Toro News
I migliori video scelti dal nostro canale

toro

Belotti sfida Quagliarella: nel mirino le 200 presenze e i 100 gol con il Torino

Il Confronto / Due grandi attaccanti l'uno di fronte all'altro

Andrea Calderoni

Andrea Belotti contro Fabio Quagliarella è una sfida che non passa mai di moda. Alle 18.30 si ritroveranno l'uno di fronte all'altro e dovranno cercare di trascinare rispettivamente Torino e Sampdoria in un match già molto delicato considerata la classifica deficitaria delle squadre di Marco Giampaolo e di Claudio Ranieri. Entrambi condividono un aspetto nell'ultima settimana: si sono dovuti riprendere da un problema muscolare. Belotti e Quagliarella hanno saltato la Coppa Italia giovedì, ma ora sono pronti a tornare grandi protagonisti. Ovviamente per Quagliarella quella di Torino non potrà mai essere una partita come tutte le altre e la sua storia ce lo insegna bene.

ODI ET AMO - Una storia di amore conclusasi nel peggior modo possibile. In tanti sotto la Mole non hanno perdonato all'attaccante, oggi 37enne, alcune mancate esultanze e alcuni atteggiamenti in campo nella sua ultima stagione in granata, la 2015/2016. Cresciuto nel settore giovanile granata e poi divenuto grande all'Udinese, al Napoli e soprattutto alla Juventus, nell'estate 2014 ha fatto ritorno al Torino e c'è rimasto per una stagione e mezza, dando soprattutto nella prima annata un contributo non indifferente con 17 gol in tutte le competizioni, 13 in campionato. Poi, i fatti appena narrati culminati in una richiesta esplicita di scuse al San Paolo dopo aver siglato un gol per il Torino e qualche risata di troppo all'uscita dal campo in un Derby della Mole di Coppa Italia perso dal Torino 4 a 0. I suoi ritorni al "Grande Torino" sono stati spesso accompagnati da fischi negli ultimi precedenti, fischi che hanno sempre galvanizzato Quagliarella. In effetti, l'attaccante napoletano da quando veste blucerchiato ha già punito tre volte i granata. Stasera il pericolo fischi per Quagliarella è scongiurato, essendo la partita a porte chiuse.

I NUMERI DA BOMBER - Le porte chiuse non permetteranno ai tifosi granata di caricare ancor di più il "Gallo" in una gara in cui servirà lo spirito del "Gallo", considerata l'importanza. In primo luogo saranno da comprendere le reali condizioni di Belotti. La partenza dal 1' non dovrebbe essere a rischio, ma bisognerà capire quanto minutaggio avrà nelle gambe. Per Belotti saranno 200 presenze in granata. I gol sono 98. Dunque, si avvicina a due cifre tonde di grandissimo prestigio per entrare ancor di più nella leggenda del club. Di numeri da record se ne intende anche Quagliarella. In sintesi: 475 apparizioni in Serie A e 168 gol. Con la Sampdoria è a quota 208 presenze e le reti sono state fin qui 90. Il rapido raffronto tra i numeri di Quagliarella (109 volte granata con 32 timbri) ci permettono di capire ancor di più quanto valga Belotti. Una macchina da gol, un uomo imprescindibile per il Torino, soprattutto in una serata in cui conterà lo spirito del "Gallo".

tutte le notizie di