Le mosse per la salvezza del Torino

Editoriale / La situazione chiama la società granata al difficile compito di mantenere il sangue freddo e fare le mosse giuste per centrare la salvezza

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

La situazione del Torino attuale è difficilmente interpretabile: è molto strano che si ritrovi all’ultimo posto una squadra andata vicina alla vittoria contro le squadre in lotta per Scudetto e Champions (Sassuolo, Inter, Lazio, Juventus e Napoli). I freddi numeri però descrivono una realtà con cui fare i conti: squadra ultima in classifica, con la peggior difesa del campionato, una serie di record negativi eguagliati e l’inenarrabile cifra di 23 punti persi da situazione di vantaggio. Una situazione che chiama la società granata al difficile compito di mantenere il sangue freddo e fare le mosse giuste per centrare la salvezza. Questo non era l’obiettivo di partenza, ma lo è diventato al termine di un 2020 che non si sa più come definire.

LEGGI: Le pagelle di Napoli-Torino 1-1

La salvezza è alla portata del Torino, a patto di ridurre al minimo gli sbagli in un mese di gennaio che avrà un’importanza decisiva sul campo (scontri diretti con Parma, Spezia, Benevento, Fiorentina) e fuori. La società è ad un bivio: o si cambia l’allenatore o si cambia la squadra sul mercato. E il pareggio di Napoli suggerisce di imboccare la seconda strada, visto che si è capito che il tecnico ha ancora un’ascendente sullo spogliatoio. Dunque è con Giampaolo che probabilmente sarà programmato in questi giorni il mercato di gennaio. Se nell’era Cairo le sessioni invernali sono quasi sempre state caratterizzate dall’immobilismo, stavolta per la società è impossibile rimanere inerte all’andamento del campionato.

Da una parte occorrerà fare pulizia di eventuali scontenti, valutando però a fondo l’opportunità di rimettere “al centro del villaggio” elementi come Sirigu e Izzo, che da soli possono rimettere in piedi la retroguardia granata se tornassero ai fasti di un tempo. Dall’altra non si potrà prescindere dal reperire innesti che possano migliorare quantitativamente e qualitativamente la squadra, rendendola più adatta alla visione di calcio del tecnico. In generale, bisogna assicurarsi che tutti entrino nell’ordine di idee che bisogna lottare alla disperata su ogni singolo pallone perchè in palio c’è la permanenza in Serie A. Molto c’è da fare e la situazione è poco lineare e complicata da interpretare: ma la società ha il compito di rimediare agli errori strategici e alle valutazioni sbagliate fatte in estate.

102 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. leggendagranata - 1 mese fa

    Dire che la squadra è ancora con il tecnico non risolve nulla. In moltissimi casi di crisi di risultati, ciò non avviene perchè i giocatori si mettono di traverso, ma perchè si sono fatti errori di formazione, di tattica, di strategia o per scarsezza della “rosa”. La “rosa” ha delle carenze ma, a mio giudizio, vale più degli 8 punti raccolti. Purtroppo se ne sono lasciati per strada contro avversarie abbordabili e sono quelli che più pesano e peseranno. L’ 1-1 con il Napoli (un Napoli rabberciato e non in grande forma ,reduce due due sconfitte consecutive) ci può stare, ma ancora una volta sul risultato pesano errori imputabili, secondo me, all’ allenatore. Mandare in campo Meitè (più ancora che Zaza, visto che Belotti era assai affaticato la sostituzione a 8′ dalla fine ci poteva stare, pur se per fare le barricate, come si è fatto, allora tanto valeva scegliete un difensore) e tenerci Lynetti dimostra la pervicacia con cui Giampaolo sbaglia nel valutare certi uomini a sua disposizione. E’ la linea di mediana Lynetti-Meitè-Rincon il vero tallone d’ Achille di questa squadra: primo perchè dopo un’ ora scarsa frana del tutto, secondo perchè nessuno sa fare il lancio smarcante, terzo perchè nessuno sa tirare efficacemente in porta. Eppure qualche alternativa questa squadra ce l’ ha, parlo di Segre, che in due partite (Juventus e Napoli) è entrato e ha subito fatto ammonire il suo avversario, ricorso al fallo dopo che lo aveva saltato. E in più ce sempre quel Baselli che prima o poi dovrebbe rientrare. Ma Giampaolo deve smetterla di insistere su Meitè e Lynetti, il quale al massimo potrebbe essere il sostituto di Rincon. Lynetti è stato un parziale errore, cosi’ come lo sono stati Murru e Rodriguez (spero non lo sia stato anche Bonazzoli, acquistato nonostante avessimo già 5 punte). Inoltre, bisogna convincersi che Sirigu, Izzo,’Nkoulou sono per noi “prime linee” (come ha sottolineato anche Rampanti nei giorni scorsi).Per parlare poi di tattica e strategia, penso che la seconda sia stata più esiziale della prima. Finora Giampaolo non ha saputo fare quasi mai i cambi nei tempi e nei modi giusti e prendere le contromisure alle mosse degli altri allenatori (da Conte a Ranieri, da Pirlo a Gattuso).
    Campagna acquisti/cessioni? Quest’ anno era già difficile in estate, tempo che lo sia ancora di più a gennaio. Mi pare difficile che chi ha giocatori veramente validi li ceda a questo punto della stagione, a meno che non sia qualcuno come quel tal Torreira, che dopo avere deluso all’ Arsenal, fa panchina all’ Atletico Madrid. Spero di sbagliarmi, ma non vorrei che fosse uno del livello (mediocre) degli altri della “scuderia” di Giampaolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Si ma vabbè dai ma così allora ogni sostituzione ogni mossa dell’allenatore è criticabile se non porta a casa il risultato.
      Se non li cambia è un coglione, se ne cambia uno per volta è un coglione, se ne cambia tre per volta è un coglione, qualsiasi cosa faccia tutti pronti a dire che è un coglione, se mette sempre gli stessi è un coglione, se cambia formazione è un coglione.
      Dai siamo seri state facendo tutti passare gli allenatori per handicappati, non siamo credibili tutti a criticare dal divano quando i calciatori fanno poi errori e prestazioni imbarazzanti.
      Un po’di buon senso generale non guasterebbe.
      Pensi che Segre e gojak siano dei fenomeni che se messi in campo al posto di meite e Zaza cambino il corso delle partite ed il risultato finale?
      Davvero?
      Ma dai per favore.
      Tenuto conto poi che noi ci divoriamo i gol in ripartenza per la scarsezza immensa dei nostri calciatori.
      Un minimo di equilibrio e analisi oggettiva delle partite non farebbe male

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Ciccio Graziani - 1 mese fa

    Mihajlovic 25 punti nel girone di andata, Mazzarri 27. La differenza è che entrambi erano in scadenza a giugno mentre Giampaolo ha un altro anno di contratto, in più il covid ha svuotato le casse, altrimenti Giampaolo sarebbe già a casa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. microbios - 1 mese fa

    Con GP la serie B è sicura.
    I 23 punti persi in rimonta sono lì a dimostrare l’incapacità dell’allenatore oltre ogni ragionevole dubbio: bastava leggere meglio alcune di queste partite e la situazione sarebbe ben diversa.
    Per non infierire non parlo dei giocatori schierati fuori ruolo.
    Che poi la rosa sia incompleta è evidente, ma con gli stessi giocatori sono convinto che un Nicola, tanto per fare un esempio, avrebbe fatto e farebbe meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Numero7 - 1 mese fa

    Se Cairo vuole confermare GP, se vuole salvare il Toro per prima cosa e la faccia per seconda deve assolutamente cedere subito i Zaza, i Meite, gli N’koulou, prendere assolutamente subito un regista e un trequartista poi una punta e sarebbe già un buon mercato fin qui, sarebbe un ottimo mercato con l’aggiunta di un’esterno sx di ruolo….Per tutto ciò la vedo dura visto il presidente che abbiamo e soprattutto vista la situazione critica di classifica che abbiamo di fronte a cui non facile aggiungere innesti di qualità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. michelebrillada@gmail.com - 1 mese fa

    prima mossa cambiare allenatore quando cambi lukic per meitè e belotti per zaza di calcio non hai capito molto e continui a prendere gol al 96mo minuto con meitè e singo e il brocco rincon che guardano che cosa fa insigne via il maestro di calcio prendiamo un mister che li faccia correre perchè se arrivi sempre secondo sul pallone di partite ne vinci poche

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. claudio sala 68 - 1 mese fa

    GP non ha fatto punti sia con le piccole sia con le grandi, non credo che sia il mister giusto per salvarci a prescindere dalla rosa. Mandarlo via significa rimetterci circa 10 milioni da aggiungere ai tanti soldi spesi male per Zaza e Verdi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. GRANATORO - 1 mese fa

    In mezzo al campo sono i nostri problemi… da anni…..ma voglio proprio vedere chi di spessore se la sente di venire a giocare in una squadra ultima in classifica… non solo andrebbe/ro convinto/i ma sarebbe necessario un consistente esborso economico a meno che la società non vada low cost su onesti pedalatori che non servono a un bel niente e, vorrei tanto essere ottimista nonostante la delusione/rabbia/frustrazione, ma credo che verrà percorsa la seconda strada

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Rimbaud - 1 mese fa

    Credo servano un paio di giocatori di spessore e carismatici, che riportino entusiasmo nei tifosi e fiducia nella squadra, idealmente direi che con gente come naingollan e il Papu si potrebbe addirittura tornare a lottare per l’Europa. La squadra non è così scarsa, ma necessità di un paio di elementi di qualità e soprattutto di nuove energie mentali. Serve gente con le palle, non una girandola di nomi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. TremendamenteGranata - 1 mese fa

    Comunque giusto per precisare un punto…se non vai in vantaggio non puoi essere rimontato…così per chiarire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Fantomen - 1 mese fa

    C’è solo un problema…..che gli attori che hanno fatto questo disastro sono gli stessi che dovrebbero risolverlo……Vagnati abbiamo visto cosa ha combinato per poi stupirsi delle conseguenze…..cairo se sbaglia da la colpa agli altri e se gli altri l’azzeccano si prende i meriti….non ultimo singo ……come pensiamo che questi due inetti possa cambiare rotta con le loro capacità……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. myriam.patty_10554218 - 1 mese fa

    Cosa dite un Torregrossa x Zaza e un Messias x Verdi un buon regista anche Pulgar in uscita a Firenze però io non sono il direttore sportivo e quindi e solo una mia considerazione buone feste a tuttifratelli

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Emilianozapata - 1 mese fa

    Gli ultimi saranno i primi. A scendere in B.
    Unica soddisfazione: nel prossimo campionato i gobbi avranno 6 punti garantiti in meno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. plexy67 - 1 mese fa

    Gira e rigira,siamo sempre ai soliti discorsi,contro il Napoli,non puoi certo dire che il parteggio è un risultato inaccettabile.A Napoli negli ultimi anni,abbiamoi preso delle batoste paurose…Il problema è non avere vinto contro squadre che hanno un livello tecnico inferiore…Il Benevento è andato a espugnare il Friuli,ma non mi sembra che abbiano fenomeni da Champions…Non vincendo purtroppo le partite ci stiamo condannando da soli,lo sappiamo che con i tre punti fai la differenza e con il pareggio te la prendi in quel posto e ora diventerà sempre più difficile perchè,dovranno per forza vincere un sacco di partite e potrebbe non bastare…Gianpaolo,non sartà in discussione,semplicemente perchè sul mercato in questo momento,non esistono allenatori che accetterebbero di guidare una squadra così a parte i soliti noti menzionati in questi giorni.La strda per non retrocedere è una sola,avrer fortuna nella sessione del mercato di Gennaio e comprare giocatori che possano fare la differenza e che nelle rispettive società,sono chiusi da giocatori che difficilmente verrebbero sostituiti.Personalmente credo che il Presiniente utilizzerà la filosofia di vendere e sfoltire,ma difficilmente comprerà e spenderà sul mercato di Gennaio.La vedo molto dura,non ci meritiamo tutto questo,i giocatori vengono venduti,cambiano casacca,fanno quel lavoro,bel lavoro….Non credo che se il Toro scende in serie B,ci saranno giocatroi che si starppano i capelli e che piangono per la disfatta,ma noi???I tifosi che amano questa squadra e che sono impotenti???Un campionato in serie B,non lo accetto,non più……Un buon Natale a tutti,pensando alla salute e ai nostri affetti più cari,il resto lo vedremo al momento e se necessario io sarò in qualunque posto dove occorra fare sentire la mia voce!FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Ezio 76 - 1 mese fa

    Mah non so quali siano le contraddizioni e le illogicità, ma ogni opinione ha diritto di cittadinanza.
    Però vorrei capire cosa deve fare un allenatore per essere mandato via, ultimo in classifica, difesa colabrodo, record di sconfitte, errori sempre gli stessi. Nessuno chiede piazzamenti nella parte sinistra, ma almeno salvarsi. Se qualcuno crede ancora alla salvezza con GP beato lui, per ora rimane, a gennaio quando continuerà la stessa musica, Cairo dovrà per forza prendere provvedimenti, che purtroppo per lui gli costeranno cari. Chi sbaglia paga, a parte GP.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 1 mese fa

    Reda, suamo ancora in tempo x la letterina a Babbo Natale?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. ALELUX777 - 1 mese fa

    Torreira, Papu Gomez, Naingolan, Vecino, Pinamonti, Cutrone, Pavoletti, Joao Pedro… Tutti nomi che non verranno.. Sono proprio curiosi di vedere se Vagnati ha delle idee e dei contatti reali o se è inutile tanto quanto Bava lo scorso anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 1 mese fa

      A proposito di Bava. Ma vi sembra normale che uno come lui siano praticamente 2 anni che non spiaccica una parola? Ma quanto lo paga braccia mozze per stare zitto e fare la figura del pirla?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Leo - 1 mese fa

    Il pareggio di Napoli conferma che il Toro fa acqua da tutte le parti. Il Napoli di ieri ha un attacco ridicolo e veniva da 2 sconfitte altrimenti avremmo tranquillamente ripetuto l’exploit Inter. Cairo nella campagna acquisti non comprerà un fico secco. Che si aspetta ad esonerare Giampaolo? Mazzarri e Mihajlovic sono stati cacciati per molto meno. Che si prenda Spalletti o qualcun altro che sappia giocare con la difesa a 4 e 2 mediani schierati davanti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Simone - 1 mese fa

    Visto che Cairo lo conosciamo bene non vedo xké quest’anno cambierà idea sul mercato invernale.
    C’è solo una soluzione: vendesse il Toro e sparisca per SEMPRE!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 1 mese fa

      Magari

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. ulisse71 - 1 mese fa

    la squadra è difficilmente migliorabile, nel senso che difficilmente sarà migliorata… infatti, chi tra i giocatori che fanno veramente la differenza è libero e vuole venire al Toro? e, semmai ci fossero opzioni, chi ci mette la grana? non me lo vedo il presidente Cairo, ravveduto in quel di gennaio, aprire il borsellino… fa freddo, nel pieno dell’inverno!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. ddavide69 - 1 mese fa

    Le mosse??? Le mosse sono : alzare il culo dalla sedia, aprire la cassaforte e tirare fuori i soldi per comprare i 3 giocatori che servono, SUBITO!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. EraldoPecci - 1 mese fa

    Con questo “fantastico” pareggio dimentichiamo la classifica e siamo tutti ottimisti. Tradotto nessun cambiamento e avanti così…
    Voto 7…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. robinhood_67 - 1 mese fa

    Quando Giampaolo dice: “la prestazione della squadra dimostra che sono ancora credibile” fotografa la differenza rispetto a prestazioni come contro Udinese e Bologna. Il problema, e su questo dovrà riflettere la società, è che pareggiando con Napoli o Sassuolo e perdendo con le dirette concorrenti di bassa classifica, la serie B è sicura. Lo spazio per gli equivoci è finito da tempo: questa rosa fra le squadre attualmente in A nell’anno solare ha fatto meno punti di tutti. Tutti. L’altro errore che può fare il club è andare avanti con Giampaolo e cambiare tecnico quando sarà troppo tardi, magari a mercato già chiuso, come l’anno scorso. Film già visto, esito disastroso. Quindi gennaio sarà decisivo.
    In uscita: Izzo, Nkoulou, forse uno fra Bremer e Lyanco, forse Meite’ e Gojak, almeno uno fra Zaza e Verdi. Se resta Giampaolo, il giocatore che inseguirà Vagnati è Gaston Ramirez. Buon giocatore con caratteristiche diverse da quelli in rosa, ma sostanzialmente reduce da mesi di partite viste dalla panchina. Ingaggio richiesto: faraonico, tenuto conto che va a scadenza il 30 giugno. L’opzione Torreira è se possibile ancora più costosa e praticabile solo con prestito oneroso fino al 30 giugno.
    Come molti di noi invocano da più anni, i guai del Toro abitano soprattutto a centrocampo: lì l’arrivo Lowcost possibile è Pulgar, strappato alla panca viola dopo due stagioni deludenti. Un azzardo che ripagherebbe anche per il futuro sarebbero Ricci (Empoli) e Rovella (Genoa). Un giocatore che ci manca e che darebbe un contributo sicuro, Verre della Samp. Resta la necessità di un difensore affidabile da integrare con gli attuali e, altrettanto evidente, la necessità di un elemento veloce con strappi nella metà campo avversaria. Noi Gervinho o Messias ce li sognamo.
    Quindi: per salvarci servono 4 titolari, sperando che Sirigu torni quello che ci ha salvato lo scorso campionato. Sono i giocatori che andavano presi ad agosto. E che dovranno vincere le partite e mettere insieme un girone di ritorno da 26-28 punti almeno. Non uno scherzo, alla luce di quello che (non) vediamo da un anno.
    Forza (quel che resta del) Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

      Un bel post, sensato, intelligente. È un piacere da leggere, in mezzo a un mare di deliri e stupidaggini assortite.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. commercial_9666663 - 1 mese fa

    Io penso che intervenire massicciamente sul mercato sia quasi impossibile e che l’attuale rosa sia QUASI sufficiente per la salvezza.
    Ciò che si deve fare è parlare chiaramente a IZZO e SIRIGU che da soli valgono le difese di Benevento, Crotone, ecc. ecc.
    Mettersi chiaramente d’accordo che a fine campionato sono liberi e dargli le chiavi della difesa valorizzando BUONGIORNO e PRENDENDO UN CENTRALE.
    Poi serve un CENTROCAMPISTA DI QUALITA’ e basta!
    Via chi non serve: in avanti il GALLO può giocare con LUKIC falso 9 o con VERDI o anche con me cazzo…
    Un CENTRALE valido e un CENTROCAMPISTA valido… sono 15 milioni che Braccio-corto può riprendere in buona parte da Lyanco+Nkoulu+Zaza

    La squadra di ieri + un buon centrale + un centrocampista di valore (‘sto famoso Torreira?) è tanta roba per salvarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Emilianozapata - 1 mese fa

    Concordo con Policano. Per salvarci servirebbero acquisti seri e un cambio di rotta sotto il profilo dell’impegno e della convinzione. E poi una trentina di punti nel girone di ritorno, a meno che non ne facciamo altri dieci in questo. Mi sembrano tre cose francamente irrealizzabili contemporaneamente. Buon Natale. Noi, ora ultimi, chissà quando saremo i primi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bilancio - 1 mese fa

      Prossimo anno….. in b …saremo i primi.
      Auguri di Buone Feste.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. policano67 - 1 mese fa

    Se queste famose mosse le deve fa colui che diceva che sta squadra nn e migliorabile oppure sta nascendo un gran bel toro siamo in una botte di ferro.il punto di napoli da fiducia fino alla prossima sconfitta.sta squadra ha iniziato male e finira peggio.per salvarsi serve acquistare e ci vogliono soldi che urbano nn ha.di mezze seghe siamo pieni ma per loro ce sempre posto e ne arriveranno ancora.il magnate nn caccia il mister solo per soldi.nessuno ha fatto mai peggio di giampaolo nemmeno souness.io nn ce lo con giampaolo ma col vero responsabile di questo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Toroperduto - 1 mese fa

    @ Mimmo,
    Cairo non sarà mai nudo perché c’è troppa gente che mi vuole vestito, infatti andava attaccato molto ma molto prima.
    Leggendo i commenti di tanti qua sopra che danno lezione da allenatore a Giampaolo ti devo chiedere scusa, avevi ragione tu è una tifoseria di merda.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 1 mese fa

      Non é una tifoseria di merda toroperduto. È una tifoseria come tutte le altre. Quando si fanno punti va tutto bene e sono tutti i migliori. Quando si perde la colpa é Nell ordine dell allenatore che non capisce un belino e poi i giocatori.dopo i giocatori il Ds. Dopo vengono gli agnelli che vogliono farci sparire i tifosi che fischiano alla stadio e destabilizzano l ambiente. Alla fine di tutto rimane:ma vuoi un altro cimminelli?? 🙂 buon natale toroperduto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Toroperduto - 1 mese fa

        Infatti ho scritto di merda non la peggiore d’Italia come invece scrive mimmo:D

        Buon natale anche a te grazie

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 1 mese fa

          Comunque se siamo a questo punto le responsabilità sono di tutti , allenatore compreso. Gli unici che non hanno alcuna responsabilità sono i tifosi , che si fanno venire il fegato marcio per sra gente del cazzo…ma anzi, una responsabilità ce l hanno: non essersi ancora presentati da Cairo per prenderlo a calci in culo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Toroperduto - 1 mese fa

            Si vero,
            Ma ti dico al sedicesimo allenatore non me la sento più di andargli troppo addosso, facciamo degli errori potete scarsezza dei giocatori che criticare l’aspetto tattico diventa stucchevole

            Mi piace Non mi piace
  27. Ezio 76 - 1 mese fa

    Convinto che il mercato non porterà niente o al limite altri Gojac, Rodriguez ecc. Ritengo che tenere GP ci porterà dritto filato in B.
    Vedo che molti lo sostengono, e giustamente se la prendono con Cairo, però non è lui che va in campo e non allena questa armata Brancaleone che comunque ha almeno 5 o 6 squadre tecnicamente inferiori.
    Allora mi chiedo WM fu crocefisso per molto meno, lasciò a 27 punti che ci permisero di salvarci, certo alcune partite tipo Atalanta non le potrò mai dimenticare. Per uniformità WM fu giustamente cacciato, mentre GP con la squadra ultima in classifica, con la difesa peggiore, con una ripetizione assurda degli stessi errori, dove non ha ancora trovato rimedio, bisogna tenerlo. Sarà che WM rinunciò a parte dell’ingaggio, mentre GP con molta dignità probabilmente non rinuncia al suo lauto ingaggio per 2 anni con opzione sul terzo visto i buoni risultati ottenuti.
    Auguri……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Premessa giusta conclusioni errate contraddittorie ed illogiche.
      Proprio perché Mazzarri è stato criticato tra l’altro con le stesse argomentazioni rimproverate a Giampaolo direi che lascerei perdere l allenatore.
      Tra l’altro più di uno dovrebbe chiedere scusa anche a Longo visto che è stato trattato da tanti come un minorato mentale

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Ezio 76 - 1 mese fa

        Saranno sbagliate per te le conclusioni. Però vorrei capire cosa deve fare un allenatore per essere mandato via, ultimo in classifica, difesa colabrodo, record di sconfitte, errori sempre gli stessi. Nessuno chiede piazzamenti nella parte sinistra, ma almeno salvarsi. Se qualcuno crede ora alla salvezza con GP beato lui.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Toroperduto - 1 mese fa

          Ma mandiamolo pure via così sarà il 17 giriamoli tutti e diamo la colpa a loro va bene

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Ezio 76 - 1 mese fa

            A gennaio quando la B sarà più vicina, l’esonero sarà inevitabile. Squadre tipo Fiorentina e Genoa il cambio allenatore ha portato qualche risultato.

            Mi piace Non mi piace
  28. suoladicane - 1 mese fa

    rileggete le castronerie che scrivete? sassuolo in lotta per lo scudetto ahahahah partite quasi vinte con inter e mxxxe? ma ci credete veramente?
    il problema è la difesa?
    no, asini! vi farei rispondere da Sgarbi!! siete delle capre come il maestro in panca!!!!! il problema è un centrocampo che non imposta e non filtra, sempre schierato male con degli scarpari (rincon) indolenti (meite) abulici (linetty)
    bisogna assolutamente comprare due centrocampisti, un regista ed un incontrista, qui stanno scommettendo tutto sul rientro di Baselli E’ UNA FOLLIA
    CAIRO VATTENE

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Innav (CAIROVATTENEINBELIZE) - 1 mese fa

      Si confondono, credono si chiami Basellao. Cosa può fare già si sa.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Gianluca - 1 mese fa

    Su Giampaolo non so più che dire. Lui e Vagnati sono male assortiti e le responsabilità sono di Cairo, ovvio. Che li ha scelti entrambi, quando invece avrebbe docuto scegliere solo il ds e lasciare scegliere a quest’ultimo l’allenatore. Non dico che lui sceglie Comi e questo sceglie il ds (avrebbe scelto Ro-Vagnati) che sceglie l’allenatore, ma ds e mister devono viaggiare in simbiosi. Sennò succede che un allenatore che non vuole mai giocare “a cinque” si metta a giocare a 5. Che dica Izzo non può fare il centrale a 4 e poi in una partita importante si ritrovi con Izzo centrale a 4 (contro l’Udinese, con Bremer fuori). Che cambi 15 combinazioni di difesa in 10 partite. Che dica Rodriguez non può fare l’esterno a 5 e poi lo faccia giocare proprio lì. E capita che quell’altro porti gente come Gojak e Vojvoda, perlomeno non gradita. Non voglio dire scarsa perché serve tempo. Il problema del Toro resta l’attacco, più della difesa. Perché la difesa tiene, ma viene messa troppe volte sotto pressione e statisticamente tutte le squadre prendono gol se le attacchi centinaia di volte. In attacco non abbiamo abbastanza qualità per chiudere le partite una volta in vataggio. Io non vedo nemmeno tutta questa qualità nello sbloccarle, però di riffa o di raffa le sblocchiamo sempre (anche contro il Crotone stavamo per trovare il vantaggio fortunoso… non siamo andati avanti nemmeno a Firenze e a Roma, tutte le altre volte sì…assurdo!!). Quando sei in vantaggio però devi avere tutta un’altra pericolosità nelle ripartenze. E questa è responsabilità di centrocampisti e soprattutto attaccanti. Prova a lasciare quegli soazi a Gervinho o Messias, o anche a Vlahovic. Poi vediamo quante volte ci rimontano. O se finisce 1-2 o 1-3!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. PaCo68 - 1 mese fa

    Ovviamente mi auguro che ci si riesca a salvare e che in generale arrivi per il Toro e per tutti un 2021 migliore , ma con riferimento specifico a breve termine , nonostante non sia un fan di Gianpaolo , sono abbastanza d’accordo che in questo momento non è lui la criticità maggiore anche se concordo con qualcuno che dovrebbe gestire meglio i cambi.

    Relativamente al mercato, sono convinto che la squadra di base non sia bene assortita ma più che in difesa, dove secondo me il problema è di testa e non di qualità, abbiamo bisogno di qualche innesto a centrocampo e a supporto del Gallo. Con Baselli torna sicuramente un po’ di qualità e quindi arriviamo ad avere 3 centrocampisti di qualità e con la testa sulle spalle (Baselli, Lukic, Segre) ma il resto è più quantità che qualità e non si sposano bene con il gioco “palleggiato” … poi alcuni di testa non ci sono proprio, nonostante potenzialmente abbiano dei numeri, leggi Meite, Edera …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. Gianluca - 1 mese fa

    Di cose, da scrivere, come sempre, ce ne sarebbero un sacco. Provo la difficile sintesi. Ieri sera, a parte l’assenza di Lyanco (più amato da alcuni aspiranti giornalisti rispetto a Bremer, per me di una spanna superiore), non ho visto nulla di diverso dal solito. Abbiamo giocato sui campi di cinque “big”: Sassuolo, Inter, Juventus, Roma e Napoli… cinque partite difensive discrete, volta più volta meno. Ripartendo bene a Reggio Emilia grazie a Lukic (e anche al Gallo), a San Siro per un tempo (senza il Gallo), meno nelle altre occasioni. Però difendendo in modo decoroso, svarioni di Lyanco e NK (e qualche volta Bremer, meno)a parte. In casa abbiamo affrontato quattro “normali”: Crotone, Samp, Udinese, Bologna. Quindi un calendario molto particolare. Quattro partite pessime, tranne i primi 25′ con i doriani. Cosa ne cavo fuori? Siamo meglio quando la palla ce l’hanno gli altri e non sentiamo il peso di dover vincere. Perché anche il Crotone tenne palla più di noi nel primo tempo, ma non riuscimmo mai a ripartire. Forse perché queste “normali” si sbilanciano meno. Quindi due problemi: non sappiamo fare la partita “palleggiando”. E lo posso accettare. Quello che io non accetto è il secondo problema. Una volta passati in vantaggio pur senza saper palleggiare (11 volte su 14!!!) noi non sappiamo fare un contropiede che sia uno, ben orchestrato. L’unico che ha le caratteristiche è Singo, ma il suo piede è solo discreto. Il Gallo è un pasticcione, a meno che non debba andare dritto per dritto e calciare. Verdi mi sembra una tartaruga, magari mi sbaglio. A noi servirebbe un “Cerci”…tipo Messias. O almeno un centrocampista con una falcata importante. Non lo è nemmeno Baselli, l’unico è Lukic. Infatti qualcosa ha combinato. Bisogna prenderlo a tutti i costi. Se vogliamo salvarci. Allora passi in vantaggio, continui a reggere l’urto e riparti come si deve.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 1 mese fa

      Ed è esattamente per quello che hai scritto che ribadisco fortemente che servono centrocampisti. Ma servono centrocampisti che sappiano giocare la palla. Se corrono anche meglio. Ma sappiano giocare la palla.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 1 mese fa

        …Scifo e Martin Vazquez ti bastano?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 1 mese fa

          A me basterebbero pulgar ed elmas.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. arthurzarr - 1 mese fa

            Elmas forse, Pulgar non mi piace, alla Fiorentina ha fallito, meglio De Paul o quello Svanberg del Bologna

            Mi piace Non mi piace
    2. Il Giaguaro - 1 mese fa

      Dici bene @ Gianluca, ma questi sono gli uomini scelti da Mazzarri proprio per fare il suo gioco, ovvero non far giocare gli altri… Una rosa con 6 centrali di difesa (due, se non tre, di troppo per come vede il calcio GP), centrocampo di rottura ma incapace di tre passaggi di fila ( GP ha provato a farli passare la palla, coi risultati di prendere una caterva di gol su palle perse e ripartenze), attacco con Belotti che canta e porta la croce! Uniche novità Linetty (acquisto), Singo (scoperta) e Lukic trequartista incursore (insomma qualcosa di più del compitino mazzariano).
      Sui contropiede lasciamo perdere, guardo le partite e mi incaxxo come una bestia (ieri subito dopo il gol partiamo due contro uno, palla a Verdi e penso, beh almeno il lancio lo farà quello coi piedi migliori della squadra… Sappiamo come è finita!).

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. l.cupiol_5432650 - 1 mese fa

    Purtroppo si dovranno recuperare al meglio i soliti noti, perché non so davvero chi si possa comprare di buono a gennaio. Va piano adesso l’importanza di acquistare Torreira e anche Andersen, anche se su quest’ultimo molti si chiedevano perche. Diventa importante anche il recupero di Barelli che per quanto non convinca in pieno è migliore dei vari Meite e Linetty. Continuo a ripetermi che basteranno due vittorie di fila per rovesciare l’andamento che però continuano a non arrivare. Giampaolo ieri non ha ammesso di avere sbagliato i cambi: continua ad essere presuntuoso. Umiltà da parte di tutti, anche sua.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. iard68 - 1 mese fa

      Dispiace doverti dire (non solo a te ovviamente) che l’ottimismo va decisamente contro la storia della serie A. infatti, in pochissimi casi la quota salvezza è scesa sotto i 35 punti e almeno due squadre delle ultime tre a metà campionato, sono sempre retrocesse in Serie B (quantomeno negli ultimi 15 anni).
      Il che ci porta ad un po’ di matematica: 35-8= 27 punti da raccogliere in 20 giornate, di cui 8 da giocarsi contro le grandi (MIL 2 volte-INT-JUV-ROM-LAZ-NAP-ATA), il Sassuolo in casa e diverse trasferte non esattamente facili (posto che possano esistere partite comode per noi…). Se si vuole essere positivi e pensare che, in barba a tutto, saremo capaci di non perdere più altre sette\otto volte vuol dire che andremo a punti in 12/13 occasioni. Voglio proprio buttarmi, 13 volte! Quindi dovremo vincere 7 volte e pareggiare 6 per raccogliere i 27 punti, che potrebbero non bastare.
      Essere ottimisti sarà anche bello, ma NON è ragionevole.

      Buona Natale a tutti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Pulster - 1 mese fa

        A questo punto mi sento di dire che fare la conta sulla carta di partite facili o meno diventa superfluo; ci facciamo male da soli nella maggior parte dei casi; credo serva un regista (no Baselli) e un altro attaccante, in difesa, a vedere quello che c’è in giro, non trovo nessuno che possa spostare gli equilibri; ma assolutamente fare tanta tanta tanta pulizia! Non ho la sfera di cristallo, ma la situazione è eloquente!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. Bob Rokk - 1 mese fa

    prima di farsi prendere da (non così) facili ottimismi..rifletterei sul fatto che:

    1) con le dirette concorrenti alla salvezza abbiamo steccato alla grande, perchè la squadra non sa fare la partita e non ha personalità

    2) con quelle più forti (e pensare che tra queste annoveriamo il Sassuolo mi mette i brividi della vergogna!) abbiamo giocato molto meglio perchè hanno un’impostazione meno ‘ruvida’, ma questo è successo finchè (gli altri) non hanno iniziato a giocare sul serio..

    ERGO: questo Torino è sacrosantemente giusto che vada in B

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bollinger - 1 mese fa

      Purtroppo è così sono d’accordo su tutto. Aggiungo solo che questa situazione non è solo di questo campionato ma di tutto il 2020. E di non fare risultato con quelle alla nostra portata succedeva anche con mazzarri nell’anno buono.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  34. nonnogranata - 1 mese fa

    Vorrei rispondere a Mimmo, di cui peraltro mi è piaciuta l’analisi.
    Secondo me la squadra bene o male aveva il controllo della partita e stava tenendo il campo con un minimo di automatismi, vista anche la poco felice giornata del Napoli : io non avrei fatto cambi a una manciata di minuti dalla fine, oltretutto tre in un solo colpo, è inevitabile che la nuova situazione porti un certo disorientamento. Inoltre condivido tutto, ma non giustifico la continua presenza di Linetty : per il suo stato di forma attuale è come giocare in dieci!
    SFT e Auguri a tutti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 1 mese fa

      Ciao nonnogranata, credo che i cambi abbiano avuto il solo scopo di far rifiatare la squadra visto che il Napoli era in pressing constante. Col senno di poi si può dire tutto, Giampaolo fino a ieri veniva criticato perchè i cambi non li faceva. Ma i cambi non hanno inciso tatticamente sul gol e chi dice il contrario non sa di cosa sta parlando. Se Linetty gioca sempre è perchè in panchina non c’è alternativa valida. Giocando con il centrocampo a 3 e con Ansaldi e Baselli fuori per infortunio, le alternative si chiamano Segre e Gojak, entrambi all’esordio in A e con prestazioni mediocri quando chiamati in causa. Tanti auguri anche a te

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. leggendagranata - 1 mese fa

        Caro Mimmo75, va beh essere giampaoliani, ma tu lo difendi a prescindere, negando anche l’ evidenza. E l’ evidenza è l’ aver fatto prendere giocatori mediocri (Lynetti, Murru, Rodriguez, non si sa che cosa valga Bonazzoli, per altro la sesta punta della “rosa”), l’ aver fatto spesso cambi ritardati o sbagliati (Conte, Ranieri, Pirlo, Gattuso, gli hanno dato lezioni di strategia), l’ insistenza su una linea di mediana (Lynetti-Rincon-Meitè) che non ci ha portato da nessuna parte. Poi è vero che mancano alcune pedine importanti per la sua idea di gioco, ma allora, se la società non lo ha soddisfatto (cosa che lui per altro nega), era più dignitoso dimettersi che non subire l’umiliazione di una squadra all’ ultimo posto della Serie A. E poi non so dove tu abbia visto prestazioni mediocri di Segre, che ha giocato pochissimo. Io dico solo che appena entrato con Juventus e Napoli ha fatto ammonire il suo avversario, dopo averlo superato in velocità. Mi pare un indizio per dire che potrebbe avere dei numeri e comunque essere meglio di un Meitè ci vuole poco. Di Giampaolo si può dire che fa giocare meglio il Toro di un Mazzarri, ma avere idee discrete di tattica non basta per essere giudicati un buon allenatore. Certo può sempre imparare dai suoi errori, qualcosa ha già cambiato (ad esempio il modulo), vedremo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  35. Mario66 - 1 mese fa

    La supponenza legata all’ignoranza provoca i danni che tutti vediamo. Cairo per fare bene deve disinteressati dell’aspetto tecnico e lasciar fare a chi un minimo ne capisce. Bisogna agire subito e non aspettare la fine del mercato come è solito fare. Da come si comporta in questi giorni capiremo molto del nostro futuro prossimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 1 mese fa

      ..Cairo dopo 15 anni non ha ancora capito che un presidente di calcio deve farlo a tempo pieno e residente sul posto..pronto a bacchettare i suoi collaboratori alle prime avvisaglie di rilassamento! l’errore madre quindicennale non aver mai messo un vice competente e cazzzutoooo!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  36. malva - 1 mese fa

    Se in panchina non abbiamo giocatori di qualità non si va da nessuna parte. Soprattutto adesso con i 5 cambi che avvantaggia le squadre più “ricche”. Così i secondi tempi saranno sempre delle sofferenze

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  37. Cristiano.123 - 1 mese fa

    A mio modesto parere Giampaolo non e’ credibile.
    I numeri raccontano una verita’ profondamente diversa ed amara, sqaudra desolatamente ultima in classifica con la peggior difesa del torneo, sono tanti i record conseguiti, tutti negativi.
    Si e’ presentato come il fautore del gioco e del possesso palla ed ha finito per copiare il catenaccio di WM, ieri si e’ visto palesemente un 5-3-2 con gli esterni bloccati ad arginare Insegne e Politano, tattica sacrosanta per una squadra ultima in classifica, sottolineo pero’ che WM non si sarebbe mai fatto rimontare 23 punti da posizione di vantaggio (altro record europeo negativo), furbo e smaliziato il toscano, non avrebbe permesso il gioco del Napoli che si e’ svegliato dal torpore nei 5 minuti finali, una tragicomica commedia 3 cambi tutti insieme, ne doveva fare uno al minuto.
    Giampaolo e’ l’uomo sbagliato al posto sbagliato.
    Insiste con mettere Verdi al fianco di Belotti, ma lo ha capito che cosi’ lo annulla? Non rammenta come solo pochi mesi fa ha stabilito il record di segnature continue da posizione diversa? Cosi’ finisce per essere il Belotti della nazionale dove non segna mai (cosi’ Immobile), a Mancini serve uno che prende botte ed apre gli spazi non un centravanti che realizza. Gli occorre uno come Pavoletti o Petagna, o il fantasma rivitalizzato di Zaza. Lo ha insegnato un Allenatore che ha 10 anni meno di Giampaolo, unico ad aver vinto un torneo a livello nazionale seppure in ambito giovanile sotto la gestione Cairo, gia’ questo gli dovrebbe valere un monumento per non parlare della promozione in serie A del Frosinone, per trovare questa citta’ occorre il google maps.
    Vogliamo parlare della gestione dei portieri? Io non me la spiego, forse voleva distrarre i giornali da altri problemi? Sirigu o Milinkovic-Savic, Milinkovic-Savic o Sirigu? Dove ha demeritato lo slavo con il Bologna per tornare a sedere in panchina?
    Armando Izzo.
    Non basta un gol nella sua bella Napoli per meritare la maglia che indossa, cambia Procuratore piuttoto. E quell’abbraccio sembra quello di Giuda, della serie “fammi giocare ancora con il mercato aperto e forse la Roma mi prende”.
    Vagnati.
    E’ li da Marzo scorso e non si e’ minimamente accorto del valore di Singo, ha preso Vojvoda che ora rappresenta un inutile e costoso doppione; Gojak non giudicabile ancora, per quanto in possesso di un buon tocco di palla, a tutti gli slavi per ambientarsi occorrono mesi, basta osservare Lukic, quanto ci ha messo? Finche’ non apprendono i primi rudimenti di Italiano e’ dura comprendere e calarsi in un torneo cosi’ tattico come la serie A. Forse era piu’ utile il suo Valoti da Ferrara a costo zero.
    Non bastava la pandemia, anche Giampaolo e l’ultimo posto in classifica. Buon Natale a tutti, in particolare a chi e’ chiamato a prendere decisioni importanti.
    Un tifoso del Toro avvilito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 1 mese fa

      Chissà come mai non allena più?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Simone - 1 mese fa

      Sassuolo fa 40 mila abitanti, Frosinone 46 mila

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cristiano.123 - 1 mese fa

        MILAN 34
        INTER 33
        ROMA 27
        SASSUOLO 26
        NAPOLI 25
        JUVENTUS 24
        ATALANTA 22
        LAZIO 21
        H. VERONA 20
        BENEVENTO 18
        SAMPDORIA 17
        UDINESE 15
        BOLOGNA 15
        FIORENTINA 14
        CAGLIARI 14
        PARMA 12
        SPEZIA 11
        GENOA 10
        CROTONE 9
        TORINO 8

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Cristiano.123 - 1 mese fa

        La famiglia Squinzi l’hai contata?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Simone - 1 mese fa

          Visto che non hai trovato Frosinone su Maps ti ho fatto notare che è più grande di Sassuolo.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  38. palmiro - 1 mese fa

    Pazzesco…Il Torino è ultimo in classifica, solitario, dopo due anni disastrosi e 15 di nulla, ma se si leggono gli articoli di TN e certi commenti da devastati mentali sembra quasi che stia lottando per lo scudetto.
    L’unica mossa per il Toro e che si levi dalle palle il nano con i suoi tirapiedi di Venaria.
    Nel 2021 trovatevi un lavoro vero che è meglio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nero77 - 1 mese fa

      Siamo diventati la Cenerentola della serie A(senza lieto fine,ovviamente)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  39. Nero77 - 1 mese fa

    Si è arrivati al punto che quando si butta via una Vittoria è un risultato importante e quando si riesce a pareggiare o perdere diventa un punto di partenza!!Vergogna Vergogna Vergogna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  40. LeoJunior - 1 mese fa

    Concordo con l’analisi di Mimmo, soprattutto relativamente all’esultanza di Izzo e poi degli altri. Questi sono segnali di coesione e attaccamento all’allenatore. Ed è un buon punto di partenza.
    A questo punto gli innesti. E qui a mio avviso la scelta diventa molto delicata. Ammesso che Cairo voglia fare qualche cosa (!) poi la palla passa a Vagnati e Moretti. Devono scegliere con attenzione. Se la squadra si è in qualche modo compattata non vanno rotti gli equilibri che si stanno formando. Quindi evitiamo acquisti solo per mettere figurine.
    Colmare le lacune tecniche facendo attenzione agli equilibri.
    Facciamo un segno della croce!
    PS per in po’ concentriamoci sulla squadra e lasciamo perdere società e Cairo. Sappiamo che non se ne andranno nei prossimi mesi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 mese fa

      Avrei preferito non fossero con l’allenatore sai.
      Era la cosa più semplice, cambiavi allenatore e via.
      Il problema è che è una squadra scarsa e fatta malissimo sono tre anni che lo dico ma era più facile dire eh ma cazzo abbiamo fatto 63 punti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  41. eurotoro - 1 mese fa

    mi sono stancato di scriverlo..ma x l’ultima volta dell’anno lo scrivo e lo ripeto : verdi è un’ala! verdi è un’ala! verdi è un’ala! !!!!!!! giampaolo stesso errore di mazzarri farlo giocare al centro!!!!…anche insigne farebbe ste figure esile com’è…ma sulla fascia quando sei agile i problemi sono degli altri!…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 1 mese fa

      Verdi sarà anche una punta larga… Ma é il partner di Belotti meno peggio che abbiamo. Se arriverà una seconda punta allora probabilmente andrà in panchina.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 1 mese fa

        concordo..però vorrei capire perché qui al toro è vietato giocare col 4 3 3! maledizione!!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 1 mese fa

          Non credo che cambierebbe la cosa. Mancherebbero cmq i centrocampisti e l ala sinistra con Belotti e verdi.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. eurotoro - 1 mese fa

            ..rincon mediano e le 2 mezzali tra baselli lukic linetti segre non e’ un centrocampo di serie b…poi meite x me dovrebbe essere il sostituto di rincon…subentrare il meno possibile(tanto rincon e’ stakanovista) stare li al centro con la sua stazza e tenere la posizione

            Mi piace Non mi piace
          2. eurotoro - 1 mese fa

            ..e compriamo st’ala sinistra!

            Mi piace Non mi piace
  42. GlennGould - 1 mese fa

    L’associazione Cairo / mercato di gennaio dona un sorriso a tutti, a quelli più sfortunati di noi. Grazie per questo sensibile gesto natalizio.
    A voi auguro un buon natale.
    A Cairo invece auguro che il caso Black Stone lo mandi sul lastrico.
    Che sia maledetto lui ed il giorno in cui si è impossessato del toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 1 mese fa

      Sarebbe un gran bel natale con Cairo rovinato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  43. Seagull'59 - 1 mese fa

    Abbiamo toccato il fondo: ora si può e si deve solo risalire! Io ci credo!
    Via però gli scontenti, chi rema contro, chi non ha il bene del Toro come obiettivo: ora Cairo e i suoi collaboratori non hanno più scuse e vedremo di che pasta son fatti.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bob Rokk - 1 mese fa

      ma tu sei così sicuro di aver toccato il fondo?…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 1 mese fa

        …ahahah toccato il fondo poi si inizia a scavare la fossa!a sto giro la vedo dura! non mi illudo x gennaio utopici rinforzi…non mi illudo su di un’altrettatnta utopica nuova coesione dei big( ma sarebbe manna dal cielo se finalmente sposassero la causa granata a vita sirigu izzo nkoulu…in fondo se lo fa’ Belotti…lo possono fare 3/4 dei giocatori dell’intera serie A…e non mi dite che qui al toro si guadagna poco eh!!!)….buon natale a tutti…non ci resta che la famiglia…fvcg sempre nonostante tutto e tutti!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Jackpot - 1 mese fa

      Mah speriamo di aver davvero toccato il fondo. Ho paura che se malauguratamente (ma probabilmente) andremo in B il ns beneamato Presiniente ci lascerà marcire nella cadetterie x un bel pezzo. Non vedo la volontà di costruire + nulla a Torino da parte sua che se ne vada in fretta!.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  44. OldBull - 1 mese fa

    Tutto vero, ma è palese che a un quarto d’ora dalla fine i cambi devono essere mirati e intelligenti, puoi fare uscire Belotti questo è lecito, ma non per Zaza un altro attaccante che oltretutto non sa tenere la palla, Meitè è in assoluto il meno adatto a reggere l’urto finale, non è un incontrista ed è lentissimo, al tempo stesso non puoi continuare a tenere in campo Verdi che ha fatto davvero poco prima e adesso praticamente non sta più in piedi, queste sono osservazioni di puro buon senso. Insomma questa sembra una gara di ciapanò, ovvero a chi sbaglia di più, solo che nel ciapanò vince chi fa meno punti, nel calcio no…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  45. Pectol - 1 mese fa

    Sono dell’idea che il cambio di allenatore non sia la soluzione, ma cercare i puntelli giusti per colmare le lacune che sono palesemente evidenti, note già da tempo a tutti, tranne che a Cairo e Vagnati, ed è necessario scegliere con oculatezza, comprare solo quelli che non hanno le caratteristiche identificate da Giampaolo.
    I giocatori come Izzo e Sirugu se vorranno andare via a Gennaio dovranno essere accontetati, ma sono convinto che con un pò più di serenità dell’ambiente possano restare fino alla fine della stagione con l’obiettivo di salvare il Toro e poi salutarsi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pectol - 1 mese fa

      … solo quelli che hanno le caratteristiche …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  46. Il_Principe_della_Zolla - 1 mese fa

    Prima di tutto, auguri a tutti, un 2020 disastroso sotto tutti gli aspetti lo dimenticheremo volentieri.
    A livello calcistico, e per quanto concerne il Torino FC, il 2021 potrebbe essere anche peggio, con la discesa in serie B, molto più che una probabilità.
    La situazione societaria è penosa, e quella della squadra difficilmente raddrizzabile. Se poi, come ieri sera, i pianeti non si allineano…
    Giampaolo merita fiducia, la squadra non puo’ che uscirne con il gioco, deleterio sarebbe il cambio di allenatore. Ci vorrebbe qualche innesto di qualità, ma qui casca l’asino, anzi casca il duo CaVagna.
    Ancora auguri a tutti, nella speranza che Babbo Natale si porti via il presidente per regalarci un futuro migliore e all’altezza della passione che ci anima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pectol - 1 mese fa

      Il “duo CaVagna” è bellissimo !!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 1 mese fa

      Babbo Natale non si porterà via Cairo perchè teme che gli “tagli” anche la barba. Tanti auguri anche a te e a tutti gli altri

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  47. 27766fvcg - 1 mese fa

    Il motivo per cui il Toro è ultimo in classifica nn sta nel fatto che abbia quasi “non” perso con Merde Inter Lazio Sassuolo o Napoli, sta nel fatto che nn ha vinto con Bologna Crotone Udinese e Sampdoria. E qui (al netto di una finta società che ci sta prendendo x il culo da almeno 3 anni) la colpa è dell’allenatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  48. stanislaobozzi - 1 mese fa

    l’ennesima partita pareggiata o persa da situazione di vantaggio… non c’è nulla di positivo
    ultimi in classifica… non c’è nulla di positivo
    mercato all’orizzonte… non c’nulla di positivo

    il risultato con il napoli può essere buono ma se sta banda di “pelacurdin” poi contro il parma giocherà come con il crotone e il bologna sarà perfettamente inutile e sara inevitabilmente (e giustamente) serie b

    auguri a tutti i tifosi del toro… ne abbiamo davvero bisogno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  49. Mimmo75 - 1 mese fa

    Ieri nulla si può rimproverare a nessuno di quelli scesi in campo e l’abbraccio al mister è un segnale fortissimo verso i tifosi e la società. Il fatto che sia partito da Izzo lo rende ancora più significativo. Ho letto alcuni commenti dove il pareggio veniva imputato ai cambi di Giampaolo: un pretesto per attaccare il mister anche quando non è il caso. Ieri la squadra è stata impeccabile e il gol del pareggio è al 99% figlio di due magie consecutive di due calciatori di qualità nettamente superiore alla media. A volersela prendere con qualcuno, a voler cercare il pelo nell’uovo, a voler essere cattivi, è a Singo che va addebitata la libertà di Insigne e non a Meite, come alcuni hanno (anche qui pretestualmente) scritto. Nel 352 il terzino (Singo) deve curarsi dell’esterno avversario (Insigne), all’interno (Meitè), semmai, tocca aggredire il terzino avversario (Mario Rui) che sull’azione del gol è ininfluente. Detto questo, concordo con Sartori che finalmente ha sottolineato in grassetto i “doveri”, e quindi le responsabilità pregresse e future, della società. Giampaolo da mesi ripete che questa squadra non sa palleggiare perchè ha caratteristiche diverse da quello che è il gioco che lui pratica, il che vuol dire, indirettamente ma neanche troppo, accusare la società per il mercato estivo carente e per nulla attagliato sulle richieste del mister ad eccezione degli innesti di Linetty e Rodriguez che, va da se, da soli non possono fare miracoli. Cairo non può sbagliare più, dopo un anno e mezzo in cui è riuscito a distruggere il capitale sportivo creato da Ventura e recuperato da Mazzarri dopo l’infelice parentesi con Mihajlovic. Dal momento in cui ha smesso di ascoltare chi mastica calcio da anni e ha ripreso a far di testa sua come all’inizio della sua esperienza al Toro, ha fatto diventare merda tutto ciò che ha toccato. Ora è al bivio finale perchè se negli anni scorsi arrivavamo ai mercati di gennaio con la necessità di ritoccare qualcosa ma comunque abbastanza tranquillamente, oggi la nostra condizione impone scelte radicali in uscita e acquisti centrati immediatamente pronti in entrata, o il nostro destino sarà segnato, con o senza Giampaolo. Oggi Cairo è nudo più di quanto non lo sia mai stato, anche la foglia di fico marcia che lo ha coperto negli ultimi 18 mesi è caduta. Sei nudo, ti guardiamo. Che fai?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alonghitano.6_13946062 - 1 mese fa

      Il risultato è re, per l’ennesima volta il Torino è stato recuperato. È evidente che la squadra non merita l’ultimo posto ma all’ultimo posto comunque si trova.
      Contro il Parma ci sarà l’ennesima partita contratta? Non faremo punti?
      Sono d’accordo sulle responsabilità che Cairo ha su questa situazione, ottimo imprenditore ma di calcio non è in grado di gestire e decidere. SFT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. PotenzaGranata - 1 mese fa

      Resta il fatto che, se il mandrogno non dovesse intervenire sul mercato di gennaio nella maniera da te giustamente puntualizzata, mi auguro che GP abbia la dignità e l’onestà professionale di rassegnare le sue dimissioni e di vuotare il sacco.

      In caso contrario potrei soltanto pensare che, se dovesse restare alle condizioni attuali o con un mercato di riparazione insoddisfacente, sia solo e soltanto interessato a portare a casa l’ingaggio e a fregarsene di tutto il resto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. iard68 - 1 mese fa

      “Sei nudo, ti guardiamo.” Che immagine raccapricciante :). Proprio la vigilia di Natale. Aaarghhh. Auguri a tutti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. rza78 - 1 mese fa

      Scommetti che prende due cadaveri e ne escono due scontenti ma buoni?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    5. michelebrillada@gmail.com - 1 mese fa

      il mister va attaccato perche per l’ennesima volta ha sbagliato l’innesto alla fine di zaza,e soprattutto meite che ha guardato l’azione del pareggio come ha fatto tutto l’anno ,ci hanno fatto pareggiare una partita gia vinta doveva lasciare belotti e lukic che stavano difendendo come pochi e non mettere quei due pagliacci di zaza e meitè quindi gianpaolo ha sbagliato tantissimo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    6. Bischero - 1 mese fa

      Bravo Mimmo. Concordo su tutto!. Chiedi a Cairo che fa?? Ti rispondo io. Schifo come al solito. Chi comprerà? Cetto direbbe:Na beata minchia… Buon natale Mimmo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    7. guidopernigott_484 - 1 mese fa

      Mimmo dire che non toccava a meite marcare Insigne non ha senso.quante situazioni ha sbrogliato ieri Belotti in difesa???lui che dovrebbe fare gol?non scherziamo .mancavano pochi minuti ,devi correre a tutto campo e spazzare qualsiasi cosa rotoli……zazza dov era? Ma questi durante la partita lo vedono Belotti o dormono in panchina?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    8. ilpalodiBeruatto - 1 mese fa

      Condivido ogni riga del pensiero di Mimmo al quale rivolgo gli auguri di un sereno Natale. Mi permetto di aggiungere un paio di riflessioni. Si deve intervenire soprattutto a centrocampo con giocatori dalla spiccata personalità. Spero che Baselli torni presto ma non sono sicuro del suo stato di forma e se sarà effettivamente un giocatore valido visto il tipo di infortunio; tuttavia Baselli proprio per i limiti di personalità non credo abbia la capacità di trasformare il nostro centrocampo. Occorrerebbe, per intenderci, una forza alla Naingolan non tanto per le caratteristiche tecnico-tattiche ma proprio per il carisma che è capace di imporre. Qualche giocatore in esuber.o va ceduto anche solo in prestito secco purchè si liberi un po’ il monte ingaggi da destinare ai due nuovi acquisti: penso a Zaza, Edera, Meitè. Sacrificare qualche difensore e attaccante (ne abbiamo tanti) per acquistare due centrocmpisti di qualità e di carisma. Il problema è vendere o cedere perchè in tempi di Covid quasi nessuno si sbilancia , come già avvenuto in estate. Auguri a tutti i fratelli granata di un sereno Natale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy