Derby Primavera, Torino-Juventus 0-1

Diretta TN / Segui con noi le emozioni della massima stracittadina giovanile

di Redazione Toro News

Cari amici di Toro News, eccoci collegati dal “Don Mosso” di Venaria Reale (TO), sede abituale delle gare interne della Primavera del Torino FC: è il momento del Derby contro la Juventus, che prenderà il via alle 14.30, orario sicuramente inusuale per un match Primavera.

TORINO-JUVENTUS 0-1
Marcatori: 3′ st Coccolo

Torino (4-3-3): Cucchietti; Tofanari, Auriletto, Fredenlieb, Giraudo; Oukhadda (31′ st Millico), Remacle, Rossetti; Berardi (35′ st Gjuci), De Luca, Piscopo (7′ st Tobaldo). A disposizione: Coppola, Buongiorno, Rivoira, Bedino, Mele, Bortoletti, Luise, Dieye, Petruccelli. Allenatore: Federico Coppitelli

Juventus (4-3-3): Del Favero; Semprini, Vogliacco, Coccolo, Rogério; Muratore, Toure, Pereira; Clemenza, Zeqiri (17′ st Kean), Leris (41′ st Kanoute). A disposizione: Loria, Merio, Andersson, Bove, Ndiaye, Mosti, Galtarossa, Marricchi. Allenatore: Fabio Grosso

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido

E’ una partita che, oltre a portare con sè il solito carico di attesa e tensione, è molto importante per la classifica, per il Torino di Coppitelli, autore di un girone di ritorno fin qui non perfetto in quanto a risultati, con sette punti raccolti nelle ultime cinque partite e fermo a quota 36 punti. Nel turno di campionato giocato sabato, il Chievo secondo in classifica ha perso in casa dell’Avellino (2-1) e resta a 40, ma hanno vinto Sassuolo ed Empoli, che hanno momentaneamente sopravanzato i granata (rispettivamente a 39 e 37 punti). I granata sono quinti, quindi, e necessitano di tre punti per rilanciarsi, proprio nel match contro la potente Juventus di Grosso, prima a quota 43.

L’avvicinamento al match

Il ricordo del match di andata
Juventus e Torino: vivai a confronto
Coppitelli-Grosso, il testa a testa
Il bilancio dei derby Primavera dell’era Cairo

gli inviati a Venaria
Gianluca Sartori – Lorenzo Bonansea

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy