Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

gazzanet

Toro, Edera scalpita: Longo pronto a riconfermarlo anche contro l’Udinese

TURIN, ITALY - JUNE 20:  Simone Edera (L) of Torino FC clashes with Matteo Scozzarella of Parma Calcio during the Serie A match between Torino FC and  Parma Calcio at Stadio Olimpico di Torino on February 23, 2020 in Turin, Italy.  (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Focus on / L'attaccante classe '97 è stato tra i più volitivi contro il Parma: l'obiettivo è riscattare il colpo di testa fallito da pochi passi

Nicolò Muggianu

Edera è pronto al rilancio. Dopo una partita in chiaroscuro contro il Parma, per il talento ex Primavera è giunto il momento di ripagare sul campo la fiducia che ripone in lui mister Moreno Longo. Il tecnico ex Frosinone, che ha già allenato il classe 1997 ai tempi della Primavera granata, conosce bene le sue potenzialità ed è pronto a riconfermarlo nell'undici titolare anche nel match di questa sera contro l'Udinese.

https://www.toronews.net/gazzanet/la-probabile-formazione-del-torino-si-va-verso-la-conferma-degli-11-anti-parma/

RIVINCITA - Un match delicatissimo per il Torino, che deve tornare a vincere dopo aver lasciato due punti pesantissimi per strada contro il Parma. Per farlo, Longo si affiderà proprio a Simone Edera che con ogni probabilità verrà confermato in attacco al fianco di Zaza e Belotti. L'esterno classe '97, infatti, è stato tra le chiavi di volta tattiche che hanno permesso al Toro di cambiare più volte disposizione in campo nel corso dell'ultima partita. Longo ha apprezzato il suo coraggio nel provare la giocata e il suo spirito di sacrificio in fase difensiva, anche se ora l'ex Parma è chiamato a dare un apporto anche in zona-gol.

I GOL - Perché con uno Zaza tutt'altro che in grande spolvero ed un Belotti che non segna dal 5 gennaio scorso (LEGGI QUI), per il Torino sarà fondamentale anche l'apporto realizzativo di Edera; che pur aveva segnato un gol (inutile ai fini del risultato) nell'ultimo match pre-lockdown contro il Napoli. Il classe 1997, inoltre, dovrà farsi perdonare il colpo di testa fallito da pochi passi contro il Parma. Non esattamente la specialità della casa, certo, ma comunque un'occasione troppo ghiotta per essere sprecata in quel modo.

Potresti esserti perso