senza categoria

Diamo i numeri

Prima che sia troppo Tardy / “Il futuro del Toro è un enorme punto di domanda“

Enrico Tardy

"Dopo un sussulto fondamentale contro il Genoa il torello è tornato a dare ampi segni di riconoscimento a Firenze. Un tiro in porta, errori tecnici da oratorio (scontro Millico/Lukic, rimessa in gioco Aina/Bremer, gollonzo Kouame, mancato stop Meitè e contropiede Cutrone) e soprattutto il solito elettrocardiogramma piatto. Tutto scivola via senza reazioni o sussulti. Ci eravamo aggrappati giovedì sera ad un'ottima prova del capitano, quasi fosse incredibile vedere un calciatore con la nostra casacca inseguire gli avversari, entrare in scivolata, lottare (Belotti lo fa sempre).

"Ci siamo commossi ed esaltati dopo un lungo periodo di grigiore intenso, per non dire altro. La gara con i liguri ha addirittura spinto alcuni ad esaltare oltre logica il povero mister (ottima persona, purtroppo chiamato a lavorare nel mezzo del periodo peggiore della storia recente). Ora siamo lì a 37 punti quasi salvi, giusto dirlo visto che la matematica non ci conforta ancora esattamente come il gioco espresso. Longo ha perso fino ad ora 8 gare su 12, ne ha vinte tre molto importanti, giusto riconoscerlo. Siamo a 10 punti nel girone di ritorno con un totale di 19 sconfitte.

"Il futuro del Toro è un enorme punto di domanda. Qualcuno con la maglia granata scenderà in campo anche il prossimo campionato, possiamo darlo per certo, altro non sappiamo. Noi saremo lì mascherati allo stadio o davanti alla tv a tifare e sperare che qualcosa cambi, ma NON perché nulla cambi. L'ho già scritto, c'è proprio da rifare tutto, questa storia con questi protagonisti è finita e strafinita. Il Toro è sinonimo di valori, li rivogliamo, sono nostri!

Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.

Potresti esserti perso