Ground zero

Ground zero

Prima che sia troppo Tardy / “Il prossimo campionato non sarà l’anno zero, sia chiaro. Il vertice è sempre quello, il pensiero di risolvere tutto con un allenatore, un ds e stop è lo schema che vediamo da tre lustri, dunque anno zero un bel niente”

di Enrico Tardy
tardy

L’ignobile stagione è finalmente giunta alla conclusione!

Via il malox, via la citrosodina, via tutto! Siccome il presidente è lo stesso da quindici anni e ne conosciamo oramai ogni sfumatura possiamo con assoluta certezza affermare di aver avuto la peggiore squadra da tantissimi anni ad oggi. Mi riferisco ovviamente a quello che crudamente e cinematograficamente viene definito “capitale umano”. Troppi alibi e giustificazioni per questi privilegiati che per un soffio non ci portano in Serie B per ragioni che più passa il tempo e più si disvelano meno misteriose. Premi, rinnovi, promesse di cessione e altro ancora.

Leggi anche: La memoria

Il tutto, perdendo partite in serie, di fatto non giocando mentre il lauto stipendio – nonostante le pessime performance – transitava comunque sui loro conti correnti. I professionisti, definibili come tali in “quel” mondo, non “questo” in quanto lontano dal mio, si riconoscono rapidamente: ve ne cito uno che non brilla per doti tecniche, De Silvestri.

Leggi anche: Quel che non si vede

Lollo si impegna con serietà sempre e comunque, non che io non mi arrabbi quando spara via qualche pallone senza criterio, ma non ho mai da fargli un appunto sotto il profilo dell’impegno e della dedizione. In questa squadra ben pochi hanno dimostrato un simile atteggiamento ed in ragione di ciò mi auguro di cuore migrino l’anno prossimo, anzi il mese prossimo, ben lontano dalla nostra squadra.

Leggi anche: Diciotto

Abbiamo perso venti volte, un girone intero più una gara, non so se ci rendiamo conto?! Oltretutto con una squadra che avrebbe potuto con uno sforzo normale concludere a 50 punti.

Leggi anche: Diamo i numeri

Il prossimo campionato non sarà l’anno zero, sia chiaro. Il vertice è sempre quello, il pensiero di risolvere tutto con un allenatore, un ds e stop è lo schema che vediamo da tre lustri, dunque anno zero un bel niente. Non è molto gratificante essere all’ipotetico anno zero per la terza o quarta volta dopo quindici anni che gestisci un club senza raggiungere traguardo alcuno, che ne dite?!


Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

    Dico che sono d’accordo.
    Anno zero solo per i giocatori che partiranno.
    Ma se la presidenza è la stessa si tratterà per noi tifosi solo dell’ennesima ripartenza verso traguardi mediocri, fatti di pochi alti e molti bassi.
    Ostaggi di Cairo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy