Torino-Napoli: da Nicchi a Ola Aina, le voci della settimana

Torino-Napoli: da Nicchi a Ola Aina, le voci della settimana

Verso il match / Tutte le dichiarazioni più significative della marcia di avvicinamento alla gara

di Marco De Rito, @marcoderito

Al “Grande Torino” va in scena la prima partita della domenica, si tratta del lunch match tra Torino e Napoli, valido per il  5° turno di Serie A. Ecco, in una veloce rassegna, tutte le dichiarazioni più importanti sul match odierno:

Mazzarri pre Torino-Napoli: “Soriano c’è, Zaza non è al top. Meitè: piedi per terra”

Obasi, agente Aina: “Perchè il Toro? Quella telefonata di Mazzarri…”

Berenguer, parla l’agente: “Gol annullato? Chissà che non segni al Napoli…”

Torino, Ola Aina si presenta: “Sorpreso dalla squadra. Posso essere importante”

Rampanti: “Atteggiamento delle tv inconcepibile. Suggerisco a Cairo…”

Miccichè, pres. Lega Serie A: “Var? Bisogna farne pieno uso”

Nicchi su Udinese-Torino: “Valeri ha sbagliato, troppo precipitoso”

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. BIRILLO - 2 mesi fa

    Ieri sera durante Samp-Inter la var è stata consultata dall’arbitro Guida probabilmente come ci si auspicherebbe in ogni gara, avrà spezzettato un pò il gioco, ma gli elementi per applicarla erano validi.
    Fosse sempre così e si aggiungessero due chiamate a tempo a discrezione squadre, come in altre discipline, si darebbe più credibilità a questo sport che troppe volte per incompetenza o protagonismo (e a volte anche peggio) di alcuni arbitri è considerato da chi pratica o segue ogni altra manifestazione sportiva (rugby, basket, tennis etc), di partigiana faziosità e legato solo agli interessi di pochi e a discapito dello spirito di lealtà che dovrebbe contraddistinguerlo.
    La differena economica dei club nell’allestire squadre “potenzialmente” più competitive di altre, dovrebbe essere il limite di disparità tollerabile, al netto dei controlli relativi al fair play finanziario e ad una più equa distribuzione dei proventi da diritti televisivi; ma dal momento dell’inizio delle partite le condizioni di pari opportunità di successo e di equo giudizio, devono essere sempre garantite. L’errore ci sarà ancora, se umano più tollerabile, le faziosità a pro di alcuni, sempre gli stessi, o i protagonismi di arbitri che si considerano al di sopra di tutto non si possono più accettare!
    Saluti e buona partita. FVCG !

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy