I prestiti del Toro: Savini, un avvio da rivelazione prima dell’infortunio

Focus on / Un inizio di stazione più che positivo per il portiere tra le fila dell’Albinoleffe, poi un infortunio sul più bello

di Alberto Giulini, @albigiulini

C’è un nome a sorpresa tra i granata in prestito che meglio hanno figurato in questa stagione. Parliamo di Alberto Savini, portiere classe 1999 attualmente in prestito all’Albinoleffe.

LEGGI: I prestiti del Toro: Oukhadda, a Siena la stagione della consacrazione in C

DAI DILETTANTI – Per entrare nel mondo dei professionisti, Savini ha compiuto un giro un po’ più lungo e diverso rispetto ai suoi compagni. Il portiere si è infatti conquistato un contratto con il Toro mostrando tutto il suo valore nel campionato di Serie D. Perché è proprio tra i dilettanti che il classe 1999 ha maturato l’esperienza necessaria per compiere il salto in Serie C. Anziché scendere in campo con la Primavera, il portiere ha infatti disputato il campionato 2017/2018 tra le fila dell’Arconatese, per poi passare nella scorsa stagione al Savoia, sempre in Serie D.

LEGGI: I prestiti del Toro: Rauti, col Monza subito in gol. Poi la concorrenza lo frena

L’INFORTUNIO – E così, dopo due campionati e 65 presenze nel calcio degli adulti, Savini si è conquistato il contratto con il Toro ed il salto tra i professionisti. Un mondo in cui ha dimostrato di poter ampiamente dire la sua, prima che un infortunio alla mano lo fermasse sul più bello. Il portiere aveva infatti giocato da titolare tutte e quindici le partite della sua squadra, mettendosi in evidenza con buoni interventi. Quindi l’infortunio, proprio sul più bello, che lo ha tenuto fermo da inizio novembre a fine gennaio. Savini è tornato a disposizione solamente a febbraio, quando è stato portato quattro volte in panchina prima dello stop del campionato. Ma il messaggio lanciato prima dell’infortunio è chiaro: anche tra i professionisti il portiere può tranquillamente dire la sua.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy