Bava spegne 57 candeline, è l’artefice della crescita del Settore giovanile

Bava spegne 57 candeline, è l’artefice della crescita del Settore giovanile

Compleanno / Con lui uno scudetto Primavera, una Coppa Italia e due Supercoppa

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Spegne oggi 57 candeline Massimo Bava, tornato quest’anno a gestire il Settore giovanile del Torino. Da anni nelle giovanili granata, ha portato risultati come il campionato Primavera (2015), la Supercoppa Primavera (2016 e 2019) e la Coppa Italia Primavera (2018). Con lui sono arrivati anche tanti titoli nelle altre categorie, tra gli ultimi il campionato Berretti nel 2019. È poi l’artefice del progetto Robaldo, per il quale si attende solamente l’inizio dei lavori con gli ultimi tasselli burocratici da sistemare.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Torino e Chievo, sì allo scambio De Luca-Karamoko a titolo definitivo

Bava  nelle giovanili si è dimostrato grande lavoratore e ottimo gestore dell’intero settore, che con lui alla guida ha avuto una crescita progressiva. Tutto figlio delle sue esperienze pregresse, tra cui la storica parentesi al Canavese in Serie C.

Un anno fa la parentesi sfortunato in Prima squadra. Una stagione complicata, di cui – con grande senso di responsabilità –  si è preso le colpe (anche se non tutte sono sue, anzi). Ora è tornato sulle giovanili per tornare a fare quello che fin qui l’ha reso uno dei migliori in circolazione e parlano i risultati per lui, non solo quelli sul campo. Grazie a lui il Toro ha pian piano portato sempre più giocatori in Serie A o B e da molte stagioni la Primavera granata è tornata a sfornare giocatori professionisti con continuità. Ora serve la sua mano per risollevare il Settore giovanile dopo la passata stagione, che è stata avara di soddisfazioni.

Buon compleanno direttore!

6 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Forzatoro - 3 giorni fa

    Grande Bava! Ha anche dimostrato grande umiltà a ritornare nel settore giovanile, dopo il salto in prima squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. marikus - 4 giorni fa

    Davvero qualcuno si sente di criticare quanto fatto da Bava alla guida del settore giovanile? posso capire chi lo volesse criticare per i risultati conseguiti come Ds prima squadra ma… dai seriamente mi sembra davvero ingeneroso criticarlo per gli anni svolti come responsabile del settore giovanile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. al_aksa_831 - 4 giorni fa

    Alla faccia della crescita! retrocessione in primavera sfiorata e squadracce con poco talento dalla U16 alla U18. Attila avrebbe fatto meno danno.
    Non è che tutto questo disastro sia stato fatto in un anno solo. A furia di prendere svincolati e scarti di altri, prestiti e fuoriquota all’ammasso, il settore giovanile non ha una squadra degna di questo nome e non parliamo degli allenatori raccomandati…
    Bava, prova a uscire fuori dall’ombrello del tuo padrone e scegliti un’altra squadra, che qui hai fatto il tuo tempo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-14287754 - 4 giorni fa

    da quando è arrivato massimo il settore giovanile e cresciuto sono contento che sia tornato!! tanti auguri massimo!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. marione - 4 giorni fa

    A parte Ha sfornare si scrive senza H, ma avete una vaga idea delle condizioni in cui sia il settore giovanile? Forse parlate di quello di un’altra squadra…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ALESSANDRO 69 - 4 giorni fa

      Marione, è vero quello che tu dici ma tu ricordi in quali condizioni versava il settore giovanile prima che arrivasse Massimo Bava????
      Ovviamente i livelli dei tempi di Sergio Vatta sono ancora distanti ma non si può nemmeno negare la crescita che in questi anni è stata progressiva, l’ultimo anno non lo terrei in considerazione…….

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy