Calciomercato Torino, Nkoulou esce dai radar del Bologna

In uscita / Tra campo e mercato. Il felsinei in difesa hanno preso Soumaoro e dovrebbero essere a posto, il camerunense potrebbe partire titolare in Coppa Italia

di Redazione Toro News

Il futuro di Nicolas Nkoulou rimane sempre più incerto. Quello più prossimo sembra portare a una maglia da titolare contro il Milan in Coppa Italia, quello più remoto invece è oscuro. Difficile immaginarlo in granata ancora per molto, ma resta da capire se l’addio di giugno (il camerunense è in scadenza di contratto) potrà essere anticipato al mercato di gennaio.

LEGGI ANCHE: Torino, contatti con il Napoli: si tratta il prestito di Lobotka

TURIN, ITALY – DECEMBER 12: Nicolas Nkoulou of Torino F.C. is put under pressure by Jens Stryger Larsen of Udinese Calcio during the Serie A match between Torino FC and Udinese Calcio at Stadio Olimpico di Torino on December 12, 2020 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

INTERESSE – Anche se l’addio durante questa finestra sembra difficile al momento. L’unica società fortemente interessata era il Bologna, ma i felsinei in difesa hanno già preso Soumaoro. Il centrale arrivato dal Lille dovrebbe chiudere il mercato in difesa della squadra di Mihajlovic, anche se nel mercato è sempre vietato chiudere definitivamente delle porte. Più possibile, invece, che si concretizzi l’interesse del Genoa per Nkoulou. Anche la squadra di Ballardini è alla ricerca di un centrale d’esperienza e affidabile (l’ultima partita al centro della difesa a 3 ha giocato Radovanovic). Al momento non risultano comunque offerte formalizzate al Torino e – soprattutto – servirà capire anche i piani di Nkoulou.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Toro, attesa per Kouame: la Fiorentina può decidere a breve

TURIN, ITALY – JULY 16: Nicolas Nkoulou (R) of Torino FC tackles Andrea Pinamonti of Genoa CFC during the Serie A match between Torino FC and Genoa CFC at Stadio Olimpico di Torino on July 16, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

COPPA ITALIA – Il difensore camerunense potrebbe anche aspettare la scadenza del contratto per trovare poi offerte più vantaggiose da svincolato. Il fatto che Nkoulou abbia ormai perso la maglia da titolare e stia collezionando panchine non è indice di una partenza imminente. La sua situazione è diversa da quella di Meité (per fare un esempio). Il centrocampista francese recentemente è stato tenuto fuori per evitare distrazioni dal mercato, mentre in precedenza era spesso titolare. Nkoulou al contrario non è mai stato considerato un titolare nella difesa granata (questa stagione). Intanto Marco Giampaolo è pronto a lanciarlo nella mischia contro il Milan in Coppa Italia. Nell’ottica del turnover il camerunense dovrebbe permettere a uno dei centrali titolari di riposare in vista della partita di sabato contro lo Spezia, questa molto più delicata.

33 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Alfredo - 4 giorni fa

    Tra i due, hanno preso quello forse meno “soumaro”…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mimmo75 #prexit - 4 giorni fa

    Mica è scemo! Ha già collezionato figuracce grazie a Sinisa (che per inciso, per l’ennesima volta in carriera, sta facendo affondare la squadra che allena dopo un primo anno appena decente) ed è in scadenza di contratto, ben retribuito e libero già da subito di accordarsi con una nuova squadra con decorrenza giugno 2021. Chi glielo fa fare di muoversi da Torino solo per quattro mesi? O viene qualche squadra a comprarselo a prezzi di saldo subito o svernerà qui fino a fine torneo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mirafiori64 - 4 giorni fa

      Inoltre questo scherzetto lo ha fatto già al Marsiglia, stappando poi un contratto da favola al Lione da 2.7 mln se non ricordo male

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mik - 4 giorni fa

      Non mi viene in tasca nulla a difendere Sinisa ma bisogna anche dare a Cesare quel che è di Cesare. Innanzitutto prima di arrivare a Bologna non è che sta società giocasse per champions o scudetti. Secondo andato via da Torino se mazzarri lo portava ad un settimo posto miracoloso lui portava il Bologna al decimo, in una piazza dove non circolano i soldi che girano qui (lasciamo stare che poi il presiniente ne usi una minima parte). Anno successivo chiude davanti a noi e ora lo è nuovamente. Non è di certo un top allenatore ma quelli che ho visto girare da ste parti chi più chi meno, fatta eccezione per Zaccheroni, sono della stessa pasta e curriculum. Poi che qualcuno li soprannomi maestri o Sapientoni, be inviterei a vedere più i fatti e quanto conseguito in carriera. Vale nel calcio e in qualsiasi altro sport. Il problema qui che l’allenatore in assoluto incide sull’andamento di una squadra fino a un certo punto, che vadano bene o male le cose. Per questo ho sempre sostenuto che in sta Cairese il problema è da tutt’altra parte, magari fosse solo li. Poi come tutti i soggetti coinvolti anche il mister ha le sue colpe e su queste di può giocare una permanenza o meno in serie A, che è già tutto dire per carità. Ma non è che se prendi per assurdo a gennaio un Gasperini ti trovi poi a giugno in Champions League. Tanti tasselli del puzzle devono andare al loro posto, e la stragrande maggioranza competono sempre al presidente e ai suoi primi livelli di cui vuole contornarsi! Sarà anche cambiato il calcio, su qualche aspetto, ma i principi fondamentali restano tali da quando è stato creato.
      Sinisa di errori al toro ne ha fatti, e chi non in sti 15 ultimi anni. Ma l’errore più grosso è l’aver accettato la chiamata di Cairo. Dico questo per un semplice aneddoto : fine girone di andata e il toro si presenta al giro di boa decimo, da leccarsi le dita oggi o anche solo ieri. In coppa Italia dopo aver superato nel turno secco la Roma in casa propria, altro stralecco di dita, andavamo a giocarci i quarti sempre in turno secco, stavolta in casa dei ladri. Noi già con mille defezioni la stavamo perdendo 1-0 e a quel punto il mitico Doveri ignorando gli occhi in campo che già bastavano e il VAR dopo, convalidava il 2-0 giunto dopo un fallo evidente di Khedira su Acquah. Sinisa che non le manda a dire si fa espellere per proteste. In settimana nelle varie trasmissioni sportive si parlerà tanto di questo errore e soprattutto della non volontà di ravvedersi al var. Perfino il designatore sarà duro nei confronti di quest’arbitro, magari una cosa di facciata di certo, ma pur sempre significativa. Morale? In settimana Cairo licenzierà Sinisa! Era già nell’aria per carità, magari era giusto farlo, o no, chi lo sa, di certo il tempismo del presidente era stato eccezionale, come sempre del resto. E ovviamente nessuna parola sull’operato dell’arbitro. Vuoi mica farti poi cattiva luce in lega e ricevere poi meno soldi per questo o per altro, no! Bel messaggio di difesa per la nostra fin troppo bistrattata squadra, vero presiniente! Poi ci stupiamo per come stanno andando le cose su scudetto revocato (lei aveva tirato fuori ennesimo proclama, chi glielo aveva chiesto), o per il caso Immobile e Covid o per lo schifo quest’anno in casa della Roma, eccetera eccetera eccetera.
      Tornando al discorso sui mister oggi GP che sta facendo direi un pelino peggio di Sinisa, ma proprio pelino, con una rosa sulla carta non di certo peggiore di quella che allenava il Serbo, sta bello lì seduto in panchina. Come dire…la coerenza non la fa da padrona in casa nostra. Su questo e su tanti altri aspetti che come dicevo prima fanno la differenza tra chi vuole e sa far bene le cose e chi no. La mediocritá di questi 15 anni di Cairese, non 15 mesi, voluti e non subiti, è la perfetta cartina tornasole che scredita inesorabilmente la montagna di cazzate campate in aria furbamente da chi di dovere per giustificare tutto ciò.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 4 giorni fa

    Credo sarà difficile piazzare Nkoulou.
    Al di là di quelle che sono le reali capacità del giocatore, è il suo comportamento a dissuadere chicchessia a proporgli un contratto.
    Troppo scalpore ha fatto il suo “rifiuto di giocare”: tutte le squadre, ahimé, sanno, tutte conoscono il suo indegno comportamento, quindi si tengono ben lontane da un simile elemento!
    Il rifiuto da parte di un professionista regolarmente pagato di giocare nella propria squadra di appartenenza non ha precedenti, e ha fatto scalpore.
    Un professionista serio ed onesto rispetta il contratto che lui stesso ha prolungato, approvato, accettato, sottoscritto e firmato!!
    Gioca al meglio, e nel frattempo, se desidera andare altrove, ne parla con la sua Società.
    Nkoulou, solo perché lui in quel momento “non aveva testa” e sognava di andare a giocare nel “calcio che conta”
    (‘a Magggica Roma), e voleva andarci subito, stuzzicato da un altro grande uomo, pure lui dal comportamento integerrimo (Petrachi!!!), ha pensato bene di ottenere quello che voleva rifiutandosi di scendere in campo e di giocare!!
    Chi volete che dia fiducia ad un elemento simile? Quante squadre sarebbero pronte ad “assumerlo”, sapendo a priori che potrebbe arrivare la coltellata alle spalle?
    Nkoulou da “quel” dì, non avrebbe dovuto neppure più sedere sulla panchina granata, e invece la nostra Società, per tentare di tenerselo buono, ha persino osato fargli indossare la fascia da capitano!!!
    Che vergogna!

    Vedano certi miei detrattori, questi sono gli errori di cui secondo me bisognerebbe chiedere conto alla Società e a Cairo, errori che hanno tolto dignità e credibilità al Toro!
    Non è vero che x me va tutto bene, ma ci sono errori ed errori, ai quali io dò pesi diversi!
    – Imperdonabile aver piegato il capo dinnanzi alle intemperanze e ai capricci del signor Nkoulou, un giocatore qualunque, uno senza peso nella Grande Storia del Toro!!
    – Comprensibile aver speso in buona fede grandi cifre per acquisti rivelatisi poi deludenti o sbagliati.
    La speranza era, credo io, di dare al Toro giocatori di valore, giocatori di fama e capacità fino ad allora indiscusse.
    Il primo ad essere danneggiato da questi sbagli è stato ed è Cairo: i soldi li ha investiti lui, ed è lui che ci sta rimettendo, non noi!
    Se non è autolesionismo, questi sono errori in buona fede, secondo me!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. mirafiori64 - 4 giorni fa

      Non è molto informata sui fatti. Eppure è di dominio pubblico, si informi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 4 giorni fa

        Possibile, che io non sia informata bene, e come me altri sei tifosi.
        Se lei ha la bontà di dirmi su che cosa “non sono imformata”, le prometto che mi documenterò!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. policano67 - 4 giorni fa

      Io nn parlerei di buona fede ma di incompetenza societaria sui soldi spesi male.cairo e incompetenza allo stato puro.e sempre stato lui a trattare i calciatori.uno che dice singo lo preso io mentre zaza verdi e niang li hanno voluti i mister di turno e alquanto dubbloso no?gli affari li fa lui e i bidoni e colpa altrui?la favola nn regge.la sua incopetenza fa in modo che ora il toro si ritrova a nn poter comprare se prima nn vendi zavorre perche nn ha un euro in cassa e il toro nn produce piu plusvalenze.negli ultimi due anni si lotta per la permanza in a con l ottavo monte ingaggi della a.i contratti li fa lui no?cmq di suo nn ci mette nulla.il toro si autofinanziava con le vendite.ora nn ve ne sono e guarda dove siamo.nn aver pieta per cairo e solo un avvoltoio

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Bacigalupo1967 - 4 giorni fa

      Signora lei non ha detrattori, magari ci sono persone che non gradiscono essere catalogati ed etichettati da lei come razzisti, sessisti, etc etc in modo superficiale ed assolutamente privo di alcun fondamento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. mirafiori64 - 4 giorni fa

    Il buon nkoulu svernera fino a giugno, perché dovrebbe accettare sistemazioni frettolose tanto
    è profumatamente pagato.
    Nkoulu è stato gestito in maniera dilettantistica. Cairo a toppato alla grande da prendere minimo 20 mln a zero euro e stipendio pagato fino a giugno 2021. Questi sono errori che si pagano alla grande.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Seagull'59 - 4 giorni fa

    Ad eccezione di una squadra che abbia disperatamente bisogno di un centrale come lui, voi lo comprereste a gennaio sapendo che potrete prenderlo Gratis a giugno? Di questi tempi credo proprio nessuno…
    Gli sbagli societari fatti in questo caso si pagano a caro prezzo: non becchi un euro, perché non si è saputo gestire la cosa in modo corretto e nei tempi dovuti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Nero77 - 4 giorni fa

    Mi chiedo cosa possa spingere un difensore del calibro di Nkolu a preferire piazze come Bologna o Genova alla Nostra?Siamo caduti così in basso?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 4 giorni fa

      Non credo preferisca Genoa e Bologna al Toro… Lui pensava di poter essere ambito dal CALCIO CHE CONTA… non è il primo e non è l’ultimo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 4 giorni fa

        E infatti, se gli va bene, finirà al Genoa o al Bologna!
        Come Dovevasi Dimostrare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. abedinpele - 4 giorni fa

    Non sono per niente fiducioso del mercato, primo perchè non ci son soldi e Cairo non vuole debiti, due quali giocatori forti verrebbero a giocare in una squadra messa male e che gioca male al terz’ultimo posto? rischiamo di portare a casa le solite figurine che non ci servono. Serve invece qualcuno che impieghi correttamente i giocatori che abbiamo in rosa, sono straconvinto che non sono da serie B ma se tu non li fai giocare… Non si può vedere una partita preparata come sabato, si parte col 3511 per poi passare al 4312. Come fai da mister a non capire che i due esterni alti avversari ti faranno abbassare i tuoi esterni e di conseguenza sarai costretto a non giocare?
    Però sabato mi è venuto un dubbio, Giampaolo legge i miei post!!! Contro il Verona ho scritto che è inguardabile un portiere che calcia il rinvio con ancora 2 difensori dentro la propria area, risultato squadra lunga e seconda palla a loro, col Milan ho visto che Sirigu una volta deciso di rinviare ha aspettato che la propria squadra si alzasse per esser corta… Cosa elementari ma aveva bisogno del mio post!?!? ditemi voi se vedo io, allenatore dilettante, queste banalità come fa un professionista non spiegarle in allenamento!?!?! ahahah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 4 giorni fa

      Giampaolo ti ascolta.
      Digli chi deve giocare e dove che ci salviamo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abedinpele - 4 giorni fa

        AHAHA fosse vero…!!! intanto i giocatori correrebbero di più perchè li avrei allenati in modo da farli correre. Non sarebbero stanchi per giocare ogni 3/4 giorni. Poi farebbero pressing alto magari non per 90 minuti ma almeno per 60/70 dalle mie squadre lo pretendo. Vedresti qualche inserimento di giocatori senza palla a dettare il passaggio al compagno (ora lo vedi qualche volta?). Non terrei il solo Bellotti a lottare isolato contro il mondo ma farei stare la squadra corta e pronta ad aiutare la punta o il portatore di palla. Cercherei il gioco sulle fasce, questo sconosciuto…. Farei giocare più palloni a terra a Belotti piuttosto che a Sirigu visto che ora giochiamo così. Il pallone lo farei viaggiare veloce è quello che detta il movimento a chi deve difendersi quindi se lo fai girare veloce difendersi fai fatica. Non cercherei il passaggio in più ma andrei a trovare il passaggio per andare a creare l’occasione è ben diverso. Qualche idea ce l’ho come puoi vedere e senza regista top e trequartista top ma con la squadra che abbiamo potremmo essere con qualche punto in più… se mi prendi anche il trequartista top allora voliamo… io alleno squadre che fanno altro di professione e riesco a metterlo in pratica… quando vi accorgerete che è indifendibile sarà sempre tardi spero non troppo tardi… fvcg

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. paulinStantun - 4 giorni fa

          Se è così semplice non mi spiego come allenatori professionisti non riescano a farlo TUTTI… Boh…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. tric - 4 giorni fa

    Meité. Zaza, N’koulou e Verdi mi ricordano la “bela Maria, che tuti la voru ma gniun a la pia”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 4 giorni fa

      Tranne noi, che suma piasie tuti e quatr.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. paulinStantun - 4 giorni fa

    Forse anche lui qualche domanda potrebbe anche farsela visto che ha fatto i capricci per andare via ed oggi è nel mirino di vere corazzate a livello europeo come il Genoa…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Dr Bobetti - 4 giorni fa

    Sarebbe interessante sapere se giocheremo maggiormente a 3 o a 4 dietro. A 3 in teoria N’Koulou se ha voglia è meglio di Lyanco che invece secondo me rende molto meglio come centrale nella difesa a 4.
    Credo che al momento nessuno voglia N’Koulou perchè non vogliono darci soldi o perlomeno quanto chiede Cairo. Magari qualche richiesta arriverà a fine mese come saldo di fine mercato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lemmy - 4 giorni fa

      Nkoulou al di là delle prestazioni di quest’anno resta il difensore più duttile della squadra, è in grado di giocare sia a 4 che a 3 in tutti i ruoli. Resta il problema del contratto, nessuna squadra si sogna di renderlo adesso per il semplice fatto che a Giugno lui va a 0 dove gli pare, e questa situazione gli è stata permessa dalla società.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Gigiotto - 4 giorni fa

    Io invece dico che la panchina fa bene.
    Vedere giocatori che ambivano e adesso costretti a rimettersi sul mercato, Izzo e Sirigu ad. esempio disputano partite da sufficienza.
    Cosi sarà anche per Nkolou, lo perderemo forse gratis, ma lui se vorrà un altro contratto deve incominciare a darsi da fare.
    Meite’ secondo me è una caso a parte, nel senso che può servire al Milan come tappabuchi in coppa italia e quando sarà assolutamente necessario ,non dimentichiamoci che in queste partite si sta’ adattando. Calabria.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Paul67 - 4 giorni fa

    Spero che rimanga e torni titolare almeno fino al termine della stagione, si continuerà con i 3 dietro e lui lo sa fare bene e si gioca il posto con gl’altri. Bisogna recuperarlo come è stato fatto con Izzo e Sirigu.
    Meïté nn é distratto dal mercato, lo è per natura. La verità è che quando c è una trattativa lo tieni fuori per nn rischiare di farsi male altrimenti salta tutto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. ALELUX777 - 4 giorni fa

    Non serve a De Laurentis un centrale di difesa?… Qualcosa dovrà pur restituire, Maksimovic ha ancora un discreto Valore e mercato, Verdi non so forse in C1..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. policano67 - 4 giorni fa

    Nn riuscira a vendere nessuno e nn comprera nessuno se nn i qualche bollito.la speranza e che venda la societa.oramai ha finito qua in tt i sensi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. CUORE GRANATA 44 - 4 giorni fa

    Il vecchio detto”chi troppo vuole…”vale anche per Urbano che con NK rischia di trovarsi “con il cerino in mano”Perchè spendere anche solo pochi spiccioli rispetto ai (se non ricordo male)circa 10mln che il Nostro pretendeva nello scorso mercato?Potrà uscire a “parametro zero”e bye bye Cairo.Non riesce proprio ad accettare “le dinamiche”del Calcio molto diverse da quelle di Borsa.Sarà così anche nel caso di una ipotetica cessione della Società?FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 4 giorni fa

      15 ne pretendeva e anche 25 per izzo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Bela Bartok - 4 giorni fa

    Se abbiamo deciso di giocare con la difesa a tre inutile cederlo, tanto poi ne dovresti prendere un altro. Gli fai fare la riserva fino a fine anno e poi lo saluti a contratto scaduto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cuore granata 69 - 4 giorni fa

      Concordo…e aggiungo che per me è anche lui che non vuole andare in squadre come il Bologna dove ap massimo ti giochi il dodicesimo posto…aspetta giugno e va dove gli conviene..credo che se ha voglia di giocare può ancora fare comodo a squadre che possono disputare le coppe europee.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Bela Bartok - 4 giorni fa

        Dici? Tieni presente che ormai le grandi stagioni di Nkoulou risalgono a due anni fa, che nel calcio è un’eternità. Per me anche da svincolato dovrà accontentarsi di squadre di livello basso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Cuore granata 69 - 4 giorni fa

          Può essere…per me se ha stimoli al punto giusto un paio d’anni buoni li può ancora fare…ha 30 anni va per i 31 ..quindi un età ancora dove puoi fare buone cose..poi magari non necessariamente in italia..può tornare in Francia..un Marsiglia o squadre del.genee Lille che giocano europalegue per me potrebbe tranquillamente starci..sta di fatto il.mio discorso peincipale che per andare a bologna sta 6 mesi pagato bene a Torino e poi decide lui dove andare..per buona pace di cairetto.

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy