Parigini, dal vivaio all’addio: storia di un talento mai veramente sbocciato

Parigini, dal vivaio all’addio: storia di un talento mai veramente sbocciato

La parabola / Il giocatore ha avuto una storia con il Torino lunga 15 anni, poi la situazione è precipitata sino alla rottura: “Mi fanno passare per infortunato”

di Marco De Rito, @marcoderito

Il 31 gennaio 2020 ha sancito la fine di 15 anni al Torino per Vittorio Parigini. Il classe 1996 si è trasferito a titolo definitivo al Genoa, che a sua volta l’ha girato a titolo temporaneo alla Cremonese. Il giocatore nativo di Moncalieri, si può dire, è nato calcisticamente con la maglia granata cucita addosso: a 10 anni Silvano Benedetti notò le sue qualità e lo portò nel vivaio del Toro. In granata Parigini ha fatto tutta la trafila nel settore giovanile, fino ad arrivare alla Primavera nel 2013. L’allora tecnico Moreno Longo riconobbe subito le doti del classe 1996 e non si fece problemi a lanciarlo anche da “sotto leva”.

I PRESTITI E IL RITORNO – Poi subito in prestito per farsi le ossa, fin dai 17 anni di età, ma sempre con lo stesso obiettivo: tornare un giorno al Torino per fare la differenza. Prima Juve Stabia, poi Perugia, Chievo, Bari e Benevento. Diverse esperienze lontano da casa, fino all’estate 2018 quando Walter Mazzarri – convinto dall’ottimo ritiro di Bormio del classe ’96 – decide di faro restare in prima squadra. E qualche chance in effetti arrivò: Parigini giocò complessivamente 18 partite, tutte nella stagione 2018-19, ma senza mai convincere appieno.

L’ULTIMA STAGIONE – Poi un infortunio, il mercato e il cambio delle gerarchie che si tradusse nell’esclusione dalle rotazioni. E i numeri di questa prima metà di campionato non lasciano dubbi, con Parigini che non ha giocato nemmeno un minuto in granata, senza neppure essere convocato. Qualcosa allora si rompe e la situazione precipita fino alla rottura definitiva, nata dalla sua uscita polemica sui social. “Mi fanno passare per infortunato“, scrisse Parigini a un tifoso che gli chiedeva come mai non giocasse più così spesso (leggi qui). Una frase che non piacque alla dirigenza e soprattutto a Mazzarri, con l’inevitabile decisione di dirsi addio.

Leggi anche: Torino-Parigini: il club granata non ha mai fatto passare il giocatore per infortunato

STORIA CONCLUSA – Quella appena raccontata è la parabola di uno dei migliori prodotti del settore giovanile degli ultimi anni. Non si pensava che la storia tra le due parti potesse finire in questo modo. Con il senno di poi però, senza nulla togliere alle doti del ragazzo, il rimpianto maggiore della società di Via dell’Arcivescovado è stato forse quello non averlo venduto prima. Come nelle sessioni di calciomercato del 2015 o 2016, quando i granata avrebbero potuto incassare qualche milione in più dalla sua cessione. Ora starà a Parigini dimostrare al Torino che sul suo conto qualcuno si è sbagliato.

60 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Veyser - 6 mesi fa

    Da tifoso mi spiace ma Parigini non è assolutamente in grado di giocare in serie A… inappropriato già nel titolo scrivere la parola talento accostata a Parigini…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. QuellidelToro - 6 mesi fa

    La cosa che mi fa ridere di certi “elementi” che si professano essere tifosi del Toro è che, a detta loro, Parigini ha avuto tutte le opportunità di questo mondo per mettersi in luce e, sempre secondo loro, ha fallito, mentre invece giocatori come Aina, Djidji, Bremer, Zaza e compagnia bella, pur essendo dei bidoni/brocchi accertati, continuano a giocare ininterrottamente, solo perchè il mercenario editore li ha strapagati e cerca almeno di non perderci e rientrare dei quattrini spesi inutilmente.

    E la cosa ancor più divertente, è quella di avere un incapce fallito in panchina, che di opportunità ne ha avute a iosa e le ha quasi sempre fallite, eppure continua imperterrito a stare in panchina e a fare danni su danni.

    Incredibile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 6 mesi fa

      Incredibile cosa? A parte che non si può confrontare parigini con meité aina e gli altri che hai elencato perché hanno ruoli che con parigini non c’entrano. E già da qui dimostri di capirne poco. Se poi affermi che parigini non ha avuto le occasioni forse dovresti anche domandarti come mai… Evidentemente o non se lo meritava per vari motivi o chi é davanti a lui(edera millico verdi Iago e Berenguer) merita di più. Semplice. Poi scaricare tutto addosso a Mazzarri… E gli altri che non lo facevano giocare?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. SubComandante - 6 mesi fa

        Tu invece bischero di calcio ci capisci, difendi uno che ha preso 7 pere in casa, sei della scuola mimmiota.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. QuellidelToro - 6 mesi fa

        L’arroganza, la mameducazione e la strafottenza con cui hai risposto, dimostrano che sono nel giusto con le mie affermazioni.

        IL tuo discorso sui ruoli è ridicolo, fazioso e totalmente fuori luogo: la specialità di Mazzari è sempre stata quella di snaturare i giocatori e i loro ruoli e le dimostrazioni sono molteplici, a partire da Andrea Belotti e dal modo con cui viene puntualmente messo in campo e fatto giocare. E poi, ruolo diverso o meno, basta vedere i rendimenti e i danni fatti dai giocatori da me citati, costantemente impiegati, per concludere che sono brocchi e non hanno nulla da invidiare a Parigini.

        La meritocrazia qui non c’entra un accidente, qui c’entra l’aziendalismo, la malafede, l’incompetenza e l’incapacità di un allenatore nel porre in campo la squadra. Edera e Millico, a tutt’oggi sono ancora belle statuine che giocano solo quando Mazzarri ha gli uomini contati ma, forse, questo finale di campionato, vista la vergognosa campagna acquisti svolta dal mercenario editore, darà loro più possibilità.

        Iago ? Iago non ha più visto il campo, dall’infortunio, anzi, per motivi di risparmio ingaggio, è stato sbolognato in settimana.

        Berenguer ? La discontinuità fatta a persona, ma è stato pagato caro, dunque deve giocare per consentire a Cairo di avere un ritorno economico, così come Aina, Meitè, Djidji, Zaza e anche Bremer.

        Verdi ?

        E secondo te l’acquisto più caro dell’era cairota non deve giocare per forza ?

        Ma quali “giocatori davati a lui”, ma quale meritocrazia. Te lo ripeto, solo malafede e azindalismo.

        Degli altri non mi frega un accidente, io guardo a casa mia.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ALESSANDRO 69 - 6 mesi fa

    A me sembra che su Parigini la stiamo facendo più tragica di quello che è. La storia del calcio è piena di potenziali talenti che per un motivo o per l’altro si sono persi per strada e evidentemente Vittorio fa parte di questa categoria. Nessuno ha messo in dubbio le doti tecniche di questo ragazzo ma se ovunque ha fatto fatica a ritagliarsi uno spazio possibile che ha sempre incontrato allenatori incapaci?? Se un giocatore è davvero valido prima o poi viene fuori, è successo anche questo nella storia, ma lui le sue chance le ha avute. Per arrivare ai massimi livelli non basta il talento se non c’è determinazione e grande forza di volontà nel migliorarsi ogni giorno…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pupi - 6 mesi fa

    Bonifazi disarmante domenica a Ferrara ed ora pure a Roma dopo 3 minuti. Bei capelli e nulla più…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 6 mesi fa

      Oggi è in confusione totale. Nel terzo goal della Lazio, il tronista in recupero su Immobile inspiegabilmente vede il suo portiere in uscita ed abbandona la marcatura per prendere posizione in mezzo all’area vuota lasciando il suo portiere con Immobile che insacca.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. pupi - 6 mesi fa

        Non mi sorprende, lo conosco come le mie tasche. Essendo di Ferrara l’ho visto minimo un 40ina di volte e ha buone qualità come colpitore di testa e come difensore in una difesa stracoperta. Ha un buon piede e propensione ad uscire palla al piede ma non essendo Beckenbauer spesso la perde, come domenica, lasciando occasioni agli avversari. Come si apre il campo poi è un disastro. Rispetto a 2 anni fa lo vedo anche molto imbolsito, sarà che non ha il passo partita visto che ha giocato pochissimo ma mi da l’impressione di avere poca fame.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. BACIGALUPO1967 - 6 mesi fa

        Le Groupie di Bonifazi già ti odiano.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 6 mesi fa

          Dici ? Solo me ? Hahahaha.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Policano - 6 mesi fa

          Pensa a tavernello, non c è da stare sereni

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. BACIGALUPO1967 - 6 mesi fa

      Attento a ciò che dici.. Le Groupie insorgono

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Policano - 6 mesi fa

        Baci ne hai più tu di groupies

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. r.ponzon_13686323 - 6 mesi fa

    La protesta contro Cairo – che reputo legittima – perde di qualsiasi credibilità se continuate a parlare di Parigini, un giocatore che ha avuto infinite possibilità ma che tutti (tutti) gli allenatori che ha avuto hanno scartato. Attaccarsi a Parigini x contestare Cairo è un errore, perché obbietyivamente giocatori così mediocri ne abbiamo avuto davvero pochi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Sergio Sergio - 6 mesi fa

    Vedo la Fiorentina e dico: stanno cercando di programmare un futuro diverso, con innesti giovani e altri di valore…..poi vedo il Sassuolo che ha un De Zerbi che non ha paura di rischiare facendo un calcio propositivo scoprendo anche nuovi talenti…..e mi chiedo il Toro?
    Forza dai una ventata di entusiasmo anche per noi che sicuramente la meritiamo!
    Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Veyser - 6 mesi fa

      Su De Zerbi e il Sassuolo ti seguo…. sulla Fiorentina continua a spendere milioni di euro per arrivare decima in campionato….

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. milanogranata - 6 mesi fa

    Ho riflettuto dopo la chiusura del mercato invernale:acquisti ZERO cessioni QUATTRO; cercando di dare una
    chiave di lettura all’operazione.

    1) La societa’ ( con la S minuscola) realizzare il piu’possibile Plusvalenze.

    2) Campionato: galleggiare a meta’ classifica (salvarela faccia).

    3) Obiettivi : mistero! nessuna dichiarazione ufficiale della societa’(si naviga a vista)

    La sessione invernale del mercato poteva essere l’occasione(con 2-3 acquisti giusti) per poter sognare l’Europa. Hanno simulato attivismo sul mercato.
    Con questo quadro, noi tifosi CHE AMIAMO VERAMENTE IL TOROcosa dobbiamo pensare??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. uiltucs.pesar_12159015 - 6 mesi fa

      È chiaro che questo tipo mercato dimostra 2 cose: che la Società è in vendita e che Mazzarri ha il tempo contato (salvo sconvolgimenti, fino a giugno e poi dovrà meritarsi l’eventuale conferma con la nuova proprietà)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. bergen - 6 mesi fa

    Quello che colpisce non è tanto la misura de talento quanto l’insondabile strategia della società nella gestione dei prodotti del vivaio.

    Mi viene un dubbio: che non ci sia una strategia ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. GiaguaroGranata - 6 mesi fa

    Con più testa da parte sua e più attenzione dalla società, avrebbe forse fatto meglio.
    Ora speriamo in Millico, che mi sembra abbia un grande potenziale ed il giusto atteggiamento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 6 mesi fa

      Giusto atteggiamento? Pochissimi minuti in serie A e già bussa alla società per un aumento di stipendio altrimenti non rinnova. Onestamente, da presidente di società tu daresti aumento a chi ancora deve dimostrare tutto ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. GiaguaroGranata - 6 mesi fa

      Io intendo il suo atteggiamento quando entra in campo, non conosco bene la parte contrattuale che descrivi tu, mi viene solo da dire che il rinnovo sembra un’occasione naturale per chiedere un aumento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 6 mesi fa

        @Giaguaro, la parte contrattuale dovrebbe , più o meno, rispecchiare cosa si fa in campo e Millico, in serie A, ha fatto zero. Detto questo io gli riconosco una qualità vista a pochissimi e cioè lui ha tempi di esecuzione imprevedibili. Il marcatore non riesce mai a capire esattamente quando calcia. A parte questa caratteristica ( innata ) deve imparare tutto. Non sa coprire, non gioca per la squadra e non ha corsa giusta. Sta imparando ed ha bisogno di giocare. Deve imparare le letture ma se inizia a chiedere soldi, beh, partiamo male. Testa bassa e pedalare e diventerà un gran bel giocatore. In caso contrario diventerà un eterna promessa. Tocca a lui.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. crew_389 - 6 mesi fa

    Peccato perché lo consideravo uno dei migliori giovani uscito dal vivaio del toro… le migliore partire le ha fatte nella nazionale under 21 , evidentemente aveva la fiducia dell’allenatore.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Bischero - 6 mesi fa

    Da quasi sei anni é nel professionismo senza praticamente aver mai giocato con 6/7 allenatori diversi. da svincolato é andato al genoa(società con seri problemi) che lo ha girato subito in serie b alla cremonese che sta lottando per non retrocedere nonostante abbiano cercato e fatto arrivare molti esterni alti. Questi sono fatti. Per tutto il resto c’è madama granata

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 6 mesi fa

      Posso mettere almeno 50 nomi di giocatori più scarsi acquistati dalla cairese e fatti passare per fenomeni ai babbei che dicevano la stessa cosa qui sopra. 15 anni di figure di merda, per il resto c’è il cbntaballe e i fessi che gli credono

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 6 mesi fa

        Marion e, Vives per citarne uno, tecnicamente è era molto ma molto ma molto più scarso di Vittorio. Peccato che sia caratterialmente che tatticamente era, è, nettamente più forte. Tanto tanto tanto più forte. Per essere preso in considerazione da un allenatore non è sufficiente avere unicamente talento. Il talento di Vittorio tutti lo riconoscono peccato manchi , ad ora, tutto il resto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Madama_granata - 6 mesi fa

        Infatti, e Bischero.
        Chi vivrà, vedrà!
        Davano lo stesso giudizio su Benassi: oggi ha giocato una partita eccellente contro la Juve (con complimenti da commentatori DAZN)..
        Così come ha fatto Barreca nel Genoa, contro di noi!
        Ma certi tifosi del Toro sono soddisfatti, e convinti di avere dei campioni in Meité, Aina, Djidji.
        Per tale motivo questo anno la resa del Toro va oltre ogni più nera aspettativa!
        Ma quando mai, con Parigini, Edera, Millico e Bonifazi saremmo riusciti a perdere 7-0??
        Questo sì, che è un traguardo di Mazzarri e dei suoi prescelti, che non era mai stato raggiunto “ab grege condito”!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. spiritolibero - 6 mesi fa

          Madama scusa ma a quest’ora con Parigini seguiresti un altro campionato

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Bischero - 6 mesi fa

          Benassi? Ma cosa sta dicendo? . Benassi all età di parigini erano già 4 anni che giocava titolare in serie a. Aveva fatto 12 o 13 gol ed é stato venduto per 12 milioni di euro ad una squadra di media alta serie a. Come vede con parigini non ha nulla a che fare come le ho già detto non entra mai nel merito delle cose. Solo slogan

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. BACIGALUPO1967 - 6 mesi fa

            Infatti Bischero@ madama@ dopo l’addio di Parigini e Bonifazi è un po’ in confusione.

            Mi piace Non mi piace
        3. Bischero - 6 mesi fa

          E secondo me é anche razzista. Parla sempre male dei giocatori di colore… Se parigini era nero e cresciuto nel vivaio chissà che paturnie.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Mimmo75 - 6 mesi fa

      Cuore Toro Nicola manco lo ha salutato: sciò a lottare per evitare la lega pro….ma Mazzarri è cattivo!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. QuellidelToro - 6 mesi fa

        Come volevasi dimostrare.

        Hanno ragione quelli che ti definiscono un provocatore di professione.

        Il sito dei tuoi amici di Venaria è il più idoneo per un infiltrato come te.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. CairoGameOver - 6 mesi fa

        Mimmo sei un clown che non fa ridere

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. SubComandante - 6 mesi fa

        Grande mimmone l’espertone quello che definiva Ruben Peres il nuovo Martin Vasquez, quello che meite è un grande talento, e potrei continuare fino a domani. Del resto mimmetto il gobbetto odia il vivaio granata, perché lui è un gobbo, punto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Rimbaud - 6 mesi fa

      Bischero, però come mai allora in under 21 ha fatto molto bene? Perchè mazzarri l’anno scorso l’ha preso in considerazione e quest’anno no? Le qualità tecniche le ha, poi subentrano altri meccanismi, una struttura societaria seria aiuterebbe a mio avviso i giovani a crescere meglio, vanno guidati, poi ci sarà sempre il balotelli di turno che butta via la sua carriera. E’ una questione di statistica come diceva qualcuno poc’anzi.
      Il solo ogbonna in 15 anni è davvero poco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 6 mesi fa

        Molto bene mi pare esagerato…
        Ha fallito ovunque…
        A e B. Nicola lo ha spedito diretto in B pur avendo una squadra all’ultimo posto.
        Incompetente pure lui.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. QuellidelToro - 6 mesi fa

    Vedremo se, ora, Vittorio dimostrerà tutto il suo valore/talento e se lo farà, sarà l’ennesima colpa e responsabilità di una società sciagurata e di un allenatore giurassico nella mentalità e nel gioco, che non “vede” assolutamente i giovani e che, anzi, nelle sue dichiarazioni pubbliche ne esprime meriti potenzailità e possibilità ma che, in realtà, li emargina e non li ocnosdera minimamente.

    Solo un aspetto mi infastidisce di certi personaggi che si qualificano tifosi: la creduloneria ostinata a certe leggende su du lui, mai provate e verificate (le voci che si mettono in giro hanno la valenza di un pettegolezzo), ma soprattutto l’insulto, allorquando veniva definito bidone o brocco, senza ovviamente considerare quei giocatori stranieri, attualmente in rosa e che giocano con una continuità impressionante (i nomi li conoscete benissimo), i quali non sono certo meglio di lui, visti gli “strafalcioni continui” che commettono in campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 6 mesi fa

      ma scherzi? Era pieno di tifosi che li avevano visti e garantivano che erano dei veri colpi di mercato, strappati al Real Madrid. Questi però non vanno via e ri risultati si vedono

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 6 mesi fa

        Non vanno via perché nessuno se li prende, neanche gratis!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. BACIGALUPO1967 - 6 mesi fa

          Come parigini finito in b alla cremonese

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. andre_football - 6 mesi fa

    Non c’è un giovane dell’era Cairo che sia diventato titolare nel Toro. Considerando tutte le generazioni della primavera che si sono susseguite, alcune hanno vinto anche il loro campionato, parliamo di circa 150 giovani. Anche solo a livello statistico è impossibile. Quindi vuol dire che c’è qualcosa di sistematico (incapacità, altri interessi…) per cui la società non permette ai giovani di fare il salto al mondo professionistico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 6 mesi fa

      Il tuo calcolo (150 circa) è sbagliato per difetto. I giovani passati al Toro considerando solo la primavera, in 15 anni sono stati circa 380.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. QuellidelToro - 6 mesi fa

        Anch’io non credo che siano stati tutti dei giocatori mediocri.

        Le responsabilità di questa involuzione sono tutte societarie, vista la totale mancanza di una programmazione seria che permetta ai giovani di maturare e di fare il salto di qualità nel professionismo.

        Ovviamente e sempre nell’ambito societario, anche gli allenatori (specialmente Mazzarri) hanno la loro bella fetta di responsbilità.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 6 mesi fa

        @QuellidelToro, ti racconto un piccolo aneddoto di tanti anni fa. Lentini, Gigi, aveva ,ha, un fratello che era molto più forte di lui tecnicamente ma aveva un difetto enorme. Non aveva voglia,fame. Il Toro cercò di convincerlo senza successo. Gigi invece aveva fame, molta ed emerse. Di chi è la colpa ? Del Toro che ha fallito o del fratello di Gigi ? A volte le responsabilità sono difficili da attribuire. O meglio non sono da attribuire ad un unica parte ma vanno suddivise. No ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. marione - 6 mesi fa

          Per quello c’era anche Menghini che forse lo era altrettanto. Allora però c’erano Vatta e co, ora… jajajajajajajaja

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. QuellidelToro - 6 mesi fa

          Io sto parlando della gestione Cairo.

          Quella di Borsano è ormai acqua passata.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Bischero - 6 mesi fa

      Ogbonna

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. r.ponzon_13686323 - 6 mesi fa

    il curriculum parla chiaro; basta incolpare Mazzarri, nessun allenatore (e ne ha avuti tantissimi) ha realmente creduto in lui. Direi che la redazione ha dato troppo spazio a questo argomento che è stato colto a pretesto x polemizzare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. spiritolibero - 6 mesi fa

      Pienamente daccordo con te Basta articoli su Parigini

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. ciscomarco8_14322509 - 6 mesi fa

    Talento non sbocciato!!!! Al toro si è normale , ma non è colpa del giocatore, e colpa di tutto il sistema che c’è nella squadra , basta farli giocare e dargli fiducia
    Lui mi piaceva molto
    Imbocca al lupo Parigini

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Toro71 - 6 mesi fa

    Buongiorno a tutti. Sono contento per quel tifoso della Roma che entra in questo forum granata e ci insulta pesantemente: ieri è stata una giornata fantastica la squadra Primavera ha perso in casa 1-2 proprio col Toro e ieri sera la Roma ha perso 4-2 a Sassuolo. Toronews dovrebbe bannarti pseudo-tifoso romanista.
    Forza Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. FORZA TORO - 6 mesi fa

    avevo letto sui forum,che già con Longo avesse avuto problemi di tipo caratteriale,ma può darsi che sia solo una delle tantissime false leggende che si leggono,ho già scritto che magari sboccierà,ma ad oggi purtroppo un signor nessuno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 6 mesi fa

      Sai quante ne ho sentite io su Mazzarri e Cairo e mi sa che non sono nemmeno balle

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Rimbaud - 6 mesi fa

    Non è stato nemmeno aiutato e dico questo perchè ho visto tanti talenti che hanno fallito.
    Perchè i gobbi pur vincendo persino meno a livello giovanile hanno più giocatori che passano al professonismo? Solo agganci? Sono ragazzini e non sempre la testa li sorregge, ma vanno aiutati a diventare profesionisti, secondo me questo da noi non viene fatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 6 mesi fa

      I gobbi li acquistano praticamente formati e se non lo sono,formati, li danno in prestito a società che facciano il lavoro per loro. Per avere conferma di quanto scrivo basterebbe leggere i bilanci che fotografano i dati. In genere chi forma spende molto poco. Aggiungo e finisco col dire che fu Marotta, in arrivo dalla Samp, a cambiare metodo. Si attuò un vero e proprio rastrellamento a livello nazionale non solo per accrescere il proprio vivaio ma anche e soprattutto per togliere risorse ai vari competitor. Si acquista non per necessità ma per togliere ossigeno ad altri, Toro in primis. Tanto i soldi non mancano…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 6 mesi fa

        Non sarebbe meglio e più costruttivo argomentare il dissenso anziché rimanere nell’anonimato ? O non si hanno argomenti?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. FORZA TORO - 6 mesi fa

        sono d’accordo

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy