Belotti e Sirigu: così l’effetto coronavirus può spingerli verso la permanenza al Torino

Belotti e Sirigu: così l’effetto coronavirus può spingerli verso la permanenza al Torino

Focus on / Le due colonne granata potrebbero avere più di un motivo per restare tali anche nella prossima stagione

di Lorenzo Chiariello, @lorechiariello

In attesa di sapere quando e se il campionato ripartirà, il Toro pensa a gettare le basi per la prossima stagione. Se è attesa a breve l’ufficialità per Davide Vagnati in ambito dirigenziale, per quanto riguarda il campo la società granata ha l’obiettivo di trattenere i due giocatori simbolo della propria rosa: Andrea Belotti e Salvatore Sirigu. E le probabilità che i due restino sotto la Mole anche per la prossima stagione non appaiono così basse. Non solo perchè entrambi hanno un contratto sino al 2022. L’attuale situazione economica del calcio italiano e lo spostamento degli Europei potrebbero giocare infatti un ruolo determinate, nonostante entrambi siano due giocatori potenzialmente ambiti sul mercato.

Torino, Vagnati e il capitolo rinnovi: De Silvestri-Ansaldi da chiudere, poi Nkoulou e Rincon

LIQUIDITÀ – L’emergenza coronavirus sta infatti mettendo a dura prova le casse delle varie società. Come facile ipotizzare, la prossima sessione di mercato potrebbe perciò essere all’insegna del risparmio. È improbabile quindi, che per Belotti e Sirigu, possano arrivare offerte consistenti. È dunque altrettanto improbabile che, anche qualora dovesse esserci un interesse concreto nei loro confronti, il presidente Cairo possa considerare di fare sconti e privarsi del Gallo e del portiere sardo. I due poi rimanendo in granata potrebbero mantenere alte le loro quotazioni in orbita Nazionale.

Tommasi: “Mascherine in campo? Impossibile”

PROTAGONISTI – Prima della necessaria interruzione delle attività sportive infatti, nonostante la stagione non felice del Torino, sia Belotti che Sirigu erano stabilmente nei piani di Roberto Mancini. Difficilmente sarebbero stati esclusi dalla rosa azzurra che avrebbe preso parte all’Europeo. La decisione presa della UEFA di posticipare la competizione al 2021 potrebbe quindi spingere i due a rifiutare eventuali offerte, per potersi nuovamente giocare la convocazione da protagonisti nel Torino. L’ambiente granata sarebbe, ancora una volta, il palcoscenico più adatto per esprimersi al meglio, da leader indiscussi quali i due sono. Insomma, i tifosi granata possono coltivare legittime speranze di vedere Belotti e Sirigu con la maglia granata ancora per un pezzo.

 

LEGGI ANCHE:

Il Toro e quell’area scout da ridisegnare: Milanetto e Specchia possono convivere?

Toro, continua il lavoro al Filadelfia: aumentano i carichi. Presente Bava

Torino, Vagnati varerà un nuovo corso: mezza squadra si gioca la conferma

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pimpa - 5 mesi fa

    Naturalmente se ne andranno se non son grulli. Ritengo un miracolo che siano rimasti anche quest’anno,come ho scritto più volte.
    Ma mentre Sirigu può ambire a giocare in squadre che giocano o lottano per Champions,Belotti poveraccio a quei livelli non ci arriverà mai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Paul67 - 5 mesi fa

    N’Koulou, Izzo, partono sicuro, poi tenteranno di piazzare Zaza, Belotti ha una valutazione troppo alta e probabilmente verrà trattenuto, sarà motivato a rimanere? Sirigu potrebbe rimanere a prescindere, più gli tirano in porta, piu para e così ha l’opportunità di mettersi in mostra per la nazionale. A me preoccupa Belotti, probabilmente avrà offerte da club da Champions che però nn sono disposte manco ad avvicinarsi alla clausola, an he perché il valore attuale del Gallo nn arriverà ai 40 ml. Quindi dovrà rimanere rispettando il contratto, con tutti i rischi di trattenere un giocatore controvoglia. Tempo duri per il futuro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. christian85 - 5 mesi fa

      Paul67
      “un portiere come Sirigu deve rimanere perche’ piu’ palloni gli tirano in porta meglio e’ cosi ha l’opportunita’ di mettersi in mostra per la Nazionale” ?????
      Ma che discorso e’ ?
      A maggior ragione un portiere che ha 32 anni, se puo’, se ne andrebbe di corsa da una societa’ disumana come questa.
      Intanto uno come Sirigu non ha bisogno di presentazioni ne’ tantomeno di dare dimostrazioni (penso abbia fatto fin troppo in questi 2 anni e mezzo), secondo probabilmente hai memoria corta : Sirigu era stato preso con una mossa da grande colpo di mercato con il progetto di costruire la squadra da Europa attorno a lui, N’Koulou e Belotti….. poi il resto e’ storia.
      La domanda piuttosto da farsi e’… ma chi glielo fa a fare di rimanere ancora un altro anno con noi ?? Altro che stare a prendere altre 20 pallonate a partita…

      Belotti : se proprio devo dire la mia, e’ indiscutibile la voglia e la grinta che mette in campo. Ma una cosa e’ lottare come un leone perche’ il tuo fisico ha quelle determinate caratteristiche, ma dall’altra se non hai la tecnica credo sia un po’ poco…. e Belotti in questo un po’ pecca.

      Mi spiego meglio, Gattuso al Milan era un grandissimo centrocampista, grintoso e tutto quello che vuoi, peccato che a fianco aveva certi giocatori come Seedorf Rui Costa Kaka’ Beckam.. altrimenti vai sereno che non sarebbe diventato quello che e’ grazie ai suoi piedi quadrati.
      Il nostro beneamato Gallo a oggi e’ il nostro big… ma ti posso assicurare che gente come Berardi, Boga, Caputo, Orsolini, Chiesa, Milik e via dicendo tecnicamente sono 10 spanne piu’ di lui e lo sto dicendo a malincuore da intenditore che segue nello specifico le caratteristiche tecniche di un attacante.

      Una big che volesse prendere il Gallo di certo non ha problemi ma per quella cifra che dici tu, anche fossero 30 milioni, non li spendera’ mai per metterlo in panchina.
      E ad oggi, se la coppia d’attacco di punta della Nazionale e’ Immobile e Belotti e’ solo perche’ non c’e’ piu’ il bomber di razza italiano o ariete alla Toni, con Quagliarella e Pazzini ormai nonni e impossibilitati a stare dietro ai ritrmi di velocita’ dei 20enni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rolandinho9 - 5 mesi fa

    non nascondo che mi piacerebbe tantissimo venisse Scuffet a fare il secondo di Salvatore con l idea di farlo diventare il primo nel giro di 2 anni. Scuffet ora ha un prezzo abbordabilissimo, italiano, giovane bravo e mai stato alla juve

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 5 mesi fa

      Nel 2015-2016 fu opzionato dai gobbi ma poi lasciarono decadere il tutto per cambio strategia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy