Diamo i numeri

Diamo i numeri

Prima che sia troppo Tardy / “Il futuro del Toro è un enorme punto di domanda“

di Enrico Tardy
tardy

Dopo un sussulto fondamentale contro il Genoa il torello è tornato a dare ampi segni di riconoscimento a Firenze. Un tiro in porta, errori tecnici da oratorio (scontro Millico/Lukic, rimessa in gioco Aina/Bremer, gollonzo Kouame, mancato stop Meitè e contropiede Cutrone) e soprattutto il solito elettrocardiogramma piatto. Tutto scivola via senza reazioni o sussulti. Ci eravamo aggrappati giovedì sera ad un’ottima prova del capitano, quasi fosse incredibile vedere un calciatore con la nostra casacca inseguire gli avversari, entrare in scivolata, lottare (Belotti lo fa sempre).

LEGGI ANCHE: La moviola di Fiorentina-Torino 2-0: l’errore di Mariani, il teatrino di Chiesa e l’ingenuità di Millico

Ci siamo commossi ed esaltati dopo un lungo periodo di grigiore intenso, per non dire altro. La gara con i liguri ha addirittura spinto alcuni ad esaltare oltre logica il povero mister (ottima persona, purtroppo chiamato a lavorare nel mezzo del periodo peggiore della storia recente). Ora siamo lì a 37 punti quasi salvi, giusto dirlo visto che la matematica non ci conforta ancora esattamente come il gioco espresso. Longo ha perso fino ad ora 8 gare su 12, ne ha vinte tre molto importanti, giusto riconoscerlo. Siamo a 10 punti nel girone di ritorno con un totale di 19 sconfitte.

LEGGI ANCHE: Torino, infortunio Izzo: trauma distorsivo al ginocchio destro

Il futuro del Toro è un enorme punto di domanda. Qualcuno con la maglia granata scenderà in campo anche il prossimo campionato, possiamo darlo per certo, altro non sappiamo. Noi saremo lì mascherati allo stadio o davanti alla tv a tifare e sperare che qualcosa cambi, ma NON perché nulla cambi. L’ho già scritto, c’è proprio da rifare tutto, questa storia con questi protagonisti è finita e strafinita. Il Toro è sinonimo di valori, li rivogliamo, sono nostri!


Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Simone - 3 settimane fa

    “folza Tolo”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Steu68 - 3 settimane fa

    Non credo ci sia più nulla da dire sul Toro. Non vedo l’ora che finisca il campionato e che per il prossimo anno cambi qualcosa, anche se non so bene cosa. Dopo aver toccato il fondo generalmente non si può che risalire. Progetto ambizioso, rifondazione….tutte parole che frullano nella testa, ma che non avranno probabilmente nulla di concreto. Staremo a vedere. Forza Toro sempre e comunque.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 settimane fa

      Dipo aver toccato il fondo si può iniziare a scavare, cosa che abbiamo cominciato a fare già da un po’. L’unico pilastro possibile per una rifondazione è la vendita del Torino Fc da parte di Cairo. Qualunque altra cosa può tranquillamente essere derubricata sotto il nome di agonia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ddavide69 - 3 settimane fa

        Esatto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Il_Principe_della_Zolla - 3 settimane fa

    Mi permetto un’addizione di senso all’articolo di Tardy, più che “il solito elettrocardiogramma piatto” a me pare che si assista da troppo tempo al “solito elettroencefalogramma piatto”.
    Il futuro è un enorme punto di domanda? Dipende, se Cairo non passa la mano, il futuro è una grande certezza, fatto di mediocrità, disamore, progressiva e definitiva scomparsa di ogni idea di Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 settimane fa

      È assolutamente così, purtroppo. Non c’è via di uscita

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Nero77 - 3 settimane fa

    Persino Calleri nel mercato di riparazione faceva salti mortali per rinforzare la squadra a Sonetti,il nostro parsimonioso editore ha pensato a sfoltire la rosa e alleggerire il monte-ingaggi!Cosa aspettarsi da un dirigente che non investe nemmeno sui giovani della primavera?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

    Peggio dello “spettacolo” offerto dal Toro quest’anno poteva esserci solo la cornice dello stadio vuoto…et voila! La desolazione è completa.
    E stavolta se Cairo non vende la società il prossimo anno al Grande Torino lo stadio resterà vuoto anche senza pandemia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Innav (CAIRO VATTENE) - 3 settimane fa

    Però non per fare il saputello (come altri, non sono il solo): sono anni che si dice che il nano è un arrivista (fa il portaborse in attività più grandi di quello a cui ambire)ed oltretutto di calcio capisce una fava zero. Abbassi le pretese di sta scatola vuota e se vadafuori dei marroni. È un presidente da Alessandria in C.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Boss Granata - 3 settimane fa

    Purtroppo è già troppo Tardy…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. CLAUDIO - 3 settimane fa

    15 anni di nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 settimane fa

      Caro Claudio, il nulla è per definizione nulla, inodore, insapore, invisibile. Qua stiamo parlando di agonia, dolore, vergogna che proprio nulla non sono, anzi. Fanno male da morire.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. lentini - 3 settimane fa

    Secondo me il caro presidente Cairo ( uno dei peggiori presidenti della storia del Toro) venderà tutti quei giocatori che hanno mercato compreso Belotti il prossimo campionato sarà serie b e toglierà le tende

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 settimane fa

      Purtroppo non bastano 3 giocatori per fare una squadra. A parte che molti non sono neppure dei professionisti visto l approccio alle partite e altri non sono giocatori di categoria. Credo che a questo punto l’unica cosa che conti davvero sia che Cairo sparisca dalla nostra vista.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Granatissimo1973 - 3 settimane fa

    Il prossimo anno sicuramente piu’ che mai partiremo con un solo prioritario obiettivo: salvarsi.

    La scelta dell’allenatore andra’ calibrata su questa realta’, perche’ tra la fine di questo campionato e l’inizio del prossimo il tempo per rifare tutta la squadra non c’è.

    Poi quando c’e’ da comprare qualcuno sappiamo tutti quanto è stitico Cairo, trattative lunghe settimane per portare in granata mezze pippe.
    Vi ricordate quanto ci volle per concludere l’acquisto di valdifiori per dirne una? Manco avessimo dovuto comprare Dunga o Neeskens.

    Quindi non facciamoci illusioni, tolti quelli come N’Koulu e Izzo che hanno gia’ la valigia pronta si ripartita’ al 60/70% da questo organico.

    Insomma lotteremo per la salvezza.

    Ci vorra’ allora un nocchiero in panchina che abbia esperienza delle zone basse della classifica, carisma e i coglioni di attaccare al muro qualche fichina di giocatore che pensa piu’ alla sua pettinatura e ai suoi tatuaggi del cazzo che a giocare.

    Il bel gioco? Pregasi ripassare, il prossimo anno l’imperativo sara’ solo sopravvivere!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mik - 3 settimane fa

      Totalmente d’accordo. Mi permetto di modificare la frase finale in “il bel gioco? Pregasi ripassare l’anno dopo e poi quello ancora e via dicendo”. Bisogna essere realisti…in 15 anni di cairo si possono contare una ventina/trentina di partite col bel gioco…poi solo tanti ma tanti sbadigli, delusioni, umiliazioni e imprecazioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 3 settimane fa

      Per me se questa è la prospettiva, che di fatto è più o meno la stessa della storia recente del Toro, sarei disposto a digerirlo in un solo caso, e cioè che il mandrogno si togliesse dai coglioni. Viceversa spero che ad abbonarsi alla cairese ci sarà solo lui.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. user-14554814 - 3 settimane fa

    Molto bravo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy