Torino, si va verso la conferma della difesa a tre: ecco perché

Torino, si va verso la conferma della difesa a tre: ecco perché

Toro News / Longo sempre più propenso a confermare la linea a tre di stampo “Mazzarriano”: ecco perché

di Redazione Toro News
Longo

È ufficialmente cominciato il lungo cammino di preparazione del Torino, che tornerà in campo in un match di Serie A tra meno di tre settimane: il prossimo 20 giugno, allo stadio Olimpico Grande Torino contro il Parma. Per Moreno Longo dunque, dopo le prime settimane di allenamenti meramente fisici e atletici, è nuovamente tempo di tornare a parlare di tattica. A questo proposito c’è da dire che l’ex mister della Primavera, nonostante prediliga la difesa a quattro, sembra sempre più intenzionato a confermare la linea a tre con cui il Torino ha praticamente sempre giocato negli ultimi due anni.

Toro, tutto in un mese

I NUMERI – Le ragioni principali sono due. La prima è di carattere puramente numerico: il Torino, infatti, è stato costruito da Walter Mazzarri con una chiara impronta verso la difesa a tre. Per accorgersene basta analizzare i componenti della rosa, che vede: cinque centrali di ruolo (Izzo, Djidji, Nkoulou, Lyanco e Bremer) e appena tre laterali (Aina, De Silvestri e Ansaldi); cinque se si considerano gli ex Primavera aggregati alla prima squadra Singo e Ghazoini (LEGGI QUI). Uno squilibrio numerico evidente, che sta facendo propendere sempre più Moreno Longo verso la conferma della difesa a tre.

LE SCELTE – La seconda ragione, invece, è di carattere tattico. Ansaldi e Aina, nel contesto di una squadra senza difensori di piede mancino, sono infatti gli unico due giocatori adattabili sull’out di sinistra in un’ipotetica linea a quattro. Anche in questo caso però c’è un ostacolo non indifferente da superare. Il riferimento è sia ad Ansaldi – che Longo non vorrebbe confinare troppo lontano dalla porta avversaria, viste le sue grandi qualità in fase offensiva – che ad Aina: ritenuto, al contrario, ancora poco affidabile dal punto di vista tattico per sopportare il peso di una difesa a quattro. Tante, troppe incognite che rischierebbero di mettere in ulteriore difficoltà una squadra che dovrà lottare con le unghie e con i denti per ottenere la salvezza.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. bertu62 - 4 mesi fa

    Gira e RI-GIRA, siamo sempre lì: in definitiva, rispetto alla difesa che nello scorso campionato ha incassato SOLO 37 gol, NON E’ CAMBIATO NULLA, a parte LA TESTA di alcuni!
    Quest’anno, in SOLE 25 partite giocate, i gol subiti sono stati BEN 45: peggio di così, dopo 25 giornate, MAI!!!
    E’ evidente che “qualcosa” è successo, ed è per questo che la società ha chiesto ai giocatori (che sono i responsabili) di “cambiare registro” tornando a fare quello che sono capaci di fare (dimostrato appunto l’anno scorso), anzi credo proprio che non l’abbia solo “chiesto” ma lo abbia PRETESO dato che ha puntualizzato che nel caso in cui “la nave affondi” Loro, i giocatori, affonderanno con Essa!
    Tradotto?
    “Siccome siete i responsabili della situazione di classifica, in caso di retrocessione non crediate di poter “scampare” venendo ceduti: resterete nel Toro ANCHE IN SERIE B”..
    Per quanto mi riguarda, NON FA UNA GRINZA!!
    FV♥G!! SEMPRE!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 mesi fa

      I giocatori sono di certo responsabili , ma non gli unici responsabili.

      Ne io ne tu sappiamo cosa cè dietro o cosa c’è stato , ma di certo qualche cavolata la società l’ha fatta .

      Dalla gestione del caso Petrachi ( e non mi si dica che cairo non sapesse ) e poi il caso Nkoulou e la gestione dello spogliatoio .

      Per non parlare del mercato composto da un giocatore quando ormai anche i sassi sapevano quali fossero i problemi…errore reiterato a gennaio lasciando andare via 4 giocatori senza neppure un rimpiazzo.

      Non voglio poi entrare nella questione premi EL perchè non la conosco .

      Diciamo che le responsabilità della società sono tante e anche abbastanza grandi : questo è oggettivo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy