Toro, da Ajeti a Gabionetta: la flop 11 del decennio 2010-2019

Toro, da Ajeti a Gabionetta: la flop 11 del decennio 2010-2019

I peggiori / Tra i pali Rubinho, in avanti Sadiq. E in panchina c’è Franco Lerda

di Alberto Giulini, @albigiulini

FLOP 11

Si sta per concludere il 2019 e con l’anno termina anche il secondo decennio degli anni duemila. Dopo aver passato in rassegna quelli che sono stati i migliori granata del decennio (Qui la Top 11), andiamo ora a vedere un’ipotetica flop 11 degli ultimi dieci anni. La squadra “tipo” (tra molte virgolette) sarà schierata con un classico 4-4-2…

34 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. tifotoro - 9 mesi fa

    Anche Abbruscato ci sta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. tifotoro - 9 mesi fa

    Io inserirei Marco BERNACCI….. incredibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giacki - 9 mesi fa

    Direi non migliorabile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. DARIOGRANATA - 9 mesi fa

    ricordo Bellomo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. DARIOGRANATA - 9 mesi fa

    pardon! Carlao c’é
    grazie

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. DARIOGRANATA - 9 mesi fa

    e Carlao? l’avete dimenticato?
    grazie Petrachi comunque

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Simone - 9 mesi fa

    Come mai non vedo Iturbe e Alvaro Gonzalez?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. leggendagranata - 9 mesi fa

    La lista, come scrive qualche amico tifoso, è molto più lunga della “top 11” riportata da Toro News. Nell’era Petrachi sono decine e decine i brocchi ingaggiati e dimostrano la scarsa professionalità dello staff societario (non solo di Cairo, che pure ci ha messo del suo con i vari Fiore, Pancaro, Coco, Vrizas, ecc.). Certo c’ è stato anche qualche buon colpo, ma in gran parte ceduti per fare cassa. I casi Immobile e Quagliarella, poi, hanno dell’ assurdo: il primo è stato ripreso, non esercitato il diritto di riscatto e lasciato andare alla Lazio per 8 (!!!) milioni di euro; Quagliarella è stato ceduto per la miseria di 3,5 milioni di euro. Basta paragonare questi due “affari” con il costo di Verdi (25 milioni) per comprendere la miopia della dirigenza. Comunque, come peggior allenatore dal dopoguerra in poi c’ è Lerda (che è stato un disastro), ma Ezio Rossi, con il 12/mo posto in Serie B nella stagione 2003-2004. Altro esempio che il “vecchio cuore granata” non basta.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. leggendagranata - 9 mesi fa

      Ho commesso un errore e riscrivo la frase: “Comunque, come peggior allenatore dal dopoguerra in poi NON c’ è Lerda (che è stato un disastro), ma Ezio Rossi, con il 12/mo posto in Serie B nella stagione 2003-2004”.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 9 mesi fa

        Per giudicare i risultati di un allenatore bisogna valutare il monte ingaggi della rosa a disposizione.
        Sarebbe interessante conoscere quello del 2003/4

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. pep4x4 - 9 mesi fa

    Lazarevic e Stevanovic. Manco solo più io poi i bidoni ci sono tutti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iugen - 9 mesi fa

      Ma no dai, loro erano solo giovani, anche se un po’ sopravvalutati (infatti poi non hanno combinato niente), i bidoni veri sono altri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. granatadellabassa - 9 mesi fa

    Per me i veri bidoni sono quelli per cui hai speso un sacco di soldi in ingaggio o cartellino e che hai preso per fare i titolari. Gran parte di quelli elencati sono scommesse a costo zero o quasi, gente presa per rimpolpare la rosa nella speranza si rivelassero forti. I veri bidoni dell’era Cairo sono stati i vari Niang, Gasbarroni, Pancaro, Diana, Di Michele, Iturbe…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. sergiovatta70 - 9 mesi fa

      Perché Gasbarroni? Di quei tempi era uno dei pochi che accendeva la luce. Ovviamente con tutti gli alti e bassi di un giocatore con la sua tecnica, altrimenti era un Messi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. RossoSangueGranata - 9 mesi fa

    Caro Giulini, faceva molto, ma molto prima ad elencare i buoni, o i presunti tali.

    Tutto il resto è un coacervo di brocchi e bidoni al cui confronto, Crisantemo della Longobarda era un fuoriclasse.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. crew_389 - 9 mesi fa

    Beh qualsiasi allenatore con questi giocatori avrebbe fatto fatica a vincere!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. miele - 9 mesi fa

    Perlomeno è confortante constatare che ogni tanto si ricordino anche gli errori della società.
    Comunque mi pare che qualche nome sia stato dimenticato. Io, ad esempio, mi ricordo di tal Prcic o simile, centrocampista e di un altro slavo dal nome corto, terzino. Sanchez Mino, poi, non penso che possa essere considerato un acquisto azzeccato, come, inoltre, i vari Gaston Silva, Jahnson, Martinez ed, ultimamente, Damascan e Milincovich. Certo che ne viene fuori una lista sconfortante, la quale rende meglio l’idea della confusione sempre regnante in società, soprattutto per demerito di Cairo che ha pervicacemente voluto evitare esborsi consistenti per gente affermata, salvo poi, ultimamente, buttare quattrini per Niang, Zaza, Soriano, Aina, Meitè e, buon ultimo, Verdi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. miele - 9 mesi fa

      P.S. Aggiungerei anche Hichazo e Boyè.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. bergen - 9 mesi fa

    Scusi Giulini ma Paulo Vitor Barreto? Strappato all’Udinese dopo due anni di incessante tira molla con i Pozzo non merita di stare nell’11?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. ale_gran79 - 9 mesi fa

    Grazie per averci ricordato questi top player…una vera galleria horror da fare impallidire persino lo Zio Tibia.
    Comunque mi fanno piu rabbia i bidoni degli ultimi anni, che hanno fatto altrettanto schifo causando però maggior danno economico (evito di menzionarli tanto li conosciamo tutti).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. afo70t_14519221 - 9 mesi fa

    Ė una soddisfazione leggere questo articolo…ora si spiega perché siamo a oggi in molte partite Ospiti nel nostro stadio.
    15 anni di niente due EL prese per demerito di altre società.
    MERITIAMO DI PIÙ

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. magnetic00 - 9 mesi fa

    Gabionetta gioca a Padova in serie c, in tutto il girone d’andata ha fatto due o tre presenze e un espulsione, che tristezza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Ardi - 9 mesi fa

    Va beh dai, quando n’koulou izzo e Bonifazi andranno via da qui a questa estate, potremmo reinvestire un centesimo dei soldi presi per riavere ajeti carlao e oliveira

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Torello di Romagna - 9 mesi fa

    Dimenticate anche i formidabili Vasil Pryyma e Kabasele che ci stavano bene in questa rosa top .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Bischero - 9 mesi fa

    Voglio farvi una domanda. È piu un flop spendere 18 milioni per niang? o 0 per ajety e carlao? Io credo che ci siano differenze sostanziali. Tutti i giocatori elencati sopra sono state tutte scommesse a costo praticamente nullo. La maggior parte riserve per dare alternative. Molti sono arrivati senza pretese e così sono andati via.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Ardi - 9 mesi fa

      Direi che entrambi le cose siano un grande flop

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bischero - 9 mesi fa

        Ardi purtroppo scegliere un giocatore da valorizzare a costi bassissimi non é semplice. Il Ds che non sbaglia non esiste. Quello bravo é quello che sbaglia meno di tutti. Se fosse facile anche le piccolissime squadre costruirebbero realtà importanti nel tempo. Se il Ds é sveglio su 10 carlao e ayeti trovi i glik I dambrosio e i darmian.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. r.ponzon_13686323 - 9 mesi fa

          Bischero, commento ineccepibile !

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. iugen - 9 mesi fa

    Potremmo fare tranquillamente due o tre squadre di bidoni del decennio.
    Tra quelli elencati toglierei Perez, che secondo me scarso non era, mi sono sempre chiesto perché Ventura non lo facesse giocare.
    Tra i grandi assenti nell’elenco sicuramente PELLICORI, mamma mia che scarso, poi Barreto, Larrondo, Jonathas, Iturbe, Gilberto Silva, Sanchez Mino… Poi altri di cui non ricordo neanche il nome: un terzino croato (mi pare), un centrale ucraino o giù di lì e un centrocampista tipo montenegrino (Bakic?), e chissà quanti ne sto scordando

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bela Bartok - 9 mesi fa

      Il terzino era Vesovic. Di Bakic mi ricordo solo Ventura che voleva uccidere i giornalisti che continuavano a chiedergli a ogni intervista quando giocherà Bakic.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. iugen - 9 mesi fa

        Leggendo commenti altrui mi è sovvenuto anche Prcic! Credo che nella mia mente lui e Bakic si siano fusi in un giocatore solo 😀

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. iard68 - 9 mesi fa

      Jonathas ha fatto una signora carriera altrove… non era scarso. Gilberto Silva è un onesto pedatore con il quale la società ha anche guadagnato qualche soldino, non lo definirei minimamente un bidone. Sanchez Mino, qui ha fallito forse ha litigato con qualcuno è un altro onesto giocatore. Per definire qualcuno/qualcosa un “bidone”, secondo me, bisogna valutare con onestà le aspettative e quanto si è speso per l’acquisto. Se prendi un giovane per 1 mln di euro e ti ritrovi a venderlo l’anno dopo per la stessa cifra o poco meno, non hai preso un bidone; hai semplicemente perso una scommessa, cosa del tutto normale, quando si scommette. Se prendi Iturbe a 13 mln e lo rivendi a meno della metà (la Roma) dopo tre anni di prestiti, ecco quello è un bidone! Niang, Barreto, Di Michele sono i peggiori che mi vengono in mente li per li… Verdi oggi come oggi è un bel candidato, ma ha tutto il tempo per togliersi dalla lista: speriamo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. prawn - 9 mesi fa

    La Cairese!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Bela Bartok - 9 mesi fa

    L’assenza di Pellicori è imperdonabile. E’ l’unico giocatore della storia del Toro che non solo non ha portato nessun contributo ma è persino costato punti di penalizzazione. Poi come dimenticare la gnorranza… impareggiabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy