Giovanili

Primavera, Coppitelli dopo Torino-Empoli 0-4: “Il primo nemico è la negatività”

Federico De Milano

Dalla prossima partita rientrerà Karamoko che è un giocatore importante, come sta dal punto di vista fisico dato che è fermo da un paio di mesi?

"Speriamo che stia bene, lo abbiamo visto poco però lui è un giocatore che ha un valore alto in questa categoria e dobbiamo fare in modo che sia un 2001 che ci aiuti. Capita che qualche fuori quota che vede che questo anno non sta andando bene tende magari a buttarsi giù, ma invece no, io ripeto che c'è spazio e c'è tempo perché abbiamo bisogno di recuperare solo 3 o 4 punti; non abbiamo bisogno di una striscia di 8 vittorie consecutive. Oggi l'Empoli aveva qualcosa più di noi ma nel primo tempo non abbiamo fatto male e abbiamo avuto qualche occasione in cui siamo entrati in area. Bisogna iniziare a pensare che le cose possano andare bene e bisogna avere la sfrontatezza per puntare l'avversario. La difesa dopo Milano ha trovato il coraggio di fare duello, io sono molto contento di Spina e Celesia, mentre il resto della squadra li deve seguire. Noi con l'Atalanta domenica abbiamo speso molto quindi ci sta in pochi giorni non essere freschi contro una squadra come l'Empoli, delle attenuanti le abbiamo".

Coppitelli continua parlando dei singoli della sua squadra. "Da un lato stiamo costruendo ma dall'altro avendo 3 partite in 6 giorni è normale fare un po' di turnover e così vengono meno delle piccole collaborazioni tra i giocatori, ad esempio Greco-La Marca con l'Atalanta era una connessione positiva ma abbiamo dovuto cambiare, anche Gyimah che è un ragazzo eccezionale forse oggi avrebbe avuto bisogno di un po' più di riposo. Diciamo pure che tutte le volte che sbagliamo veniamo puniti, con l'Atalanta abbiamo fatto un'ottima partita e non è bastato, col Sassuolo la stessa cosa, con la Spal abbiamo fatto bene anche in 10 ma non è bastato un tempo. Le partite col Milan e oggi nel complesso ci hanno fatto capire il valore degli avversari".

Potresti esserti perso