Toro, con Zaza in campo arrivano i punti: e ora si candida per Firenze

Toro, con Zaza in campo arrivano i punti: e ora si candida per Firenze

Focus on / 10 punti dopo il lockdown per i granata, 10 punti ottenuti con il lucano in campo. Ora è funzionale al sistema Toro

di Andrea Calderoni

Simone Zaza ha dimostrato che per l’idea di calcio di Moreno Longo è un giocatore molto utile. I risultati danno ragione al lucano. Con lui in campo, infatti, il Torino ha raccolto dal 20 giugno in avanti 10 punti, frutto delle vittorie casalinghe con Udinese, Brescia e Genoa e del pareggio con il Parma. Senza Zaza, invece, solo sconfitte (quattro: Cagliari, Lazio, Juventus e Inter). La partita contro il Genoa, in tal senso, è stata emblematica. Zaza ha contribuito alla prestazione straordinaria di Andrea Belotti, come testimoniano il secondo e terzo gol. Il “Gallo” ha bisogno di una prima punta al suo fianco, altrimenti si ritrova solo ed isolato, faticando notevolmente a ritagliarsi uno spazio nella metà campo avversaria.

ALTRA OPPORTUNITA’ – Zaza, sicuramente, ha steccato molte partite in questa infinita stagione. Il suo rendimento è stato inferiore alle aspettative, ma in questo ultimo terzo di campionato la differenza tra il Torino con Zaza e senza Zaza si è sentita e non poco. Proprio per questo il lucano si candida per una maglia da titolare anche domani nella gara di Firenze, dove i granata proveranno a dare continuità al successo ottenuto con il Genoa. Zaza al fianco di Belotti è una soluzione che nel Toro di Longo funziona e fa emergere prepotentemente il capitano granata. Perciò, a meno di clamorose novità, a Zaza verrà accordata fiducia al “Franchi”.

LEGGI ANCHE: Fiorentina-Torino: il duello tra deluse che hanno scacciato l’incubo della Serie B

FUNZIONALITA’ – Entrando nel dettaglio della gara vinta con il Genoa, dobbiamo evidenziare che Zaza in 90 minuti ha effettuato 14 passaggi positivi e 3 lanci andati a buon fine, ai quali si aggiunge una sponda ok. È vero che non ha mai tirato verso la porta ma ha sicuramente favorito il lavoro di Belotti. Ha permesso al “Gallo” di sgomitare meno, soprattutto in duelli aerei, e così Belotti ha potuto dedicarsi maggiormente al recupero delle seconde palle. È indicativo a tal proposito che Zaza ha effettuato 24 duelli, di cui la metà aerei. Poi, è chiaro che anche lo Zaza attuale presenta limiti (19 palloni persi, 6 falli fatti contro gli appena 2 subiti), ma è altresì vero che è molto più funzionale al sistema Toro di quanto non lo fosse fino a qualche mese fa.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. waltergio52 - 4 settimane fa

    Sembra il responso di un oracolo.
    Se ragioniamo così allora la formazione facciamolo fare ad una chiromante !!
    Proviamo almeno a pesare le squadre che abbiamo battuto e quelle con le quali abbiamo perso.
    Probabile che gli acquisti costosi vengano schierati per giustificare il mercato della Società.

    Intanto lasciamo in naftalina elementi validi (a mio parere) come Millico e Berenguer

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. maxx72 - 4 settimane fa

    Zaza DEVE giocare. Se con lui facciamo punti DEVE giocare. Se facessimo punti con Alvaro Vitali dovrebbe giocare Alvaro Vitali. Semplice.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. GlennGould - 4 settimane fa

    I numeri sono numeri, per cui niente da dire. Io continuo a trovarlo fuori luogo ed a tratti imbarazzante, certo che che la sua presenza favorisce Belotti e, a conti fatti, la classifica.
    Pensa un po’ ad avere una seconda punta forte, il gallo quindi gol avrebbe potuto fare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. spiritolibero - 4 settimane fa

    Secondo me uno dei meriti di Longo è aver dato fiducia a Zaza Non è che ha fatto grandissime partite però lo vedo più sereno. Il Gallo ne beneficia della sua presenza.E poi sono molto amici.Zaza è molto bene inserito nello spogliatoio Lasciarlo fuori sarebbe minare l’armonia della squadra

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy