Toro, contro il Verona i tifosi ti chiedono orgoglio

L’Analisi di Gino Strippoli – Questa sera da Belotti e compagni ci si aspetta la vittoria

di Gino Strippoli
Dopo la diciannovesima sconfitta in campionato, avvenuta con la prova scialba contro la Fiorentina, i tifosi son sempre più delusi quasi affossati dalla pochezza di una squadra che macina sconfitte su sconfitte. Moreno Longo sta facendo il suo lavoro tutt’altro che facile ovvero portare il Toro alla salvezza. Anche perché non è semplice prendere una squadra allo sbando totale e  cercare di rimetterla in carreggiata  senza mai poterla allenare realmente, visto che si gioca ogni tre giorni. In più la maggior parte dei giocatori sono sempre apparsi demotivati e  svogliati eccezion fatta per pochi sopravvissuti come Belotti, Sirigu, Bremer e Lukic, o apparsi fuori forma per infortuni vari come Ansaldi. eppure Moreno longo sta centrando l’obiettivo prefissato.
Certo, i tifosi vorrebbero vedere un Toro più orgoglioso in campo, più rampante nell’affrontare le altre compagini, ma questa è la stagione nata da errori societari di cui tutti sono a conoscenza.
Questa sera dai granata ci si aspetta una prova d’orgoglio per i tifosi, che sicuramente anche in caso di vittoria non porterà sicuramente chissà quale gioia ma almeno metterebbe fine alla questione salvezza con qualche giornata d’anticipo.
Ripetere la prestazione di domenica scorsa contro la Viola sarebbe deleterio a dir poco. Un ennesima sconfitta porterebbe ancora inutili critiche contro Longo che proprio non le merita.
Un bell’esame di coscienza, prima di affrontare il Verona, lo devono fare i calciatori del Torino e lo devono nei confronti dell’allenatore  e dei tifosi. Inammissibili certi gesti visti contro la Fiorentina come Aina che non si accorge che Bremer gli consegna la palla per battere un fallo laterale mentre l’esterno prende la sfera e si mette a giocarla direttamente; o Millico che si scontra con Lukic. Due esempi di poca concentrazione e svogliatezza in campo.
Bisogna dire basta a queste figuracce, il Toro questa sera deve vincere e tirare fuori quell’orgoglio soltanto per il fatto che si indossa una maglia granata che ha una storia e fa parte della storia d’Italia. E’ vero il futuro appare grigio e nebuloso ma il presente è questa sera contro il Verona e gli undici che scenderanno in campo dovranno per lo meno evitare la ventesima sconfitta in campionato.
Difficile prevedere la formazione che Longo metterà in campo. Sicuramente ci sarà il ritorno di Verdi dal primo minuto di gioco, così come per Rincon al posto di uno spento e disastroso Meitè. Ad affiancare Belotti dovrebbe esserci ancora Zaza, anche se un trio formato da Verdi, Belotti e Millico (anche se quest’ultimo non ha fatto bene  contro la Fiorentina) lo si attende da tempo ma dal primo minuto di gioco, quando la partita è ancora tutta da giocare. L’ex primavera è giocatore di qualità e ha bisogno di maturare sicuramente ma lo si vorrebbe vedere in campo quando il Toro non è in un momento di affanno per recuperare il risultato ovvero quando le cose son sempre più difficili.
In difesa con Izzo out  sulla destra dovrebbe esserci ancora un Lyanco tutt’altro che in forma, una scelta a questo punto quasi obbligata a meno che Longo non decida di far giocare il giovane Singo, bravo anche come centrale.
24 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. GiaguaroGranata - 3 mesi fa

    Contro il Verona i tifosi chiedono un punto. Rubato, catenacciaro, 11 in porta, ma un punto. Orgoglio, coltelli nei denti e puttanate varie ne abbiamo giá avute abbastanza.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi-TR - 3 mesi fa

      perchè 3 punti ci fanno schifo ?
      all’andata li avevamo dominati poi non si è mai capito cosa è successo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. qualitabenn_662 - 3 mesi fa

    CI vorrebbe un Pioli ma purtroppo verrà “bloccato” dal Milan, loro non sono scemi, non se lo lasciano scappare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Luigi-TR - 3 mesi fa

      più che Pioli ci vorrebbe Ibrahimović

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. geloofsgranaat - 3 mesi fa

    Orgogiosi lo sono già: di rubare l’ingaggio, di fregarsene altamente e di perdere partite su partite.

    Ma di che cosa stiamo parlando, Strippoli ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Luigi-TR - 3 mesi fa

    mi sono talmente stufato di criticare, scrivere e cercare di analizzare la stagione insieme agli amici del forum che sono arrivato al punto che non me ne frega più niente…spero solo che si resti in A e che la prossima stagione possa ripartire in un altro modo…i veri problemi nella vita sono altri…
    Batti Forte Vecchio Cuore Granata !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. loik55 - 3 mesi fa

    Certamente si chiede orgoglio, determinazione e concentrazione, cose che peraltro uno sportivo professionista dovrebbe sempre avere, detto questo è un fatto che loro stanno meglio al momento e quindi tutti sanno che non è assolutamente probabile asfaltarli stasera, anzi sarà dura pareggiare e un impresa vincere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Junior - 3 mesi fa

    Io l’orgoglio neanche lo considero a questo punto della stagione. Se ci fosse stato staremmo in EL.
    Volo nettamente più basso, chiedo concentrazione e meno minchiate in difesa. Attacco seppur migliorabile con San Gallo siamo più tranquilli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Rimbaud - 3 mesi fa

    Juric mi sembra parecchio mercenario o rinnovi o non rinnovi, se da noi facesse bene cosa fa, aspetta di decidere se andare poi alla juve?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. maxx72 - 3 mesi fa

    Io un pochino di orgoglio lo sto chiedendo da 15 partite invece continuano a fare i pippari o i pippaioli. Fate voi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Scott - 3 mesi fa

    Tre punti su autorete al 97′. E chiudiamo questo strazio sportivo ed estetico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Ramiro - 3 mesi fa

    Il carattere e l’orgoglio uno o c’è l’ha o non c’è l’ha non è che lo puoi accedere o spegnere a comando. È inutile sperare in una prestazione d’orgoglio come è purtroppo inutile sperare in un cambio di rotta da parte di Cairo se è vero che un probabile prossimo acquisto sarebbe Fares. Continuiamo a “rinforzarci” prendendo giocatori da quelle squadre (poche) che sono riuscite a fare peggio di noi proseguendo nell’oculata gestione che va avanti da 15 anni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. LeoJunior - 3 mesi fa

    COncordo con Marchese del Grillo. E’ stucchevole che ad ogni vigilia si faccia appello ad orgoglio, maglia,storia. Ma lasciamo perdere. Ci facciamo solo del male. Abbiamo capito che i giocatori non ci stanno con la testa. Gran parte di loro sono già in vacanza o in preritiro con le loro nuove squadre, certe e sperate. Ben che vada possiamo sperare nel solito capitano che si inventa qualche cosa e Sirigu in vena di miracoli. Siamo da un anno in questa situazione e cosa dovrebbe mai far cambiare modo di agire ai giocatori? Facciamo questi 3 punti (bene anche uno questa sera) e finiamola lì.
    Poi, temo, il peggio debba ancora venire. Pioli, mia speranza remota, rimane al Milan che ha ben pensato di non complicarsi la vita con i guru tedeschi (!). E io già mi vedo con Gianpaolo in panchina. l’unico allenatore al mondo che poteva battere WM per antipatia. Finto modesto con aria da cane bastonato.
    Aiuto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 3 mesi fa

      Esordisce in Serie A sulla panchina dei rossoneri il 25 agosto successivo, nella sconfitta per 0-1 contro l’Udinese.[48] Raccoglie altre tre sconfitte nelle successive cinque giornate, diventando il secondo allenatore a perdere quattro delle prime sei partite alla guida del Milan, dopo Italo Galbiati nel 1982, e il primo a perderne quattro delle prime sei in campionato da 81 anni a quella parte.

      GRANDE!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 3 mesi fa

        grazie Marione… a me già bastava l’antipatia “a pelle”. Se ci mettiamo anche i numeri vado in panico

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. sigfabry - 3 mesi fa

      Sono d’accordo con te su Giampaolo , poi l’ho già scritto che non vorrei allenatori che hanno bucato nella grande piazza .
      Allenatore in ascesa che abbia fame , che venga al Toro con entusiasmo , no come ripiego .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Rimbaud - 3 mesi fa

        Però anche gasp aveva bucato nella grande piazza se vai a vedere, Pioli sicuramente sarebbe stato meglio di Giampaolo che in tanti anni non è che ha combinato un granchè

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      Ciao Leo, non mi dispiace Juric, anche se credo si stia palleggiando tra rinnovo a Verona e Fiorentina, e, a questo punto, virerei netto su Di Francesco che pure potrebbe fare bene da noi. Come più volte detto, però, non è tanto una questione di uomini in panca quanto di corollario. Lo facciamo all’ interno di un progetto? Gli lasciamo spazio, se non proprio carta bianca? Facciamo in modo per una volta cha ad occuparsi di calcio al Toro sia chi di calcio capisce? Altrimenti ci puoi mettere anche Guardiola che con Cairo a fare il mercato e Aina e Meite in mezzo al campo restiamo comunque nel guado.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. marione - 3 mesi fa

        Il progetto esiste, solo che non è lo stesso dei tifosi. Il progetto è di massimizzare i profitti e tagliare le perdite, e “mettere a posto” i bilanci. Il resto è finalizzato a questo, quindi vincere o anche solo competere non è nella mission. Poi se succede tanto meglio, aumentano gli abbonamenti, i giocatori acquistano valore, insomma si fanno altri soldi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. LeoJunior - 3 mesi fa

        Anche a me Juric piace anche se temo sia uno molto “umorale”. Forse un pò rischioso per la nostra situazione. Però se dobbiamo prenderci un rischio, anche a me piace. Bell’atteggiamento sia fuori che dentro il campo. Squadra cazzuta e divertente. Con lui a mio avviso si tratta di azzeccare gli uomini giusti poi è uno che carbura velocemente.
        Diverso il discorso Di Francesco. Lì saremmo coinvolti anche noi tifosi oltre e soprattutto la società, come dici bene. Con uno come lui devi programmare a medio lungo termine e soprattutto avere pazienza. Una costante delle sue squadre sono gli alti e bassi e quando sono bassi, significa anche prendere 7 pere. Vero che ormai siamo abituati anche a quelle … ma non so quanto la piazza potrebbe resistere.
        In realtà se dovessi scommettere su chi sarà il Mister, credo sarà Semplici. Nomen omen… soluzione semplice e solita scorciatoia che piace ai nostri. Ma che spesso non porta bene.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Rimbaud - 3 mesi fa

      Giampaolo secondo me un bel pacco, non ricordo se non una salvezza al cagliari e buoni risultati al siena seguite da esoneri pesanti come cagliari, cesena, catania, con squadre lasciate all’ultimo posto e in totale crisi di risultati. 3 anni molto buoni alla samp. Noi non possiamo sbagliare l’allenatore e su Giampaolo non metterei la mano sul fuoco. Tra l’altro deve essere un altro piuttosto caro. Virerei su altro…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. Rimbaud - 3 mesi fa

      Uno come Pioli invece sarebbe stato perfetto, ha allenato le provinciali, ha allenato grandi squadre facendo bene ovuqnue a mio parere Lazio, Inter, Milan. Anche arrivando in corsa.
      Sarebbe stato un grande nome per la panchina a mio avviso. Se questo è il panorama che si sta delineando invece..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Junior - 3 mesi fa

      Se ci fosse stato orgoglio, tante partite sarebbero finite diversamente: dal derby a quella col Verona o Atalanta…
      Lasciamo perdere l’orgoglio sennò rischiamo di far rivoltare nella tomba chi non c’è più.
      Avrei preso pioli decisamente ma non andrei su di Francesco. Cmq tutto dipende dal progetto che si inizierà dove finiamo quest’anno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

    Ma chi chiede orgoglio, ma quali tifosi, ma dove, ma quando??? Ma di quale orgoglio stiamo parlando ancora! Io chiedo solo una cosa, e non da ora: che questo campionato finisca nel più breve tempo possibile e si metta fine a questo strazio. Orgoglio? Ma fatemi il piacere!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy