Giampaolo frena Gattuso: Toro ordinato e diligente. Ma perché 3 cambi in un solo slot?

Il Confronto / I due tecnici, per motivi diversi, hanno dimostrato di avere dalla loro parte il gruppo. L’abruzzese poteva gestire meglio il finale rompendo maggiormente il ritmo degli avversari

di Andrea Calderoni

Marco Giampaolo e Gennaro Gattuso hanno dimostrato di avere il gruppo dalla loro parte. Era più scontato per l’ex centrocampista del Milan, un po’ meno per il tecnico granata. Il Napoli è riuscito a pareggiare all’ultimo grazie al super gol di Lorenzo Insegne dopo alterne emozioni nelle ultime settimane, tra sconfitte sul campo (in alcuni casi immeritate, come a San Siro contro l’Inter, in altri invece sacrosante, come contro la Lazio) e vittorie in tribunale. Il gruppo si è dimostrato al fianco di un Gattuso in difficoltà a causa di un problema fisico che lo sta condizionando. Al triplice fischio lo stesso allenatore ha dichiarato che tutti i ragazzi gli sono stati vicino in questo difficile momento, tenendo anche a inviare un messaggio di carattere generale ai giovani che lo stavano ascoltando (LEGGI QUI). Ma tornando al calcio, anche i granata scesi in campo ieri sera si sono stretti intorno al loro allenatore. Giampaolo è stato cercato e abbracciato da Izzo dopo il gol e al difensore si sono accodati un po’ tutti. Un bel segnale, un bel messaggio per finire un 2020 travagliato sotto tanti punti di vista, primo fra tutti la classifica.

LEGGI ANCHE: Le mosse per la salvezza del Torino

ORDINE E 3-5-2 – Bisogna, però, analizzare la gestione della partita da parte dei granata. Il Torino, più accorto del solito, ha imboccato una via precisa, quella del 3-5-2, ben diversa rispetto a quella da cui era partito ad agosto, il 4-3-1-2. Con il Bologna, complice l’assenza di Singo, Giampaolo era tornato alle origini ma in una gara di contenimento e ripartenza come quella del “Diego Armando Maradona” contro un avversario più forte qualitativamente ha rispolverato la difesa a 3 che in fase di non possesso si trasforma a 5. La gara è stata ben preparata da Giampaolo (nonostante il pochissimo tempo a disposizione) ed è stata ben condotta dagli uomini in campo, tanto che le sostituzioni sono state tutte posticipate oltre l’85’. I giocatori in campo stavano dando ancora importanti garanzie e probabilmente Giampaolo ha fatto bene a puntare ancora su di loro senza cambiare interpreti fino al rettilineo finale della partita.

NAPLES, ITALY – DECEMBER 23: Marco Giampaolo, Head Coach of Torino F.C. gives their team instructions during the Serie A match between SSC Napoli and Torino FC at Stadio Diego Armando Maradona on December 23, 2020 in Naples, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

UN SOLO SLOT PER 3 CAMBI? – Si può discutere, però, sulla decisione di un tecnico esperto come Giampaolo di effettuare tre sostituzioni in uno slot al 43’ della ripresa senza distribuire i cambi in più finestre, per rompere il gioco e il ritmo del Napoli. Di solito, infatti, la squadra in vantaggio tende a sfruttare le sostituzioni nel finale soprattutto per rendere meno fluido l’assalto dell’avversario. Inserire Meité, Zaza e Vojvoda al posto di Lukic, Belotti e Rodriguez in una sola volta è apparso un favore nei confronti del Napoli non tanto per il valore dei giocatori inseriti, quanto per il solo slot sfruttato. Saranno virgole nell’arco di un match da quasi 100 minuti, ma sono le stesse virgole alle quali Giampaolo si è rifatto più volte nelle scorse settimane. Infine, si può disquisire sull’uscita di Belotti (anche con l’acido lattico fino alle orecchie il “Gallo” è difficilmente sostituibile in una battaglia finale) e sull’ingresso di Meité, ragazzo che ha dimostrato più volte di assomigliare più ad un motore a diesel che a scoppio e quindi poco adatto a subentrare, soprattutto in contesti complicati come quello di ieri sera.

36 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. abatta68 - 4 settimane fa

    I cambi tutto i Siemens non si fanno mai, perché stravolgono troppo l assetto in campo, anche senza cambiare modulo. L intensità di chi è in campo dall inizio è molto più alta di chi entra a freddo, anche se è stanchissimo. Con mhjailovic perdemmo un derby in questo modo. Dopodiche GP in questo momento sta cercando nel mucchio i giocatori su cui contare ed investire, mettendo da parte chi ha chiesto di essere ceduto, ovvero zaza, nkoulou, edera e lyanco. Sirigu e belotti rimangono un discorso a parte e a questi deve rispondere la societa: cairo giustamente si deve prendere la responsabilità di aver scelto GP per un nuovo ciclo. L allenatore rimane e allora ciò che va rinnovato è la rosa… se cairo ha capito che provveda e la smetta di raccontare cazzate. Prenda 3 giocatori di alto livello tecnico e torniamo a giocare a pallone come dovrebbe essere in serie a, e vedrete che GP verrà subito rivalutato, così come belotti sirigu baselli Izzo, ecc. Mancano 24 giornate alla fine, fare 30 punti significa salvarsi… se riprendiamo a giocare a calcio ne veniamo fuori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Arturo - 4 settimane fa

      Lyanco veramente ha quasi sempre giocato. Ieri non c’era solo perché squalificato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. abatta68 - 4 settimane fa

        Lyanco ha chiesto di essere ceduto fin da subito e questa estate era uno da mercato. Mi pare abbiano giocato un po tutti in realtà… è forse proprio questo il problema. Non si può fare gruppo quando hai 30 giocatori, a maggior ragione se non hai staff dirigenziale e tutto va a pesare solo sull allenatore.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. BO - 4 settimane fa

    FINALMENTE SOLI MISSIONE COMPIUTA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Giampaolo o Gasperini - 4 settimane fa

    Peccato, non condivido per niente queste sostituzioni poi Meite’…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. leggendagranata - 4 settimane fa

    Giampaolo dà l’ impressione di essere un “Sor Tentenna”, categorico e poi si smentisce (sul modulo), predicatore del pressing alto e poi però rintana la squadra nella propria metà campo, attende minuti preziosi per fare i cambi e spesso li sbaglia. E’ cocciuto solo su Lynetti e Meitè, il primo tutto meno che una mezz’ ala (porrebbe giocare al posto di Rincon), il se ondo la solita incompiuta, tipo vorrei ma non posso. Insomma deve chiarirsi ancora le idee e purtroppo di tempo ne è passato troppo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Tommydado - 4 settimane fa

    Peccato che il napoli viene da 2 sconfitte e con formazione ampiamente rimaneggiata non mi sembra che il maesro abbia frenato un bel niente anzi dopo una partita del genera uscirne con un pareggio solo contro il toro targato gp poteva uscire indenne gattuso …e cerchiamo di essere un minimo obbiettivi tn

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Simone - 4 settimane fa

    Io mi chiederei invece a che cazzo serve farli all’88’!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. inf_693 - 4 settimane fa

      Ci sta fare i cambi alla fine per dare fiato e mettere forze fresche, il problema sono quei due dilettanti svogliati che hanno passeggiato sul campo..ovviamente mi riferisco a meite e zazzino

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 4 settimane fa

        All’88 con 5 cambi a disposizione non ha alcun senso.
        Devi mettere gente fresca che possa mordere le caviglie avversarie.
        Ovviamente Meite non fa parte di questa categoria di persone

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. otto88 - 4 settimane fa

    Nella mia lunga militanza granata …..non ho mai visto il toro ultimo in classifica da solo ….ogni volta che mi capita di vedere la classifica mi viene il voltastomaco……in Francia il PSG ha esonerato l’allenatore….secondo in classifica e primo nel girone di champions……i dilettanti ( dirigenza) del Toro …..ultimo con 8 punti e la peggiore difesa del campionato ……ancora non hanno cacciato GP…..sono esterrefatto…….metaforicamente Mazzarri rispetto al “maestro “ e’ Maradona ….e ho detto tutto……..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. inf_693 - 4 settimane fa

      Le parole di Izzo e il comportamento tenuto ieri, per chi non lo avesse ancora capito, dimostrano che la resposabilità TOTALE , TOTALE TOTALE ricade sulle spalle di CAIRO

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. otto88 - 4 settimane fa

        Eeeeeeee…..amico mio Izzo e’ quello che vuoi …..ma e’ uno dei più forti difensori italiani ….ed il magico GP….lo teneva in naftalina…..come altri ….

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. inf_693 - 4 settimane fa

          non mi sono spiegato, Izzo non ha giocato in questi mesi per problemi con la società , questo volevo dire, non per problemi con GP

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. cos75 - 4 settimane fa

        No la responsabilità è anche dell’allenatore. E Giampaolo di responsabilità ne ha tante. A partire dai cambi che sbaglia spessissimo, al fatto che non ha ancora le idee chiare e la poca grinta che in certe situazioni serve. Infine non ultima se non gli andava bene la squadra poteva dimettersi già ad inizio campionato e nessuno avrebbe avuto da ridire nulla visto che non gli avevano preso i giocatori che aveva chiesto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. altoro - 4 settimane fa

    Condivido sostanzialmente l’analisi effettuata dal redattore di ToroNews. Purtroppo anche soltanto durante i circa 7/8 minuti, incluso il recupero, disputati da entrambi risulta oggettiva l’assoluta inutilità in campo di Meitè e Zaza a causa del loro approccio alla stessa, assolutamente svogliato e quindi totalmente sbagliato, sia sotto l’aspetto tecnico sia quello professionale. A questo punto, in considerazione di un atteggiamento così irritante agli occhi del popolo di tifosi del TORO, ritengo auspicabile che il tecnico Giampaolo prenda atto della loro assurda e inqualificabile indolenza caratteriale e si decida ad accantonare definitivamente entrambi nel nuovo anno e per il proseguo della stagione in corso esclusivamente in tribuna, attenzione, fratelli granata del forum, badate bene, ribadisco sempre e soltanto in tribuna quanto neppure la panchina è adatta loro di fronte a tale svogliatezza e assenza di professionalità mostrata sino ad oggi sia dall’imbarazzante centrocampista francese sia dall’inguardabile milionario attaccante lucano. Chissà se durante la prossima finestra invernale di mercato il Direttore Sportivo Vagnati riesce nell’auspicata operazione di scaricare entrambi alla Società che effettua la migliore offerta, naturalmente sottocosto ossia a prezzo di saldo in considerazione della costante e oggettiva nullità, sotto l’aspetto tecnico, delle citate amebe umane e calcistiche. A questo proposito difatti ritengo assolutamente opportuno e urgente che la Società TORINO F.c. apra finalmente gli occhi e quindi effettua le necessarie valutazioni tecniche nel merito delle sconcertanti prestazioni individuali di Meité e Zaza e quindi con decorrenza immediata provveda a tagliare drasticamente loro lo stipendio dei citati pseudo – calciatori. Amen. Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. olivia - 4 settimane fa

    Siamo veramente stufi di commentare ogni partita con le cazzate di Giampaolo.Ci sono costatecle sue cazzatec23 punti in rimonta.La squadra non s’ da scudetto ma neanche da ultimonposto .La rosa e’ da ottavo posto.La posizione che abbiamo oggi e’ tutto merito di
    quell imbecille ignorante incompetente di Giampaolo.Cairo se ne e’ reso conto ma ha speso un sacco di soldi per prenderlo e adesso non sa che cazzo fare.Neanche un demente avrebbe preso Giampaolo visto l altro anno cosa ha combinato al Milan.Purtroppo il nostro beneamato presidente e’ più cocciuto di un mulo Un vero mandrogne.Piuttosto si da la zappa sui coglioni piuttosto di ammettere che e’ un coglione.Questa volta che Giampaolo aveva quasi azzeccato la formazione va a fare dei cambi del cazzo .Zaza e Meite’ sono dei ciucchi persi da serie C.Bastava raddoppiare su Insigne ed era fatta.Adesso cosa aspettiamo ? La partita con il Parma .? Ormai lo sappiamo Giampaolo e’ un CIUCCO PERSO .Qualche cazzata la combina sempre.Se un allenatore non capisce dopo poco che Izzo e’ il migliore destro basso italiano.Non capisce che Sirigu e Nkoulou sono I nostri migliori giocatori dopo Belotti.Se non capisce che Buongiorno e’ con Gabbia il migliore centrale italiano giovane.Senon capisce che Bremer e Lyanco sono dei modesti esterni.Se non capisce che Zaza e Meite sono ciucchi e brocchi.Come possiamo pensare che ci porti alla salvezza .GIAMPAOLO attualmente e’ il piuscarso e sfigato allenatore del pianeta

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Simone - 4 settimane fa

      La rosa è da 8° posto secondo quale criterio?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. cos75 - 4 settimane fa

      Più scarso non lo so ma sicuramente il più sfigato sì

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. suoladicane - 4 settimane fa

    il maestro ha perso la bacchetta ed il quaderno……..io lo avrei già sostituito da 3-4 partite
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. TremendamenteGranata - 4 settimane fa

    Comunque giusto per precisare un punto…se non vai in vantaggio no puoi essere rimontato…così per chiarire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Guevara2019 - 4 settimane fa

    Avevo scritto che l’app funziona bene, ma i commenti con quella opportunità li moderate in quante ore?

    Vabbè non sono Paganini e ripeto.

    L’ultimo posto in classifica in solitaria ottenuto ieri nonostante la miglior partita del Toro in tutta la stagione spiace profondamente, c’è da dire che il Napoli sono tre partite che non è all’altezza della buona squadra che è.
    Non mi pronuncio su salvezza, cambio panca e mercato di gennaio, sto alla finestra, ma c’è una certezza, d’ora in poi le partite da vincere dovranno essere obbligatoriamente tante, altrimenti non ci sono speranze.
    Auguri a quasi tutti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. LeoJunior - 4 settimane fa

    Che bella questa abitudine tutta italiana di trovare il capro espiatorio e riversare su di lui tutte le colpe. Sarà che c’è tanta frustrazione in giro, anche motivata dalle difficoltà nelle quali ci stiamo barcamenando, e quindi altrettanta necessità di sfogarla. Sarà che è un’inclinazione tutta nostra di inneggiare al salvatore della patria e contemporaneamente appendere per i piedi lo stesso salvatore.
    Ma basta! Ma sarà uno slot ad aver fatto fare un eurogoal a Insigne oppure le sue capacità tecniche? Il calcio è pur sempre uno sport e come tale va vissuto, anche rispettando le capacità dell’avversario.
    E lo sta dicendo uno che mai avrebbe voluto GP sulla nostra panchina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. FORZA TORO - 4 settimane fa

      tutto quello che vuoi e ti do ragione,ma dice bene l’articolista tre cambi in una volta sola possono andar bene se devi cercare di cambiare il volto della partita,alla fine non ha senso,anzi forse sono deleteri,poi loro il gol potevano farlo ugualmente ovviamente

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Olly - 4 settimane fa

    Non è capace e non legge le partite fa cambi così tanto per far dei cambi. Che senso ha metter zaza per belotti. Verdi era cotto e arruffane.poi ripeto meite deve tenerlo sugli spalti a fare il butta fuori. E poi basta linetti molle lento e mai pericoloso ieri avuto delle occasioni sbagliando. Sono contento per buongiorno e per un ritorno di Izzo. Anche lui ri entra e segna come nkulu. Gp forse non sa bene come gestire i vecchietti. Bravo zio sirigu

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. inf_693 - 4 settimane fa

    GP ha indubbiamente spagliato il tempismo dei cambi, ancor peggio quei 2 indegni che sono entrati per passeggiare 8 minuti nel campo. Svenderli subito liberare posti negli spogliatoi e auguri a chi li prenderà. Addio Meitè e mitico Zaza…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Roberto - 4 settimane fa

      Più che giusto, se riusciamo a liberarci dei nuovi arrivi, sono veramente scarsi linetty Rodriguez ecc., + 3/4 dei vecchi (Meite Zaza in primis…) inseriamo alcuni giovani che sicuramente non faranno peggio dei presunti titolari e prendiamo 3/4 giocatori con le palle…. Ci salveremo….
      Forse anche un allenatore cazzuto……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. inf_693 - 4 settimane fa

        concordo, cmq dalle parole di izzo di ieri è ancor più chiaro che i problemi e i danni grossi li ha fatti la società

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. cos75 - 4 settimane fa

        Un allenatore cazzuto hai detto bene

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Nero77 - 4 settimane fa

    Il prezzo di avere un genio in panchina..O il bel gioco o i punti!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. user-14373160 - 4 settimane fa

    Una delle tante “deficienze” di questo “maestro” e forse è la più grave che ci sono costati tanti punti.A questo punto o lo si(ci) solleva dell’incarico subito,oppure tanto vale continuare e finire in B,con questo depresso cronico di nome Giampaolo.SEMPRE FORZA TORO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Mimmo75 - 4 settimane fa

    Se faceste le pulci a Cairo come le fate a Giampaolo sarebbe durate 20 minuti al Toro! Pure lo slot, per la miseria, pure lo slot…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PotenzaGranata - 4 settimane fa

      Dovresti avere l’umiltà di ammettere che la parita l’ha fatta e disfatta GP: Lukic e Belotti garantivano la copertura necessaria in difesa a destra (ed in effetti Insigne per 90 minuti non ha fatto nulla) e non avevano certo chiesto il cambio.

      I cambi da effettuare erano quelli di Edera per Verdi, completamente spompo, e Segre o Gojak per Linetti, totalmente abulico per tutta la gara.

      Troppe volte i cambi effettuati da GP sono risultati deleteri e hanno portato a risultati finali devastanti.

      Se, poi, vuoi a tutti costi non ammettere gli errori di GP e continuare a non vedere l’evidenza, allora manchi totalmente di obiettività e di imparzialità di giudizio.

      E questa non è certo una condanna per GP, ma solo l’evidenza che con in cambi, per il momento non ci azzecca mai.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Mimmo75 - 4 settimane fa

        Capisci na fava di calcio, inutile rispondere.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. guidopernigott_484 - 4 settimane fa

          Una domanda…dove sarebbero ora zazza e meite se in panca ci fosse mihajlovich????

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. guidopernigott_484 - 4 settimane fa

            Ci abbiamo messo quasi tutto il girone d andata per ritornare a giocare con Izzo a tre dietro.ogni volta una difesa diversa.penso che abbia messo tutte le combinazioni possibili….come fai a trovare un assetto stabile?

            Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy