Toro, i derby nell’era Cairo: granata tra le prede più facili della Juventus

Toro, i derby nell’era Cairo: granata tra le prede più facili della Juventus

Focus on / Una sola vittoria nella stracittadina da quando Cairo è presidente del Torino

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

Poche volte l’ambiente Torino ha vissuto un avvicinamento al derby con così poche aspettative. La Juventus è prima in classifica e può vantare campioni in tutti i reparti, il Toro annaspa nelle zone basse della classifica dopo un cammino costellato da sconfitte. Sconfitte che sono frequenti, purtroppo, anche nella gara più sentita dalla tifoseria granata. Il bilancio dei derby dell’era Cairo è infatti assolutamente impietoso e costituisce uno dei maggiori crucci per il patron granata. Sono 17 i k.o. inflitti al Torino dalla Juventus dal 2007 ad oggi in tutte le competizioni, solo 3 i pareggi e una sola vittoria griffata Darmian-Quagliarella, quella del 26 aprile 2015. Numeri che – ça va sans dire – sono crudeli.

LEGGI ANCHE: Torino, ecco la Juventus: il derby per salvare un’intera stagione

IMPRESA – Quel giorno di poco più di cinque anni fa il Toro di Ventura regalò a Cairo e ai tifosi una vittoria che mancava dal 1995. Il goal di Pirlo su punizione fu inutile a causa delle marcature di Darmian e Quagliarella che fecero impazzire la metà granata di Torino. Servirà una partita praticamente perfetta, come in quell’occasione, per portare via un risultato positivo dallo Stadium. In generale, il Torino si è sempre distinto nella sua storia per la capacità di dare del filo da torcere ai rivali cittadini, anche quando schierava squadre decisamente inferiori. Poi, dalla metà degli anni Novanta, il divario tecnico ed economico tra Juventus e Torino si è allargato a dismisura: come menzionato, il Torino è rimasto per vent’anni senza vincere una stracittadina (dal 1995 al 2015) e per 12 anni senza segnare un gol (dal 2002 al 2014).

LEGGI ANCHE: I precedenti di Juventus-Torino: granata mai oltre il pari allo Stadium

ERA CAIRO – Ma restringendo l’analisi all’era Cairo (2005-oggi), c’è un dato che fa male ai tifosi granata: in questo arco di tempo, il Torino è la squadra italiana contro cui la Juventus ha trovato più volte la vittoria, tenendo conto del numero degli incontri. In 21 incontri la percentuale di vittorie bianconere è dell’81%. Nello stesso arco di tempo, tra chi ha giocato contro la Juventus almeno cinque volte, hanno fatto peggio solo Empoli (83.3%) e Livorno (83.3%), che però hanno affrontato la Juventus rispettivamente 12 e 6 volte. Al netto di tutte le (numerose) polemiche arbitrali il Torino, per la Juventus, si è trasformato da incubo ad avversario comodo. E la tendenza si è consolidata soprattutto con Cairo presidente.

(Percentuale di vittorie della Juventus dal 2005 contro le squadre italiane in tutte le competizioni. Fonte: Transfermarkt)
13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gm - 1 mese fa

    Dopo cimmi serviva un docile in prenditore avido al punto da fare la testa di legno per corsera, la7 e torino.. uno che potesse mantenere in vita dei brand nobili ma decaduti. La famigghia ha voluto così..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rza78 - 1 mese fa

    CAIRO VATTENE CAIRO VATTENE CAIRO VATTENE OH CAIRO VATTENEOH CAIRO VATTENE VATTENEEEEEEEEEEE AFF…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Andrea63 - 1 mese fa

    QUINDICI ANNI DI SFIGA!!! VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. grammelot - 1 mese fa

    I danè, caro mio, i tanti danè che incassa, che si mette in saccoccia e che non renveste.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. dattero - 1 mese fa

    signora,chi sfascia è il suo beneamato presidente,il resto è fuffa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Madama_granata - 1 mese fa

      In questo momento così difficile ed infelice , secondo me, chi tifa Toro sta “anche” con Cairo, per il bene del Toro.
      Chi agisce contro Cairo agisce anche contro il Toro!.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Madama_granata - 1 mese fa

    Io spero solo che il Toro faccia una partita dignitosa.
    I punti, dalla ripresa del campionato in poi lo hanno detto e scritto tutti, non si sarebbero potuti cercare e raccogliere contro Inter,Juve e Lazio, ma contro le squadre in lotta x non retrocedere.
    “Bisogna stare vicini alla squadra ed evitare contestazioni fino alla fine, fino alla auspicata salvezza”, avevo sentito saggiamente dire.
    “Dobbiamo sostenerli e lottare tutti insieme x non retrocedere!”
    Ma i tifosi del Toro, o perlomeno una minima parte di loro, purtroppo però proprio quelli che più gridano, sentenziano, minacciano ed alzano la voce, proprio non riescono a controllarsi e contenersi..
    Tanti buoni propositi, tutti finiti nella spazzatura!! Tutta questa acrimonia, questo odio, questa rabbia, questo ironico disprezzo verso Cairo, Società e Calciatori porteranno allo sfascio della squadra e forse della Società!
    Il Toro in B, evidentemente, è la cosa che li soddosfa di più, per poi poter dire
    “Avevo ragione io”!
    Sai che soddisfazione!!
    E poi quella idiosincrasica, fobica, piena di odio e di rabbia ero io, insieme quella manciata di altri tifosi, anzi, no, di co-tifosi che hanno osato muovere critiche a Mazzarri e al suo operato!!
    Ricordo che lo 0-7 in casa contro l’Atalanta, e il 4-0 a Lecce qui sotto ricordati, è proprio con la guida di Mazzarri, che li abbiamo collezionati!!
    Ripeto:
    Io spero solo in un derby giocato con dignità ed impegno, secondo quelle che sono le forze e le capacità della squadra in questo momento.
    E spero nella “salvezza”.
    Io non godo se il Toro finisce in B!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

    Giocheremo con il coltello tra i denti….
    Chi lo ha detto??
    – Oronzo Cana’ prima di Longobarda-Giuve
    – Fulgenzio prima di Marchigiana-Giuvd
    – Longo prima di Giuve-Torino

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. TOROPERDUTO - 1 mese fa

      Longo-barda

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Bacigalupo1967 - 1 mese fa

    Sarebbe possibile fare una petizione e chiedere a Cairo di non far indossare la maglia granata da qui al termine della stagione ai nostri calciatori?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. TOROPERDUTO - 1 mese fa

    No eh,
    Non vi permetto di screditare cosi il presidente eh che senza di lui i derby non li avremmo giocato neanche, e poi ricordo un sacco di derby “persi” solo di misura.
    BLASFEMI!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Daniele abbiamo perso l'anima - 1 mese fa

    Questi dati statistici che in quanto tali sono incontrovertibili non fanno che aumentare lo sconforto in questa maledetta e deludente stagione, l’ennesima nell’era Cairo, tanto per aggiungere un altro dato:
    5 anni in B
    1 solo derby vinto
    2 sole qualificazioni (da ripescati ) in EL
    Uniche gioie i trofei della Primavera “, l’anno di Cerci e Immobile, e il campionato del Gallo da vice capo cannoniere con le vittorie su Milan e Inter
    Poi tante, troppe umiliazioni, con il picco dello 0-7 contro al Dea e i 4 schiaffi a Lecce.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. gm - 1 mese fa

      Vero, il mancato rinnovo dell’unico allenatore che voleva davvero imporsi, Sinisa, quello che aveva in animo un attacco Belotti, Immobile e Ljiaic, che ha portato il Toro a giocare contro Liverpool e Benfica, che ha difeso i nostri colori su Sky e al merdodromo dicendo che abitava al principi per chiunque avesse voluto un confronto. Dicono che non fosse un gran tattico ma riguardando le statistiche con lui oggi non saremmo ridotti così. Metteva solo troppa pressione a Urbanetto…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy