Toro senza punte e operaio: così Mazzarri porta via tre punti da Genova

Toro senza punte e operaio: così Mazzarri porta via tre punti da Genova

Focus on / Ecco chi ha vinto la sfida in panchina nella gara tra Genoa e Torino

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Tre punti molto importanti per il Torino, che a Marassi ha battuto il Genoa per 1-0 grazie alla rete di Bremer. A vincere la sfida delle panchine è stato col senno di poi Mazzarri, che ha avuto la meglio su Thiago Motta grazie a scelte da interpretare con cura, e anche – non lo si può nascondere – grazie a una dose di buona sorte che sicuramente ha aiutato i granata.

Le pagelle di Genoa-Torino 0-1: Mazzarri ringrazia Bremer. Berenguer che fatica

SCELTE – La gara inizia con il Torino che in campo ha una disposizione insolita: in assenza di Belotti, Mazzarri non inserisce Zaza, sulla carta il più probabile dei sostituti, optando per l’inedita coppia d’attacco formata da Berenguer e Lukic, che fanno sì che il Toro abbia 10 corridori in grado di fare pressing costante in tutte le zone del campo. L’intento è chiaro: anestetizzare il possesso palla del Genoa, una delle squadre con il più alto coefficiente in merito. Ed i granata – nella prima metà di gara – ci riescono anche, bloccando qualsiasi velleità dei genovesi. Tali scelte, però, hanno come rovescio della medaglia una scarsa propensione alla finalizzazione: la produzione offensiva è quasi inesistente, rischio messo probabilmente in conto da Mazzarri. Ed in assenza di punte si registra solo la conclusione di Ansaldi che – per quanto pericolosa – non sblocca la gara.

Genoa-Torino 0-1, Mazzarri: “Zaza? Gioca chi è più utile. Contento delle mie scelte”

LA RIPRESA – Nella seconda frazione le cose cambiano un po’. Thiago Motta si trova costretto ad inserire Ankersen al posto di Ghiglione, ma indipendentemente da questo è un Genoa più combattivo. Il Toro si allunga e concede qualcosa. Agudelo mette in difficoltà la difesa granata, ed al 56′ Favilli colpisce pure un palo. Il Genoa attacca, complice anche l’ingresso in campo di Pinamonti su Favilli, ma Mazzarri fa le sue contromosse. Fuori Baselli (ammonito) e dentro Meité, fuori anche Ansaldi (autore di una buona gara nel complesso, ma stanco) al posto del più fresco Laxalt. Il vantaggio alla fine arriva, e Thiago Motta prova a risollevare la situazione inserendo Gümüş al posto di Sturaro: non servirà. L’ultima sostituzione granata, una bocciatura per Zaza ed un attestato di stima per Edera, veloce nelle ripartenze e bravo nel pressing, vede quest’ultimo fare il suo ingresso in campo. Occasione sprecata, visto il doppio giallo rimediato in appena 6′.

Quale futuro per Zaza al Torino? Da Mazzarri un segnale evidentissimo

CORAGGIO E SCRUPOLO – Le scelte del tecnico del Toro sono allo stesso tempo timorose e coraggiose. Timorose, perché in una situazione non ottimale come quella granata l’intento principale è stato quello di bloccare i rischi piuttosto che causare pericoli: il modulo è infatti un 4-4-1-1 in grado di diventare 3-4-2-1 in fase offensiva. Ma sono scelte anche coraggiose: un Toro così, tutto nuovo negli interpreti e nei moduli, in un momento così delicato della stagione è indubbiamente un rischio. E di sicuro, se le cose fossero andate diversamente, la bufera si sarebbe acuita (anche se la contestazione al ritorno c’è stata comunque). Ma alla fine, a vincere in campo e tra le panchine, è stato Mazzarri.

 

31 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. SIMOLINCE - 1 settimana fa

    Ma spiegatemi una cosa, voi che andate allo stadio.

    Partendo dal presupposto che per me il calcio è divertimento, emozione e spettacolo, oltre che storia e tradizione. I 3 punti dovrebbero essere conseguenza di questo.

    Paragono il toro ad un film, entrambi andrei a vederli se i punti di cui sopra fossero previsti. Una partita come Genoa Torino, e molte altre, è stato come guardare un horror in cui il film inizia, i protagonisti iniziano a scappare impauriti per 90 minuti e infine si vede la scena in cui il bene o il male vince. Sperando che almeno uno vinca.

    Non so voi, ma un film così io non metterei un euro per vederlo. E se il film fallisce, a parere mio, dovrebbe venire licenziato il regista e pure il produttore.

    Vi ho presentato Genoa torino 2019

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. suoladicane - 1 settimana fa

    bah, una punta con il lecce in casa risultato 1-2
    nessuna punta con il genoa in trasferta risultato 0-1
    il calcio è strano, ma se giochi senza punte, difficilmente tiri in porta;
    faccio notare che il calcio d’angolo è stato battuto forte, diretto con la palla a girare, senza sta cagata di schema dove sono in due alla bandierina, ed è arrivato il gol, sarà un caso?
    MAZZARRI VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 1 settimana fa

    Chiamarlo operario e’ un’offesa alla categoria degli operai

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ciccio Graziani - 1 settimana fa

    Buona vittoria, poco spettacolo, ma contano i 3 punti, e questi sono pesantissimi. Dispiace che noi tifosi sottolineiamo solo i 2 pali del Genoa e non l occasione del primo tempo di Ansaldi, che è stata clamorosa. Ci si vuole fare male da soli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-14356946 - 1 settimana fa

    Contenti di cosa scusate????? ……..mai tirato in porta il secondo tempo! Un tiro un goal su calcio d’angolo, e il Genoa aveva colpito due legni sullo 0-0! Per favore!!!!!!!!!vergogna!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. torracofabi_13706409 - 1 settimana fa

    Nel circo degli orrori che è diventato il calcio italiano, noi purtroppo siamo i più brutti e credo che tutto ciò lo dobbiamo a Mazzarri. Resto del parere che si tratti di una brava persona ma, mi dispiace, non fa per noi. Gioco zero, giocatori fuori ruolo, giocatori non usati o, mandati via, coraggio e cuore Toro inesistenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. jimmy - 1 settimana fa

    Partita imbarazzante, sul forum genoano dicono che siamo stati i peggiori visti a Ferraris, non mi sorprende.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. miele - 1 settimana fa

    Ma fatela finita! Il Toro ha vinto perché, una tantum, gli astri gli sono stati favorevoli, vedi pali e traverse, e perché il Genoa è messo peggio di noi. Le trovate psichedeliche del livornese non c’entrano nulla, anzi, avrebbero anche potuto essere deleterie. A sua sola scusante c’è solo il fatto che l’organico del Toro è quella roba lì, composto in maggioranza da elementi che faticherebbero a trovar posto in altre squadre di A.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Il_Principe_della_Zolla - 1 settimana fa

    Si cercano metafore per descrivere una partita e una prestazione talmente brutte da risultare incommentabili. Ieri sera Mazzarri ha dato una chiara ed evidente dimostrazione di che cosa si intenda per anticalcio. Accostare quello schifo a una parola nobile come operaio è pura presunzione giornalistica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Toro Forever - 1 settimana fa

    Non abbiamo ne la qualità e neanche la fisicità per imporre, se anche l’avessimo, un gioco agli avversari. Dobbiamo sempre adattarci e in questo và detto che Mazzarri è bravissimo. Abbiamo dei limiti da molti anni e ho paura che non esistano le competenze e la volontà per superarli. Questi sono i problemi endemici del Torino. I pali e gli infortuni sono occasionali e se qualche volta, pochissime, sorridono a noi restiamo sempre a credito con la fortuna. Continuo a sperare e a tifare. Dai Toro!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. FVCG'59 - 1 settimana fa

    La Fiorentina arriva da 3 sconfitte consecutive per cui la prossima partita sarà durissima: più che da operai, da minatori!
    Vedremo quali sorprese ci riserverà il buon Mazzarri.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 1 settimana fa

      Dopo aver tolto l’attacco toglierà anche il centrocampo.
      10 difensori di ruolo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. RFgranata - 1 settimana fa

        Io metterei 11 portieri così copriamo meglio lo specchio ahahahah FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Guevara2019 - 1 settimana fa

    Vabbè, avete deciso di prendere per i fondelli I tifosi, di ieri sera vanno bene solo i tre punti, bontà dei due pali genoani e del solito Sirigu, quello che ci tiene a galla, altro che strategia operaia di WM.

    Considerata la pochezza del Genoa, e su questo me ne dispiace, di che state parlando.

    Se gli va così bene WM a Cairuccio perché non gli rinnova il contratto, fosse per me in panca ci sarebbe qualcun’altro da Udine, invece l’incubo continuerà fino a giugno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Quello che il Toro è il Fila, i Balon boys, il Grande Turin e Meroni - 1 settimana fa

    Esordio Turati del Sassuolo oggi dimostra che i Primavera in A ci possono giocare: il Toro deve essere dei Millico dei Buongiorno dei Fiordaliso dei Parigini e degli Edera etc Bisogna dargli fiducia e permettergli anche di sbagliare per crescere. Via mercenari stranieri e scarti gobbi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 1 settimana fa

      Ti potevi risparmiare la frase mercenari stranieri che non c’entra un beneamato caxxo.
      Sono tutti professionisti profumatamente pagati e, giustamente, vanno dove gli offrono di più (da qualsiasi punto di vista)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Guevara2019 - 1 settimana fa

      Millico se non ha giocato ieri sera non giocherà più, spero per lui che a gennaio trovi una sistemazione, sa com’è il grande stratega in panca gioca senza una punta di ruolo con quel Genoa lì.
      Robe da togliere il patentino da allenatore a vita…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Quello che il Toro è il Fila, i Balon boys, il Grande Turin e Meroni - 1 settimana fa

      Ti basterebbe rileggere il mio nick per comprendere meglio di cosa parlo: siamo stanchi di mediocri “professionisti” cui non importa nulla di quali colori si vestono quando potremmo vedere in campo ragazzi di Torino cresciuti al Filadelfia (e non dirmi che i Dijdij o i Damascan di turno valgano di più dei ragazzi granata puntualmente convocati nelle nazionali italiane giovanili) che comprendono l’importanza della maglia che indossano e la suderebbero e sputerebbero sangue in campo se solo gli fosse data l’opportunità… I 2 gialli di Edera altro non sono che figli della foga di voler dare tutto in una volta ciò che non si è potuto dare in mesi di tribuna il grido di dolore di questi giovani granata tenuti ai margini di una squadra di cui hanno imparato ad amare la storia cui viene negato ciecamente di poterne far parte

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 1 settimana fa

        Se un giocatore vale più di un altro non lo decido ne io ne te, ma il mercato.
        Il mercato ci dice che i nostri primavera, purtroppo, valgono ben poco.
        Edera è PAGATO x farsi trovare pronto se e quando arriverà il suo momento.
        Ieri, e mi spiace tantissimo dirlo, ha fatto una grossissima sciocchezza che non ha alcuna giustificazione.
        Il fatto poi che un canterano debba per forza essere più bravo di uno acquistato è una bella favola che cozza con la realtà

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. uiltucs.pesar_12159015 - 1 settimana fa

        Sono d’accordo: i 2 gialli di Edera, così come la troppa foga di Zaza, sono sempre figli della scarsa considerazione del grande allenatore che abbiamo in panchina: io l’ho sempre difeso ma dopo ieri sera (anzi prima che cominciasse la partita) ho invocato il suo esonero comunque fosse andata la partita!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. okami - 1 settimana fa

          la troppa foga è indice di scarsa professionalità, credo che Edera abbia la stessa età di Bremer che si guadagna lo stipendio a qualche migliaio di chilometri da casa, lavora e sta zitto

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Simone - 1 settimana fa

    “L’intento è chiaro: anestetizzare il possesso palla del Genoa”
    Possesso palla:
    61% a 39% per il Genoa

    “Ansaldi (autore di una buona gara nel complesso, ma stanco)”
    Stanco?!?!
    Nessuno si è accorto che fosse stanco.
    È un’opinione di Marchello che fosse stanco?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. alexku65 - 1 settimana fa

    Senza punte: vero. Operaio : non vero. Il toro “operaio” fa parte di una dimensione di altri tempi dove c’erano ingredienti totalmente diversi. Questo toro Mazzarriano è l’antitesi di qualsiasi valore che ci possa far sentire orgogliosi di tifarlo. Poi se a qualcuno piace il calcio distruggi gioco o elastico chiudi tutto zero propositivo è tenuto a comprarsi l’abbinamento in tribuna (dove la partita si vede cque peggio che in tv) da qui alla pensione. E auguri

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. fila70 - 1 settimana fa

    in giro c’è poco….Pochettino inarrivabile, il resto è come lui se non peggio.
    Aspettiamo e speriamo che a fine stagione il DS inesitente, il DG inesistente, ed il Pres purtroppo esistente, prendano una decisione vincente….quindi inesistente!!!
    che tristezza, costretti a vivere di leggendari ricordi e resistiamo ancora….ma vi rendete conto che fede incredibile ci appartiene, se solo poco poco potessimo urlare con orgoglio Forza Toro, saremmo un oceano di tifo e di colori granata. Maledetti che non capite un cazzo!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Conta7 - 1 settimana fa

    Ieri ero in tribuna e vedere questo elastico tra fase difensiva e attiva è stato tatticamente squisito.
    Poi si può dire quello che si vuole, ma che Mazzarri di sicuro le partite tatticamente sa prepararle come pochi: il Genoa era visibilmente in difficoltà, soprattutto nel primo tempo quando riuscivamo tutti a fare un pressing a tutto campo, come ai bei tempi.
    E il Mister ha dimostrato grande personalità.
    Se la fortuna premia gli audaci, ieri è la dimostrazione. Perché il coraggio non sta minimamente nel numero di punte che si schiera!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 1 settimana fa

      bene il pressing alto..però iniziare con un mediano in meno e un’ala in più puoi fare pressing uguale ma averne uno in piu adatto alle ripartenze veloci,dribbling,cambi di direzione,piu visione dello specchio della porta = piu fase offensiva

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Max63 - 1 settimana fa

      L’unico elastico era quello che tenevano le mutande nel contenere le palle che si gonfiavano a vedere uno squallido nn gioco e tenendo conto che il genoa ha preso due legni ed una paratona di Sirigu. Parliamo di un Genoa imbarazzante nel primo tempo e noi che abbiamo fatto un tiro in porta, altro che elastico anche se rispetto la tua visione.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Simone - 1 settimana fa

      Ti ricordo che giocavamo, se non te ne fossi accorto, con il Genoa (no il Barca).
      Il Sassuolo è andato al merda stadium a giocarsela e ha portato a casa un meritato pareggio.
      Il Bologna al san Paolo ha portato via una meritata vittoria cercando di offendere e non di distruggere.

      Mi chiedo come si possa esaltare chi ancora fa un gioco vergognoso come quello di wm.
      Sarà un mio limite…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 1 settimana fa

        Dimenticavo, per fare il 2 a 1 il Bologna aveva 5 uomini nella trequarti del Napoli ed era l’80esimo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. alexku65 - 1 settimana fa

    Se qualcuno ritiene che abbiamo portato via tre punti grazie a questo signore seduto in panchina allora siamo nella malafede o nella migliore delle ipotesi nell’isteria più totale. È stata la fortuna a consegnarceli assieme ai pali. Mi auguro che la storia di Mazzarri al toro finisca presto . Sta diventando una maledizione anche se gli uomini di “corte’ come Serino faranno di tutto per convincere coloro che hanno bisogno di credere ad una realtà diversa per prendere sonno la notte ..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 1 settimana fa

      misteri del calcio e di chi ci capisce…evidentemente se si partiva dall’inizio con berenguer verdi e zaza e proporre gioco sarebbe finita male…io resto dell’idea che avremmo vinto uguale e creato tanto ma tanto di piu’…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy