Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

prima che sia troppo tardy

Punti e spunti

tardy
Torna un nuovo episodio di "Prima che sia troppo Tardy", la rubrica a cura di Enrico Tardy
Enrico Tardy
Enrico Tardy Columnist 

Ci portiamo a casa tre importantissimi punti grazie ad una magia tecnica di Radonijc dopo una gara brutta, bloccata, modesta sotto il profilo tecnico. Una partita, in buona sostanza, senza occasioni da rete: un misto di camomilla e melatonina. Il Toro di inizio campionato è particolarmente sotto tono, quasi tutti i calciatori scesi in campo hanno fornito prestazioni scadenti anche dal punto di vista atletico. Troppa lentezza e prevedibilità, poco coraggio, nessun calciatore in grado di saltare l'uomo. La sosta arriva al momento giusto anche se molti calciatori saranno in giro con le rispettive nazionali ci sarà modo anche per il tecnico di cercare di attribuire un'identità a questa squadra, identità ad oggi poco chiara e definita.

LEGGI ANCHE: Dov'è l'amore?

Ad oggi siamo un ibrido con poca aggressività e possesso palla lento e poco preciso. Le ragioni di un inizio così molle non le


conosco, rimango molto guardingo e timoroso di fronte a certi segnali memore della seconda stagione di Mazzarri e conscio di come gli equilibri umani e professionali in una squadra di calcio siano delicati e volubili. Quel che è certo è che i nostri eroi in questo momento e per varie ragioni sono al minimo delle loro possibilità, che, sia chiaro, non sono straordinarie ma certamente migliori di quelle viste fino ad oggi. Rado ha fatto quel tipo di giocata che gli riesce circa tre o quattro volte l'anno prevalentemente contro squadre di media-bassa classifica e ci fruttano sei o sette punti. Inutile dilungarsi sul perché non riesca a mantenere livelli di concentrazione ed applicazione per periodi più prolungati: è così, godiamoci questa magia, speriamo ne ripeta altre.

LEGGI ANCHE: Match Ball

L'uomo ed il calciatore non paiono in grado di offrire di più. Riguardo il tecnico, penso sia arrivato ad uno snodo importante del suo periodo granata, a mio parere è chiamato ad "inventare" qualcosa di nuovo in grado di rivitalizzare in campo e fuori questa truppa un po' seduta. Una mossa tattica, un sistema di gioco differente, insomma uno stimolo che sorprenda positivamente, dobbiamo ritrovare la "gamba forte" come dice lui, ma non solo.

Avvocato penalista, appassionato di calcio (ha partecipato al corso semestrale di perfezionamento in diritto e giustizia sportiva presso Università di Milano), geneticamente granata, abbonato al Toro da circa trent’anni.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo.

tutte le notizie di

Se vuoi approfondire tutte le tematiche sul mondo Torino senza perdere alcun aggiornamento, rimani collegato con Toronews per scoprire tutte le news di giornata sui granata in campionato.