato e tremendo. Sì, i tifosi si aspettano di vedere in campo il tremendismo granata e vincente. Si può anche perdere, ma quello che non deve mancare è la battaglia fino all’ultimo respiro e fino all’ultimo movimento del pallone in campo. Quello che il tifoso granata non vuole vedere sono gli abbracci alla fine della partita in un derby con i giocatori dell’ altra squadra,  ecco: quello deve essere un divieto assoluto.

Il Toro oggi pomeriggio? La partita è difficile ma se i ragazzi sapranno scendere in campo con la convinzione giusta e sopratutto l’ approccio alla partita allora la vittoria contro i campioni d’ Italia non è per nulla impossibile. Bisognerà fermare Higuain, Dybala, le scorribande di Cuadrado, tutto vero, ma il Toro è il Toro e i bianconeri dovranno per loro parte preoccuparsi del miglior tridente d’Italia: Ljajic, Belotti e Iago; senza dimenticare Baselli e Benassi che hanno una certa confidenza con il gol. La Juventus, persi due capisaldi della retroguardia come Bonucci e Barzagli , qualche problema difensivo potrebbero averlo rispetto alla forza d’attacco granata. Spingere subito per mettere paura ai bianconeri senza però lasciare spazi ai contropiedi avversari.

pausa, Belotti, derby, Immobile

Se la Juventus verrà aggredita immediatamente e con la giusta tattica, impartita sicuramente da mister Mihajlovic, allora il Toro potrà dire la sua. Sarà davvero importante l’ impatto dei granata nei primissimi minuti della partita. È il derby la partita che decide per certi versi la supremazia cittadina tra i tifosi, ecco perché ci sia aspetta una vera lotta fino alla fine della gara, e quale miglior regalo natalizio il Toro potrebbe fare che una grande prestazione e magari una vittoria ai propri tifosi?

Forza ragazzi granata, tutti uniti per centrare l’ obiettivo vittoria.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy